Lo schermo dell’arte prosegue la campagna Artists’ Film Italia Recovery Fund

Lo schermo dell’arte prosegue la campagna Artists’ Film Italia Recovery Fund

Ogni giovedì, dal 28 maggio all’11 giugno tre appuntamenti con tre film d’artista selezionati da Lo schermo dell’arte e proposti in esclusiva streaming nella nuova sala virtuale Più Compagnia

Station to Station di Doug Aitken (2014), Where is Rocky II? di Pierre Bismuth (2016), Looking for Oum Kulthum di Shirin Neshat (2017). Ogni proiezione sarà seguita da una conversazione con l’autore.  INFO

L’incasso andrà interamente a finanziare la campagna Artists’ Film Italia Recovery Fund, raccolta fondi per la produzione di opere di giovani artisti che lavorano con le immagini in movimento.

(Biglietto per ogni film: donazione minima di 5 euro direttamente sulla campagna
https://www.gofundme.com/f/artistsfilmitaliarecoveryfund I film sono visibili solo dall’Italia)

L'articolo Lo schermo dell’arte prosegue la campagna Artists’ Film Italia Recovery Fund proviene da www.controradio.it.

Omaggio a Fellini al Lucca Film Festival che slitta in autunno

Omaggio a Fellini al Lucca Film Festival che slitta in autunno

Il Lucca Film Festival e Europa Cinema, evento di punta della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, slitterà in autunno

In occasione dell’annuncio delle nuove date è stato svelato il “poster – manifesto” dell’edizione 2020 dedicato a Federico Fellini, il grande regista italiano, in occasione dei cento anni dalla nascita.

Come fosse uno scatto di una vecchia macchina fotografica dell’epoca, l’artista lucchese Francesco Giani ha realizzato un manifesto dedicato “al Cinema – ha spiegato – con la lettera maiuscola. Fellini è un’icona di potenza universale. Nel realizzare il manifesto mi sono lasciato ispirare dalle citazioni artistiche di Fellini che intercettano, tra le onde, i simboli del suo cinema”. Nel manifesto, presentato in due versioni che avranno ulteriori varianti cromatiche, campeggiano infatti delle onde che “trasportano” alcuni dei simboli del cinema felliniano: una delle donne iconiche più famose al mondo (Anita Ekberg ne “La Dolce Vita”), il rinoceronte “ammalato di tristezza d’amore” ne “E la nave va” e la luna piena ne “La voce della luna”.

L’omaggio a Fellini vuole essere anche un ricordo del suo storico rapporto con Viareggio e il festival “Europa Cinema” – ideato da Felice Laudadio – di cui il grande regista italiano disegnò il logo (il suo autoritratto caricaturale) e al quale il festival stesso dedicò una retrospettiva proprio nel 1993, anno della sua scomparsa. L’edizione 2020 sarà un viaggio nel mondo “felliniano” con proiezioni, mostre, incontri e eventi speciali che punteggeranno il programma del festival tra star internazionali, prime italiane e ospiti. INFO

L'articolo Omaggio a Fellini al Lucca Film Festival che slitta in autunno proviene da www.controradio.it.

“Più Compagnia” inaugura il 26 maggio con Premio Von Rezzori e You only die twice

“Più Compagnia” inaugura il 26 maggio con Premio Von Rezzori e You only die twice

Il viaggio di “Più Compagnia” parte con la letteratura, il prestigioso Premio Gregor Von Rezzori, e con la prima al pubblico del documentario You Only Die Twice

Il Premio Gregor von Rezzori  è giunto alla XIV edizione (dal 26 al 28 maggio) con incontri, conversazioni e lecture ad ingresso gratuito con ospiti di prestigio comeFabrizio Gifuni e Ralph Fiennes. Spazio ai documentari nella sala virtuale con una selezione proposta dai prestigiosi festival toscani: si parte con la prima al pubblico di You Only Die Twice di Yair Lev (dal 26 maggio ore 21.00) dal Middle East Now e con l’incontro del regista a seguire (ingresso 3,99€). PROGRAMMA

You Only Die Twice di Yair Lev, Israele/Austria/Germania, 2018, 90 min – vo sub ita (ingresso €3,99)

Il primo film che abbiamo scelto di proporre al pubblico della sala virtuale Più Compagnia è uno dei più bei doc passati al festival Middle East Now nel 2019. Un regista israeliano si mette alla ricerca dell’uomo che, durante la seconda guerra mondiale, ha rubato l’identità di suo nonno, passando una vita a negare la propria. Un viaggio alla scoperta di un uomo che visse con una famiglia di S.S. e divenne presidente di una comunità ebraica per inganno, che porta lo spettatore a fare incontri estremamente intensi tra discendenti di ebrei e nazisti.

