Spal-Fiorentina, 1-1, Chiesa salva la Fiorentina

Spal-Fiorentina, 1-1, Chiesa salva la Fiorentina

Ferrara, pareggio 1-1 al Paolo Mazza tra Spal e Fiorentina, quando i padroni di casa stavano già assaporando la vittoria contro un avversario dal gioco confuso per lunghi tratti dell’incontro.

È stata la Spal la prima ad essere pericolosa: su calcio di punizione di Viviani al 10′, Felipe si ritrova la palla addosso, ma da pochi metri non riesce a superare Sportiello che controlla.

La gara rimane bloccata, lo spettacolo non decolla e non ci sono troppe emozioni fino al 33′ quando dopo una lunga azione viola la formazione di Pioli segna con Chiesa, ma la rete è annullata per un fuorigioco di Gil Dias.

La Spal va poi in vantaggio al 42′: calcio di punizione dalla destra di Viviani, colpo di testa di Felipe che va sul palo, arriva Paloschi che da poco meno di un metro porta in vantaggio la formazione biancazzurra, realizzando la sua terza rete in campionato.

La Spal nel primo minuto di recupero reclama un rigore per fallo su Borriello, ma l’arbitro non fischia.

Fiorentina pericolosa a inizio ripresa con il neo entrato Babacar, ma Gomis respinge in calcio d’angolo, sulla successiva azione tiro di Chiesa in curva Ovest.

Al 14′ anche la Spal si vede negare un gol, annullato a Paloschi per fuorigioco, dopo che Mattiello l’aveva lanciato verso la porta.

Al 18′ grande salvataggio nei pressi della linea di porta di Grassi su conclusione al volo di Sanchez.

La Fiorentina fa possesso palla, ma fatica ad arrivare alla conclusione fino al 34′ quando la conclusione di Simeone va alta sopra la traversa.

Un minuto dopo il pareggio al termine di una bellissima azione con l’assist vincente di Simeone che ha servito Chiesa che ha battuto Gomis da dentro l’area.

La Spal ci prova di nuovo al 41′, ma la conclusione di Mattiello è ribattuta dalla difesa.

Per la cronaca, si sono verificati scontri tra tifosi a Ferrara in via Piangipane tra le 13.15 e le 13.30 a poco più di un’ora dal fischio di inizio della partita con lanci di bottiglie, urla e tafferugli tra i due schieramenti.

L'articolo Spal-Fiorentina, 1-1, Chiesa salva la Fiorentina proviene da www.controradio.it.

Fiorentina – Roma, 2 – 4, sotto pioggia battente

Fiorentina – Roma, 2 – 4, sotto pioggia battente

Firenze, passa al Franchi la Roma che colleziona la sua dodicesima vittoria consecutiva in trasferta, un record questo che non era mai riuscito a nessuno in serie A.

Nel primo tempo la gara è stata equilibrata e divertente con be quattro goal realizzati, due volte in vantaggio con un due precisi sinistri rasoterra di la Roma e per due volta La Viola aveva pareggiato prima con Veretout e poi con un bel colpo di testa di Simeone.

La Fiorentina ha giocato un bel primo tempo e nel finale aveva anche sfiorato per due volte il 3-2 con Chiesa, che aveva preso il palo, e Veretout.

Ma nel secondo tempo i giallorossi hanno chiuso la partita segnando altri due gol e la squadra a fine partita va sotto la Curva Ferrovia  a festeggiare la vittoria con i tifosi in trasferta.

Primo Tempo
5° Gol Della Roma. Gerson, El Shaarawy lancia in area sulla destra Gerson che di sinistro infila il pallone nell’angolino opposto.
9° Gol Della Fiorentina. VeretoutDias sulla destra va via a Kolarov e centra di sinistro per Veretout che con il sinistro infila Alisson.
30° Gol Della Roma. Gerson, Gonalons lancia in area sulla destra Gerson che controlla e con il sinistro insacca.
39° Gol Della Fiorentina. Simeone, Cross da sinistra di Biraghi per Simeone che di testa manda in rete.

Secondo Tempo
5° Gol Della Roma, Manolas. Sull’angolo dalla destra di Kolarov, Dzeko di nuca prolunga il pallone in mezzo per Manolas che di spalla lo manda dentro.
42° Gol Della Roma, Perotti. Nainggolan recupera palla e lancia in area sulla sinistra Perotti che con sinistro rasoterra batte Sportiello.

L'articolo Fiorentina – Roma, 2 – 4, sotto pioggia battente proviene da www.controradio.it.

Calcio: una buona Fiorentina pareggia a Napoli

Calcio: una buona Fiorentina pareggia a Napoli

Contro una buona Fiorentina gli azzurri non vanno oltre lo 0-0, stesso risultato del big match fra la Juventus e i nerazzurri e della Roma sul campo del Chievo. Tutto invariato, quindi, nella lotta per lo scudetto: l’Inter resta prima a quota 40, a +1 sul Napoli e +2 sulla Juve, mentre i giallorossi sono quarti con 35 punti e una partita da recuperare.

Il Napoli deve scrollarsi di dosso la delusione per l’eliminazione dalla Champions e ripartire in campionato dopo il k.o. con la Juventus. E l’occasione è particolarmente ghiotta, perché con una vittoria gli azzurri tornerebbero al primo posto. Ma nel primo tempo
la squadra di Sarri non brilla e concede fin troppo alla Fiorentina, vicina al gol prima dell’intervallo con Simeone.
Il buon inizio dei partenopei illude il San Paolo, ma se si esclude un destro alle stelle di Jorginho il Napoli non riesce mai a rendersi pericoloso dalle parti di Sportiello. Mertens non è il giocatore esplosivo ammirato in avvio di stagione e l’assenza di Insigne, sostituito nel tridente d’attacco da Zielinski, si fa sentire.

