Andrea Laszlo De Simone in concerto per Fabbrica Europa

Andrea Laszlo De Simone in concerto per Fabbrica Europa

Si arricchisce di nuovi appuntamenti il tour di Andrea Laszlo De Simone, che torna ad esibirsi dal vivo sui palchi dei principali festival italiani e non solo. L’11 settembre sarà al Teatro Puccini per il festival Fabbrica Europa

Un concerto immersivo eseguito da un’orchestra mista tra synth, elettronica, cori, archi e fiati, in un intreccio di strumenti classici e moderni: una versione contemporanea della musica da camera proprio come l’album Immensità ripropone il concetto di suite. Sul palco ben nove musicisti, a dimostrazione della scelta impegnativa e coraggiosa di mantenere la line up dello scorso tour, senza riduzione dei musicisti, pur nel pieno rispetto delle attuali norme anti-covid e della salvaguardia di artisti e pubblico.

Immensità usciva in Italia l’8 novembre 2019 per 42Records. Era un altro mondo ma, come i classici, la creazione musicale di Laszlo supera le fratture della Storia e si rivela oggi forse ancora più preziosa. Un’opera sonora sulla relazione fra l’individuale e l’universale, una vera suite divisa in quattro capitoli e nove tracce, completata da un’opera visiva: un mediometraggio, che ha riunito in un orizzonte narrativo tutte le suggestioni, mutuate dalla fisica quantistica, dall’arte contemporanea e dal cinema, disseminate nei quattro videoclip che hanno scandito il 2019 di uno dei talenti più puri del panorama musicale italiano. Di Immensità il prestigioso Le Monde ha scritto: “… assomiglia alla ruvida malinconia di Battisti, alla solennità del “Bolero” di Ravel e ai voli elettronici dei Radiohead”.

Nel marzo 2020 il disco è uscito in Francia, Canada, Belgio e Stati Uniti per Ekleroshock/Hamburger Records, scatenando gli entusiasmi della critica internazionale. L’autorevole Libération (che gli ha dedicato un lungo articolo di due pagine e che già per il precedente album Uomo Donna aveva capito che “eravamo in presenza di qualcosa di straordinario”) ha dichiarato: “Questo ragazzo che viene da un altro tempo, dagli occhi spalancati sormontati da un baffo alla Zappa, fa molto di più che ravvivare la fiamma del grande pop progressive italiano: la sua musica è un’arte dei rumori del mondo, ardente e universale”, definendo Andrea Laszlo De Simone “il nuovo prodigio della musica pop”. Les Inrockuptibles parla di “disco superbo” e descrive l’album come “una splendida ballata pop dallo spleen toccante, impreziosita da una visuale in stile anni ’80”.

L'articolo Andrea Laszlo De Simone in concerto per Fabbrica Europa proviene da www.controradio.it.

Gli eventi al PARC per Fabbrica Europa l’8 e il 9 settembre

Gli eventi al PARC per Fabbrica Europa l’8 e il 9 settembre

Appuntamenti di martedì 8 e mercoledì 9 settembre al PARC Performing Arts Research Centre (piazzale delle Cascine 4/5/7, Firenze). Martedì l’orchestra delle donne arabe e del Mediterraneo, mercoledì Masako Matsushita

FESTIVAL FABBRICA EUROPA XXVII: appuntamenti di martedì 8 e mercoledì 9 settembre al PARC Performing Arts Research Centre

Martedì 8 settembre ore 18.00 si tiene l’INCONTRO “ALMAR’A l’orchestra delle donne arabe e del Mediterraneo. Ideazione, creazione e prospettive di un progetto che muove la realtà”, coordina Raffaele Palumbo (ingresso gratuito su prenotazione tel. 055 365707).

Mercoledì 9 settembre in doppia replica, ore 19.00 e ore 21.00, la coreografa e danzatrice italo-giapponese MASAKO MATSUSHITA presenta “Un/dress | moving painting” un lavoro in metamorfosi dove la fusione tra corpo e tessuto dà vita a un dipinto in movimento (biglietti: € 7 / € 5 acquistabili su www.ticketone.it o al punto vendita al PARC – dal martedì alla domenica h 18.00 > 20.00 – o da 1 ora prima dello spettacolo salvo disponibilità).

INFO: www.fabbricaeuropa.net

L'articolo Gli eventi al PARC per Fabbrica Europa l’8 e il 9 settembre proviene da www.controradio.it.

Fabbrica Europa, 27/a edizione del festival ai tempi del Coronavirus

Fabbrica Europa, 27/a edizione del festival ai tempi del Coronavirus

?Firenze, presentata oggi Il Festival Fabbrica Europa 2020, che ???????? ?? ? ????????? con ?????? ????? di Rosas, la prima performance creata da ???? ?????? ?? ???????????. Lo spettacolo, anche a causa delle norme di sicurezza per il coronavirus, viene proposto all’aperto, nella suggestiva cornice delle Otto Viottole del ????? ????? ???????.

Musica, danza, teatro e progetti formativi per la 27/a edizione del festival Fabbrica Europa che, riprogettato in chiave anti Covid, si svolgerà dal 3 settembre all’8 ottobre al Parc nel parco delle Cascine di Firenze, ma anche al teatro Puccini, a Villa Favard, al teatro studio Mila Pieralli a Scandicci e al teatro Cantiere Florida.

