Tetti (Verdi Europa): “Con Giani per far vincere le ragioni dell’ambientalismo”

Tetti (Verdi Europa): “Con Giani per far vincere le ragioni dell’ambientalismo”

Accusato dalla rete dei Comitato di cui era presidente di essere ‘la stampella del PD’, EROS TETTI, ideatore del gruppo ‘Salviamo le Apuane’ , chiarisce i motivi della sua scelta. “In un sistema polarizzato stare ai margini è una scelta perdente”

 

ASCOLTA L’INTERVISTA

L'articolo Tetti (Verdi Europa): “Con Giani per far vincere le ragioni dell’ambientalismo” proviene da www.controradio.it.

Bonus Inps, Eros Tetti (Europa Verde Toscana): “ in Statuto divieto per consiglieri regionali”

Bonus Inps, Eros Tetti (Europa Verde Toscana): “ in Statuto divieto per consiglieri regionali”

“Per trasparenza e correttezza verso gli elettori proporrò che venga istituito nello Statuto regionale il divieto per i consiglieri di fare domanda per bonus di questa natura assistenziale che devono sostenere quella fascia di popolazione e lavoratori che ne ha realmente bisogno”

“Lo stipendio dei consiglieri regionali e dei Comuni più grandi è più che sufficiente. Uno strumento istituito per venire incontro alle difficoltà economiche delle persone non può tradursi in un abuso di Stato”. Lo dichiara Eros Tetti, candidato della lista Europa Toscana alle prossime elezioni regionali in merito al bonus Inps dedicato ai liberi professionisti in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus, dopo la notizia dei cinque deputati che l’hanno chiesto e ottenuto.

“Per questo, tramite legge regionale o apportando una modifica allo Statuto regionale chiederò che venga istituito il divieto per i consiglieri di fare domanda per bonus di questa natura assistenziale” precisa Tetti.

” Naturalmente cosa ben diversa è la situazione economica dei rappresentanti delle istituzioni locali minori e sotto i 5mila abitanti, che non percepiscono stipendio per la carica che rivestono -aggiunge il candidato-. In questo caso chi fa domanda del bonus, a mio avviso, deve comunque ed obbligatoriamente comunicarlo in maniera preventiva al consiglio comunale, sempre in nome di quella trasparenza che è principio fondativo del patto tra cittadini ed Istituzioni” aggiunge Tetti.

Che conclude: ” Dobbiamo tirare fuori al discussione dal populismo becero e ridare dignità e credibilità alla politica: chi rappresenta le istituzioni deve garantire la massima onestà. D’altro canto il Governo dovrebbe impegnarsi a non programmare più bonus a pioggia, ma incentivi mirati che seguano il criterio di progressività previsto dalla Costituzione”.

L'articolo Bonus Inps, Eros Tetti (Europa Verde Toscana): “ in Statuto divieto per consiglieri regionali” proviene da www.controradio.it.

‘Caos’ spiagge Versilia, Eros Tetti (Europa Verde Toscana): “colpa di privatizzazione e ‘monocoltura’ balneare”

‘Caos’ spiagge Versilia, Eros Tetti (Europa Verde Toscana): “colpa di privatizzazione e ‘monocoltura’ balneare”

La crisi del balneare – dice Tetti- si supera solo risanando il territorio montano e costruendo pacchetti turistici che permettano una full immersion nella Versilia, dalle spiagge alle montagne

“Il problema degli assembramenti in spiaggia è la conseguenza del fatto che, per fare un favore ai balneari, le spiagge libere sono state ulteriormente ridotte, e di una cultura che, mossa da interessi economici specifici, non ha mai sviluppato un serio e profondo rapporto tra gli arenili e l’entroterra”. Lo dichiara Eros Tetti, candidato della lista Europa Toscana alle prossime elezioni regionali.

“Se dimezzi lo spazio per l’accesso libero alle spiagge è chiaro che favorisci gli assembramenti, a meno che, in contrasto con le leggi e la Costituzione, tu non voglia dire che per avere un mare sicuro devi affidarti agli stabilimenti in concessione, pagando per un diritto che dovrebbe essere garantito a tutti/e”, dice Tetti.

Che aggiunge “La Versilia turistica è nelle mani dei balneari e dei grandi albergatori, che inseguono, senza riuscirci, il sogno di rinnovare la gloria passata, quella del Piper e della Bussola. Questo limita di fatto una seria strategia di rinnovamento turistico che guardi alla sostenibilità, al patrimonio culturale, ai borghi ed alle montagne dell’interno, alla straordinaria biodiversità del comprensorio Apuano”.

“La crisi del balneare -conclude Tetti- si supera solo risanando il territorio montano e costruendo pacchetti turistici che permettano al turista una full immersion nella Versilia. Sapendo valorizzare tutto insieme: da sotto il livello del mare, potenziando il turismo subacqueo, alla spiaggia, alla passeggiata Liberty, alla camminata sulla via Francigena, alla piana, ai borghi, castelli, pievi, alle Apuane e suoi rifugi e B&B, e magari all’Appennino garfagnino. Il Buco del Monte Forato, simbolicamente, è la connessione euromediterranea che collega il Continente europeo al Mediterraneo. Pacchetti turistici integrati anche nel cibo mari e monti”.

L'articolo ‘Caos’ spiagge Versilia, Eros Tetti (Europa Verde Toscana): “colpa di privatizzazione e ‘monocoltura’ balneare” proviene da www.controradio.it.

