Florence Folks Festival alla Manifattura Tabacchi

Florence Folks Festival alla Manifattura Tabacchi

🔈Firenze, torna il Florence Folks Festival, concerti, libri, cibo, handmade market, incontri e area baby in uno scorcio locale, tradizionale e autentico.

Quest’anno il Florence Folks Festival, si sposta alla Manifattura Tabacchi, all’interno di un progetto di più ampia rigenerazione e riqualificazione urbana.

Tra i main guest musicali Elkin Robinson, Dente & Catalano, gli immancabili Extraliscio, Nickodemus e Populous.

Dalla Balera del Varlungo alla Manifattura Tabacchi, senza però perdere la sua autenticità, dal 25 al 28 luglio il Florence Folks Festival, punto di riferimento estivo per la musica popolare contemporanea si sposta infatti alla Manifattura Tabacchi, simbolo di una Firenze che guarda al futuro nel rispetto delle tradizioni e del proprio territorio (ingresso libero).

In 4 giorni un ricchissimo programma di concerti, incontri, presentazioni, mercati artigianali e aree baby, a cui si aggiunge la sagra della Violetta, la melanzana fiorentina: un’occasione per riscoprire un prodotto locale attraverso la convivialità tipica delle feste di paese.

Tra le novità di questa edizione Monofiera, ‘UNA Fiera per UN editore’, a cura di Todo Modo, con ogni sera prima del concerto, un editore diverso a raccontare il suo mestiere in campo letterario.

Fra gli ospiti attesi alla Manifattura Tabacchi: mercoledÏ 25  Andrea  Gessner  di Nottetempo,  giovedÏ  26  Cristina Gerosa di Iperborea e venerdÏ 27 Marco Zapparoli di Marcos y Marcos.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Riccardo Zammarchi, direttore artistico del Florence Folks Festival e Tommaso Sacchi, curatore Estate Fiorentina 2018.

L'articolo Florence Folks Festival alla Manifattura Tabacchi proviene da www.controradio.it.

Petros Markaris al piazzale Michelangelo di Firenze

Petros Markaris al piazzale Michelangelo di Firenze

Venerdì 06 luglio 2018 alle ore 18:30, Petros Markaris aprirà la rassega “Flower”, curata da Raffaele Palumbo per Controradio, Estate Fiorentina.

In quest’occasione il grande scrittore greco presenterà “L’Assasinio di un immortale. Dalle rotte dei migranti alle indagini del Commissario Kostas Charitos” (La Nave di Teseo).

Petros Markaris è nato a Istanbul nel 1937. Ha collaborato con Theo Angelopoulos a diverse sceneggiature, tra cui L’eternità e un giorno, Palma d’oro a Cannes nel 1998. I romanzi con protagonista il commissario Kostas Charitos hanno incontrato un grande successo di lettori.

L’Assasinio di un immortale, dalle indagini del commissario Charitos in Grecia, a quelle del suo collega Murat sulle infiltrazioni mafiose in Germania, dalle rotte dei migranti a un prete ortodosso che mette a rischio la sua vita per aiutarli, dal fallito attentato a Hitler alle persecuzioni contro i greci nella Turchia degli anni ‘50, Petros Markaris raccoglie in questo libro tutte le sfumature del suo Mediterraneo: il giallo, la critica sociale, il racconto autobiografico.

Con una scrittura al contempo polifonica e dalla forza immediatamente riconoscibile, le storie di L’assassinio di un immortale ci regalano eroi epici ma fino in fondo umani, ognuno alle prese con la propria ricerca – della verità, della salvezza, della giustizia – per cui battersi ostinatamente come nuovi Ulisse dei nostri giorni.

Presso La nave di Teseo ha pubblicato L’assassinio di un immortale (2016), I labirinti di Atene (nuova edizione 2017), Il prezzo dei soldi (2017), La lunga estate calda del commissario Charitos (nuova edizione 2017), Io e il commissario Charitos (nuova edizione 2018).

Conduce Raffaele Palumbo, ingresso libero, diretta su tutti i canali di Controradio.

