Giani, ministro Speranza ufficializza Toscana resta gialla

Giani, ministro Speranza ufficializza Toscana resta gialla

Firenze, “Ho sentito il Ministro Speranza – ha scritto sulla sua pagina Facebook Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana – Grazie ai risultati del lavoro di queste settimane, mi ha ufficializzato che la Toscana continuerà ad essere zona gialla”.

“Le scuole superiori – ha aggiunto il presidente Giani – saranno aperte in presenza al 50%. Non abbassiamo la guardia, continuiamo a fare attenzione e proteggerci. Dipende tutto da noi, manteniamo la nostra regione in zona gialla, rendiamo la #ToscanasiCura”.

“Se ci saranno fatti nazionali che influenzano – ha poi detto Giani a margine della firma di un accordo per il distretto conciario di Santa Croce – non dobbiamo anticipare le conclusioni, ma dobbiamo solo vedere come si sviluppa la situazione in Parlamento nelle giornate di lunedì, martedì, mercoledì”.

“Io in Toscana non prevedo nell’immediato niente che modifichi gli assetti – Lo ha inoltre affermato Eugenio Giani, rispondendo a una domanda dei giornalisti su possibili riflessi in Toscana della crisi di governo in corso – Perché non ci sono stati fatti specifici che riguardano la Toscana”.

Per la somministrazione dei vaccini, “dopo anziani di Rsa e operatori sanitari, gli insegnanti e le scuole avranno un carattere di priorità – ha affermato Eugenio Giani, ricordando che “ieri eravamo al 71% dei vaccini che ci sono stati consegnati”, e che “complessivamente la Toscana si avvia ai 70.000 vaccinati: siamo quindi fra le regioni che ne hanno fatti di più a livello italiano e questo è motivo di orgoglio”.

“Sta diventando un po’ il vanto della Toscana – ha detto Giani, sempre a margine della della conferenza stampa del distretto conciario di Santa Croce – aver rimesso fin dall’11 gennaio la possibilità delle scuole medie superiori di riaprire con il 50% a regime. Sono contento anche perché oggi siamo a venerdì, quindi non possiamo tirare fino in fondo le somme, però è da lunedì che i ragazzi sono a scuola, e stamani erano 424 i contagi in Toscana, confermando che questa settimana mai la soglia dei contagi giornalieri è andata oltre i 500, sempre sotto i 500 contagi. È la prima volta che avviene dalla prima settimana di ottobre, ovvero da quando vivemmo la crescita”, “quindi sento che la scelta che abbiamo fatto è una scelta giusta”

L'articolo Giani, ministro Speranza ufficializza Toscana resta gialla proviene da www.controradio.it.

Rock Contest 2020, Giani consegnerà premio FSE/GiovaniSì agli Anders

Rock Contest 2020, Giani consegnerà premio FSE/GiovaniSì agli Anders

Giovedì 14 gennaio il presidente della Regione Eugenio Giani consegnerà agli Anders, partecipanti del Rock Contest 2020, il Premio Fondo Sociale Europeo, sarà l’occasione di un talk su “Libertà di espressione e creatività giovanile” con lo stesso Giani, Irene Grandi e l’attrice Gaia Nanni, condotto da Raffaele Palumbo e Giustina Terenzi di Controradio.

E’ all’insegna della “Libertà di espressione e creatività giovanile” il premio Fse/Giovanisì del Rock Contest 2020 che il presidente della Regione Eugenio Giani consegnerà alla band vincitrice giovedì 14 gennaio, alle 15.30, al Cinema La Compagnia, in via Cavour 50/R a Firenze. All’evento, che potrà essere seguito unicamente dalla stampa, oltre agli Anders, il gruppo vincitore, parteciperanno la cantante Irene Grandi e l’attrice Gaia Nanni. A presentare saranno Raffaele Palumbo e Giustina Terenzi di Controradio.


La band, al termine della premiazione, suonerà due canzoni tra cui quella per cui hanno vinto il premio “Joshua. Mi sento più al sicuro qui”, dedicata a Joshua Wong. A seguire il punto con la stampa.

