No-Green Pass: organizzatori replicano a accuse CNA su manifestazione p.zza Strozzi

No-Green Pass: organizzatori replicano a accuse CNA su manifestazione p.zza Strozzi

“La manifestazione è stata comunicata per tempo alla Questura e al Comune di Firenze. La nostra presenza non ha arrecato alcun danno mercatino CNA”

Una ricostruzione non veritiera, con accuse infondate mosse ad arte er screditare una manifestazione e gli organizzatori. E’ il contenuto dlela replica inviata da  Libero Fuoco di Firenze, la realtà civica Libera Firenze di Fabrizio Valleri, e dal  gruppo NeaPolis, per contestare qeulle che vengono deifnite “notizie assolutamente fuorvianti apparse sulla stampa fiorentina“.

“Il Libero Fuoco di Firenze, la realtà civica Libera Firenze di Fabrizio Valleri, il gruppo NeaPoli -si legge nel comunicato. hanno organizzato la scorsa domenica 12 settembre, in piazza Strozzi, un pomeriggio di informazione politica contro lo stato d’emergenza, le discriminazioni implicite nell’irragionevole sistema del “GreenPass”, l’assurdo boicottaggio di tutte le cure precoci (che invece sono sempre più necessarie anche per le persone vaccinate), la situazione nella scuola pubblica (vessata da provvedimenti irragionevoli, mascherine, chiusure, DAD)”.

“Che tutto questo ampio e approfondito impegno sia rappresentato e liquidato come “invasione novax” -proseguono gli organizzatori della manifestazione- a un mercatino di artigiani, la dice lunga sul clima di greve conformismo che avvelena la vita politica e culturale di Firenze. Un clima infame, a cui si deve porre fine ora, finché siamo in
tempo”.

“La manifestazione è stata comunicata per tempo alla Questura e al Comune di Firenze (seguendo le Linee Guida di cui alla deliberazione della Giunta Comunale n. 313 del 2021)” prevcisano ancora gli organizzatori della manifestazione di Sabato in p.zza Strozzi. Chesottolineano :”il Comune di Firenze, quindi, non certo noi attivisti, ha semmai mancato nel proporre una soluzione alternativa per l’evento del mercatino o per il nostro incontro politico in piazza”.

Infine la chiusa “contestiamo, infine, che la nostra manifestazione e la nostra presenza  in piazza abbia arrecato un qualsiasi danno al mercatino. Semmai abbiamo portato un po’ di gente fiorentina in una città resa un deserto perché è stata votata, da anni di amministrazioni incapaci, al solo turismo di massa mordi e fuggi”.

L'articolo No-Green Pass: organizzatori replicano a accuse CNA su manifestazione p.zza Strozzi da www.controradio.it.

No-Green Pass: organizzatori replicano a accuse CNA su manifestazione p.zza Strozzi

No-Green Pass: organizzatori replicano a accuse CNA su manifestazione p.zza Strozzi

“La manifestazione è stata comunicata per tempo alla Questura e al Comune di Firenze. La nostra presenza non ha arrecato alcun danno mercatino CNA”

Una ricostruzione non veritiera, con accuse infondate mosse ad arte er screditare una manifestazione e gli organizzatori. E’ il contenuto dlela replica inviata da  Libero Fuoco di Firenze, la realtà civica Libera Firenze di Fabrizio Valleri, e dal  gruppo NeaPolis, per contestare qeulle che vengono deifnite “notizie assolutamente fuorvianti apparse sulla stampa fiorentina“.

“Il Libero Fuoco di Firenze, la realtà civica Libera Firenze di Fabrizio Valleri, il gruppo NeaPoli -si legge nel comunicato. hanno organizzato la scorsa domenica 12 settembre, in piazza Strozzi, un pomeriggio di informazione politica contro lo stato d’emergenza, le discriminazioni implicite nell’irragionevole sistema del “GreenPass”, l’assurdo boicottaggio di tutte le cure precoci (che invece sono sempre più necessarie anche per le persone vaccinate), la situazione nella scuola pubblica (vessata da provvedimenti irragionevoli, mascherine, chiusure, DAD)”.

