Protesta gestori Rsa: grave situazione emergenziale delle strutture sociosanitarie

Protesta gestori Rsa: grave situazione emergenziale delle strutture sociosanitarie

Firenze, davanti alla sede del Consiglio regionale nel pomeriggio di oggi, 22 novembre, e nella mattinata di domani, protesta dei gestori delle Rsa private della Toscana in concomitanza con la seduta d’aula.

Nella giornata di ieri, lunedì 21 novembre, si legge in una nota, i presidenti delle associazioni rappresentative dei gestori delle Rsa e dei Centri diurni accreditati del Terzo settore, del privato e del sistema pubblico, sono stati ricevuti dall’assessore regionale al Sociale Serena Spinelli e dal direttore generale dell’assessorato alla sanità, Federico Gelli, per “esaminare la grave situazione emergenziale in cui si trovano le strutture sociosanitarie”. Emergenza, sottolineano “sia sul piano gestionale e finanziario, sia per la carenza di infermieri e di personale addetto alla diretta assistenza. Situazione grave, che tocca anche i lavoratori, discriminati negli stipendi rispetto ai dipendenti pubblici impiegati in analoghi servizi sociosanitari, sia le famiglie, chiamate a sostenere gli aumenti dei costi dei ricoveri per la quota di parte sociale”.

In Toscana le Rsa sono 322, con 11.000 posti letto accreditati su 12.800 autorizzati. Le quote sanitarie effettivamente erogate dalle Asl sono circa 10.000 al giorno. Per i gestori “le spese che le strutture sociosanitarie stanno sostenendo, oltre al caro bolletta e all’inflazione che ha ulteriormente aumentato tutti i costi, ha reso la situazione insostenibile. I gestori, per tutelare gli enti e le imprese, faranno certificare la situazione gestionale da un ente autorevole e terzo, per poi intraprendere tutte le iniziative necessarie per rimettere a posto i conti e assicurare così la continuità dei servizi, quindi l’assistenza agli anziani insieme ai posti di lavoro”. Intanto i gestori dovranno aumentare di circa 13 euro la quota di parte sociale alle famiglie a partire dal primo gennaio 2023; quota sociale che la Regione aveva calcolato e indicato ai Comuni, molti anni fa, in 53,32 euro.

L'articolo Protesta gestori Rsa: grave situazione emergenziale delle strutture sociosanitarie da www.controradio.it.

Vaccini, Toscana: da giovedì 14 aprile al via la 4a dose

Vaccini, Toscana: da  giovedì 14 aprile al via la 4a dose

La Toscana è già pronta a partire con la somministrazione della quarta dose di vaccino anti-Covid, cioè la seconda dose di richiamo (second booster), secondo le indicazioni nazionali. Domani alle 16 aprono le prenotazioni sul portale per over80 e over 60 fragili. Sono oltre 340mila i cittadini interessati, inclusi gli ospiti delle Rsa

Si parte domani, 14 aprile, con l’apertura delle prenotazioni alle 16 sul portale regionale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/ per over80 e over60 fragili. I cittadini che al momento hanno diritto alla quarta dose sono gli ultraottantenni, gli ospiti delle Rsa, le Residenze sanitarie assistenziali e le persone sopra i 60 anni con elevata fragilità, motivata da patologie concomitanti o preesistenti.

Si tratta dei circa 320.000 ultraottantenni, ai quali si aggiungono i 20.000 ultrasessantenni fragili e i circa 12.000 ospiti delle Rsa della Toscana, quasi tutti ultraottantenni. Le oltre 340.000 dosi necessarie a vaccinarli sono già disponibili.

Occorrerà però che siano passati almeno 4 mesi dalla somministrazione della terza dose. Al momento sono esclusi coloro che hanno contratto il virus dopo la prima dose di richiamo, cioè dopo la terza dose.