Il premio è promosso da Regione Toscana (Giovanisì e Fondo Sociale Europeo) e Controradio. Il Rock Contest 2020 si è svolto in una speciale edizione online, la “Computer Age Edition”, ottenendo uno straordinario successo con più di 500.000 visualizzazioni.

L'articolo Rock Contest 2020, Giani consegnerà premio FSE/GiovaniSì agli Anders proviene da www.controradio.it.

Covid: Giani, Toscana in giallo anche la prossima settimana

Covid: Giani, Toscana in giallo anche la prossima settimana

“Con questi dati, che sono poi quelli che vengono trasmessi a Roma per la valutazione giovedì e venerdì, possiamo rimanere gialli anche la prossima settimana”. Lo ha detto Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, a margine della presentazione del piano operativo 2021 per la promozione turistica.

“Vedo da due giorni dati pandemici che ci portano sotto i 400 casi, ieri 343, oggi 313“, ha osservato Giani, sottolineando che “con l’andamento della diffusione del contagio possiamo
permetterci di vivere anche l’ingresso delle scuole con una relativa serenità”. Per quanto riguarda i vaccini, “continuo a fare appello al commissario Arcuri – ha aggiunto il presidente
Giani – perché ce ne mandi il più possibile, perché la nostra macchina organizzativa è in grado di somministrarli. Tagliato il traguardo dei 50mila in Toscana possiamo andare
molto oltre, più ce ne mandano più noi ne somministriamo: mi rendo conto che abbiamo messo su una macchina organizzativa che è fra le più efficaci in Italia”.

“Due terzi dei comuni della Toscana oggi non hanno contagi – ha sottolineato poi Giani in una diretta Facebook -. Vi sono province come Grosseto, che ha 6 contagiati su più di 200mila abitanti, quella di Massa Carrara ne ha 9 su quasi 200mila abitanti. Ritengo che la Toscana possa presentarsi con tutte le carte in regola, i dati saranno inviati domani a Roma e saranno valutati dalla cabina di regia fra giovedì e venerdì, per rimanere in zona gialla anche la prossima settimana, nonostante arrivi un decreto, il Dpcm di Conte, che molto probabilmente avrà anche un restringimento delle caratteristiche delle zone”.

Prima, ha ricordato Giani, “si entrava in zona arancione con 1,25 di Rt e in zona rossa con l’1,5 di Rt: con il nuovo decreto si entrerà appena con l’1 in zona arancione e appena con l’1,25 in zona rossa. Speriamo di farcela con i dati che saranno trasmessi a Roma di rimanere in zona gialla. Io ci conto, perché i dati di oggi, anche da un punto di vista del rapporto fra i contagiati su 100.000 abitanti, o su quello che è il rapporto fra contagiati e tamponi fatti, vedono la Toscana come seconda regione più virtuosa”. Ad oggi, ha sottolineato il governatore, “noi ci troviamo ad avere una situazione che vede 910 presenze
in ospedale, di cui 137 in terapia intensiva: è molto diverso da quando avevamo 2.200 presenze in ospedale e le terapie intensivearrivavano a sfiorare i 300”. .

L'articolo Covid: Giani, Toscana in giallo anche la prossima settimana proviene da www.controradio.it.

Turismo Toscana, oltre 6 milioni di euro per il piano operativo 2021

Turismo Toscana, oltre 6 milioni di euro per il piano operativo 2021

La ripartenza con un piano da 6 milioni e 334 mila euro per il turismo in Toscana. Il piano è stato presentato in conferenza stampa stamani

Il turismo rimane, nei piani della giunta regionale, une elemento fondamentale su cui costruire la ripresa economica. “Non sono tra coloro che dicono di non considerarlo per il nostro futuro – commenta il presidente della Toscana, Eugenio Giani – . Ci crediamo invece a tal punto che per il piano 2021 anziché solo 4 milioni di euro, che era la prima previsione, ho voluto che la risorse stanziate arrivassero a sei”. Puntare sul turismo insomma: “magari – aggiunge Giani – provando a diffonderlo anziché concentrarlo in pochi luoghi”.