Dopo il film ci sarà un Q&A con il regista Yair Lev

 

L'articolo “Più Compagnia” inaugura il 26 maggio con Premio Von Rezzori e You only die twice proviene da www.controradio.it.

“Più Compagnia”, la casa del cinema della Toscana raddoppia online


“Più Compagnia”, la casa del cinema della Toscana raddoppia online


Nasce Più Compagnia, uno spazio virtuale con il cinema al centro, unico in Italia nel suo genere, con un programma ed eventi di letteratura, teatro, musica e danza, per un progetto di Fondazione Sistema Toscana e Regione Toscana

Più Compagnia si presenta come una sala cinematografica virtuale del Cinema La Compagnia, la Casa del cinema della Toscana, per raddoppiare, online, la proposta culturale declinata in varie forme, fruibile con qualsiasi dispositivo connesso. Alla sala virtuale si potrà accedere direttamente dal sito www.cinemalacompagnia.it: l’utente troverà le offerte dettagliate con didascalie e spiegazioni, orari e prezzi, in cui si potrà muovere liberamente scegliendo “lo spettacolo” preferito. A differenza delle altre proposte in streaming Più Compagnia proporrà degli orari ben definiti “come se si andasse fisicamente al cinema” (anche l’impostazione grafica evocherà l’entrata in sala). La bigliettazione aperta dal 22 maggio, con modalità di pagamento online.

Il viaggio di Più Compagnia parte con la letteratura e il prestigioso premio Premio Gregor von Rezzori  giunto alla XIV edizione (dal 26 al 28 maggio) con incontri, conversazioni e lecture ad ingresso gratuito con ospiti di prestigio come, tra gli altri, Fabrizio Gifuni e Ralph Fiennes.  Spazio ai documentari nella sala virtuale con una selezione proposta dai prestigiosi festival toscani: si parte con la prima al pubblico di You Only Die Twice di Yair Lev (dal 26 maggio) dal Middle East Now e con l’incontro del regista a seguire (ingresso 3,99€). Si prosegue con Pj Harvey – A dog Called Money di Seamus Murphy (dal 29 maggio) presentato in anteprima alla 60° edizione del Festival dei Popoli, un viaggio con la musicista cult PJ Harvey e con A Voce alta, la forza della parola di Stéphane de Freitas, Ladj Ly, vincitore del premio del pubblico al Torino Film Festival (a 6,99). Dallo Schermo dell’Arte arriva un programma di tre film d’artista per raccogliere fondi a favore della campagna Artists’ Film Italia Recovery Fund a sostegno della produzione di opere video originali di giovani artisti italiani: Looking for Oum Kulthum di Shirin Neshat, proiezione arricchita da un contributo inedito dell’artista iraniana (28/05), Station to Station di Doug Aitken (4/06) presente con un video in esclusiva e Where is Rocky II? di Pierre Bismuth (10/06). Visione con donazione minima a 5 euro. I festival sostenuti dalla Regione Toscana proporranno proiezioni nel programma in divenire: da France Odeon al River to River; da Florence Korea Film Festival a Cinema e Donne; dal Florence Queer Festival al Premio NICE Città di Firenze; dal Lucca Film Festival a Immagini e suoni del mondo. Più Compagnia sarà un’opportunità per i festival sia per coinvolgere un pubblico più ampio (nazionale e internazionale) sia per ospitare anche professionisti dall’estero che forse non potranno partecipare in loco.