Ultraottantenni: rivolgersi a medici di medicina generale, portale online o farmacie
La somministrazione della quarta dose agli ultraottantenni sarà effettuata sia dai medici di medicina generale, che inizieranno dai loro assistiti più anziani, come già avvenuto con successo per le precedenti fasi della campagna vaccinale anti Covid e secondo quanto previsto nell’Accordo Integrativo Regionale per la somministrazione della dose booster (DGR 1041 e 1184/2021), sia nei centri vaccinali attraverso la prenotazione sul portale, sia nelle farmacie.

Tutti gli over 80 toscani possono prenotare sul portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/ a partire dalle 16 di domani, giovedì 14 aprile. Si possono rivolgere anche alle farmacie che aderiscono alla campagna vaccinale, attive anche per tutte le altre fasce di popolazione che ancora non hanno effettuato la terza dose o il ciclo vaccinale primario.

Over60 fragili: rivolgersi al portale online o ai medici di medicina generale
Tra le persone di età uguale o superiore ai 60 anni solo quelle con elevata fragilità, motivata da patologie concomitanti o preesistenti, saranno interessate dalla quarta dose. Anche per loro, sempre a partire dalle 16 di domani, giovedì 14 aprile, sarà attivato il portale di prenotazione https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/. L’elenco delle patologie varia dalle malattie respiratorie a quelle cardiocircolatorie, neurologiche, epatiche, cerebrovascolari, al diabete, alle emoglobinopatie, alla grave obesità e alla disabilità fisica e psichica. A coloro che, collegandosi al portale, dichiareranno la loro impossibilità a muoversi, le Aziende sanitarie dovranno garantire la vaccinazione a domicilio.
Oltre al portale online, per questa categoria di cittadini la quarta dose potrà essere somministrata anche dal proprio medico di medicina generale o dai colleghi appartenenti alla stessa Aggregazione funzionale territoriale, laddove disponibili.

Rsa: in campo medici di medicina generale e Asl
La somministrazione agli ospiti delle Rsa partirà venerdì 15 aprile e verrà gestita dai medici di medicina generale, in accordo e integrazione con le Asl.

I vaccini utilizzati
Per la quarta dose i vaccini utilizzati saranno a RNA messaggero, nei dosaggi autorizzati per la dose booster (30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty; 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax).

La campagna vaccinale prosegue per tutti
Per tutti gli altri cittadini, a qualunque categoria e fascia di età appartengano, la campagna vaccinale prosegue. Le autorità sanitarie ribadiscono infatti l’importanza di mettere in massima protezione tutti i soggetti che non hanno ancora ricevuto la terza dose e la somministrazione della quarta dose vaccinale a tutti i soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, così come ai soggetti sottoposti a trapianto di organo solido, per i quali la somministrazione della quarta dose deve essere considerata equivalente alla prima dose di richiamo, visto che per loro il ciclo di vaccinazione primaria consiste in tre anziché in due dosi.
Oltre al portale online, per questa categoria di cittadini la quarta dose potrà essere somministrata anche dal proprio medico di medicina generale o dai colleghi appartenenti alla stessa Aggregazione funzionale territoriale, laddove disponibili.

 

L'articolo Vaccini, Toscana: da giovedì 14 aprile al via la 4a dose da www.controradio.it.

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 23 novembre 2021

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 23 novembre 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’

