AL SCANDICCI ESTATE OPEN CITY IL TEATRO DELLA TOSCANA

Estate

Teatro della Toscana : Estate a Scandicci con Hendel, Zaches, Teatri d’Imbarco, Larocca, Sibaldi. Ogni appuntamento sarà adattato, e in qualche caso appositamente concepito, per il contesto del Pomario, lo spazio teatrale estivo all’interno del Castello dell’Acciaiolo.

Dopo la prima edizione tenutasi nel 2016, il Teatro della Toscana torna a veicolare il marchio “Shakespeare Shaker” all’interno di Scandicci Estate Open City 2017. Il poeta quest’anno è un’ispirazione per far sfilare artisti “irregolari”.

Ci saranno Italo Calvino e Gianni Rodari letti da Paolo Hendel il 4 e il 12 luglio in ” Colui che leggerissimo era”,  “Il Volo di Michelangelo” messo in scena dai Teatri d’Imbarco il 7 luglio,  Un lungo volo nella vita d’un mito. Quasi una fiaba popolare, a volte poetica, a volte ironica. Per ripercorrere tutto d’un fiato il mistero concretissimo del genio indiscusso dell’arte universale. Un invito alla conoscenza; Dino Campana suonato e cantato da Massimiliano Larocca il 10 luglio.

Ci sarà spazio anche per qualcosa di veramente particolare come le restituzioni spettacolari del Teatro studio “Mila Pieralli” del laboratorio di Igor Sibaldi sul Faust di Goethe il 13, 14 e 15 luglio con “Il desiderio e la metamorfosi nel Faust di Goethe”.                                                                                                                                                                                        Il ritorno di Zaches Teatro, che il 6 luglio propone “Sandokan parade”, spettacolo teatrale itinerante e multidisciplinare del progetto MigrAzioni#Scandicci, dal Parco del Castello dell’Acciaiolo al Piazzale della Resistenza, e dalla ripresa del Romeo e Giulietta con gli allievi della Scuola per Attori “Orazio Costa” del Teatro della Toscana, all’Acciaiolo dal 18 al 23 luglio.

“Sandokan parade” a ingresso libero, Il desiderio e la metamorfosi nel Faust di Goethe”  spettacolo a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Per maggiori informazioni: http://www.scandiccicultura.it/component/content/article/1107-open-city-2017-scandicci-estate.html

The post AL SCANDICCI ESTATE OPEN CITY IL TEATRO DELLA TOSCANA appeared first on Controradio.

ASL TOSCANA GARANTISCE PRODUZIONE ESTIVA CANNABIS TERAPEUTICA

Asl Toscana Cannabis

Lo afferma la responsabile servizio dott.ssa Ruffino: “inalterata la produzione cannabis a uso terapeutico anche per l’estate per non lasciare soli pazienti.”

Anche durante il periodo estivo il laboratorio galenico dell’Asl toscana centro garantirà a tutti i suoi pazienti le preparazioni a base di cannabinoidi. Lo afferma la responsabile del servizio, dottoressa Irene Ruffino: “il laboratorio mantiene inalterata l’attività anche nel periodo estivo – spiega – per non lasciare soli i pazienti nel periodo più difficile dell’anno”. Il laboratorio allestisce preparati per i pazienti esterni e per i ricoverati nei reparti oncologici, neurologici, per i servizi di algologia e per i ricoverati degli hospice.

Attualmente per i preparati viene usata come materia prima sia la cannabis olandese sia quella prodotta dall’Istituto chimico farmaceutico militare di Firenze. Nell’ultimo periodo il laboratorio ha incrementato del 70% la produzione di medicamenti a base di cannabis. Particolare attenzione viene dedicata alla cure dei piccoli pazienti, ai quali viene riservato un percorso particolare. La preparazione delle formulazione prevede sei livelli di controllo e un monitoraggio continuo, per garantire la massima qualità e la sicurezza dei pazienti. I preparati vengono realizzati sotto forma di cartine o di olio.

“Abbiamo appreso da una nostra iscritta fiorentina che il Bedrocan-il farmaco olandese a base di cannabis che il sistema sanitario nazionale importa dall’Olanda a caro prezzo come terapia supplementare per varie condizioni, è mancante alla farmacia ospedaliera di Careggi da diverse settimane, e non è la prima volta”. Così lo scorso 21 giugno la denuncia dell’associazione Luca Coscioni sulla carenza del farmaco nell’ospedale fiorentino.