Tra le curiosità gli Appuntamenti al Buio: nel mare di contenuti digitali disponibili in rete, un film a sorpresa, sulla fiducia (si parte il 27 maggio), sempre accompagnato da una breve introduzione critica (ingresso a 3.99€). 

Trasversale la formazione e l’incontro con gli autori: nel cartellone virtuale, infatti, anche un ciclo di lezioni sul Linguaggio audiovisivo contemporaneo: si parte con Pablo Larraín (30/05, ore 21), regista cileno che rappresenta uno dei punti di vista più lucidi e spietati sul regime di Pinochet. Ancora lezioni di cinema con il corso Da Shakespeare al melodramma nel cinema, a cura del prof. Stefano Socci (dal 1° giugno, a ingresso gratuito) con incontri e proiezioni (si parte con Romeo & Juliet di C.Carlei, Ingresso: 3.99€).

Al centro delle attività dedicate alla formazione i progetti di Lanterne (più) Magiche, il programma regionale di educazione all’immagine e al linguaggio audiovisivo, rivolta alle nuove generazioni di spettatori. In questo ambito si inseriscono quattro lezioni di cinema in un viaggio attraverso la storia, corredate di clip di film celebri, interviste a registi, “dietro le quinte” dei set a cura Giovanni Bogani, critico cinematografico e docente di storia del cinema e giornalismo.

Da mercoledì 3 giugno arriva Hitchcock riscoperto, uno dei più grandi registi di sempre, con una serie di film dedicati alla sua carriera a partire da Ricatto del 1929. Il ciclo prosegue con Omicidio del 1930 e Notorious del 1946. Ingresso (film + approfondimento): 3.99€

Molti gli eventi speciali in collaborazione con Fondazione Fabbrica Europa; Fondazione Palazzo Strozzi; Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux e con la Compagnia Virgilio Sieni. Partner del progetto sono: MyMovies, che ha reso possibile la realizzazione della sala Più Compagnia; CG Digital e Wanted Cinema per la distribuzione di alcuni titoli in programma.

 

Informzioni QUI

L'articolo “Più Compagnia”, la casa del cinema della Toscana raddoppia online
 proviene da www.controradio.it.

Nascono i River to River Chai Time: gli incontri del giovedì del festival indiano River to River

Nascono i River to River Chai Time: gli incontri del giovedì del festival indiano River to River

Ogni giovedì, Selvaggia Velo, direttrice del Festival, dialogherà con ospiti italiani e internazionali. Si inizia giovedì 21 alle 15.30.

Dall’India dei viaggi a quella del cibo raccontato attraverso le ricette della tradizione, passando per le esperienze di vita all’estero. Saranno queste alcune tematiche di “River to River Chai Time”, gli appuntamenti settimanali proposti dal River to River Florence Indian Festival. Ogni giovedì, Selvaggia Velo, dialogherà con ospiti italiani e internazionali, collegati da diverse parti del mondo, per svelarci le sfumature di questa meravigliosa terra da scoprire. Gli incontri River to River Chai Time saranno in diretta sui canali social del Festival (YouTube e Facebook) e accessibili anche a chi non è presente sui social media, con un link sulla home page del sito web della manifestazione.

Si parte giovedì 21 maggio con Pierpaolo Di Nardo (viaggiatore, scrittore e travel designer (maldindia.it) e Marco Restelli, indologo, giornalista e blogger (milleorienti.com) che parleranno di India e viaggi; si prosegue giovedì 28 maggio, in dialogo con la chef indiana Ritu Dalmia (che ha aperto due ristoranti nel cuore di Milano) dove si parlerà di similitudini tra cibo italiano e indiano e vecchie ricette di famiglia; infine giovedì 4 giugno in collegamento con la giornalista e curatrice di film Meenakshi Sheddeda Mumbai e Rita Cenni (inviata dell’Ansa in India) in collegamento da Bologna, per uno sguardo sull’India di oggi vista da chi vive in India.

Facebook https://www.facebook.com/rivertoriverfiff,

YouTube https://www.youtube.com/user/RiverToRiverFIFF?feature=watch

 

L'articolo Nascono i River to River Chai Time: gli incontri del giovedì del festival indiano River to River proviene da www.controradio.it.