CONTRORADIO ONFONEWS – La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio di Elona Kalesha, la 36enne accusata dell’omicidio volontario dei coniugi albanesi Shpetim e Teuta Pasho, scomparsi nel novembre del 2015 e i cui resti sono stati ritrovati nel dicembre del 2020 in alcune valigie abbandonate in un terreno alla periferia del capoluogo toscano, accanto al carcere di Sollicciano. In base alle indagini, la donna, ex fidanzata del figlio dei coniugi Pasho, li avrebbe uccisi per impedire che rivelassero che lei aspettava un bambino da un altro uomo. L’udienza preliminare è stata fissata per il 3 dicembre.
CONTRORADIO INFONEWS – Ha minacciato di morte la moglie e ha preso a calci la porta della stanza in cui si era chiusa per difendersi. Per questo un 55enne è stato arrestato a Firenze dalla polizia, intervenuta nell’appartamento della coppia. Secondo quanto ricostruito, in passato si era già reso protagonista di comportamenti aggressivi verso la donna, con episodi iniziati nel 2017 e diventati quasi giornalieri durante il lockdown dello scorso anno. Maltrattamenti in famiglia il reato contestato.
CONTRORADIO INFONEWS – Sono oltre 6.100 i toscani nella fascia tra i 40 e i 59 anni che nella giornata di ieri hanno ricevuto la terza dose di vaccino anti Covid. Lo fa sapere la Regione Toscana. La somministrazione è avvenuta negli hub vaccinali della Toscana con siero Moderna. Ad oggi, le prenotazioni sul portale regionale degli over40, aperte il 19 novembre scorso, sono oltre
31mila.
CONTRORADIO INFONEWS – Federico Gelli sarà il nuovo responsabile della Direzione sanità, diritti cittadinanza e coesione sociale della Regione Toscana. La nomina del già assessore regionale, ora dirigente Asl, capo del Cesvot e della Fondazione Italia in Salute decorrerà dal primo dicembre. Il governatore Eugenio Giani lo ha annunciato nel corso della riunione della Giunta regionale, dopo averne preventivamente informato l’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini. Congratulazioni e apprezzamenti dall’ordine dei Medici di Firenze, dal Sindaco Nardella e dalla segretaria regionale del Pd Bonafè.
Terme di Montecatini, depositata la proposta per acquisire le quote di maggioranza relativa. A presentarla, nel giorno della scadenza dell’ultima proroga concessa per il bando, l’International tax advisors limited, società britannica con filiali negli Stati Uniti ed Hong Kong ed un ad di origini pistoiesi. E’ quanto comunica  l’assessore regionale Stefano Ciuoffo: nel corso della settimana l’offerta sarà aperta e valutata.
Sono 40 le strade illuminate a Firenze per il Natale 2021, con 192mila euro stanziati da Palazzo Vecchio: questi i risultati della partecipazione al bando del Comune (che si è chiuso sabato scorso) per i progetti natalizi in strade e piazze di tutta la città. L’anno scorso erano stati stanziati 120mila euro ed erano arrivate 27 domande, contro le 40 di quest’anno.

L'articolo Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 23 novembre 2021 da www.controradio.it.

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 23 novembre 2021

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 23 novembre 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’

CONTRORADIO ONFONEWS – La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio di Elona Kalesha, la 36enne accusata dell’omicidio volontario dei coniugi albanesi Shpetim e Teuta Pasho, scomparsi nel novembre del 2015 e i cui resti sono stati ritrovati nel dicembre del 2020 in alcune valigie abbandonate in un terreno alla periferia del capoluogo toscano, accanto al carcere di Sollicciano. In base alle indagini, la donna, ex fidanzata del figlio dei coniugi Pasho, li avrebbe uccisi per impedire che rivelassero che lei aspettava un bambino da un altro uomo. L’udienza preliminare è stata fissata per il 3 dicembre.
CONTRORADIO INFONEWS – Ha minacciato di morte la moglie e ha preso a calci la porta della stanza in cui si era chiusa per difendersi. Per questo un 55enne è stato arrestato a Firenze dalla polizia, intervenuta nell’appartamento della coppia. Secondo quanto ricostruito, in passato si era già reso protagonista di comportamenti aggressivi verso la donna, con episodi iniziati nel 2017 e diventati quasi giornalieri durante il lockdown dello scorso anno. Maltrattamenti in famiglia il reato contestato.
CONTRORADIO INFONEWS – Sono oltre 6.100 i toscani nella fascia tra i 40 e i 59 anni che nella giornata di ieri hanno ricevuto la terza dose di vaccino anti Covid. Lo fa sapere la Regione Toscana. La somministrazione è avvenuta negli hub vaccinali della Toscana con siero Moderna. Ad oggi, le prenotazioni sul portale regionale degli over40, aperte il 19 novembre scorso, sono oltre
31mila.
CONTRORADIO INFONEWS – Federico Gelli sarà il nuovo responsabile della Direzione sanità, diritti cittadinanza e coesione sociale della Regione Toscana. La nomina del già assessore regionale, ora dirigente Asl, capo del Cesvot e della Fondazione Italia in Salute decorrerà dal primo dicembre. Il governatore Eugenio Giani lo ha annunciato nel corso della riunione della Giunta regionale, dopo averne preventivamente informato l’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini. Congratulazioni e apprezzamenti dall’ordine dei Medici di Firenze, dal Sindaco Nardella e dalla segretaria regionale del Pd Bonafè.
Terme di Montecatini, depositata la proposta per acquisire le quote di maggioranza relativa. A presentarla, nel giorno della scadenza dell’ultima proroga concessa per il bando, l’International tax advisors limited, società britannica con filiali negli Stati Uniti ed Hong Kong ed un ad di origini pistoiesi. E’ quanto comunica  l’assessore regionale Stefano Ciuoffo: nel corso della settimana l’offerta sarà aperta e valutata.
Sono 40 le strade illuminate a Firenze per il Natale 2021, con 192mila euro stanziati da Palazzo Vecchio: questi i risultati della partecipazione al bando del Comune (che si è chiuso sabato scorso) per i progetti natalizi in strade e piazze di tutta la città. L’anno scorso erano stati stanziati 120mila euro ed erano arrivate 27 domande, contro le 40 di quest’anno.

