“Siamo in prima linea per la sanificazione durante la pandemia”, presidio imprese pulizia e multiservizi

“Siamo in prima linea per la sanificazione durante la pandemia”, presidio imprese pulizia e multiservizi

Mobilitazione nazionale di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltrasporti per il rinnovo del contratto nazionale scaduto da oltre 7 anni

Sonia Fantoni, lavora nel settore delle pulizie da 22 anni all’ospedale Palagi che da oggi è un presidio covid a media bassa intensità. Stamani ha partecipato alla mobilitazione nazionale dei sindacati del settore per chiedere il rinnovo del contratto nazionale di imprese di pulizie e multiservizi scaduto da oltre 7 anni.
Foto Controradio
Il presidio si è tenuto in Piazza Santa Croce nel rispetto del distanziamento sociale. “Il nostro è un lavoro a grosso rischio, siamo in prima linea negli ospedali non dovremmo essere considerati l’ultima ruota del carro”, dice Sonia Fantoni che ha partecipato al presidio.
“È un problema di dignità di lavoratrici e lavoratori che da sette anni aspettano il rinnovo contrattuale”, dichiara Maurizio Magi sindacalista della Filcams Cgil Firenze, “È un settore molto ampio si registrano circa 60 mila persone in tutto il paese e sono persone che lavorano in modo trasversale in tutti i settori, non soltanto quello delle pulizie”
Sentiamo le interviste realizzate al presidio

L'articolo “Siamo in prima linea per la sanificazione durante la pandemia”, presidio imprese pulizia e multiservizi proviene da www.controradio.it.

“Appalti scuole, più tutele ai lavoratori”: flash mob Cgil a Firenze

“Appalti scuole, più tutele ai lavoratori”:  flash mob Cgil a Firenze

Appalti scolastici, lavoratrici senza coperture salariali e previdenziali: oggi flash mob (organizzato da Cgil-Filcams-Fp-Flc) in piazza Santa Croce a Firenze.

Cgil Firenze, Filcams Cgil Firenze, Fp Cgil Firenze e Flc Cgil Firenze sono preoccupate per le sorti delle lavoratrici e dei lavoratori degli appalti scolastici, settore in prevalenza femminile  (tra Firenze e Provincia sono oltre 4mila). Si tratta di servizi fondamentali per il sistema scuola: mense, scuolabus, pre e post scuola, centri di alfabetizzazione. “Oggi queste lavoratrici e lavoratori si trovano in una condizione di forte precarietà per la prossima conclusione degli ammortizzatori sociali Covid19. La loro precarietà è resa ancora più pesante dal periodo di sospensione estiva della scuola in cui non hanno retribuzione e nel quale non si riconosce neanche la copertura previdenziale. Tutto questo fa emergere forte il contrasto tra il loro ruolo, che è essenziale e riconosciuto nel sistema educativo della scuola e va per questo inquadrato nella completa offerta formativa, e la loro assurda situazione lavorativa. Inoltre: come e quando rientreranno in servizio a settembre?” sottolineano i sindacati congiuntamente.

Per sensibilizzare sulla situazione dei lavoratori e delle lavoratrici degli appalti scolastici, la Cgil Firenze e le sue categorie interessate hanno dato vita ad una manifestazione questa mattina in piazza Santa Croce mettendo in scena un flash mob sul tema “Noi siamo quelli col contratto sospeso ma non col cappello in mano”.

Chiara Liberati, Filcams Cgil

L'articolo “Appalti scuole, più tutele ai lavoratori”: flash mob Cgil a Firenze proviene da www.controradio.it.

Martedì 15 ottobre lavoratrici degli appalti pulizia scuole in sciopero

Martedì 15 ottobre lavoratrici degli appalti pulizia scuole in sciopero

Martedì 15 ottobre è indetto lo sciopero delle addette alla pulizia e alla sorveglianza nelle scuole in appalto. Lo sciopero è annunciato da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTucs che hanno organizzato, per la giornata di domani, una manifestazione a Roma. L’agitazione riguarda l’internalizzazione dal primo di gennaio del personale in appalto nel mondo scuola che mette centinaia di posti di lavoro a rischio.

Lo sciopero delle addette alla pulizia e alla sorveglianza delle scuole in appalto di martedì 15 ottobre riguarda il bando statale dell’assunzione di tali addette. Il bando però prevede oltre 10mila assunzioni nonostante le lavoratrici del settore siano in Italia oltre 16mila. I nuovi parametri del bando escluderebbero circa 5mila addetti che non potranno partecipare si legge nel comunicato.

“In Toscana ci sono circa 800 lavoratrici nel settore degli appalti delle pulizie scolastiche, 200 di loro con tutte le Filcams della Toscana saranno in piazza alla manifestazione a Roma domani”, ha detto Stefano Nicoli, segretario generale Filcams Cgil Toscana. “Centinaia di persone rischiano di perdere il lavoro, chiediamo che il Governo, con i Ministeri interessati, individui dei percorsi per salvaguardare anche chi ha storie lavorative diverse”, ha continuato.

“Vanno trovate soluzioni che abbiano il segno della solidarietà e dell’inclusione e che rappresentino una risposta complessiva al tema della precarietà, per non dividere e contrapporre i lavoratori. Il Governo e la politica – ha concluso Nicoli – devono intervenire anche alla luce del colpevole comportamento delle imprese che hanno aperto la procedura di licenziamento collettivo per tutti i 16mila lavoratori”.

L'articolo Martedì 15 ottobre lavoratrici degli appalti pulizia scuole in sciopero proviene da www.controradio.it.