La befana dall’alto è arrivata in Toscana

La befana dall’alto è arrivata in Toscana

Questo pomeriggio  la Befana si è calata dalla Loggia dei Lanzi così per il secondo anno consecutivo i bambini Fiorentini hanno ricevuto dolcetti dall’anziana signora.  P.zza della Signoria gremita di persone, è stato lo sfondo e la cornice di questo appuntamento attesismo dai fiorentini, che vedono una “vecchietta” molto particolare calarsi con l’ausilio dei Vigili del Fuoco da una delle terrazze più affascinanti d’Italia.

Sono state raccolte spontanee donazioni da destinarsi alla tutela e conservazione del patrimonio artistico danneggiato dai recenti sismi.
L’evento anche quest’anno è stato possibile grazie al supporto logistico della Galleria degli Uffizi, del Comune di Firenze ed al personale operativo ed amministrativo del Comando dei Vigili del Fuoco di Firenze.
Grande novità di questa edizione è il programma NEVER LOST, iniziativa promossa dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Firenze che ha intrattenuto ragazzi e famiglie su argomenti importanti legati alla autoprotezione. Infatti in attesa della calata della befana, una parte del persona qualificato dei Vigili del Fuco ha potuto spiegare come conoscere prima il comportamento da tenere in certe situazioni (ad esempio il disperso in un bosco), come gestire le risorse a nostra disposizione, elementi che servono per gestire il proprio STATO DI ATTENZIONE che è quella condizione ideale per affrontare un emergenza, fino a cessato pericolo. Elemento importante quindi dell’iniziativa è quella di capire come aiutare i soccorritori a attraverso l’utilizzo del cellulare sia on line che off line.

A Pistoia la Befana oggi pomeriggio è scesa dal Campanile della Cattedrale di San Zeno, aiutata dai vigili del fuoco che, come avviene ormai da 24 anni, organizzano la manifestazione. Ad attenderla in piazza Duomo tanti bambini accompagnati da genitori e nonni. Per garantire una maggiore sicurezza e un più ordinato svolgimento della manifestazione, anche quest’anno sono stati messi in atto alcuni accorgimenti
con punti di accesso e vie di uscita. Cinquemila gli spettatori ammessi, conteggiati attraverso rilevatori elettronici di presenze.  A precedere la discesa della ‘vecchia signora’ dal campanile del Duomo, uno spettacolo con due animatori d’eccezione, i vigili del fuoco Gino e Matteo, e un coro, Spring time di Livorno, formato da 35 elementi tra cantanti e musicisti.

“Prima edizione della Befana dei paracadutisti promossa a piena voti. Tante persone, tanti
bambini, e sinceramente, anche un po’ di emozione, perché il lancio non è stato affatto facile. Il successo di questo evento è stata per noi una grande soddisfazione”. Così la sindaca di Cascina, Susanna Ceccardi (Lega Nord), commenta il successo
della manifestazione che ogni anno si tiene in occasione dell’Epifania. Niente era scontato, perché quest’anno era la prima volta dei paracadutisti della Folgore. Un debutto
importante, con circa 6.000 persone che hanno affollato la via Tosco Romagnola per assistere all’arrivo dal cielo della Befana. Quattro paracadutisti si sono lanciati da un elicottero. Il primo portava una bandiera del Comune, il secondo un enorme
tricolore, e a seguire la Befana e un accompagnatore. Dopo il lancio, il passaggio su corso Matteotti di tre ultraleggeri che hanno colorato il cielo con il tricolore mentre la Befana distribuiva caramelle ai più piccini.

L'articolo La befana dall’alto è arrivata in Toscana proviene da www.controradio.it.

Epifania: prima volta di Nardella a battesimo greco-ortodosso

Epifania: prima volta di Nardella a battesimo greco-ortodosso

“E’ la prima volta che un sindaco partecipa alla cerimonia del battesimo, penso che sia un messaggio importante per questa Epifania, che chiude le feste e apre il nuovo anno”, “ho voluto partecipare sia perché invitato da padre Nicola che è il punto di riferimento della comunità greco ortodossa di Firenze, sia per dare un messaggio a tutta la città”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella che stamani ha partecipato alla cerimonia di un battesimo greco-ortodosso a Firenze.

