Alluvione Livorno, chiuse le indagini, Nogarin:”Risponderò ai magistrati”

Alluvione Livorno, chiuse le indagini, Nogarin:”Risponderò ai magistrati”

Il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, ha reso noto sul suo profilo Facebook, attraverso un post, pubblicato sulla sua bacheca, che in merito all’alluvione del 2017 nella sua città, Livorno, risponderà ai magistrati.

Il sindaco di Livorno, risulta fra gli indagati per il disastro che il 10 settembre 2017 causò la morte di otto persone, devastando diversi quartieri della città.

Nel post si legge: “Risponderò puntualmente a tutte le contestazioni che mi vengono mosse e lo farò attraverso una relazione scritta che porterò all’attenzione del giudice, non appena il mio legale avrà avuto accesso a tutta la documentazione a supporto dell’impianto accusatorio dei pm”, ha spiegato Nogarin.

“Ho piena fiducia nel sistema giudiziario italiano e sono certo di riuscire a dimostrare di aver agito nel pieno rispetto delle procedure, create per mettere in sicurezza la città e i livornesi. Purtroppo ci siamo trovati a fare i conti con un evento dalla portata eccezionale che ha provocato un vero e proprio disastro, portandosi via la vita di otto persone”, ha concluso il sindaco di Livorno.

L'articolo Alluvione Livorno, chiuse le indagini, Nogarin:”Risponderò ai magistrati” proviene da www.controradio.it.

Livorno: nel fine settimana 115 contro la sosta selvaggia

Livorno: nel fine settimana 115 contro la sosta selvaggia

Pugno duro contro la sosta selvaggia a Livorno. Nel fine settimana 115 multe, solo una su cinque nella zona degli stalli blu

Prosegue l’attività di contrasto intrapresa dall’amministrazione comunale di Livorno al fenomeno della sosta selvaggia in centro. Nel corso del fine settimana scorso, tra sabato e domenica, sono state elevate nel complesso 115 sanzioni per divieto di sosta, cui si aggiungono 98 contravvenzioni per eccesso di velocità, 14 sanzioni per intralcio al flusso della circolazione in zona Ardenza e 7 contravvenzioni  per l’occupazione senza titolo di posti riservati ai portatori di handicap.

Per quanto riguarda i divieti di sosta, le sanzioni sono state così ripartite:

– 28 in zona piazza Cavour;
– 39 in Venezia, di cui 29 in orario serale per contrastare il fenomeno della sosta selvaggia legata alla cd movida in Venezia;
– 19 in zona Marradi – Attias;
– 20 per divieti di sosta nelle zone dove insistono gli stalli blu;
– 12 in zona via Grande.

“Le multe, più che un mezzo per punire chi commette un’infrazione, sono un modo per tutelare chi rispetta le regole, paga il posteggio e ha il diritto di vedere che i furbi non la facciano franca – spiega il sindaco Filippo Nogarin -. Chi sceglie di posteggiare abusivamente crea un pericolo per la circolazione, in particolare per il passaggio dei veicoli di soccorso, ed è nell’interesse collettivo sanzionarlo”.

“In centro a Livorno, così come in Venezia – sottolinea il sindaco -, le alternative ci sono: penso ai posteggi in struttura come l’Odeon o il mercatino americano che applicano tariffe economiche e sono collocati in aree strategiche sia per chi vuole fare shopping, sia per chi vuole raggiungere le zone della movida”.

“I dati di questo fine settimana – aggiunge Nogarin – testimoniano inoltre un’altra verità: non c’è alcun accanimento nelle zone in cui sono stati realizzati gli stalli blu. Quella del posteggio selvaggio è una pratica diffusa che nulla ha a che fare con il nuovo sistema della sosta“.

“Diventa fondamentale, però, un cambio di mentalità – conclude il sindaco – e serve un ultimo sforzo di modernità: regaliamoci una città ancor più bella e vivibile rinunciando all’idea di parcheggiare là dove non si può e sfruttiamo di più e meglio i mezzi pubblici, le biciclette e i nostri piedi”.

 

L'articolo Livorno: nel fine settimana 115 contro la sosta selvaggia proviene da www.controradio.it.

Dl fisco: Nogarin(Anci),riunire Imu e Tasi in unico prelievo

Dl fisco: Nogarin(Anci),riunire Imu e Tasi in unico prelievo

Riunire Imu e Tasi in un unico prelievo è la proposta del vicepresidente dell’Anci e sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, abolendo la Tasi per semplificare un sistema dei tributi articolato

Come principale misura di razionalizzazione dei prelievi locali, l’Anci propone “di riunire Imu e Tasi in un unico prelievo, abolendo la Tasi e superando così un sistema dei tributi locali inutilmente articolato in una molteplicità di aliquote sulle medesime basi imponibili, in un quadro di maggiore semplificazione per i contribuenti e per gli uffici comunali, nonché di equivalenza dei gettiti standard, coerenti con quelli già registrati in regime Imu-Tasi”. Lo ha proposto nel corso di un’audizione in Commissione Finanze e Tesoro del Senato il vicepresidente dell’Anci e sindaco di Livorno, Filippo Nogarin.
Il testo della proposta, ha fatto sapere l’amministratore toscano, è in corso di definizione e sarà inviato nei prossimi giorni.

L'articolo Dl fisco: Nogarin(Anci),riunire Imu e Tasi in unico prelievo proviene da www.controradio.it.