“Il Bedrocan – aveva puntualizzato l’associazione – è, anzi era visto che ad oggi non è disponibile, per pazienti seguiti dall’azienda ospedaliero universitaria di Careggi fondamentale e insostituibile. Infatti altri preparati come il Bediol, un olio prodotto dalla stessa azienda Olandese, e l’Fm2, la cui produzione è avviata in via sperimentale dall’Istituto chimico Farmaceutico militare fiorentino – sono da tempo irreperibili, il primo per un problema di raccolto nei Paesi Bassi il secondo perché la quantità prodotta a Firenze non soddisfa minimamente la domanda”. “Occorre che la ministra Lorenzin se ne occupi” avevano concluso.

The post ASL TOSCANA GARANTISCE PRODUZIONE ESTIVA CANNABIS TERAPEUTICA appeared first on Controradio.

ISOLA D’ELBA, TARTARUGA MARINA NIDIFICA TRA OMBRELLONI

Tartaruga marina

Sorpresa per i bagnanti di uno stabilimento di Marina di Campo all’isola d’Elba: scoperto un “nido” di Caretta caretta. Per gli esperti potrebbe essere un evento eccezionale.

La stagione turistica, complice afa e sole che persistono già da settimane, è già cominciata e la prima sorpresa estiva per i bagnanti di uno stabilimento balneare di Marina di Campo (Livorno), all’isola d’Elba, è avere scoperto sulla spiaggia, non lontano dalla battigia il luogo scelto da una tartaruga Caretta caretta per deporre le sue uova. Un evento straordinario che, secondo gli esperti, potrebbe rappresentare una novità eccezionale nel monitoraggio della specie.

Tartaruga marina

Ad accorgersi dell’animale è stato, la scorsa notte, il guardiano notturno dello stabilimento balneare, che ha avvisato subito il proprietario. Alle prime ore del giorno, invece il bagnino appena entrato in servizio ha trovato una grossa buca a qualche metro di distanza dalla battigia. Sul posto sono stati chiamati gli esperti dell’Acquario dell’Elba, che si trova proprio a Marina di Campo, sul versante occidentale dell’isola, e della guardia costiera che hanno trovato anche il primo uovo deposto dalla tartaruga, di fatto in mezzo agli ombrelloni. Il “nido” è stato transennato per tutelare la nidificazione e l’attività balneare è ripresa regolarmente.

Tartaruga marina

Proprio lo scorso 11 maggio due esemplari di tartaruga marina Caretta Caretta, rimasti intrappolati in reti di posta a Livorno e Vada, erano stati recuperati ieri dall’Arpat che li ha trasferiti all’acquario di Livorno, nelle vasche di cura per poterne valutare lo stato di salute.  A segnalare la presenza delle tartarughe all’Arpat erano stati gli stessi pescatori.

La tartaruga Caretta caretta, o tartaruga comune, è la tartaruga marina più comune dei nostri mari. Trascorrono la maggior parte della loro vita in mare aperto tornando di tanto in tanto in superficie per respirare in quanto dotate di polmoni ma in grado di apnee lunghissime. Come tutti i rettili sono a sangue freddo e ciò li porta a prediligere temperate. In acqua possono raggiungere velocità superiori ai 35 km/h e si nutrono solitamente di molluschi, crostacei, gasteropodi, echinodermi, pesci e meduse. Purtroppo nei loro stomaci è possibile trovare anche tappi e buste di plastica, ami scambiati per pesci, reti e fili scambiati per alghe oltre a scarti dei rifiuti umani. Questa specie, nonostante sia la più comune nel Mare Nostrum, è fortemente minacciata in tutto il Mediterraneo e al limite dell’estinzione nelle acque italiane.

The post ISOLA D’ELBA, TARTARUGA MARINA NIDIFICA TRA OMBRELLONI appeared first on Controradio.

EVENTI ESTATE FIORENTINA, RIUNITO COMITATO PER ORDINE E SICUREZZA

eventi estate fiorentina comitato ordine sicurezza

La riunione, convocata dal Prefetto di Firenze Giuffrida, ha passato in rassegna concerti Visarno, il calcio storico, show, manifestazioni sportive e di moda previsti per l’Estate fiorentina. “Non blinderemo le piazze ma prenderemo misure adeguate.”

