LA MUSICA DEL ‘CONTEMPOARTENSEMBLE’ RISCOPRE QUARTIERI E LUOGHI INASPETTATI

musicisti Contepoartensemble Concerti in periferia 

Dal 1 al 7 Luglio ‘Contempoartensemble’ porta la musica nei quartieri: luoghi inattesi diventano la cornice ideale per ascoltare della buona musica, con musicisti giovani e talentuosi. Ingresso libero.

“Il progetto ‘Concerti in periferia’ di ‘Contempoartensemble’  andrà in scena in luoghi che non aspettano altro che essere rivitalizzati, vissuti e scoperti sia da chi vive nelle zone di appartenenza, sia da chi ha voglia di scoprire un’altra Firenze. Una peculiarità di questa edizione dell’ Estate Fiorentina: scoprire luoghi meno noti e centrali della città attraverso produzioni artistiche in grado di valorizzare i tanti siti culturali e angoli monumentali disseminati tra i quartieri – commenta Tommaso Sacchi, curatore dell’Estate Fiorentina -. I concerti di  musica prevalentemente di composizione novecentesca diventano così il contesto ideale in cui conoscere un parco, un sito culturale, un chiostro meno noti. La presenza di diversi giovani interpreti provenienti da più parti del Paese fa della rassegna un vero e proprio punto di riferimento su scala nazionale per appassionati che l’Estate Fiorentina è orgogliosa di accogliere”.

Il programma inizia Sabato 1 luglio nel Chiostro di Villa Voghel  che vedrà in scena “A(Pure)Flower”: i solisti Romanazzi, voce, Fossi, pianoforte, Ceccanti, violino, Rosadini, viola, e Ceccanti al violoncello  reinterepretano Cage, Pärt , Feldman, Kancheli. La serata prende le mosse dal rapporto di Cage con l’arte figurativa, in particolare l’arte astratta, e la sua evoluzione verso una visione spirituale del fare artistico. I brani presentati spaziano dal lavoro sull’astrazione di Cage che, secondo i dettami della filosofia zen, organizza la materia musicale secondo le leggi del caso, all’opera di Arvo Pärt che punta all’essenzialità di una musica minimale, venata di misticismo e a quella di Morton Feldman nella quale la quasi totale assenza di movimento è capace di far percepire le micro riverberazioni in essa.

Mercoledì 5 luglio alle 21,15 presso la Sala Consiliare di Villa Arrivabene si esibirà il Trio Vox: Irene Novi, pianoforte, Clarice Curradi, violino, Augusto Gasbarri, violoncello con musiche di Franz Schubert, Arvo Pärt , Maurice Ravel. Il Trio Vox nasce dall’incontro di tre giovanissimi musicisti le cui strade si sono intrecciate alla Scuola di Musica di Fiesole. Tutti e tre i componenti vantano un fitto e variegato bagaglio di esperienze musicali quali l’Accademia Gustav Mahler di Bolzano, l’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e contano al loro attivo numerosi concerti in qualità di solisti e in musica da camera in diversi organici strumentali nell’ambito di festival di rilievo in Italia e all’estero. I prossimi impegni del Trio prevedono la partecipazione a diversi festival importanti quali il 42^ Cantiere internazionale di Montepulciano, Il Festival dei Due Mondi di Spoleto, I concerti alla sede della Regione Toscana al Palazzo Strozzi Sacrati e infine alla Fondazione Walton di Ischia della cui borsa di studio per musica da camera il trio Vox quest’anno è vincitore.

 Venerdì 7 luglio presso il Gasometro dell’Anconella si ballerà sulle note della Tango Suite’ Contempoartensemble in Trio’ con Arcadio Baracchi flauto, Vittorio Ceccanti violoncello, Ivano Battiston fisarmonica sulle musiche di Astor Piazzolla. Piazzolla si lega indissolubilmente a una delle maggior espressioni artistiche e culturali del mondo argentino: il tango. Scrisse una quantità sterminata di brani musicali che s’ispirano ai ritmi sensuali e alle melodie struggenti di una danza di grande forza emotiva. In questo omaggio al tango di Piazzolla sono eseguiti i più famosi brani del compositore argentino fra i quali  spicca uno dei suoi più celebri pezzi, “Libertango”.  Fortemente connotato sul piano ritmico, malinconico nella sua linea melodica così espressiva e coinvolgente, “Libertango” sembra racchiudere lo spirito di un intero popolo, continuamente sospeso tra ribellione e rassegnazione.