La Toscana si prepara così alla ripartenza con un piano da 6 milioni e 334 mila euro, concentrato su grandi azioni di marketing, tra cui la nuova campagna internazionale “Toscana, Rinascimento senza fine”. “Risorse – puntualizza Marras – che si aggiungono a quelle per il piano straordinario di promozione che e abbiamo messo a punto nel 2020”.

Sette sono i temi di viaggio proposti per un soggiorno in regione, tutti fortemente connessi con le tendenze del momento. Si spazia dal cosiddetto ‘living culture” (ovvero cultura, eventi e creatività) al ritorno ai borghi e ai prodotti autentici (la fuga dalla città insomma, o ‘city quitter’ che dir si voglia); ci sono i viaggi nelle città d’arte e la vacanza al mare, il relax e rigenerazione dei viaggi del benessere con un ‘new wellness”; c’è la vacanza e il viaggio inteso come momento di ‘disconnessione’ e di ricarica con un’immersione nella natura e nelle attività all’aria aperta ma anche, con l’emergenza coronavirus ancora non tramontata, il lungo soggiorno in campagna dove magari poter lavorare, alla bisogna, in ‘smart working’. Sette temi di viaggio per l’appunto e cinquantadue linee di prodotto distribuite su tutti i territori.

“Ci aspettiamo – dice l’assessore al turismo Leonardo Marras – che il 2021 sia ancora un anno che privilegerà il turismo di prossimità per poi allungarsi magari verso il medio raggio. Difficile dire oggi quando si potrà tornare a visitare la Toscana anche dalle parti più lontane del mondo. Ma abbiamo deciso di fare presto per essere pronti nel momento in cui il mercato muoverà i suoi passi”. Prendere un volo per spostarsi in futuro sarà probabilmente più costoso. Ci saranno sicuramente compagnie che falliranno e sarà più complicato organizzare viaggi lunghi nel mondo. Il 2020 ha visto il 90 per cento dei voli cancellati. Ci sono aree che hanno sofferto flessioni nelle presenze del 30 per cento, altri dove le perdite sono state del 70 per cento. Il ritorno dei turisti dagli Stati Uniti e dell’Asia è atteso probabilmente non prima del 2022. Ma lavorare oggi sul lungo raggio sarà un investimento per il futuro.

Soprattutto è cambiato il metodo di lavoro, tale secondo l’assessore da fare di quello toscano un progetto pilota su scala nazionale: “un progetto unitario – spiega – che rifugge l’idea di creare piccoli spazi dove si torna a guardarsi la punta dei piedi, con tutti i comuni toscani dentro un percorso che privilegerà prodotti turisti omogenei”. Quest’anno il piano di promozione è stato infatti il frutto di un vero lavoro di squadra: oltre 240 comuni, raggruppati in ventotto ambiti turistici, la Regione Toscana con le sue agenzie, Toscana Promozione Turistica per il turismo e Fondazione Sistema Toscana per il digitale, che hanno elaborato linee e ideesulla nuova piattaforma digitale di co-programmazione, e poi naturalmente gli operatori turistici, con oltre 1.500 interviste ad imprenditori della regione durante i mesi di lockdown a cui seguiranno cinquantatré laboratori in programma nel mese di gennaio. Una nuova governance insomma, lanciata lo scorso marzo e riassunta sotto il nome di “Toscana together”, per definire assieme una strategia per obiettivi.

Per essere pronti per una veloce ripartenza il sistema turistico della Toscana, si è voluto puntare su uno strumento digitale per la co-programmazione, una piattaforma che consente una grande flessibilità d’azione per un veloce adattamento agli scenari: attraverso la condivisione dei rispettivi obiettivi gli ambiti turistici partecipano all’aggiornamento costante del parco progetti legati ai territori, selezionano le priorità e costruiscono in modo condiviso una strategia di promozione.

Il piano operativo 2021 concentrerà in particolare gli oltre sei milioni di risorse a disposizione su cinque aree di intervento: l’area business to business con le fiere e i workshop con i grandi tour operator internazionali, quest’anno ancora per lo più online; l’area comunicazione del brand con la campagna “Toscana. Rinascimento senza fine” e il focus “China”; gli interventi di valorizzazione dell’offerta con i progetti “Costa Toscana / Isole Toscane”, “I Cammini” e le celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri; gli interventi sulla governance con “Tuscany Together” ed infine le ricerche di mercato per orientare l’azione, a partire da una indagine sullo stato di salute del brand Toscana e dei brand collegati, di prossimo avvio. A Toscana Promozione Turistica spetterà l’importante ruolo d’intervento nel coinvolgimento e nell’ascolto e di specifico supporto nella governance, nella strategia e nel design dell’offerta e del marketing.