Bonifica delle aree, zone di prefiltraggio e controllo, piani di evacuazione, di emergenza e soccorso, impiego di steward, provvedimenti antialcol e antivetro, centri di coordinamento e monitoraggio sicurezza per ogni evento. Questi gli aspetti principali esaminati oggi alla riunione che il prefetto Alessio Giuffrida ha avuto con il sindaco Dario Nardella, i responsabili provinciali dell’ordine pubblico e dei vigili del Fuoco, la direttrice del Servizio Emergenze 118 dell’Asl fiorentina e gli organizzatori delle numerose manifestazioni che si terranno a Firenze nelle prossime settimane.

Sono stati analizzati i singoli piani per ciascun evento ed è stato  deciso un irrobustimento generale del dispositivo di sicurezza già in atto, con l’assunzione anche di provvedimenti antialcol/vetro/lattine/materiali esplodenti e sul consumo e asporto di bevande, che saranno adottati via via prima di ogni spettacolo. “La nostra idea non è quella di blindare le piazze, ha spiegato Giuffrida,  ma di definire misure adeguate a garantire un sereno svolgimento delle manifestazioni estive. Oggi abbiamo fatto una radiografia a ciascun evento. Non è cresciuto il livello di allarme, si deve solo imparare a convivere con un sistema sicurezza  rafforzato per la tranquillità di tutti”.

Sono stati esaminati in particolare gli eventi di maggior richiamo di pubblico, a partire da Pitti Uomo che si svolgerà alla Fortezza da Basso dal 13 al 16 giugno, al  quale sono attesi 10mila espositori e 35mila visitatori. Prima di questa kermesse, il 12 giugno in piazza Pitti alle 22 si terrà uno spettacolo acrobatico, organizzato dal Centro Moda, per il quale è prevista la partecipazione di circa 10mila persone.

L’attenzione si è poi spostata sul Calcio Storico, le cui tribune in piazza Santa Croce accolgono complessivamente 4300 spettatori. Per la finale del 24 giugno e per le altre partite, oltre a specifici provvedimenti antialcol e antivetro, sono stati analizzati i varchi d’ingresso, dove saranno utilizzati metal detector su borse e zaini, la doppia cerchia di transenne per un miglior controllo del pubblico, il numero di addetti ai servizi di accoglienza, le operazioni di bonifica per mettere in sicurezza tutta l’area, il piano sanitario.

Si è poi passati ai concerti in programma al Visarno il 14, 23, 24 e 25 giugno, per i quali si aspetta da un minimo di 40 mila a un massimo di 50 mila spettatori per ciascun evento. Ogni serata inizia alle 17 e si conclude a mezzanotte; il parco delle Cascine sarà chiuso al traffico veicolare dalle ore 9 a un’ora dopo la fine del deflusso del pubblico (indicativamente le due di mattina). Circa un migliaio sono gli addetti ai servizi di controllo, protezione civile e servizio sanitario, muniti di appositi pass e facilmente identificabili. Saranno usati metal detector e non saranno ammessi all’interno dell’ippodromo né contenitori di vetro, né lattine, né alcol.  Sarà allestito un GOS collegato in ponte radio con i vari operatori per garantire interventi tempestivi. Gli organizzatori hanno predisposto anche un’apposita App, denominata “Firenze Rock”, che sui concerti fornisce informazioni di ogni genere. Già 27mila persone l’hanno scaricata sul proprio telefonino.

Sul fronte della viabilità è intervenuto il sindaco Dario Nardella. “Come amministrazione dobbiamo affrontare innanzitutto le criticità legate al traffico, già messo a dura prova dai lavori della tramvia. Avremo un giugno di fuoco” ha detto, “appello ai fiorentini: utilizzate il meno possibile il mezzo privato per questi eventi. Verrà predisposto un piano straordinario di mobilità, informeremo dettagliatamente la popolazione sulla disponibilità dei mezzi pubblici. Chiedo ai fiorentini uno sforzo in più di pazienza e disponibilità”.

 

The post EVENTI ESTATE FIORENTINA, RIUNITO COMITATO PER ORDINE E SICUREZZA appeared first on Controradio.