La Fiorentina si difende con ordine e riparte in velocità. Come al 40′, quando Thereau con una sponda di testa spiana la strada verso la porta a Simeone: il destro del ‘Cholito’ finisce
però addosso a Reina e l’occasione sfuma. Prima del riposo Simeone ci riprova di testa da buona posizione, ma anche stavolta il tiro è troppo centrale. Il Napoli si scuote in avvio di ripresa e in un solo quarto d’ora sfiora il gol tre volte. Dopo un sinistro alto da buona posizione, Zielinski aggiusta la mira e ci riprova al 56′ sull’assist di Mertens:
Sportiello si salva con l’aiuto del palo. Due minuti più tardi si accende anche Hamsik in zona gol, ma il gran destro dello slovacco finisce sull’esterno della rete. Il gol non arriva nemmeno al 71′, quando Mertens spreca l’ottimo filtrante di Allan facendosi ipnotizzare da Sportiello da ottima posizione. Nel quarto d’ora finale Sarri si gioca anche le carte Rog e Ounas al posto di Allan e Zielinski, ma il Napoli non trova più le energie per provare a conquistare i tre punti.

L'articolo Calcio: una buona Fiorentina pareggia a Napoli proviene da www.controradio.it.

Fiorentina, Astori legge Anne Frank

Fiorentina, Astori legge Anne Frank

Firenze, Acf Fiorentina ha voluto unirsi al coro di sdegno per la vicenda degli adesivi antisemiti, che ritraggono Anne Frank con la maglietta della Roma, distribuiti da un gruppo di ultrà laziali.

In un breve video pubblicato su ‘Viola Channel’, il sito ufficiale della Fiorentina, si vede il capitano viola Davide Astori con in mano il diario di Anna Frank. ”Quel che è accaduto non può essere cancellato – legge Astori – ma si può impedire che accada di nuovo”.

Il video si inserisce nell’iniziativa che la Federcalcio ha deciso di mettere in atto dopo il vergognoso gesto di alcuni tifosi della Lazio che domenica scorsa hanno lasciato nello Stadio Olimpico di Roma alcuni adesivi con la foto della ragazza morta nel campo di concentramento di Auschwitz con la maglia della Roma.

Anche Stefano Pioli, allenatore della squadra viola con un passato alla Lazio, denuncia il fatto: “Assolutamente da condannare, ma senza generalizzare, non tutti i tifosi laziali agiscono così. Bisogna agire e far sì che allo stadio vengano solo persone che hanno una vera cultura sportiva e la giusta mentalità”.

Comunque, mentre il mondo dello sport e della politica si affrettano a denunciare l’accaduto, il gruppo degli ‘Irriducibili’ della squadra capitolina non cerca di placare i toni. “Si tratta di scherno” dicono in un comunicato, “non è reato apostrofare un tifoso avversario accusandolo di appartenere ad altra religione. Non ci dissociamo da ciò che non abbiamo fatto. Sono manovre per colpire la Lazio, che si sta affermando come una tra le migliori realtà di questo campionato”.

Il presidente della società Lotito ieri si è recato alla Sinagoga di Roma, depositando tre corone di fiori e condannando il gesto davanti alla telecamere. Ma lontano da queste, riporta il Messaggero, il suo pensiero sarebbe un altro. Lotito sarebbe stato infatti sentito lamentarsi nel volo che lo ha portato da Milano a Roma con alcuni suoi collaboratori. “Famo sta sceneggiata!”, queste sarebbero le sue parole riportate dai testimoni.

 

L'articolo Fiorentina, Astori legge Anne Frank proviene da www.controradio.it.

Firenze: Bettarini, stadio? Lavoriamo per variante entro anno

Firenze: Bettarini, stadio? Lavoriamo per variante entro anno

“Ci sono pure procedimenti complicati come Vas su area Castello”.

“Stiamo lavorando a tutta per rimanere entro i termini che ci siano dati, cioè entro quest’anno. Ovviamente si tratta di procedimenti molto complicati, perché coinvolgono anche altri enti, ma noi siamo al lavoro per rispettare questi tempi”. Lo ha detto oggi, a margine del Consiglio comunale di Firenze, l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini, parlando con i giornalisti del lavoro procedurale da portare avanti per la realizzazione del nuovo stadio a Novoli, nell’area nord di Firenze.
Al loro centro, una modifica del piano urbanistico esecutivo, già avviata dalla giunta, riguardo all’area di Castello, che secondo le nuove disposizioni dovrebbe accogliere il mercato ortofrutticolo e un parco; affiancata a questa, la relativa valutazione ambientale strategica (Vas), che il Comune dovrà mettere a punto in conferenza di servizi con svariati enti, tra i quali Consorzio di bonifica, Autorità idrica, di bacino, Città metropolitana e Regione, e dovrà essere approvata contestualmente alla variazione in Consiglio comunale.
Ai cronisti che esprimevano dubbi che tutto ciò potesse avvenire entro la fine dell’anno, Bettarini ha ripetuto che il “Comune è al lavoro per rispettare l’obiettivo”. E se, è stato poi chiesto, la Fiorentina chiederà una proroga per la presentazione del progetto per il nuovo stadio “faremo al momento la valutazione, se la società ci rivolgerà questa richiesta. Al momento non stiamo prendendo in considerazione questa ipotesi”.

L'articolo Firenze: Bettarini, stadio? Lavoriamo per variante entro anno proviene da www.controradio.it.