MUSICA DEI POPOLI 2013-Danza in Estasi dal 28 settembre al 1 novembre

Sul mondo della danza e sulla danza nel mondo: su questo complesso obiettivo si focalizza il
programma del Festival MUSICA DEI POPOLI 2013 che dal 28 settembre al 1 novembre
ospiterà a Firenze – Auditorium Flog e Teatro Dante di Campi Bisenzio – una selezione dei più
interessanti gruppi di danzatori e musicisti provenienti da Africa, America Latina, Asia, Mondo
Arabo e, naturalmente, dall’Italia.
Titolo di questa 38° edizione del Festival è “Danza in Estasi” e sarà l’occasione per scoprire le
diversità e le similitudini, l’importanza all’interno delle comunità e l’aspetto gioioso delle numerose
forme di danza proposte, dalle rituali alle sociali, dalle danze estatiche a quelle di corteggiamento,
dalle invocazioni religiose alle celebrazioni di culti esotici.
MUSICA DEI POPOLI 2013 è organizzata dal CentroFlog, dalla F.L.O.G. (Fondazione Lavoratori
Officine Galileo) con il sostegno del Comune di Firenze, Regione Toscana e Ministero per le Attivita’
Culturali, uniti dalla volontà di continuare a dar vita, nonostante i continuii e significativi tagli
economici, a questa storica manifestazione che per prima in Italia ha portato nel nostro Paese le
culture “altre” tramite la musica e la danza.
La serata inaugurale di “Danza in Estasi” (sab 28 settembre) vede di scena i PALSANDAE,
ensemble di virtuosi danzatori-percussionisti provenienti dalla Corea del Sud, il cui stile trae
ispirazione dalle feste tradizionali legate ai riti di fecondità e ai riti sciamanici. La settimana
successiva (venerdi 4 ottobre) la talentuosa ballerina NAMRTA RAI è la protagonista dello
spettacolo dedicato all’India; esponente di spicco della nuova generazione di coreografi/interpreti
di danza tradizionale indiana, è divenuta una vera esperta del genere kathak ispirato al Sufismo.
Ritmi completamente diversi, sab 5 ottobre, con l’esplosivo ensemble WAMALI PERCUSSIONS,
10 scatenati ballerini e musicisti che fondono tradizioni ancestrali della Guinea Conakry a sonorita’
contemporanee, per un ‘progetto afro’ ad alto tasso adrenalinico.
“Ceremonia” è lo spettacolo di percussioni e danze afro-cubane creato e diretto dal coreografo
cubano René de Càrdenas e accompagnato dal gruppo TIMBA ODARA (ven 11 ottobre), in cui il
vigore dei canti e delle invocazioni Yoruba, la spontaneità delle radici del folklore afro-cubano uniti
al virtuosimo di musicisti e danzatori, sono i protagonisti di una notte ricca di energia e colori.
In un cartellone dedicato alla danza non poteva mancare uno sguardo sulla danza mediorientale
con SURAYA HILAL (sab 12 ottobre – Teatro Dante a Campi Bisenzio), danzatrice e coreografa
egiziana dalle qualità uniche, dotata di una musicalità e di una capacità espressiva assolutamente
indimenticabili per chi ha avuto l’occasione di vederla danzare; si presenta al Festival
accompagnata da 5 musicisti che sottolineano la suggestiva unione tra movimento e musica, in
una performance dal forte impatto emotivo.
2
Dall’Egitto al Tibet, con le sacre danze rituali Cham dei MONACI TIBETANI del MONASTERO
di TASHI LHUNPO (sab 19 ottobre) protagonisti di un affascinante spettacolo in cui la policromia
dei costumi, le maschere e gli ornamenti tradizionali, le sonorità profonde degli strumenti
tradizionali conducono in un mondo di atmosfere rarefatte e religiosa solennità.
Non poteva mancare una serata dedicata al tango ed ecco che sab 26 ottobre il QUINTETO EL
DESPUÉS, composto da musicisti argentini, propone una delle rare forme di tango
contemporaneo, riconoscibile per un suono ‘proprio’, consolidato in anni di esperienze e concerti
insieme. La performance prevede anche la partecipazione di 2 coppie di straordinari ballerini.
Gran finale di MUSICA DEI POPOLI 2013 (ven 1 novembre) con la pizzica tarantata del
CANZONIERE GRECANICO SALENTINO, gruppo storico della musica popolare salentina attivo
fin dagli Anni ‘70 e indiscusso protagonista della world music italiana.
Per questa 38° edizione il Festival organizza un singolare happening, l’“Hip-hop Competition”,
gara che vede la partecipazione di alcuni dei migliori interpreti Hip-Hop della scena musicale
italiana. Tra le attività collaterali al Festival è previsto uno stage di danza orientale con Suraya
Hilal, un workshop di danza africana con i musicisti del gruppo Wamali e una lezione-
concerto per le scuole con il gruppo di musica popolare Musicanti del Piccolo Borgo.
I concerti iniziano alle ore 21.30
Ingresso: Euro 15 intero – Euro 12 ridotto
www.musicadeipopoli.com