 

L'articolo Petros Markaris al piazzale Michelangelo di Firenze proviene da www.controradio.it.

Florence Dance Festival: balliamo nell’Estate Fiorentina 2018

Florence Dance Festival: balliamo nell’Estate Fiorentina 2018

Dal 3 luglio al 2 agosto, il Florence Dance Festival riporta alla vita il Chiostro Grande in Santa Maria Novella, rinnovando il proprio ruolo artistico-culturale.

Il Comune di Firenze ha scelto il Florence Dance Festival per animare l’Estate Fiorentina 2018 e promuovere la riapertura pubblica del chiostro di Santa Maria Novella. Verranno presentati, per oltre un mese, eventi di Danza e non solo, con un programma straordinario per qualità artistica, profilo internazionale e apertura culturale.

Per 25 spettacoli serali, durante il festival i protagonisti artisti in scena saranno oltre 400, il pubblico sarĂ  accolto in uno splendido teatro/chiostro con una comoda platea/gradinata con 450 posti a sedere che garantirĂ  una perfetta visibilitĂ  del palcoscenico.

In programma, inoltre, tre serate con grandi ospiti della scena coreografica mondiale: il Nederlands Dance Theater 2 – NDT2 la più grande compagnia di danza contemporanea europea che sarà in esclusiva a Firenze (5 Luglio); Bill T. Jones – New York, la storica figura della danza statunitense e mondiale, per il quale suonerà l’orchestra ARMEL OPERA OCTET – Budapest (serata di Gala, 9 Luglio); e infine Michael Clark Company – London, icona storica della danza punk/rock inglese (27 Luglio).

Le luci sul palco di Novella Classica si accenderanno il 3 luglio con una speciale giornata di eventi e spettacoli a ingresso gratuito, un Open day arricchito di attività pratiche ed esperienze divertenti, di danza e di movimento-benessere. Sarà l’occasione per il Novella Classica Florence Dance Platform per giovani danzatori, coreografi e artisti delle performing arts che avranno modo di esibirsi sul palcoscenico del FDPAF davanti al pubblico e ad artisti d’eccezione. In serata il concerto dei Bizantina, la trascinante band di musica popolare di qualità, partecipa alla grande gioia di riaprire un “nuovo” spazio per l’Arte e la Culturale di Firenze.

L’esperienza del Florence Dance Performing Arts Festival per il pubblico non sarà solo da osservatore; saranno organizzati eventi come performance, workshops, incontri con gli artisti, mostre, serate di gala, lezioni aperte, e quant’altro per ravvivare gli spazi del Chiostro. Il Florence Dance Performing Arts Festival offrirà la danza a 360°, oltre agli spettacoli, il pubblico avrà la possibilità di danzare il Tango, la Pizzica e Taranta, lo Swing e il …rock!

Il Florence Dance Festival è sotto la direzione artistica di Marga Nativo e Keith Ferrone mantenendo l’arte della danza in primo piano, rendendola più accessibile e vicina al pubblico. Attraverso la presentazione di più di 600 spettacoli e performance, ha dato l’opportunità a coreografi e alle loro compagnie di presentare produzioni di danza e balletti, assieme ad una miriade di artisti provenienti da altri campi trasversali, come quello della musica, dell’arte visiva e delle arti sceniche.

Abbiamo accettato come un privilegio questa grande responsabilità e l’immenso valore di questo compito. Siamo consapevoli e felici di poter dare un così importante e concreto apporto per accrescere Firenze: capitale per le Arti e per la Cultura tra tradizione e contemporaneità.

info: http://www.florencedancefestival.org/

L'articolo Florence Dance Festival: balliamo nell’Estate Fiorentina 2018 proviene da www.controradio.it.

