‘Movida Sicura’: evento a Palazzo Vecchio il 12 marzo

‘Movida Sicura’: evento a Palazzo Vecchio il 12 marzo

Fornire l’opportunità di confronto e riflessione sulla movida coinvolgendo in primis i gestori dei locali e gli addetti ai lavori, ma anche i giovani frequentatori e il mondo dell’informazione. È questo l’obiettivo dell’evento “Emozione forte non vuol dire morte – Per una movida che fa battere il cuore senza fermarlo” in programma il 12 marzo a Palazzo Vecchio.

L’appuntamento, organizzato da Italia Loves Sicurezza con il patrocinio del Comune di Firenze e la sponsorizzazione di Sfera Ingegneria e la partnership di SILB-Associazione Italiana Locali da Ballo e Confcommercio-Imprese per l’Italia, è stato presentato questa mattina in Palazzo Vecchio alla presenza dell’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi e da Stefano Pancari, presidente di Sfera Ingegneria e ambassador del movimento no profit Italia Loves Sicurezza.

Per quanto riguarda il programma, i relatori illustreranno i contenuti, racconteranno case history e guideranno riflessioni, dedicando uno spazio al confronto con il pubblico intervenuto attraverso un momento di domande-risposte. Interverranno Stefano Pancari, presidente di Sfera Ingegneria e Ambassador del movimento Italia Loves Sicurezza; Simone Giacinti, attore protagonista di una clip sulla sicurezza ai concerti; Riccardo Tarantoli, presidente SILB-Sindacato Italiano Locali da Ballo di Confcommercio Firenze; Leonardo Montaleni, giornalista della Nazione. L’appuntamento è il 12 marzo presso la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio dalle 15.30 alle 17.30. Per info e iscrizioni www.sferaingegneria.com/eventi/emozione-forte-non-vuol-dire-morte.

“L’Amministrazione si è molto impegnata in questi anni sul tema della sicurezza nei vari aspetti che vanno dalla sicurezza pubblica a quella stradale, da quella sui luoghi di lavoro a quella appunto nei locali, dove tante persone si ritrovano e hanno diritto di passare una serata di divertimento senza rischi – ha dichiarato l’assessore Gianassi –. Questo evento vuole essere quindi l’inizio di un percorso per un maggior coinvolgimento dei vari interlocutori e della città su queste tematiche nell’interesse di tutti. Ringrazio gli organizzatori, impegnati da tempo su iniziative legate al tema della sicurezza, per questa opportunità che ci consente di lavorare a livello di prevenzione e di costruzione di una cultura della sicurezza anche nell’ambito della movida”.

“Aprire gli spazi di un locale al pubblico richiede responsabilità e senso del dovere – ha spiegato il Presidente di Sfera Ingegneria Pancari –. Garantire ambienti che non mettano a rischio l’incolumità di chi li frequenta dovrebbe essere, prima ancora che un obbligo di legge, una priorità etica e una scelta consapevole. Questo incontro si propone come momento di confronto e riflessione non convenzionale sulla sicurezza nei locali di pubblico spettacolo, con l’obiettivo di aumentare conoscenza e consapevolezza sul tema e di giungere alla modifica delle abitudini comportamentali e di pensiero che portano a commettere errori fatali. L’evento si rivolge ai gestori dei locali di pubblico spettacolo, alle strutture ricettive e turistiche, ai giovani che vivono la movida serale – ha concluso Pancari -, ma anche ai giornalisti che con il loro lavoro influenzano l’opinione pubblica e diffondono informazioni”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Gianassi e Pancari.

 

L'articolo ‘Movida Sicura’: evento a Palazzo Vecchio il 12 marzo proviene da www.controradio.it.

Nardella: positivo il bilancio delle ordinanze ‘Piazze Vivibili’

Nardella: positivo il bilancio delle ordinanze ‘Piazze Vivibili’

?Firenze, “Un risultato positivo, testimoniato dal gradimento espresso da cittadini e commercianti, tanto che a marzo potrebbe arrivare il bis”, è quanto ha dichiarato il sindaco Dario Nardella stamani facendo il bilancio degli esiti dell’ordinanza ‘Piazze Vivibili’ e di quella relativa a via dei Neri insieme all’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi e il comandante Alessandro Casale.