Maltempo, Livorno: domani scuole aperte e parchi chiusi

Maltempo, Livorno: domani scuole aperte e parchi chiusi

A partire dalla mezzanotte di lunedì 29 ottobre cesserà l’allerta meteo arancio diramata ieri per maltempo dalla sala operativa della Protezione civile regionale. Il bollettino meteo aggiornato alle ore 13, infatti, declassa la perturbazione a codice giallo per temporali, rischio idrogeologico del reticolo minore e vento fino alle 14 di martedì 30 ottobre.

In seguito alla riunione che si è tenuta in Prefettura a partire dalle ore 14 casua maltempo, cui ha partecipato la vicesindaco Stella Sorgente, oltre al dirigente della Protezione civile comunale, Riccardo Pucciarelli, l’amministrazione ha deciso che domani le scuole di ogni ordine e grado, così come i cimiteri comunali apriranno regolarmente. Si consiglia alle insegnanti di non portare in giardino i bambini.

Le forti raffiche di vento che si sono registrate nella giornata di oggi hanno provocato la caduta di quattro alberi e di alcuni rami in tutta la città. Per questo il sindaco ha deciso di mantenere i parchi pubblici chiusi per la giornata di domani, di modo da dare il tempo ai tecnici addetti alla manutenzione del verde comunale di effettuare i sopralluoghi e le verifiche necessarie a garantire lo stato di salute delle alberature.

Diverso il discorso per quanto riguarda le mareggiate. A partire dalle ore 18 di oggi l’allerta nella zona di Livorno verrà innalzata da codice giallo a codice arancione. Tale rimarrà fino alle 12 di domani, per poi scendere nuovamente a codice giallo.
La protezione civile consiglia di prestare attenzione sul lungomare.

“Le previsioni diffuse dal Lamma parlano chiaro – spiega il sindaco Filippo Nogarin -: a partire dalla mezzanotte di oggi le condizioni meteo miglioreranno su tutta la Toscana e dunque non ci sono più le condizioni per disporre la chiusura delle scuole a scopo precauzionale.”

“Prima di prendere la decisione definitiva – spiega Nogarin – abbiamo effettuato una serie di sopralluoghi in alcune scuole per verificare la tenuta degli edifici e questa ricognizione ha dato esito positivo. Ovviamente continueremo a monitorare i modelli previsionali per l’intera giornata di oggi e durante la notte, di modo da prendere provvedimenti immediati in caso di peggioramento delle condizioni meteo”.

Così come comunicato dalla Regione Toscana, le condizioni di maltempo e l’allerta meteo arancione perdureranno sia per temporali ,che per vento, che per rischio idraulico del reticolo fluviale minore fino alla mezzanotte di lunedì 29 ottobre.
Dopodiché l’allerta verrà ridotta a codice giallo fino alle 14 di domani, martedì 30 ottobre.

 

L'articolo Maltempo, Livorno: domani scuole aperte e parchi chiusi proviene da www.controradio.it.

Maltempo, Livorno: domani scuole aperte e parchi chiusi

Maltempo, Livorno: domani scuole aperte e parchi chiusi

A partire dalla mezzanotte di lunedì 29 ottobre cesserà l’allerta meteo arancio diramata ieri per maltempo dalla sala operativa della Protezione civile regionale. Il bollettino meteo aggiornato alle ore 13, infatti, declassa la perturbazione a codice giallo per temporali, rischio idrogeologico del reticolo minore e vento fino alle 14 di martedì 30 ottobre.

In seguito alla riunione che si è tenuta in Prefettura a partire dalle ore 14 casua maltempo, cui ha partecipato la vicesindaco Stella Sorgente, oltre al dirigente della Protezione civile comunale, Riccardo Pucciarelli, l’amministrazione ha deciso che domani le scuole di ogni ordine e grado, così come i cimiteri comunali apriranno regolarmente. Si consiglia alle insegnanti di non portare in giardino i bambini.

Le forti raffiche di vento che si sono registrate nella giornata di oggi hanno provocato la caduta di quattro alberi e di alcuni rami in tutta la città. Per questo il sindaco ha deciso di mantenere i parchi pubblici chiusi per la giornata di domani, di modo da dare il tempo ai tecnici addetti alla manutenzione del verde comunale di effettuare i sopralluoghi e le verifiche necessarie a garantire lo stato di salute delle alberature.

Diverso il discorso per quanto riguarda le mareggiate. A partire dalle ore 18 di oggi l’allerta nella zona di Livorno verrà innalzata da codice giallo a codice arancione. Tale rimarrà fino alle 12 di domani, per poi scendere nuovamente a codice giallo.
La protezione civile consiglia di prestare attenzione sul lungomare.

“Le previsioni diffuse dal Lamma parlano chiaro – spiega il sindaco Filippo Nogarin -: a partire dalla mezzanotte di oggi le condizioni meteo miglioreranno su tutta la Toscana e dunque non ci sono più le condizioni per disporre la chiusura delle scuole a scopo precauzionale.”

“Prima di prendere la decisione definitiva – spiega Nogarin – abbiamo effettuato una serie di sopralluoghi in alcune scuole per verificare la tenuta degli edifici e questa ricognizione ha dato esito positivo. Ovviamente continueremo a monitorare i modelli previsionali per l’intera giornata di oggi e durante la notte, di modo da prendere provvedimenti immediati in caso di peggioramento delle condizioni meteo”.

Così come comunicato dalla Regione Toscana, le condizioni di maltempo e l’allerta meteo arancione perdureranno sia per temporali ,che per vento, che per rischio idraulico del reticolo fluviale minore fino alla mezzanotte di lunedì 29 ottobre.
Dopodiché l’allerta verrà ridotta a codice giallo fino alle 14 di domani, martedì 30 ottobre.

 

L'articolo Maltempo, Livorno: domani scuole aperte e parchi chiusi proviene da www.controradio.it.