Il progetto è realizzato con il contributo di Comune di Firenze, Regione Toscana , Fondazione CR Firenze, in collaborazione con i Quartieri 2 e 4 di Firenze.

The post LA MUSICA DEL ‘CONTEMPOARTENSEMBLE’ RISCOPRE QUARTIERI E LUOGHI INASPETTATI appeared first on Controradio.

PRIDE PARK: MILOPULOS LEGGE ‘SEX AND THE WORLD’

pride

Prosegue il  Pride Park inaugurato il 10 giugno: stasera diritti, yoga, aperitivo e Sex And the World alla Limonaia.

La serata ha inizio alle ore 19 con Free Yoga- Yoga free per tutt*, Hatha yoga e thai yoga massage con Flora.                 Nel frattempo sempre dalle 19, sarà presente una raccolta firme per la campagna “ERO STRANIERO – L’umanità che fa bene”, legge di iniziativa popolare promossa da Radicali Italiani insieme a varie realtà tra cui ACLI, ARCI, ASGI, Centro Astalli, CNCA, A Buon Diritto per cambiare le politiche sull’immigrazione puntando su inclusione e lavoro.

Ore 19.30:Situazione LGBT nell’Europa dell’Est- dai campi in Cecenia alla Russia di Putin. Incontro dibattito con Monica Barni Vicepresidente Regione Toscana, Silvana Moroni “Amnesty Firenze” e Leonardo Monaco di “Certi Diritti” Coordina Massimo Ridolfi di Azione Gay e Lesbica”. Dalle ore 21: ” In viaggio coi tarocchi, incontrando le carte con sara. A cura di: D.ssa Sara Di Giacomo, Arteterapeuta e Counselor Olistica.

E dalla 19 alle 23 sarà presente un apericena nel Giardino della Limonaia con musica, drinks e stand gastronomici , che accompagnerà fino all’evento più atteso alle ore 22: la lettura di Dimitri Milopulos di alcuni brani di “Sex And the World- Viaggi gay e Rock’n Roll” scritto da Bruno Casini.

In questo libro si parla di 25 anni di viaggi e incontri in giro per il mondo, da Orano in Algeria a Marrakech in Marocco, dall’isola greca di Patmos alla gay Bay Area di San Francisco in California, da una Berlino ancora divisa dal muro a Zeltweg in Austria per il concerto dei Rolling Stones e poi ancora Londra, Madrid, Barcellona, Parigi, Praga, Lisbona, Amsterdam, New York, Las Vegas, Ketama, fino a Herat in Afghanistan. Storie di vita, amicizie, amore, musica, sesso, politica, letteratura, conquiste e battaglie in nome di un mondo più libero e giusto.

Bruno Casini vive e lavora a Firenze. Laureato in storia del cinema con Pio Baldelli, è stato negli anni Ottanta tra i fondatori della rivista “Westuff” e ha diretto per oltre dieci anni l’Independent Music Meeting, la prima rassegna italiana delle etichette indipendenti.Tra i fondatori del Banana Moon, storico freak rock club fiorentino.

Dimitri Milopulos, grande sostenitore e promotore nonché artigiano del teatro contemporaneo, ha creato insieme a Barbara Nativi e altri collaboratori il Teatro della Limonaia e il Festival Intercity.

Per maggiori info: http://www.pridepark.it/

 

The post PRIDE PARK: MILOPULOS LEGGE ‘SEX AND THE WORLD’ appeared first on Controradio.