“Credo che compito del sindaco – ha aggiunto – sia essere un po’ il collante della comunità e in questo caso è importante partecipare alle funzioni della altre religioni perché i greci che vivono, lavorano, studiano a Firenze, e sono nati in questa città, sono parte di questa comunità e meritano l’attenzione e la presenza del sindaco che la rappresenta tutta
insieme”.
A Nardella i greci ortodossi hanno regalato un crocifisso e un’icona. “E’ stato emozionante – ha concluso – perché si tratta comunque di un momento di grande intensità emotiva e spirituale e di grande significato simbolico come l’immersione della croce di Gesù nel fiume Arno perché l’Arno non è soltanto il fiume dell’Alluvione del 1966 ma anche un luogo di vita e di spiritualità. L’acqua è un simbolo di nascita, quindi è importante riconosce a questo fiume un grande valore spirituale”.
Il sindaco, come si spiega in un tweet dello stesso primo cittadino, ha partecipato alla
cerimonia della chiesa greco-ortodossa che ricorda il battesimo di Gesù nel Giordano nel giorno dell’Epifania.
“L’Epifania – ha scritto Nardella – è il giorno del battesimo di Gesù celebrazione particolarmente importante per la Chiesa Greco-Ortodossa. Oggi per la prima volta partecipo con la comunità greca fiorentina a questo momento in segno di amicizia
e convivenza”.

L'articolo Epifania: prima volta di Nardella a battesimo greco-ortodosso proviene da www.controradio.it.

Epifania: per alluvione, tuffo in mare di ‘solidarietà’ di pisani e livornesi

Epifania: per alluvione, tuffo in mare di ‘solidarietà’ di pisani e livornesi

Più di 220 persone hanno sfidato il freddo questa mattina per il tradizionale appuntamento con il tuffo in mare nel giorno dell’Epifania a Marina di Pisa, giunto alla decima edizione.

Una manifestazione che vede uniti pisani e livornesi. “È un’occasione non solo per stare insieme ma anche per sottolineare l’importanza della solidarietà e del dono – ha
spiegato il vicesindaco di Pisa, Paolo Ghezzi – e quest’anno c’è un motivo in più, far sentire la nostra vicinanza agli amici livornesi colpiti nel settembre scorso da una tragica
alluvione”.

Alla manifestazione ha partecipato anche il vicesindaco di Livorno, Stella Sorgente. Prima l’arrivo della Befana a bordo di un quad della Croce Rossa Italiana, “multata” dalla polizia municipale perché senza casco, poi tutti in spiaggia per il tuffo. Al termine della manifestazione sono stati premiati la partecipante più giovane, Elisa Freschi,
livornese di 4 anni; il più anziano, Egisto Gassani, 77 anni di Livorno; il gruppo più numeroso, i Pisa Road Runners con 62 partecipanti e i cinque membri dell’associazione Amici del Mare di Livorno che hanno partecipato a tutte e dieci le edizioni
della manifestazione.

Durante l’evento è stato possibile acquistare il calendario dei “bimbi motosi”, i giovani angeli del fango labronici. Il ricavato sarà devoluto interamente alle famiglie colpite
dall’alluvione del settembre scorso.

L'articolo Epifania: per alluvione, tuffo in mare di ‘solidarietà’ di pisani e livornesi proviene da www.controradio.it.

La Befana in Toscana, tra eventi e aumento del budget per le calze

La Befana in Toscana, tra eventi e aumento del budget per le calze

Nonostante i rincari del nuovo anno e le polemiche da un centesimo a sacchetto… la befana 2018 sembra arrivare con le tasche piene. Si attesta infatti a poco meno di 70 euro la spesa per famiglia per calze, dolciumi e carbone. Aumenta dunque il budget destinato all’Epifania dal 15 al 20%, secondo le stime di Confesercenti. Addirittura la sede fiorentina prevederebbe una spesa di 100 euro, tra riscoperta della tradizione e soprattutto saldi iniziati oggi.

