Chiuso centro massaggi a Novoli (FI)

Chiuso centro massaggi a Novoli (FI)

Impiegava giovane prostitute pagate pochi euro l’ora. Chiuso un centro massaggi e arrestata la titolare, una 43enne, residente a Empoli (Firenze).

Si è conclusa così un’operazione dei finanzieri del comando provinciale di Firenze che hanno fermato, in flagranza di reato, la titolare per i reati di gestione di una casa di prostituzione e sfruttamento della prostituzione. La donna cinese è stata condotta nel carcere di Firenze Sollicciano.

Dietro la gestione di un centro massaggi, in realtà la 43enne cinese conduceva una vera e propria casa di appuntamenti a sfondo sessuale, che aveva allestito in un appartamento nella zona di Firenze Novoli.

All’interno dei locali alcune ragazze cinesi offrivano prestazioni sessuali con un ben preciso tariffario, venendo a loro volta retribuite per ogni ora di attività svolta solo per pochi euro.

I finanzieri sono riusciti ad individuare il falso centro massaggi partendo dal monitoraggio di alcuni siti internet che pubblicizzavano massaggi definiti “sensitivi ed avvolgenti” accompagnati da foto di ragazze con indosso abiti intimi molto succinti.

I successivi appostamenti ed i riscontri diretti delle persone che usufruivano della struttura di ‘beauty farm’ hanno confermato le illecite attività svolte che sono state poi avvalorate a seguito dell’accesso diretto dei militari.

I locali del centro massaggi sono stati posti sotto sequestro insieme a 3.000 euro in contanti e 4 telefoni cellulari, rinvenuti a seguito della perquisizione dei locali.

Le attività delle Fiamme Gialle – informa una nota – proseguiranno al fine di ricostruire il reale volume d’affari del centro massaggi, proponendo così all’Amministrazione finanziaria la tassazione dei proventi derivanti dall’attività illecita.

L'articolo Chiuso centro massaggi a Novoli (FI) proviene da www.controradio.it.

Prato, pusher spacciava accanto al nipote di 11 anni

Prato, pusher spacciava accanto al nipote di 11 anni

In auto da Firenze a Prato con il nipote per spacciare, secondo le Fiamme Gialle avrebbe portato con sé il ragazzino per non destare sospetti.

Residente a Firenze, andava a spacciare a Prato portando con sé in auto il nipote di 11 anni, ma è stato pedinato dalla guardia di finanza e sorpreso mentre vendeva dosi di cocaina. Per questo nei giorni scorsi è stato arrestato un uomo di 45 anni, sorpreso in flagranza mentre cedeva 5,5 grammi di polvere bianca a due clienti, in cambio di 400 euro.

Secondo quanto ipotizzato dalle fiamme gialle, il 45enne avrebbe deciso di portare con sé il nipote minorenne per destare meno sospetti. Nella sua abitazione, nel capoluogo toscano, sono stati sequestrati 130 grammi di cocaina pura, che rivenduti al dettaglio avrebbero fruttato circa 25mila euro, oltre a sostanza da taglio, materiale per il confezionamento delle dosi e 3.250 euro in contanti.

L'articolo Prato, pusher spacciava accanto al nipote di 11 anni proviene da www.controradio.it.

Firenze, Villa Costanza: arrestata corriere con oltre 6,5 Kg di droga

Firenze, Villa Costanza: arrestata corriere con oltre 6,5 Kg di droga

Nei giorni scorsi i militari delle Fiamme Gialle di Firenze hanno arrestato una donna in flagranza di reato nei pressi di Villa Costanza

Presso l’autostazione di Villa Costanza è stata trovata una donna in possesso di 6,6 Kg di marijuana, divisi in 5 panetti confezionati con il cellophane, occultati all’interno di un zaino a spalla e di una borsetta.

In particolare, durante l’attività di controllo svolta dai militari del Gruppo di Firenze, tra i passeggeri dei pullman, in sosta all’autostazione di Villa Costanza, l’attenzione dei finanzieri si è concentrata su una donna che, seduta a bordo di un autobus di linea Roma-Milano, alla vista della pattuglia delle Fiamme Gialle mostrava forti segni di nervosismo.

I militari, quindi, hanno deciso di far scendere tutti i passeggeri per far intervenire l’unità cinofila che ha immediatamente segnalato la presenza di sostanze stupefacenti sulla donna. La successiva perquisizione della donna e dei suoi bagagli hanno permesso di rinvenire l’ingente quantità di marijuana per un valore, sul mercato dello spaccio, di oltre 70.000 euro.

La donna è stata tratta in arresto e, su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Firenze, condotta presso il carcere di Sollicciano. L’attività delle Fiamme Gialle sta proseguendo per individuare la provenienza e la destinazione della sostanza stupefacente e le ulteriori persone coinvolte.

Le Fiamme Gialle fiorentine nell’ultimo periodo hanno ulteriormente intensificato, soprattutto con l’ausilio dei cani antidroga, i controlli presso i principali snodi ferroviari e viari del capoluogo toscano finalizzati a garantire la sicurezza dei numerosi viaggiatori e turisti (oltre 14 milioni all’anno) che quotidianamente transitano per la città di Firenze.

L'articolo Firenze, Villa Costanza: arrestata corriere con oltre 6,5 Kg di droga proviene da www.controradio.it.