BALAGAN CAFE’: LA QUINTA EDIZIONE TRA MIGRAZIONI E BAMBINI

9d7b3a1b-bb7f-4851-a5bc-b18481b11e21

“Viaggi, migrazioni, diaspore”  il tema  di quest’anno del Balagan Café, la kermesse culturale e gastronomica giunta alla quinta edizione e organizzata Comunità Ebraica di Firenze in collaborazione col Comune all’interno dell’Estate Fiorentina. Dal 22 giugno al 10 settembre sei appuntamenti ad ingresso gratuito nel giardino della Sinagoga di Firenze. info su balangancafe.it

La grande novità di quest’anno è il ”Balaghino dei bambini”, letture animate con percorsi ludico-didattici, giochi relazionali, attività espressive realizzate in collaborazione con le biblioteche fiorentine. Un’iniziativa che è frutto di un lungo lavoro svolto durante l’inverno, quando, la Comunità Ebraica ha organizzato un corso di formazione per animatori che ha visto collaborare insieme una trentina di iscritti appartenenti a varie aree professionali della città e della Toscana, dalla Biblioteca delle Oblate, dell’Isolotto, del Galluzzo, a operatori della cooperativa Coopculture di Firenze, Prato e Siena, a insegnanti della Comunità Ebraica stessa. Il corso ha dato vita a cinque animazioni di libri tratti dal Catalogo Giuntina per l’infanzia svolte nella Biblioteca delle Oblate, nelle quali gli animatori hanno avuto la possibilità di sperimentare le conoscenze acquisite con un concreto lavoro sul campo.

Ad aprire il cartellone del ”Balagan Cafè” sarà il 22 giugno ”Livorno, crocevia di cultura fra Europa e Mediterraneo” con apericena a base di piatti della tradizione culinaria ebraica livornese e presentazione del libro ”Una storia del secolo breve” con l’autrice Ambra Tedeschi, intervistata dall’assessore alla cultura della Comunità ebraica di Firenze Laura Forti. Seguirà il concerto del Coro Ernesto Ventura di Livorno, diretto dal Maestro. Paolo Filidei; poi un intermezzo con un frammento di una commedia di Guido Bedarida in Bagitto, il dialetto giudeo-italiano utilizzato dagli ebrei in Toscana e a Livorno in particolare (a cura dalla compagnia teatrale Pietrarossa).

“Sono molto felice di presentare questo cartellone di eventi che è ormai un punto fermo dell’estate fiorentina – ha aggiunto Tommaso Sacchi, direttore artistico dell’Estate Fiorentina – Fiorentini e turisti guardano con molta curiosità a quello che succede all’interno dei giardini della Sinagoga. Il Balagan Cafè è un’iniziativa molto rappresentativa perché ogni anno ospita grandi artisti di calibro internazionale e per la sua finalità sociale: l’anno scorso il tema erano i ponti, quest’anno quelli molto attuali quali la migrazione e il viaggio”. “Il tema della migrazione ci sta molto a cuore – ha spiegato Enrico Fink, direttore artistico del Balagan Cafè – e lo raccontiamo attraverso la lente della cultura ebraica che ha una storia millenaria. Spesso non vediamo la ricchezza che abbiamo sotto i nostri occhi: la multiculturalità è un bene prezioso presente a Firenze che, però spesso resta sotto traccia. Grazie agli eventi del Balagan Cafè riusciamo a darle visibilità e a farla conoscere, attraverso musica, incontri e serate in allegria. Un ringraziamento particolare va al Comune di Firenze che ha sempre creduto nel Balagan Cafè e ci ha sostenuto con grande convinzione e proprio perché la kermesse è patrimonio di tutta la città, quest’anno abbiamo lanciato anche l’idea del crowdfunding”. Tradizione e novità – La formula è quella ormai consolidata: l’appuntamento con il Balagan Cafè è il giovedì alle ore 19 con l’apericena kashèr a cui seguirà (ore 20) un incontro, conferenza, proiezione o dibattito per poi proseguire (ore 21) con lo spettacolo.

