Nuoto: Paltrinieri n. 1, Italia cerca gloria a Europei

Nuoto: Paltrinieri n. 1, Italia cerca gloria a Europei

Sifida europea di Nuoto a Glasgow, 34/a rassegna continentale dell’acqua, 45 azzurri a cercare la gloria, Paltrinieri una certezza, Pellegrini la campionessa su cui puntare sempre e Quadarella il jolly.

Paltrinieri una certezza, Pellegrini la campionessa su cui puntare sempre, Quadarella il jolly.L’Italia della piscina è pronta per la sfida europea: a Glasgow, dal 3 agosto, si alza il sipario sulla 34/a rassegna continentale dell’acqua (non solo vasca, anche tuffi, sincro e fondo).

Con 45 atleti, la delegazione azzurra cerca gloria nella Tollcross International Swimming Centre, una tappa importante nell’avvicinamento alle Olimpiadi di Tokyo. Dopo le 17 medaglie conquistate a Londra (cinque d’oro) l’asticella per il gruppo azzurro è sempre alta.

L’uomo d’oro è il Greg nazionale che, campione europeo, mondiale e olimpico dei 1500 metri, punta a vincere anche gli 800. Distanza questa orfana a Glasgow di Gabriele Detti: il rivale e compagno di allenamenti di Paltrinieri ha dovuto dare forfait causa il problema alla spalla che lo ha costretto a saltare la prima parte della stagione. Un’assenza che pesa per l’Italia, Paltrinieri cercherà di farla sentire meno puntando all’en plein.

Il campione di Carpi va a caccia del suo quarto titolo europeo: l’avversario da battere si chiama Mychajlo Romanchuk, e il duello atteso in acqua sarà proprio con l’ucraino. Punta al podio anche il tedesco Florian Wellbroeck, che arriva in Scozia con il miglior tempo dell’anno sulla distanza più lunga in vasca.

Per la Pellegrini a Glasgow comincia davvero una nuova vita in vasca, quella da velocista: dopo essersi presa tutto su 200 e 400 stile, in Scozia si cimenterà sui 100, la gara regina ma anche la più insidiosa. Tanta concorrenza e l’anagrafe che non aiuta. A 30 anni (li compie il 5 agosto) reinventarsi sprinter è roba solo per campionesse come lei. Obiettivo la finale e poi chissa, provare a toccare prima delle altre. Avversarie come le olandesi Femke Heemskerk e Ranomi Kromowidjojo, la primatista mondiale Sarah Sjöström e la danese Pernille Blum. Lo show è garantito.

Sempre in campo femminile Simona Quadarella, dopo il bronzo mondiale un anno fa, cerca il sigillo d’oro. La fondista romana fa le stesse gare di Paltrinieri e su quella scia vorrebbe inserirsi. L’azzurra si è messa in mostra anche ai Giochi del Mediterraneo battendo Mireia Belmonte, che a Glasgow comunque non ci sarà.

Tra i veterani azzurri cerca di nuovo la rana geniale Fabio Scozzoli. Non solo big però, tante anche le nuove promesse: come la dorsista Margherita Panziera che a 22 anni sfida l’inossidabile Katinka Hosszu. O ancora Andrea Vergani, Domenico Aceranza e Sara Franceschi “Questi Europei rappresentano una verifica importante del percorso verso le Olimpiadi di Tokyo 2020” ha spiegato il direttore tecnico della nazionale, Cesare Butini.

Dall’8 al 12 in gara anche gli specialisti della fatica per il nuoto in acque libere, dal 6 al via le gare dei tuffi (a Edimburgo) con 10 azzurri: senza Tania Cagnotto il trampolino sarà meno d’oro.

L'articolo Nuoto: Paltrinieri n. 1, Italia cerca gloria a Europei proviene da www.controradio.it.