Giani, giusto screening sierologico per polizia municipale

Giani, giusto screening sierologico per polizia municipale

Firenze, “Grazie per il modo corretto in cui ci avete sensibilizzato e grazie per quello che fate tutti i giorni. L’iniziativa che si presenta è quanto mai opportuna, perché consente di effettuare test di verifica sugli operatori delle polizie municipali dell’area fiorentina”. Così il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, che stamattina ha incontrato una delegazione di comandanti della polizia municipale dell’area metropolitana nella sala Gonfalone di palazzo del Pegaso.

Con Giani anche Francesco Epifani   Massimo Quercioli, rispettivamente ad e direttore scientifico di Synlab (laboratorio di analisi), in occasione della presentazione di un progetto di screening sierologico rivolto a tutti gli operatori della municipale, per rilevare eventuali positività al Covid-19.

Anche se siamo in una fase di work in progress, ha spiegato il presidente “quest’iniziativa s’inserisce nell’indirizzo votato dall’assemblea toscana nel documento unitario e finale della seduta di ieri, dedicata all’emergenza del virus, dove tra i punti d’impegno s’indica la massima diffusione di tamponi e screening”.

L’incontro segue all’appello rivolto a Giani dalle polizie municipali dell’area metropolitana, anche in funzione del ruolo del Consiglio regionale nella formazione, aggiornamento e tutela degli operatori della polizia locale. Si chiedeva un impegno per attivare controlli a operatori e ufficiali “con lo scopo – hanno scritto i comandanti –  di garantire le immediate cure ai colleghi, di adottare le necessarie misure di profilassi e, infine, di garantire al meglio la continuità dei servizi alla cittadinanza”.

Una sollecitazione firmata dai responsabili dei Corpi di Polizia Municipale di Bagno a Ripoli, Calenzano, Campi Bisenzio, Fiesole, Figline-Incisa, Firenzuola, Impruneta, Lastra a Signa, Londa, Pelago, Poggio a Caiano, Pontassieve, Rignano sull’Arno, Rufina, Scandicci, Sesto Fiorentino, Signa, Unione del Chianti Fiorentino (Barberino-Tavarnelle, Greve in Chianti, San Casciano in Val di Pesa), Unione del Mugello (Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Scarperia e San Piero, Vicchio), Vaglia.

L'articolo Giani, giusto screening sierologico per polizia municipale proviene da www.controradio.it.

Sindaco Vaiano positivo, niente isolamento per Giani

Sindaco Vaiano positivo, niente isolamento per Giani

Firenze, non andrà in quarantena il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, dopo aver avuto contatti, nelle scorse settimane, con il sindaco di Vaiano Primo Bosi, risultato positivo al tampone per il Coronavirus.

Lo spiega lo staff di Giani precisando che il contatto tra il sindaco di Vaiano ed Eugenio Giani, è avvenuto il 16 marzo scorso, quando il presidente dell’Assemblea toscana, e candidato governatore per il centrosinistra, ha visitato l’azienda di Vaiano ‘Dreoni Giovanna’, che ha iniziato a produrre mascherine, accompagnato proprio dal sindaco Bosi.

Il risultato del tampone effettuato due giorni fa, spiega una nota del Comune di Vaiano, è arrivato ieri dando esito positivo.

Il sindaco Bosi era già in quarantena da tre giorni perché, nell’ambito familiare, aveva avuto contatti con una persona poi risultata positiva al Coronavirus.

La visita alla fabbrica Dreoni sarebbe dunque avvenuta prima del suo contagio e quindi non ci sarebbe la necessità di mettere in quarantena il candidato governatore per il centrosinistra Eugenio Giani.

L'articolo Sindaco Vaiano positivo, niente isolamento per Giani proviene da www.controradio.it.

Giani: “Elezioni regionali? Meglio votare fra giugno e luglio”

Giani: “Elezioni regionali? Meglio votare fra giugno e luglio”

Il presidente del Consiglio regionale e candidato dal centrosinistra alle prossime Regionali, Eugenio Giani, parlando proprio della tornata elettorale prevista in Toscana per maggio 2020 e destinata al rinvio per l’emergenza Coronavirus, ha detto di essere favorevole al voto in estate, fra la fine di giugno e l’inizio di luglio.

“L’ipotesi di rinvio delle elezioni a ottobre nel decreto non c’è – ha spiegato Eugenio Giani -. Mi sono informato e so che c’è stato qualcuno che ha detto che dal punto di vista sanitario è meglio farle a fine giugno, o inizio luglio, perché in quel momento le condizioni socio sanitarie dovrebbero essere di un virus più contenuto grazie alle misure, ma anche attenuato dal caldo. A ottobre potrebbe essere più problematico”.