”Hatzel” è un sogno in musica ambientato nell’Italia ebraica, nella sua memoria e tradizione con il desiderio di raccontare l’anima ebraica presente in modo spesso nascosto nella storia del nostro paese come un mondo a parte, caratterizzato da una varietà sorprendente: dai poemi in musica del rabbino di origine bolognese Shmuel Archivolti, alle melodie tradizionali degli ebrei livornesi accompagnate alle parole del poeta ebreo di Spagna Shlomo Ibn Gabirol, o ancora alle influenze centroeuropee nelle melodie di Gorizia, Venezia, Ferrara. Gran finale domenica 10 settembre con ”La diaspora ebraica”, in occasione della Giornata europea della cultura ebraica giunta alla sua 18esima edizione. Ad ispirare gli eventi della giornata sarà il fenomeno storico dell’esilio dalla Terra d’Israele e la diffusione e radicamento di Comunità ebraiche in molti Paesi in Europa e nel mondo, che ha dato vita a importanti espressioni identitarie all’interno dell’ebraismo, e che ha interessato in modo notevole anche l’Italia, dove le prime tracce di una presenza ebraica risalgono a oltre duemila anni fa.

 

The post BALAGAN CAFE': LA QUINTA EDIZIONE TRA MIGRAZIONI E BAMBINI appeared first on Controradio.

30 Aprile: La prima notte dell’Estate Fiorentina. Il programma per bambini e famiglie

Il 30 aprile, la prima Notte dell’Estate Fiorentina, sarà a misura di bambino: l’Associazione Mus.e, in collaborazione con i Musei Civici Fiorentini e le Biblioteche Comunali Fiorentine, grazie al sostegno di Mukki, propone infatti ai più piccoli e alle loro famiglie un ricco programma di attività ed eventi.

Tutte iniziative nel segno della lettura e del libro, temi-chiave della serata. Ecco quindi che a Palazzo Vecchio si leggono le storie dei colori (Rosso e Bianco, Topipittori); si ascolta dello strano incontro fra un bambino e una tartaruga (Favola della tartaruga con la vela, Polistampa); si annusa il mito antico dei quattro elementi (Acqua, Aria, Fuoco, Terra, Mandragora) e si viaggia sulle pagine di un albo illustrato alla scoperta del mondo (Mappe, Electa).

Al Museo Novecento invece le lettere si trasformano, arricchendosi di infinite potenzialità artistiche, grazie alle attività dedicate all’alfabeto di Sonia Delaunay (Alfabeto, Babalibri) e a quello di Erté (L’alfabeto di Erté, Stampa Alternativa), mentre il chiostro diventa per magia un angolo di campagna con inedite mucche d’artista al pascolo (Una scampagnata al museo).

Ancora, presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, è il corpo dei bambini a farsi lettera e lettura con il workshop di Kinkaleri L’alfabeto con il corpo.

Infine in Biblioteca: alle Oblate i più piccoli si fanno tutt’orecchi per seguire il volo di un porcellino di bronzo (Il porcellino di bronzo di H. C. Andersen) e per ascoltare, con l’attenzione di sempre, la storia del burattino più celebre al mondo (Pinocchio, ed. La Margherita) … fino a salutarsi, in tutte le Biblioteche Ragazzi, con le Favole della Buonanotte.

Segue programma completo delle iniziative.
MUSEO DI PALAZZO VECCHIO

PER FAMIGLIE CON BAMBINI 4/7 ANNI

  • Piccole storie di colori. Rosso
    h18 Una lettura-laboratorio per conoscere la storia del Rosso, il “principe dei colori”.
  • Piccole storie di colori. Bianco
    h19 Una lettura-laboratorio per immergersi nel Bianco, colore non-colore per eccellenza.
  • Favola della Tartaruga con la vela
    h20 Una favola per scoprire il valore della lentezza e della riflessione e cimentarsi in un’avventurosa ricerca di tartarughe.

PER FAMIGLIE CON BAMBINI 8/12 ANNI

  • Aria, Acqua, Fuoco, Terra
    h20.30 Una lettura-laboratorio “profumata” per conoscere il mito dell’origine del mondo.
  • Mappe
    h21.30 Una lettura-laboratorio per esplorare la terra attraverso le sue rappresentazioni: le mappe.

MUSEO NOVECENTO

PER FAMIGLIE CON BAMBINI 4/7 ANNI

  • L’alfabeto di Sonia Delauny
    h18 e h19 Un laboratorio artistico per dare vita a “lettere d’autore” ispirate al colorato alfabeto di Sonia Delaunay.