“E’ stato possibile programmare il piano 2021 proprio a partire dai 28 piani di destinazioni condivisi con la piattaforma digitale: un metodo di selezione delle priorità all’interno di una comune matrice strategica – afferma Francesco Palumbo direttore di Toscana Promozione Turistica – Collaborare insieme sulle politiche regionali del turismo e avere una strategia condivisa costituisce un lavoro puntuale sui prodotti della destinazione, un metodo marketing-oriented per promuovere il brand della Toscana e sviluppare gli obiettivi e i risultati da raggiungere con progetti coerenti sui vari asset della Toscana. I mercati sui quali lavorare saranno via via selezionati in considerazione dell’evoluzione della situazione pandemica”.

Sentiamo il presidente Eugenio Giani durante la conferenza stampa

 

 

L'articolo Turismo Toscana, oltre 6 milioni di euro per il piano operativo 2021 proviene da www.controradio.it.

Covid: Toscana, al via centrale d’ascolto per informazioni

Covid: Toscana, al via centrale d’ascolto per informazioni

InfoCovid è contattabile al numero telefonico 055 4972600 attivo tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, e consultando la sezione dedicata sul sito dell’Asl.

Primo giorno di attività per la centrale infocovid della toscana che fornirà risposte telefoniche e via WEB su gran parte delle questioni epidemicheCovid-19: alla Fortezza da Basso, il primo padiglione per i tracciatori: la centrale, collocata nella Fortezza da Basso di Firenze, nella sede dove è ubicata anche la centrale di tracciamento dell’Asl Toscana Centro, è stata inaugurata oggi alla presenza del presidente della Toscana Eugenio Giani, del direttore dell’Asl, Paolo Morello Marchese, insieme al direttore del Dipartimento della prevenzione, Renzo Berti, e al direttore della centrale InfoCovid Ferdinando Milicia.

“Questi ragazzi – ha osservato Giani – si sono dimostrati di grande capacità e intensità nel rapporto psicologico che hanno creato” con i cittadini nella fase del tracciamento, “quindi hanno maturato un’esperienza e una sensibilità nella comprensione del fenomeno che sarà molto utile nella fase appunto in cui entriamo, nella dimensione della vaccinazione”.

Sono venti gli operatori in servizio, che nelle prime tre ore dall’attivazione della centrale hanno ricevuto domande dagli utenti legate soprattutto ai vaccini. InfoCovid è contattabile al numero telefonico 055 4972600 attivo tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, e consultando la sezione dedicata sul sito dell’Asl.

Intanto sono 8992 le persone vaccinate finora nel territorio dell’Asl Toscana nord ovest tra operatori delsistema sanitario e ospiti delle Rsa. Lo rende noto l’azienda sanitaria riferendo il dato aggiornato a ieri che conta “2740
uomini vaccinati 2.740 e 6.252 donne”.


Il dettaglio del numero di somministrazioni per zona (in questi dati sono comprese sia le vaccinazioni ospedaliere che quelle territoriali) vede in testa la zona Livornese con 1673 vaccinazioni, seguita da Apuane (1.543), Piana di Lucca (1541),Versilia (1247), Alta Val di Cecina e Valdera (936), Valli Etrusche (829), Lunigiana (505), Valle del Serchio (364), zona Pisana (187, ma non figurano nella contabilità le centinaia di vaccinazioni giornaliere effettuate dall’Azienda ospedaliero universitaria pisana) e l’Elba (167). Complessivamente, conclude l’Asl Toscana nord ovest, “si sta rispettando la tabella di marcia concordata con la Regione Toscana e risulta che, a ieri,
sia stato vaccinato il 66% del totale dei vaccinabili”. 

L'articolo Covid: Toscana, al via centrale d’ascolto per informazioni proviene da www.controradio.it.