Food&Wine: cuochi e sommelier alla Leopolda

Food&Wine: cuochi e sommelier alla Leopolda

Presentata oggi la 4° edizione di Food&Wine in Progress. Appuntamento per 1 e 2 dicembre: un momento di aggregazione, studio e approfondimento della cultura enogastronomica.

Food&Wine è un evento che unisce i due mondi di cibo e vino ed è promosso dall’Associazione Italiana Sommelier Toscana e dall’Unione Regionale Cuochi Toscani.

Se, in questa epoca, assistiamo a una continua evoluzione della tecnologia e della comunicazione, anche il settore enogastronomico ne percepisce l’influenza, generando tendenze e un nuovo lifestyle del consumatore. E’ qui che nasce e si sviluppa l’idea del “Progress”, del mutamento e della crescita, sia delle tecniche, sia delle produzioni agroalimentari ed enologiche.

Food & Wine in Progress nasce nel 2015, in occasione del congresso Fic (Federazione Italiana Cuochi), coinvolge associati sia di Ais sia di Urct, produttori, istituzioni, scuole alberghiere e il marketing del settore, con la volontà di costruire un modello finalizzato al dialogo e al confronto per valorizzare e promuovere il Made in Tuscany.

Ais Toscana è l’associazione leader in Italia che si impegna a diffondere la cultura e la conoscenza del vino e a formare professionisti del settore.

Unione Regionale Cuochi Toscani raccoglie sotto un’unica organizzazione cuochi, ristoratori, titolari di strutture alberghiere e pubblici esercizi, scuole alberghiere e aspiranti cuochi.

Food & Wine in progress è la sintesi  del vino e dell’arte della cucina. “Creatività, visione, innovazione e rispetto della materia prima e della produzione di eccellenza, sono i valori che la due giorni della Leopolda vuole infondere agli addetti ai lavori e ai visitatori che ne prenderanno parte. Professionalità unita a comunicazione, promozione della territorialità e dell’artigianato, per raggiungere il risultato di un interscambio sociale economico e culturale”, si legge nel comunicato stampa.

I produttori, nel corso dell’evento, presentano la loro azienda, le loro produzioni, il lavoro agricolo, le caratteristiche degli alimenti e gli ultimi aggiornamenti tecnici e strumentali.

I cuochi sono parte attiva e interattiva della manifestazione con Master e Cooking Show, dove mostrano le tecniche di trasformazione degli alimenti, le ricette della tradizione e anche nuovi concetti e tendenze della cucina moderna che usufruisce delle ultime tecnologie.

I sommelier attraverso degustazioni generali e specifiche, raccontano il vino con la poesia che esalta i profumi e le essenze delle grandi eccellenze della Toscana.

Un mondo di alte professionalità che, dialogando, favoriscono e sviluppano passioni, ma anche l’eccellenza di uno settore, quello enogastronomico, in grande fermento e crescita, come produzioni e interesse dei media. Partecipare a un evento che mette i riflettori su una regione, la Toscana, simbolo della grande enogastronomia in tutto il mondo, significa far parte di una vetrina privilegiata destinata a segnare il futuro del settore.

“Il nuovo brand – afferma il presidente di AIS Osvaldo Baroncelli – abbina al vino l’uovo che con il vino rappresentano simboli ancestrali; insieme hanno percorso i millenni della nostra civiltà in continuo progress, così come il lavoro dei cuochi e sommelier: figure che non si fermano mai e fanno dello studio e della ricerca uno dei punti forti della loro professione per far sì che al consumatore arrivi una proposta sempre più attuale. Come in ogni edizione di Food & Wine proporremo sezioni di Wine School e degustazioni tematiche di alto livello. E’ l’eccellenza quella che vogliano promuovere, una eccellenza in continuo progress”.

“Cuochi e Sommelier, quattro anni fa, hanno dato vita a questo evento, dimostrando di poter essere rappresentanti di una food valley molto autorevole che è la toscana – dice Roberto Lodovichi, presente dell’ Unione Regionale Cuochi toscani – il progresso è evoluzione e attenzione al mercato di un settore, quello enogastronomico, che è sempre più attento a ogni sollecitazione sociale e che rappresenta la tradizione del nostro territorio. Quest’anno, ancora di più rispetto alle edizioni precedenti, ci concentreremo su importanti showcooking e proporremo cooking class molto importanti sulla cultura del cibo nell’epoca moderna riservando la giusta attenzione a biologico, vegano, cucina a bassa temperatura, cucina molecolare, gluten free e molto altro”.

L'articolo Food&Wine: cuochi e sommelier alla Leopolda proviene da www.controradio.it.