PER FAMIGLIE CON BAMBINI 8/12 ANNI

  • L’alfabeto di Erté
    h20.30 E h21.30 Un laboratorio artistico per guardare alle lettere con occhi nuovi ispirandosi all’estro dell’artista Erté.

PER FAMIGLIE CON BAMBINI 4/12 ANNI

  • Una scampagnata al Museo
    h18 e h19 Un evento artistico per riflettere sulle infinite forme di rappresentazione della realtà nel contemporaneo…grazie a mucche d’autore!


LE MURATE. PROGETTI ARTE CONTEMPORANEA

PER FAMIGLIE CON BAMBINI 8/12 ANNI

  • L’alfabeto con il corpo (di Kinkaleri)
    h18.30 Un laboratorio di coreografia per trasformare le lettere in movimenti corporei (a cura di Kinkaleri).

 

Tutte le attività sono gratuite. La prenotazione è obbligatoria.
Tel 055-2768224  e 055-2768558
Mail info@muse.comune.fi.it

 

 

BIBLIOTECHE COMUNALI FIORENTINE

PER FAMIGLIE CON BAMBINI 4/7ANNI

  • Il Porcellino di bronzo
    h18 – BIBLIOTECA DELLE OBLATE
    Una lettura-laboratorio per conoscere il «porcellino» più famoso della città attraverso il classico di Andersen.

PER FAMIGLIE CON BAMBINI 8/12 ANNI

  • Le avventure di Pinocchio
    h19 – BIBLIOTECA DELLE OBLATE
    Una lettura-laboratorio sulla storia del burattino più celebre al mondo, illustrata da Roberto Innocenti.
  • Favole della Buonanotte
    h21 (Associazione Gli allibratori) – BIBLIOTECA DELLE OBLATE, BIBLIOTECA CANOVA, BIBLIOTECA THOUAR, BIBLIOTECA MARIO LUZI
    Letture animate delle favole più amate dai bambini e dai ragazzi… prima di andare a dormire.

Tutte le attività sono gratuite. La prenotazione è obbligatoria e dovrà essere effettuata tramite i seguenti numeri:

BiblioteCaNova – Isolotto Tel: 055 710834
Biblioteca Pietro Thouar –  Tel: 055 2398740
Biblioteca Mario Luzi – Tel: 055 669229
Biblioteca delle Oblate – Tel: 055 2616512

 

Grazie a Mukki

BRAND-MUKKI

Estate Fiorentina 31 luglio 2014

ES2014

Alle ore 19, presso il Balagan Cafè, appuntamento con “Le tre settimane”: si inizia con Happy birthday, Mr Tabori per continuare alle 21 con letture di alcuni passi delle sue opere più importanti.
Alle 21.15, la Loggia dei Lanzi ospita Violinos do moderno, ensamble formato da 70 giovani studenti di violino di Lisbona.
Alle 21.30, a Campi Bisenzio, torna l’appuntamento con Giovedì sotto le stelle e i suoi mercatini di prodotti artigianali.
Alla stessa ora, in piazza SS Annunziata, in occasione del Premio Fiesole ai maestri del cinema l’arena Apriti cinema! proietta Baarìa di Giuseppe Tornatore (2009, 105′), vincitore dell’edizione di quest’anno. Un ragazzino corre a perdifiato per le viuzze assolate di Bagheria per comprare un pacchetto di sigarette e la favola epica di Tornatore spicca il volo attraversando di mezzo secolo di storia siciliana, dagli anni Trenta agli Ottanta, con uno sguardo meticoloso, eccessivo fino al barocco. Una maniera poetica e nostalgica per fare i conti con la propria isola, terra della memoria e dell’immaginario.
Ancora alla stessa ora, presso l’Anfiteatro delle Cascine, musica dal vivo con il Black candy festival.
Infine, sempre alle 21.30, in piazza V. Veneto (Sesto Fiorentino), esibizione live dell’Aria nuova band.

Per ulteriori informazioni: www.estatefiorentina.it