Il programma, è stato spiegato in conferenza stampa, è declinato sulle potenzialità della relazione tra arti performative, lo spazio all’aperto e la natura: l’area esterna e il parco delle Cascine, infatti, accoglieranno buona parte dei progetti. Il festival si apre con Violin Phase di Rosas, performance di danza con la musica minimalista di Steve Reich.

Tra i principali progetti in programma c’è ‘Perpendicolare’ che combina la musica di Cristina Donà con la danza del coreografo Daniele Ninarello. In cartellone anche nomi celebri come Trilok Gurtu, percussionista di fama mondiale, Gianni Maroccolo che presenta l’album Alone, Andrea Laszlo de Simone con un concerto immersivo fatto da nove musicisti e Alessandro Sciarroni che chiude il festival con Save the last dance for me.

Maurizio Busìa direttore artistico per la sezione musicale del Festival ha spiegato che nonostante la pandemia da Coronavirus “Fabbrica Europa ci doveva essere per ritrovare quel rapporto tra artisti e pubblico e quindi abbiamo fatto di tutto per esserci sapendo che non sarebbe stato semplice.

Quest’anno la gestione del pubblico è un pò cambiata, si è irrigidita, è richiesta la prevendita per garantire la tranquillità delle persone e la possibilità di godere degli spettacoli”.

Per l’assessore del Comune di Firenze alla Cultura Tommaso Sacchi “questo è un grande risultato per Fabbrica Europa perché nel periodo Covid è riuscito a portare un festival di grande qualità con protagonisti di livello mondiale”.

Hanno partecipato alla presentazione l’assessore Tommaso Sacchi, il direttore generale Fondazione Cr Firenze Gabriele Gori, il presidente Fondazione Fabbrica Europa Tuccio Guicciardini ed il direttore artistico per la musica di Fabbrica Europa Maurizio Busia.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Maurizio Busia, Tommaso sacchi e Gabriele Gori:

L'articolo Fabbrica Europa, 27/a edizione del festival ai tempi del Coronavirus proviene da www.controradio.it.

Fabbrica Europa, 27/a edizione del festival ai tempi del Coronavirus

Fabbrica Europa, 27/a edizione del festival ai tempi del Coronavirus

?Firenze, presentata oggi Il Festival Fabbrica Europa 2020, che ???????? ?? ? ????????? con ?????? ????? di Rosas, la prima performance creata da ???? ?????? ?? ???????????. Lo spettacolo, anche a causa delle norme di sicurezza per il coronavirus, viene proposto all’aperto, nella suggestiva cornice delle Otto Viottole del ????? ????? ???????.

Musica, danza, teatro e progetti formativi per la 27/a edizione del festival Fabbrica Europa che, riprogettato in chiave anti Covid, si svolgerà dal 3 settembre all’8 ottobre al Parc nel parco delle Cascine di Firenze, ma anche al teatro Puccini, a Villa Favard, al teatro studio Mila Pieralli a Scandicci e al teatro Cantiere Florida.

Il programma, è stato spiegato in conferenza stampa, è declinato sulle potenzialità della relazione tra arti performative, lo spazio all’aperto e la natura: l’area esterna e il parco delle Cascine, infatti, accoglieranno buona parte dei progetti. Il festival si apre con Violin Phase di Rosas, performance di danza con la musica minimalista di Steve Reich.

Tra i principali progetti in programma c’è ‘Perpendicolare’ che combina la musica di Cristina Donà con la danza del coreografo Daniele Ninarello. In cartellone anche nomi celebri come Trilok Gurtu, percussionista di fama mondiale, Gianni Maroccolo che presenta l’album Alone, Andrea Laszlo de Simone con un concerto immersivo fatto da nove musicisti e Alessandro Sciarroni che chiude il festival con Save the last dance for me.

Maurizio Busìa direttore artistico per la sezione musicale del Festival ha spiegato che nonostante la pandemia da Coronavirus “Fabbrica Europa ci doveva essere per ritrovare quel rapporto tra artisti e pubblico e quindi abbiamo fatto di tutto per esserci sapendo che non sarebbe stato semplice.

Quest’anno la gestione del pubblico è un pò cambiata, si è irrigidita, è richiesta la prevendita per garantire la tranquillità delle persone e la possibilità di godere degli spettacoli”.

Per l’assessore del Comune di Firenze alla Cultura Tommaso Sacchi “questo è un grande risultato per Fabbrica Europa perché nel periodo Covid è riuscito a portare un festival di grande qualità con protagonisti di livello mondiale”.

Hanno partecipato alla presentazione l’assessore Tommaso Sacchi, il direttore generale Fondazione Cr Firenze Gabriele Gori, il presidente Fondazione Fabbrica Europa Tuccio Guicciardini ed il direttore artistico per la musica di Fabbrica Europa Maurizio Busia.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Maurizio Busia, Tommaso sacchi e Gabriele Gori:

L'articolo Fabbrica Europa, 27/a edizione del festival ai tempi del Coronavirus proviene da www.controradio.it.