Estate Fiorentina 2018: 11 film in anteprima per la V edizione di ‘France Odeon – Cannes a Firenze’

Estate Fiorentina 2018: 11 film in anteprima per la V edizione di ‘France Odeon – Cannes a Firenze’

Si è svolta questa mattina la conferenza stampa della V edizione di ‘France Odeon – Cannes a Firenze’, rassegna diretta da Francesco Ranieri Martinotti, inserita nel cartellone dell’Estate Fiorentina, che si svolgerà dal 12 al 14 Giugno all’Istituto Francese di Firenze (Piazza Ognissanti 2) e dal 15 al 17 Giugno al Cinema La Compagnia di Firenze (Via Cavour 50r).

11 titoli in anteprima, il film vincitore della Palma d’Oro al Festival di Cannes 71, “Manbiki Kazoku”, di Hirokazu Kore-eda, un omaggio a Jean Luc Godard, Palma d’Oro Speciale, con la proiezione del suo film “Le livre d’image”, e un reading di Giovanni Cocconi “Le tourbillon de la vie”.

La rassegna, evento strategico dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze, organizzata in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana e Institut Français Firenze, porta nel capoluogo toscano 11 film in anteprima, provenienti dalle diverse sezioni del Festival di Cannes 71, appena conclusosi, come la Quinzaine des Réalisateurs e la Selezione Ufficiale del Concorso.

In omaggio alla Quinzaine des Réalisateurs, che ha compiuto 50 anni, s’inizia all’Institut Français (12 giugno ore 18.30) con il reading “Le tourbillon de la vie”, di Giovanni Cocconi, dedicato a Truffaut e Godard e al ‘Maggio francese’. A seguire, la proiezione di “Le livre d’image”, di J.L. Godard, Palma d’oro Speciale a Cannes, opera già diventata cult, incentrata sull’ossessione per l’immagine attraverso una riflessione sulle possibilità e i limiti del linguaggio. Per gli appassionati della lingua spagnola, sempre martedì 12 alle ore 21,15, in programma “Petra, Jaime Rosales”, con la grande attrice spagnola Marisa Paredes; dalla Colombia arriva “Pajaros de Verano”, di Ciro Guerra e Cristina Gallego (Institut français, mercoledì 13 giugno ore 19.00) l’imperdibile saga di una famiglia di contadini di un villaggio colombiano, che negli anni 70’ divennero i principali narcotrafficanti verso gli Usa.

Nucleo centrale di Cannes a Firenze sono quattro film premiati dalla giuria presieduta da Kate Blanchett: il premio per la Miglior Regia, Zimna Wojna, (“Cold War”) di Pawel Pawlikowski, già autore di “Ida”, Premio Oscar come Miglior film straniero nel 2015, potente storia d’amore sullo sfondo della Guerra Fredda nella Polonia degli anni 50 (Institut Français, mercoledì 13 giugno, ore 21.10 e Cinema La Compagnia, sabato 16 ore 21.30); “Capharnaüm”, di Nadine Labaki, che al festival ha ricevuto tre premi – Grand Prix della Giuria, Premio della Giuria Ecumenica e Premio La Libera – storie di infanzia negata nella periferia degradata di Beiruth (Cinema La Compagnia, venerdì 15 ore 18.00 e domenica 17 ore 19.45.); “Se Rokh”, (“Trois visages”), dell’iraniano Jafar Panahi, vincitore del Premio alla Miglior Sceneggiatura, il racconto on the road, tra le remote montagne del nord-ovest, al confine con la Turchia, alla ricerca di una ragazza che ha chiesto aiuto ad una famosa attrice iraniana per sfuggire alle vessazioni della propria famiglia conservatrice (Cinema La Compagnia sabato 16 ore 19.30); conclude la rosa dei titoli premiati la Palma d’Oro a Cannes 71, “Manbiki Kazoku”, (“Shoplifter – Un affare di famiglia”) del regista giapponese Hirokazu Kore-eda, che racconta la storia di una famiglia sui generis, fatta di persone che in realtà non sono parenti, unite dalla stessa indigenza, dal bisogno di trovare conforto sotto un tetto, insieme ai propri simili, che pone il film a cavallo tra l’ispirazione dickensiana e la poeticità neorealista zavattiniana (Cinema La Compagnia venerdì 15 alle ore 20.00).