L'articolo Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 23 novembre 2021 da www.controradio.it.

Toscana, sanità: Federico Gelli a capo direzione regionale

Toscana, sanità:  Federico Gelli a capo direzione regionale

La nomina decorrerà dal primo dicembre. Il governatore Eugenio Giani lo ha annunciato nel corso della riunione della Giunta regionale, dopo averne preventivamente informato l’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini.

Federico Gelli sarà il nuovo responsabile della Direzione sanità, diritti cittadinanza e coesione sociale della Regione Toscana. La nomina decorrerà dal primo dicembre. Il governatore Eugenio Giani lo ha annunciato nel corso della riunione della Giunta regionale, dopo averne preventivamente informato l’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini. La nomina, spiega una nota, avviene in ottemperanza all’avviso pubblico della Regione e secondo la normativa che presiede alla nomina stessa, rimessa al decreto del presidente della Giunta.

Su Facebook Gelli scrive che “sarà un lavoro complesso e impegnativo e metterò tutte le mie energie al servizio della sanità toscana e dell’assessorato regionale guidato da Simone Bezzini in un momento così decisivo”. “Questo incarico lo considero soprattutto un riconoscimento a tutte le lavoratrici e lavoratori del servizio sanitario pubblico della Regione Toscana – aggiunge – che in questi ultimi due anni hanno dimostrato di avere non solo capacità professionali riconosciute ovunque ma anche uno spirito di servizio e una umanità eccezionali, elementi indispensabili per mettere il paziente al centro di ogni politica sanitaria. A loro il mio più sentito ringraziamento”. Da Gelli un ringraziamento anche “al presidente della Giunta regionale Eugenio Giani per la fiducia accordata”.

Il nostro augurio di buon lavoro a Federico Gelli, nominato dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani direttore del Dipartimento regionale di sanità”. Così il presidente dell’Ordine dei medici di Firenze Pietro Dattolo. “E’ un momento in cui la sanità regionale, come quella nazionale – aggiunge -, saranno chiamate a scelte decisive per il futuro di milioni di persone. Siamo convinti che il ‘nostro iscritto’ Gelli, per l’esperienza maturata in questi anni di attività all’interno dell’azienda sanitaria, per la sua capacità manageriale e per il suo profilo professionale, rappresenti la persona ideale per aiutare il Servizio sanitario regionale e la nostra Regione ad affrontare questo momento decisivo. Il nostro augurio di buon lavoro da parte mia e di tutto l’Ordine dei medici di Firenze”.

L'articolo Toscana, sanità: Federico Gelli a capo direzione regionale da www.controradio.it.