Fanfare e silenzi. Viaggio nella pittura di Primo Conti

Fanfare e silenzi. Viaggio nella pittura di Primo Conti

Ricorrono quest’anni 30 anni dalla morte di primo Conti. Per ricordarlo non una, non due, bensì tre mostre lo celebrano tra Firenze e a Fiesole. ‘Fanfare e silenzi. Viaggio nella pittura di Primo Conti’ è la prima ad inaugurare a Villa Bardini.

 

“Fanfare e silenzi. Viaggio nella pittura di Primo Conti” è a Villa Bardini a Firenze dal 4 ottobre. Il 10 ottobre inaugura invece ‘Primo Conti gli anni del futurismo’ alla Fondazione Conti, a Fiesole; e il 10 novembre infine apre ‘Primo Conti gli anni del futurismo’ sempre alla Fondazione Conti, a Fiesole. Tutte e tre le mostre rimangono aperte fino al 13 gennaio.

Primo Conti è stato un artista fiorentino la cui vita ed opera hanno attraversato il Novecento. Infatti Conti è nato con il secolo, come si dice, cioè nel 1900, ed è morto nel 1988.  E poiché ha iniziato a dipingere da ragazzino, davvero il suo lavoro ha seguito la lunga parabola di un secolo che ha visto di tutto nel campo dell’arte (e non solo): dalle rotture drastiche delle avanguardie come il futurismo, del quale Conti fu appassionato sostenitore, ai vari ritorni all’ordine, alla pittura-pittura, e così via.

‘Fanfare e silenzi. Viaggio nella pittura di Primo Conti’, curata con grande attenzione e competenza da Susanna Ragionieri, ripercorre le varie tappe del percorso artistico attraverso un confronto con opere significative di altri maestri, amici e compagni di strada, quali Carlo Carrà, Filippo de Pisis, Umberto Boccioni, Viani, Pablo Picasso e tanti altri. Tutti signori artisti che hanno lavorato in concomitanza con le signore artiste che sono adesso in mostra adesso all’Ente Cassa, in una bella raccolta della quale potete leggere qui.

Così negli spazi difficili ma allo stesso tempo intimi di Villa Bardini si susseguono teorie di quadri che sono legati sia alla realtà fiorentina che a quella europea coeva.  In una bella mostra, nella quale le opere in mostra rimandano le une alle altre in un dialogo serrato molto fruttuoso.

‘Fanfare e silenzi. Viaggio nella pittura di Primo Conti’ raccoglie molte tele e molti disegni. E ci fa conoscere un Primo Conti che fu anche poeta, scrittore, e grande appassionato di musica.

 

“Fanfare e silenzi. Viaggio nella pittura di Primo Conti” è promossa promosse da Fondazione CR Firenze, Comune di Fiesole, Fondazione Primo Conti e Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron.

 

La mostra è aperta da domani al 13 gennaio a Villa Bardini, in Costa San Giorgio 2 e Via dei Bardi 1 rosso. Info pratiche qui . 

Il bel catalogo è edito da Polistampa.

Margherita Abbozzo

L'articolo Fanfare e silenzi. Viaggio nella pittura di Primo Conti proviene da www.controradio.it.