Ma andiamo a vedere quali saranno i principali eventi previsti in Toscana per il 6 gennaio 2018.

La Befana a Firenze verrà in Arno, al museo, in ospedale e calandosi dall’alto. Domani mattina e nel pomeriggio appuntamenti in circoli, piazze e sedi dei quartieri cittadini. Torna inoltre la festa dei Canottieri comunali di Firenze:  le befane saliranno sulle pagaie e distribuiranno  calze ai bambini, dalle 10 alle 12, con brevi gite lungo il fiume. Sempre durante la mattinata  baby-visite speciali nei musei di Antropologia, Paleotologia e Zoologia (ore 10 e 12, prenotazione obbligatoria) con interventi a sorpresa e al termine doni a tutti i piccoli. Nel pomeriggio la Befana diventerà volante. Dopo aver distribuito dolciumi al Meyer, arriverà in piazza della Signoria dove darà prova delle sue doti acrobatiche, calandosi alle 16 dalla Loggia dei Lanzi, grazie all’assistenza dei vigili del fuoco.

A Prato la befana andrà alle 13 alla Pediatria dell’ospedale Santo Stefano e poi finirà la sua corsa in piazza del Duomo intorno alle 17.30 con la spettacolare discesa dal campanile del duomo tramite una teleferica, predisposta dal personale Saf dei vigili del fuoco di Prato.

Venticinquennale discesa  dal campanile di Piazza del Duomo anche a Pistoia con un volo di ben 66 metri. Novità a Cascina con la befana che arriverà dal cielo in paracadute, lanciandosi da un elicottero a 1.200 metri di altezza. Atterrerà sulla Tosco Romagnola, e poi si concederà una passerella lungomare a Marina di Pisa e festa in piazza San Marco.

Giornata di festa anche in piazza del Campo a Siena, con la discesa della Befana dai merli di Palazzo Pubblico alle 17.30. Sulla costa sarà in funicolare per raggiungere Montenero, lungo i Canali Medicei a bordo di un battello, al Museo di Storia Naturale  e al Villaggio di Natale di Villa Mimbelli di Livorno dove si sostituirà a Babbo Natale.

Anche quest’anno la Befana a Grosseto  andrà a fare visita a bambini del reparto e soccorso pediatrico dell’ospedale Misericordia. E come ogni 6 Gennaio, Il Quartiere di Porta del Foro con il patrocinio del Comune organizza, ormai da più di 30 anni, la manifestazione “L’Epifania ad Arezzo”. Infine a Lucca a partire dalle 16 la befana porterà 1500 calze in piazza San Francesco.

L'articolo La Befana in Toscana, tra eventi e aumento del budget per le calze proviene da www.controradio.it.

Treno a vapore il 6 gennaio

Treno a vapore il 6 gennaio. Tradizionale TRENO A VAPORE nel giorno dell’Epifania  da Firenze a San Piero a Sieve e rientro a Firenze via Vaglia.Come tutti gli anni, anche per il giorno dell’Epifania 2014 l’Associazione Toscana Treni Storici in collaborazione con i Comuni di San Piero a Sieve e Vaglia, e il CAI, Club Alpino Italiano sottosezione di Scandicci, organizzerà il consueto “Treno della Befana” a vapore da Firenze SMN a San Piero a Sieve (FI) via Pontassieve.

ORARIO DEFINITIVO:

Partenza da Firenze Santa Maria Novella ore 9.00

Partenza da Firenze Campo Marte ore 9.11

Arrivo a Borgo San Lorenzo e sosta per rifornimento idrico: 10:40

Arrivo a San Piero a Sieve: 11:10

Partenza da San Piero a Sieve alla volta di Firenze (via Vaglia e Caldine): 12:30

Vaglia: 12:43

Firenze S. Marco Vecchio: 13:32

Arrivo a Firenze Santa Maria Novella: 13:41