‘Caos’ spiagge Versilia, Eros Tetti (Europa Verde Toscana): “colpa di privatizzazione e ‘monocoltura’ balneare”

‘Caos’ spiagge Versilia, Eros Tetti (Europa Verde Toscana): “colpa di privatizzazione e ‘monocoltura’ balneare”

La crisi del balneare – dice Tetti- si supera solo risanando il territorio montano e costruendo pacchetti turistici che permettano una full immersion nella Versilia, dalle spiagge alle montagne

“Il problema degli assembramenti in spiaggia è la conseguenza del fatto che, per fare un favore ai balneari, le spiagge libere sono state ulteriormente ridotte, e di una cultura che, mossa da interessi economici specifici, non ha mai sviluppato un serio e profondo rapporto tra gli arenili e l’entroterra”. Lo dichiara Eros Tetti, candidato della lista Europa Toscana alle prossime elezioni regionali.

“Se dimezzi lo spazio per l’accesso libero alle spiagge è chiaro che favorisci gli assembramenti, a meno che, in contrasto con le leggi e la Costituzione, tu non voglia dire che per avere un mare sicuro devi affidarti agli stabilimenti in concessione, pagando per un diritto che dovrebbe essere garantito a tutti/e”, dice Tetti.

Che aggiunge “La Versilia turistica è nelle mani dei balneari e dei grandi albergatori, che inseguono, senza riuscirci, il sogno di rinnovare la gloria passata, quella del Piper e della Bussola. Questo limita di fatto una seria strategia di rinnovamento turistico che guardi alla sostenibilità, al patrimonio culturale, ai borghi ed alle montagne dell’interno, alla straordinaria biodiversità del comprensorio Apuano”.

“La crisi del balneare -conclude Tetti- si supera solo risanando il territorio montano e costruendo pacchetti turistici che permettano al turista una full immersion nella Versilia. Sapendo valorizzare tutto insieme: da sotto il livello del mare, potenziando il turismo subacqueo, alla spiaggia, alla passeggiata Liberty, alla camminata sulla via Francigena, alla piana, ai borghi, castelli, pievi, alle Apuane e suoi rifugi e B&B, e magari all’Appennino garfagnino. Il Buco del Monte Forato, simbolicamente, è la connessione euromediterranea che collega il Continente europeo al Mediterraneo. Pacchetti turistici integrati anche nel cibo mari e monti”.

L'articolo ‘Caos’ spiagge Versilia, Eros Tetti (Europa Verde Toscana): “colpa di privatizzazione e ‘monocoltura’ balneare” proviene da www.controradio.it.

ZTL, Tetti Eros (Verdi Europa): riapertura scelta folle, che ci riporta indietro di decenni

ZTL, Tetti Eros (Verdi Europa): riapertura scelta folle, che ci riporta indietro di decenni

“Riaprire la ZTL dà un segnale pericolosissimo, lasciando intendere che dalla crisi economica si esce favorendo l’inquinamento e l’abuso del territorio”. Ascolta l’intervista

 

“La scelta dell’amministrazione comunale di Firenze di aprire due staffe di penetrazione della ZTL a partire dalle 16 va rigettata con forza. Si tratta infatti di una scelta sbagliata sotto tutti i punti di vista: aumenterà l’inquinamento, favorirà la mobilità insostenibile, danneggerà’ i residenti, e non aiuterà nemmeno l’economia della città, anche perché la crisi del commercio in questo momento non è assolutamente dovuta al fatto che le auto non possano arrivare in centro”. Lo dichiara Eros Tetti, candidato per la lista Verdi Europa.

“Siamo particolarmente preoccupati -aggiunge Tetti- per il messaggio che viene fatto passare, annientando di fatto decenni di cultura ambientalista e di sostegno alla mobilità sostenibile. Riaprire, sia pur parzialmente, la ZTL dà un segnale pericolosissimo, lasciando intendere che, dalla crisi economica si esce favorendo l’inquinamento e l’abuso del territorio, quando invece sappiamo benissimo che solo attraverso una rivoluzione verde possiamo salvare insieme il pianeta, le nostre città, la montagna e l’economia”

“Appoggio invece -prosegue Tetti- la richiesta dei commercianti che il Governo e la Regione aiutino con contributi a fondo perduto il commercio cittadino, stremato dalla crisi del turismo e dal crollo delle vendite. Le città, soprattutto, sono le grandi ammalate e vittime del modello di sviluppo che ancora è trainante, che le ha svilite proprio nella loro funzione di luogo di avanguardia umana, di elaborazione del pensiero positivo, delle nuove invenzioni oggi sono ridotte a contenitori di problemi (inquinamento, traffico, droga, degrado, insicurezza, disoccupazione). E perciò non si possono governare con politiche vecchie, fallite come quella che sostiene la decisione sulla ZTL”.
” Bisogna ribaltare il paradigma: un esempio, gli alberi sono una risorsa in una città invivibile per il caldo, e dovranno essere moltiplicati, altro che tagliati! Magari stiamo attenti a dove facciamo i parcheggi e a combattere il cambiamento climatico” conclude il candidato di Verdi Euroa.

L'articolo ZTL, Tetti Eros (Verdi Europa): riapertura scelta folle, che ci riporta indietro di decenni proviene da www.controradio.it.