L’ordinanza ‘Piazze Vivibili’, firmata a fine luglio, aveva l’obiettivo di allontanare da una serie di piazze e giardini, individuate sulla base del monitoraggio della Polizia Municipale e delle segnalazioni dei cittadini, quelle persone che con i loro comportamenti molesti finivano per allontanare le famiglie e i fruitori degli spazi pubblici.

L’ordinanza di via dei Neri, firmata all’inizio di settembre, mirava alla tutela della vivibilità e del decoro di via dei Neri e della zona limitrofa, in particolar modo vietando di consumare alimenti soffermandosi sui marciapiedi e in carreggiata.

“Siamo molto contenti del lavoro che la Polizia Municipale ha svolto dall’estate scorsa fino a pochi giorni fa nell’applicazione dell’ordinanza ‘piazze vivibili’ e di quella di via dei Neri – ha sottolineato il sindaco Nardella –  Questa soddisfazione l’abbiamo registrata anche tra i cittadini e i commercianti. I nostri agenti sono stati presenti sul territorio con un lavoro di presidio e prevenzione. L’ordinanza per via dei Neri non aveva solo la finalità repressiva di sanzionare, aveva soprattutto quella di prevenire i comportamenti più volte segnalati e garantire un controllo del territorio maggiore. Così è stato e i risultati si sono visti. Abbiamo ricevuto le congratulazioni di residenti e commercianti e anche la richiesta di andare avanti”.

“Con l’ordinanza ‘piazze vivibili’ – ha continuato il sindaco – abbiamo consentito ai cittadini di vivere con maggior tranquillità le piazze e i giardini interessati, andando a colpire i fenomeni del bivacco, del possesso di alcolici e degli assembramenti collegati a questo tipo di fenomeno. Siamo soddisfatti dell’esito di queste delle ordinanze e non escludiamo di firmarne analoghe a partire da marzo prossimo quando tornerà la bella stagione e, probabilmente, si ripresenteranno situazioni simili a quelle dello scorso anno”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Dario Nardella e Federico Gianassi:

L'articolo Nardella: positivo il bilancio delle ordinanze ‘Piazze Vivibili’ proviene da www.controradio.it.

“Premio di tutte le arti” Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini

“Premio di tutte le arti” Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini

?Firenze, domenica si celebra la Giornata mondiale della memoria delle vittime della strada, per la prima volta riconosciuta anche dallo Stato Italiano, ed in questa occasione Palazzo Vecchio torna a ospitare il “Premio di Tutte le arti”, si tratta di una iniziativa che coniuga la celebrazione dell’arte con il ricordo delle vittime sulla strada che è promosso dalla “Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini” presieduta da Doretta Boretti.

La cerimonia di premiazione si terrà nel Salone dei Cinquecento a partire dalle 10.30 e sarà presente anche l’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi. Quest’anno il tema scelto è stato “La magia dell’arte nelle ombre della vita”, il premio è dedicato dalla letteratura alla pittura, alla scultura, alla musica, alla danza, al canto, alla recitazione, al cinema, al giornalismo.

La premiazione di domenica sarà preceduta sabato alle 10.30 dall’inaugurazione della mostra itinerante della Biennale che quest’anno sarà ospitata in due location: la Sala d’Arme dove esporrà Andrea Stella (vincitore di un premio della Fondazione) e la Zeffirelli’s Tea Room dove saranno presentate le opere di Lucia Zei, Claudia Gioa, Letizia Lo Verde, Fabio Deiana e Pablo Treviño (vincitori di premi nella sezione giovani pittura e scultura). La prima mostra sarà aperta sabato e domenica, la seconda rimarrà visitabile fino 24 novembre. Ingresso libero.

Gimmy Tranquillo ha intervistato l’assessore Gianassi e  Doretta Boretti presidente Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini Onlus:

L'articolo “Premio di tutte le arti” Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini proviene da www.controradio.it.

Firenze, sicurezza: presto attive 800 telecamere

Firenze, sicurezza: presto attive 800 telecamere

Firenze sarà a breve la terza città italiana per numero di telecamere di sicurezza: alle 480 oggi in funzione se ne aggiungeranno altre 250 entro marzo, con l’obiettivo di portarle a breve a 800.