Chi ama Xavier Bardem e Penelope Cruz non potrà rinunciare a vedere “Todos lo Saben”, di Asghar Farhadi, nel quale Laura, una donna spagnola che vive a Buenos Aires, ritorna nella sua cittadina natale appena fuori Madrid per prendere parte al matrimonio della sorella: una riunione familiare nella quale riemergerà un passato fin troppo a lungo sepolto (Cinema La Compagnia, venerdì 15 ore 22.00 e domenica 17 ore 17.30).

La compagine francese è rigorosamente rappresentata da due bei film della Quinzaine: “Amin”, di Philippe Faucon, già autore di “Fatima” (Cinema La Compagnia, sabato 16 ore 18.00) e da “Le monde est à toi”, di Romain Gavras, con Vincent Cassel, Isabelle Adjani (Cinema La Compagnia, domenica 17 ore 21.30).

Tutti i film sono in lingua originale sottotitolati in italiano.

L'articolo Estate Fiorentina 2018: 11 film in anteprima per la V edizione di ‘France Odeon – Cannes a Firenze’ proviene da www.controradio.it.

“L’Eredità delle Donne”, festival dedicato al contributo della donna

“L’EreditĂ  delle Donne”, festival dedicato al contributo della donna

🔈Firenze, presentato oggi a Villa Bardini il festival, “L’Eredità delle Donne”, il festival, che si svolgerà a Firenze dal 21 al 23 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio promosse dall’Unione Europea, è dedicato al contributo della donna al progresso dell’umanità.

Il progetto, con la Direzione Artistica di Serena Dandini, nasce da un’idea di Elastica che ha immediatamente incontrato il sostegno e la condivisione dei valori da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, promotrice e sostenitrice del progetto insieme alla stessa Elastica.

Saranno tre giorni di appuntamenti dedicati al tema dell’empowerment femminile attraverso la cultura e l’intrattenimento. Con una serie di eventi di approfondimento e di spettacolo, con ospiti di portata nazionale e internazionale, il capoluogo toscano sarà la prima città in Italia a rileggere la sua identità artistica valorizzando le figure femminili che ne sono state protagoniste.

L’appuntamento è incluso come progetto speciale nella ricca Estate Fiorentina, fortemente voluto in città dal sindaco Nardella.

L’iniziativa, gemella dell’evento parigino Les Journes du Matrimoine che da tre edizioni celebra l’eredità culturale parigina e francese attraverso le sue protagoniste femminili, è pensata per attribuire un giusto riconoscimento alle Madri della Patria, valorizzando il contributo di artiste, scienziate, pensatrici, accademiche, filosofe, architette e altro (del passato come della contemporaneità) al progresso dell’umanità e all’identità storica, culturale, civile di un popolo, di una nazione, di una città.

“Ispiratrice” del festival è Anna Maria Luisa de’ Medici, nota come l’Elettrice Palatina, la prima ‘Madre della Patria’ e Madre della Cultura Italiana ed europea ante litteram. Grazie al suo generoso contributo, è stato possibile mantenere intatto e integro l’intero patrimonio culturale e artistico della città di Firenze, rendendola lo scrigno mondiale che tutti conosciamo. Proprio per questo è stata scelta come madrina d’eccezione del festival.

L’Eredità delle Donne è un progetto di Elastica e della Fondazione CR Firenze con la Direzione Artistica di Serena Dandini; ha il patrocinio del Comune di Firenze e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Con la partnership di Gucci e con il contributo di Poste Italiane e Banca CR Firenze del Gruppo Intesa SanPaolo, in gemellaggio con HF Ile-de-France e con l’Associazione MèMO.

Alla presentazione sono intervenuti, Dario Nardella, Sindaco del Comune di Firenze, Donatella Carmi, Vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Jacopo Speranza, Presidente della Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron e la stessa Serena Dandini, Direttrice Artistica del festival.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Serena Dandini e Dario Nardella:

L'articolo “L’EreditĂ  delle Donne”, festival dedicato al contributo della donna proviene da www.controradio.it.