Festival Internazionale di Cinema e Donne, la seconda giornata

Festival Internazionale di Cinema e Donne, la seconda giornata

Festival Internazionale di Cinema e Donne, giunto alla sua 42esima edizione. Per giovedì 26 novembre molte le proposte in anteprima, dall’Italia e non solo, on demand nella sala virtuale Più Compagnia

Grande attesa per il documentario di Jeff Kaufman, Nasrin, la storia dell’attivista
iraniana Nasrin Sotoudeh: avvocata impegnata nella difesa dei diritti civili delle donne e
contro la pena di morte, condannata a 38 anni e 148 frustate con l’accusa di
propaganda contro lo Stato e per essersi presentata in pubblico senza velo. Le riprese di
questo film in Iran sono state effettuate clandestinamente.
Nasrin Sotoudeh in occasione del Festival ha ricevuto le Chiavi della Città dal Comune di
Firenze e il film ha vinto il Premio Sigillo della Pace del Comune di Firenze per il
film documentario.

In programma il documentario Cuba’s Forgotten Jewels: A Haven in Havana, di
Judy Kreith, Robin Truesdale, una sorprendente e sconosciuta storia di diamanti e
Olocausto.

Dall’Italia arriva il film documentario La Napoli di mio padre, di Alessia Bottone. Il film
è prodotto nell’ambito del Premio Zavattini attraverso i materiali d’archivio, in
collaborazione con Archivio Aamod, Istituto Luce e K-Studio, interpretato dall’attrice
veronese Valentina Bellè.

In anteprima il documentario, Delphine et Carole Insoumises di Callisto McNulty: la
storia di amicizia e complicità tra due donne: Delphine Seyrig, fascinosa attrice dei
grandi registi della Nouvelle Vague (Truffaut, Demy, Bunuel, Resnais) e la regista
Carole Roussoupoulos, pioniera del videoattivismo femminista.

Il festival ospita quest’anno anche alcuni titoli selezionati alla seconda edizione del
festival Docudonna, manifestazione dedicata al cinema al femminile di Massa Marittima
(Gr): tra questi, il vincitore della sezione italiana Off-Identikit di Veronica Santi,
documentario sulla critica e curatrice d’arte Francesca Alinovi, uccisa nel 1983,
attraverso i ricordi degli artisti d’avanguardia newyorkesi con cui ha lavorato.

L'articolo Festival Internazionale di Cinema e Donne, la seconda giornata proviene da www.controradio.it.

Giornata di apertura per il Festival Internazionale di Cinema e Donne

Giornata di apertura per il Festival Internazionale di Cinema e Donne

Mercoledì 25 novembre su Più Compagnia la Tavola rotonda online in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle Donne

La 42esima edizione del Festival Internazionale di Cinema e Donne si apre il 25
novembre, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza di genere
Tavola rotonda online dal titolo “In bocca al lupo … intersezioni sulla violenza” (Webinar, ore 11.00)

Tra i film in programma, che saranno disponibili on demand, fino al 30 Novembre: l’opera della regista spagnola Xiana do Teixeiro, Tódallas mulleres que coñezo, che mostra, in bianco e nero, tre conversazioni tra donne di diverse età e classi sociali, tra fiction e documentazione (disponibile dalle 10.00 di mercoledì 25/11); il cortometraggio del regista toscano Tommaso Santi, pratese pluripremiato ai Globi d’Oro e al Premio Solinas, Lontano da qui, che apre la strada ad uno sguardo inedito sulla società e sull’universo femminile (disponibile dalle 10.00 di mercoledì 25/11). Realizzato grazie al bando del Mibact, “Non violenza – Lo schiaffo più forte”, dedicato a progetti che sensibilizzino sul tema della non violenza contro le donne, il corto di Tommaso Santi si aggiudica il Premio Gilda antiviolenza. Attraverso una storia carica di tensione e mistero, Lontano da qui affronta in maniera non banale un tema di strettissimaattualità, mostrando quanto le donne vittime dei propri compagni possano spesso essere aiutatedall’ascolto e dall’attenzione di chi vive intorno a loro.
Dall’Ungheria Hab, di Nòra Lakos, al quale va il Premio Gilda Film: si tratta di
una commedia/favola sulle vicissitudini del ruolo femminile, tra i miti di Hollywod e la
pasticceria ungherese.

Corpi di Malgorzata Szumowska, Polacco, con sottotitoli in italiano. Varsavia oggi. Un poliziotto in pensione in crisi, sua figlia bulimica e una terapeuta che è convinta di comunicare con l’aldilà. Tragicommedia premiatissima.

SCOPRI TUTTO IL PROGRAMMA QUI

L'articolo Giornata di apertura per il Festival Internazionale di Cinema e Donne proviene da www.controradio.it.

Il festival “militante” di Cinema e Donne, sbarca online, su Più Compagnia

Diretta da Paola Paoli, arrivata alla 42esima edizione, la manifestazione apre una finestra sui problemi e le lotte delle donne. La nuova edizione si tiene su Più Compagnia dal 25 al 27 novembre

The post Il festival “militante” di Cinema e Donne, sbarca online, su Più Compagnia appeared first on intoscana.