Lo ha annunciato l’assessore comunale alla sicurezza di Firenze Federico Gianassi, intervenendo oggi alla firma di una convenzione per l’uso delle immagini della rete di videosorveglianza comunale da parte del comando provinciale della guardia di finanza. Con questa convenzione le centrali operative collegate con la rete sono ora 18 in tutta l’area fiorentina.

“Proseguiamo con l’implementazione della rete comunale – ha spiegato Gianassi – grazie ai fondi del ‘Patto per Firenze’ siglato due anni fa dall’allora presidente del Consiglio, Matteo Renzi e dal sindaco Nardella, e continueremo con altri investimenti. Già oggi siamo la quarta città italiana per numero assoluto di telecamere e con queste nuove installazioni diventeremo la terza”. Un intervento, ha aggiunto l’assessore, “nell’interesse dei cittadini, che lo apprezzano, perché ci consente ad avere più aree controllate e di fare prevenzione; nel caso questa non bastasse, possiamo aiutare la polizia giudiziaria e la procura ad individuare i responsabili di atti gravi, come è già succeso”.

Con Gianassi, Filippo Cioni, della direzione servizi tecnici di Palazzo Vecchio, e il comandandante provinciale della Guardia di Finanza, generale Benedetto Lipari. “Utilizzaremo il sistema per i nostri compiti specifici in ambito economico finanziario – ha spiegato il comandante – ma servirà anche a integrare il sistema di telecontrollo delle nostre pattuglie ‘Grifo’, indispensabile per poterle guidare e orientare dove serve, nel modo migliore”

L'articolo Firenze, sicurezza: presto attive 800 telecamere proviene da www.controradio.it.

Festa della Polizia Municipale, l’open day in piazza della Signoria

Festa della Polizia Municipale, l’open day in piazza della Signoria

Nell’ambito del 164esimo anniversario della fondazione della Polizia Municipale di Firenze si è svolta oggi la cerimonia con la consegna dei riconoscimenti nel Salone dei Cinquecento alla presenza del sindaco Nardella. In piazza nove stand per scoprire le attività svolte dal corpo

Una cerimonia nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio alla presenza del sindaco Nardella e un open day con nove stand in piazza Signoria dedicato ai cittadini che vogliono conoscere il lavoro quotidiano degli agenti. Queste le attività svolte oggi nell’ambito del 164esimo anniversario della fondazione della Polizia Municipale di Firenze.

Le celebrazioni sono iniziate alle 8.30 con la deposizione della corona ai caduti nel piazzale del Comando di Porta al Prato e proseguite alle 9.30 con messa nella chiesa di San Carlo in via dei Calzaiuoli. Poi il corteo si è spostato in piazza Signoria, alle 10.30, dove è avvenuta la cerimonia che alle 11 si è spostata nel Salone dei Cinquecento, presenti sindaco Dario Nardella, dell’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi e del comandante Alessandro Casale. Sono stati consegnati i riconoscimenti ad agenti e ufficiali che si sono particolarmente distinti sul lavoro.

Ma quest’anno l’anniversario numero 164 della fondazione del corpo ha un momento dedicato ai cittadini. Dalle 10.30 alle 18 in piazza Signoria saranno presenti nove stand che raggrupperanno tutti i nuclei e reparti e per l’intera giornata gli agenti e gli ufficiali della Polizia Municipale illustreranno la loro attività, anche con dimostrazioni. È presente Piper, il primo cane antidroga, che mostra ai presenti come lavora quotidianamente per scovare gli stupefacenti nascosti. Nello stand dell’Autoreparto e dell’infortunistica stradale gli agenti illustrano il funzionamento del pretest dell’alcol e dell’etilometro e del test antidroga e mostrano il funzionamento di dispositivi quali scout speed e telelaser. I cittadini possono anche provare degli occhiali speciali che simulano la visuale di una persona in stato di ebbrezza. Nello spazio dedicato alla polizia di prossimità sono presenti i vigili di quartiere e viene proiettato un video sull’incontro sul tema truffe agli anziani effettuato al Parterre. Presso gli stand è possibile chiedere informazioni sulla Polizia Municipale e viene distribuita  una brochure che illustra tutte le attività che svolge in città.

L'articolo Festa della Polizia Municipale, l’open day in piazza della Signoria proviene da www.controradio.it.