“Se si va a fine giugno-inizio luglio ci sono quattro mesi – aggiunge Giani – Sarà una campagna elettorale giocata soprattutto online, ma è evidente che ci adatteremo alle condizioni. Per me è indifferente: sarò pronto a giugno come a ottobre. Ma mi sembra ragionevole la teoria di chi sostiene che nei mesi di più intenso caldo il virus può consentire di recarsi alle urne più di quello che potrebbe essere in autunno”.

In merito al decreto ‘Cura Italia’ emesso dal Governo, Giani ha affermato che si tratta di un “provvedimento forte di 25 miliardi che può essere un buon inizio. E’ evidente che lo dovremo sperimentare e dovremo vedere gli effetti che un provvedimento di così vasta portata può offrire. Ma apprezzo il tentativo di ridistribuire risorse pubbliche per un fatto così eccezionale, per consentire a famiglie e imprese di reggere l’urto”. Così Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale e candidato del centrosinistra alle prossime regionali in Toscana commenta i provvedimenti economici del Governo. “Quello che può mancare – ha aggiunto Eugenio Giani – o che deve essere migliore si vedrà in futuro”

L'articolo Giani: “Elezioni regionali? Meglio votare fra giugno e luglio” proviene da www.controradio.it.

Consiglio Regionale: sanificazione ambienti e sedi chiuse per tre giorni

Consiglio Regionale: sanificazione ambienti e sedi chiuse per tre giorni

Il Consiglio regionale, impegnato a completare l’opera di sanificazione dei propri ambienti, a tutela della salute dei lavoratori per tre giorni – da mercoledì a venerdì – chiuderà le sedi di via Cavour 2, 4 e 18. A darne conferma il presidente dell’Assemblea toscana, Eugenio Giani

Il presidente dell’Assemblea toscana, Eugenio Giani ha commentato : “Decisione che consentirà a tutti di vivere con maggiore tranquillità e serenità psicologica la ripresa dell’attività”

“Abbiamo deciso la sanificazione dei luoghi e proprio per questo il personale dipendente rimarrà a casa. L’attività si è resa necessaria perché il presidente della commissione Sanità è risultato positivo al coronavirus e, conseguentemente, anche coloro che giovedì scorso parteciparono alla seduta della Commissione si trovano in una posizione di potenziale precauzione, e quindi di isolamento volontario”.

“Una situazione che rende impossibile circolare per le sale e tenere regolarmente riunioni – continua il presidente del Consiglio Regionale – Per questo abbiamo sospeso anche la seduta del Consiglio. La sanificazione, che è già in corso, potrà consentire a tutti di vivere con maggiore tranquillità e serenità psicologica la ripresa dell’attività”.

L'articolo Consiglio Regionale: sanificazione ambienti e sedi chiuse per tre giorni proviene da www.controradio.it.

“All’alba perderò” per sostenere la fondazione Bacciotti

“All’alba perderò” per sostenere la fondazione Bacciotti

 

Lo spettacolo, di e con Andrea Muzzi, è stato presentato oggi nella sala Barile di palazzo del Pegaso. Andrà in scena il 12 marzo al Teatro Puccini.

È un racconto comico di sconfitte eclatanti e paradossali per riaffermare il principio che nella vita non ci si deve mai arrendere e che delle sconfitte si deve fare tesoro per ripartire e raggiungere il risultato.

Il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, introducendo la conferenza stampa di presentazione dello spettacolo, ha detto: “Grazie allironia, lo scherzo e la battuta, ma anche alla profondità dei concetti evocati si contribuisce a scacciare lo spettro della paura. Cosa ancor più importante, si contribuisce a sostenere lattività meritoria della Fondazione Bacciotti”.

Una parte degli incassi sarà infatti devoluta alla Fondazione Bacciotti e proprio il fondatore Paolo Bacciotti ha sottolineato: “lo spettacolo è unoccasione importante per riuscire a trovare il 23° appartamento da dare gratuitamente, come gli altri 22 già operativi, alle famiglie dei bambini che vengono in cura allospedale Meyer da tutta Italia, in modo che possano affrontare il drammatico tunnel in cui si trovano nel migliore dei modi

Non racconto la semplice sconfitta, ma la sconfitta eclatante, ha spiegato Andrea Muzzi, perché sono convinto che si impara di più da una sconfitta che da una bella vittoria. I fuoriclasse della sconfitta che io racconto, hanno perso perché avevano paura di perdere. La paura è un sentimento umano ma non può essere una buona consigliera o il nostro spirito guida.

Alla presentazione sono intervenuti anche Francesca Corrado, Lorenzo Luzzetti,  e i produttori Sirio Zabberoni, Alessandro Salaorni e Alessandro Bertolucci, i quali produrranno il film che Andrea Muzzi realizzerà, prendendo dallo spettacolo, e che sarà presentato al prossimo Festival del cinema di Venezia.

L'articolo “All’alba perderò” per sostenere la fondazione Bacciotti proviene da www.controradio.it.