Campus nei Musei – Estate 2017

Dopo il successo delle sperimentazioni negli anni passati, anche per l’estate 2017 i Musei Civici Fiorentini e l’Associazione MUS.E – con il supporto della Regione Toscana e di Unicoop Firenze – propongono alle famiglie tre settimane di campi estivi nei musei, con la finalità di offrire ai bambini in vacanza l’occasione di stare bene con le arti e di familiarizzare con la storia della città. L’obiettivo è infatti proprio quello di coinvolgere i più piccoli in un’esperienza artistica totale, in grado di fornire nuovi spunti sul proprio modo di intendere il tempo libero, di rapportarsi con la creatività, di costruire la propria identità: in breve, di perseguire il proprio benessere.

Ecco perché i programmi presentano un’offerta estremamente varia, articolata diversamente a seconda delle giornate, che tiene conto dei tempi dei bambini – da una parte frenetici, dall’altra distesi – per rispondere al meglio alla loro ricettività: si parte quindi a giugno, subito dopo la chiusura della scuola, con il campus Intorno a Piazza Santa Maria Novella fra Museo Novecento e complesso di Santa Maria Novella (12-16 giugno), per poi ritrovarsi a settembre con le due settimane precedenti il riavvio delle lezioni, la prima orientata sul teatro Il contemporaneo fra arte e performance (4-8 settembre) presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea e la seconda dedicata Alla scoperta dei musei della città (11-14 settembre). Per tutte e tre le settimane l’orario di permanenza è 8.30-9.00/16.30 e il costo settimanale di €130,00 (riduzione 10% soci Unicoop Firenze).

 

12-16 giugno: Intorno a Santa Maria Novella

Il campus accompagnerà i bambini alla scoperta delle meraviglie del complesso di Santa Maria Novella, nel quale sono custoditi capolavori straordinari e luoghi incredibili: uno fra tutti il Chiostro grande, recentemente riaperto al pubblico, che consentirà di approfondire la storia – e i profumi – del convento ma anche di godere di un ampio spazio all’aria aperta. Dall’altra parte della piazza i bambini incontreranno il Museo Novecento, anch’esso racchiuso entro un raffinato chiostro antico, che inviterà a vivere in prima persona la “rivoluzione artistica” avvenuta nel XX secolo, approdando nel presente e…proiettandosi nel futuro.

Dove: Museo Novecento e Santa Maria Novella – punto di ritrovo Museo Novecento, piazza Santa Maria Novella 10 Firenze

 

4-8 settembre: Il contemporaneo fra arte e performance

Il campus si svolgerà presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, luogo di residenze e di eventi artistici contemporanei: ecco perché, pur nell’intreccio con la storia delle Murate, i bambini saranno coinvolti in un workshop d’autore fra le arti performative del nostro tempo. In particolare, protagonista sarà il teatro, che diventerà lo strumento per appropriarsi di se stessi, esercitarsi con l’espressione di sé – verbale, mimica e corporea – e approfondire la relazione e la condivisione con gli altri.

Dove: Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, piazza delle Murate Firenze

 

11-14 settembre: Alla scoperta dei musei della città

Il campus consentirà ai bambini di conoscere le bellezze  – e i segreti – dei musei cittadini: si partirà con Palazzo Vecchio, cuore di Firenze, per poi esplorare gli spazi monumentali di Santa Maria Novella, lasciarsi rapire dalle raffinate collezioni del Museo Stefano Bardini, viaggiare nel tempo fra le sale del Museo Novecento e fermarsi incantati nella Cappella Brancacci, tesoro del Rinascimento. Una settimana di esplorazioni e di atelier per portarsi a casa una propria idea sull’arte e tutto l’orgoglio di appartenere a questa città.

Dove: Museo di Palazzo Vecchio, Santa Maria Novella, Museo Novecento, Museo Stefano Bardini, Cappella Brancacci – luogo di ritrovo Museo di Palazzo Vecchio, piazza Signoria 1, Firenze

SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE PER IL CAMPUS DEL 4-8 SETTEMBRE

SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE PER IL CAMPUS DEL 11-14 SETTEMBRE

Quando: 12-16 giugno, 4-8 settembre, 11-14 settembre. Le prenotazioni dovranno avvenire entro 7 giorni dalla data di inizio del Campus. 
Per chi: per bambini 6-10 anni (min. 10 partecipanti)
Dove: Musei Civici Fiorentini
Costi: €130,00 per i periodi 12-16 giugno, 4-8 settembre e € 104 per il periodo 11-14 settembre (riduzione 10% soci Unicoop Firenze).

Prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni:
tel. 055-2768224 055-2768558
mail info@muse.comune.fi.it