“Che tutto questo ampio e approfondito impegno sia rappresentato e liquidato come “invasione novax” -proseguono gli organizzatori della manifestazione- a un mercatino di artigiani, la dice lunga sul clima di greve conformismo che avvelena la vita politica e culturale di Firenze. Un clima infame, a cui si deve porre fine ora, finché siamo in
tempo”.

“La manifestazione è stata comunicata per tempo alla Questura e al Comune di Firenze (seguendo le Linee Guida di cui alla deliberazione della Giunta Comunale n. 313 del 2021)” prevcisano ancora gli organizzatori della manifestazione di Sabato in p.zza Strozzi. Chesottolineano :”il Comune di Firenze, quindi, non certo noi attivisti, ha semmai mancato nel proporre una soluzione alternativa per l’evento del mercatino o per il nostro incontro politico in piazza”.

Infine la chiusa “contestiamo, infine, che la nostra manifestazione e la nostra presenza  in piazza abbia arrecato un qualsiasi danno al mercatino. Semmai abbiamo portato un po’ di gente fiorentina in una città resa un deserto perché è stata votata, da anni di amministrazioni incapaci, al solo turismo di massa mordi e fuggi”.

L'articolo No-Green Pass: organizzatori replicano a accuse CNA su manifestazione p.zza Strozzi da www.controradio.it.

Bambini e spazi verdi: Libera Firenze chiede la riapertura di Boboli

Bambini e spazi verdi: Libera Firenze chiede la riapertura di Boboli
Giardino di Boboli

Riaprire il giardino di Boboli a Firenze per la fruizione dei minori con attività organizzate col supporto dei servizi educativi e sociali. Lo chiede il movimento Libera Firenze rivolgendo un appello al Comune perché ottenga dalla Soprintendenza una misura straordinaria che vada incontro ai bisogni dei bambini.

bobolinoOltre a quello a cui sta già pensando l’amministrazione rispetto ai centri diurni ed estivi “In questo momento non ci sono burocrazie o competenze che tengano, un polmone verde come Boboli deve essere restituito alla città” sottolinea il referente Fabrizio Valleri intervistato da Chiara Brilli.

giardino di boboli

L'articolo Bambini e spazi verdi: Libera Firenze chiede la riapertura di Boboli proviene da www.controradio.it.

La solidarietà si fa rete in aiuto di 150 famiglie, ma il 4 maggio non sarà ‘Fase 2’ per tutti

La solidarietà si fa rete in aiuto di 150 famiglie, ma il 4 maggio non sarà ‘Fase 2’ per tutti

La Fase 2 non sarà uguale per tutti. Se per molti segnerà una ripartenza, per altri significherà rischiare di essere più soli nel disagio.

 

L’emergenza Covid 19 ha potenziato le iniziative di solidarietà nei quartieri fiorentini verso le persone più fragili e bisognose di supporto nelle necessità quotidiane come il cibo, le bollette e le medicine. A San Frediano il servizio di spesa solidale, partito ai primi di marzo come strumento di aiuto per anziani soli,  risponde adesso ai bisogni di circa 150 famiglie estendendosi anche all’area metropolitana fiorentina. Ma dal 4 maggio molti dei volontari coinvolti torneranno a lavoro…  e un altro scenario di emergenza si aprirà.

Alla rete promossa dai Bianchi di Santo Spirito  partecipa l’Ass. Amici del Nidiaci, l’Occupazione via del Leone e il Laboratorio Diladdarno.

il reportage a cura di Chiara Brilli
INFO QUI

L'articolo La solidarietà si fa rete in aiuto di 150 famiglie, ma il 4 maggio non sarà ‘Fase 2’ per tutti proviene da www.controradio.it.