FIORENTINA, CECCHI GORI: “AVEVATE ME MA SONO STATO FATTO FUORI”

 

Cecchi Gori Fiorentina
Foto presa da Facebook

“A Firenze si lamentano perchè sono andati via i Della Valle ma c’ero io. il calcio è come la politica” ha detto Cecchi Gori, poi l’attacco: “i Della Valle ci hanno solo guadagnato, mio padre ha pagato.”

“Di che vi lamentate a Firenze, avevate me, mi hanno voluto per forza buttare fuori. Adesso a che cosa credete tutti voi? Il calcio è come la politica, meglio starne lontani”. Così Vittorio Cecchi Gori, ai microfoni di RadioBlu, è tornato a parlare di Fiorentina a pochi giorni dalla messa in vendita della società da parte dei Della Valle. Vittorio Cecchi Gori è poi tornato a parlare di cosa accadde alla sua Fiorentina nell’estate del 2002: “E’ stato un grande errore ciò che è accaduto a suo tempo, non un torto a me, ma alla Fiorentina e a Firenze” poi un attacco diretto agli attuali proprietari della società viola: “I Della Valle hanno preso la Fiorentina gratis, mio padre l’ha pagata”

“Ogni volta sento parlare di cifre iperboliche per la vendita. Sento grandi cifre, ma chi ha preso la Fiorentina ci ha solo guadagnato fino ad oggi. Io ho ancora delle pendenze con la FIGC, ho incontrato Tavecchio, vediamo di trovare soluzioni. Io devo avere dei soldi per quella situazione, per quei torti. Ma non voglio una lira, se dovessimo avere qualche soldo andranno solo alla Fiorentina”. Sul futuro del club viola Vittorio Cecchi Gori ha le idee chiare: “Speriamo che ci sia un presidente tifoso per la Fiorentina. Giancarlo è la continuità, è la garanzia, è la vera bandiera della Fiorentina. Deve essere lui il punto di riferimento per il futuro. Magari attraverso lui potrebbe arrivare qualcuno, non lo so”.

Infine, un ricordo di Firenze, in particolar modo di suo padre Mario e di sua madre Valeria: “Ho tanti amici a Firenze, ci verrò a Firenze, a portare un fiore a mio padre e mia madre, speriamo bene per la Fiorentina, io ci ho sempre messo il cuore”.

The post FIORENTINA, CECCHI GORI: “AVEVATE ME MA SONO STATO FATTO FUORI” appeared first on Controradio.

FIORENTINA IN VENDITA: SINDACO, ‘USARE TESTA E NON PANCIA. SU NUOVO STADIO AVANTI SENZA SE E MA”

Andrea-Della-Valle-Dario-Nardella-620x330“In questo momento difficile, faccio un richiamo a tutte le forze della città e alla proprietà a usare la testa e il cuore e non la pancia. La Fiorentina è un patrimonio troppo grande per essere oggetto di scontri e polemiche. Come sindaco sento il dovere di lavorare esclusivamente per proteggere questo patrimonio”. Così il sindaco di Firenze Dario Nardella in merito alla notizia secondo cui la Fiorentina sarebbe in vendita. “Sulla reimages (1)alizzazione del nuovo stadio – aggiunge Nardella – il Comune andrà avanti senza se e senza ma”.

“Il momento non è dei più semplici, me ne rendo benissimo conto. Veniamo da una stagione che non ha soddisfatto le aspettative dei tifosi né quelle della proprietà. Invito però tutti gli attori di questa partita, tifoseria e proprietà, a mantenere calma e sangue freddo perché si sta parlando della Fiorentina. Uno dei beni più preziosi di questa città”. Lo ha detto Andrea Vannucci, assessore allo Sport del Comune di Firenze, in merito al comunicato diffuso dall’Acf Fiorentina

Un compratore, per ora, non c’è e resta da capire quanta sia reale la voglia di vendere la Fiorentine da parte dei Della Valle e quanta, invece, sia la quota di provocazione in risposta a quella parte di tifoseria che da mesi contesta i Della Valle per la gestione della società viola, con una squadra che nelle ultime sessioni di mercato, di volta in volta, ha venduto i suoi migliori giocatori. Come dire: noi Della Valle siamo questi, gestiamo così la società, piaccia o non piaccia. Altrimenti si faccia avanti qualcun altro. E qui c’è l’altro passaggio importante del lungo comunicato della società viola: i Della Valle hanno puntato il dito verso i ”fiorentini veri”. Quelli di una certa imprenditoria che, secondo sempre la proprietà viola, non si sono mai avvicinati alla società gigliata anche per sostenere i proprietari marchigiani.

imagesUna decisione, quella dell’ufficializzazione della messa in vendita e di essere pronti dunque ad un passaggio di mano, che arriva dopo che da anni Diego Della Valle si è ”allontanato” dalla Fiorentina e di recente il fratello Andrea Della Valle ha annunciato, proprio di fronte alla protesta di una parte della tifoseria viola, un ”passo indietro”, lasciando nelle mani del presidente Cognigni, del vicepresidente Salica, del direttore generale Corvino la gestione della società. In tutta questa situazione c’è poi la posizione del Comune di Firenze e la questione della costruzione del nuovo stadio. Il sindaco ha assicurato che il progetto nuovo stadio andrà avanti “senza se e senza ma”, certo che in questa vicenda la posizione delle istituzioni avrà un ruolo fondamentale anche in vista della stagione della Fiorentina che inizierà tra nove giorni con le visite mediche e i primi allenamenti e che per adesso pare non partire nel modo migliore.

Intervista di R. Palumbo al sociologo Pippo Russo

 pippo russo - Bellavista - 27 06 17

The post FIORENTINA IN VENDITA: SINDACO, ‘USARE TESTA E NON PANCIA. SU NUOVO STADIO AVANTI SENZA SE E MA” appeared first on Controradio.

FIORENTINA QUERELA ROBERTO CAVALLI

fiorentinaCalcio: Fiorentina; Club viola querela Risposta all’attacco dello stilista contro proprietà e società

La Fiorentina ha deciso di querelare lo stilista Roberto Cavalli dopo l’ultimo attacco rivolto ai Della Valle e alla dirigenza, a partire dal dg dell’area tecnica Pantaleo Corvino. Il club viola, ritenendo tali dichiarazioni ”volgari e diffamatorie” ha incaricato i propri legali di presentare immediata querela per diffamazione contro Cavalli al fine di tutelare la proprietà e la società nelle sedi più opportune.

Lo stilista attraverso il proprio profilo Instagram aveva lanciato due giorni fa dure critiche all’operato dei Della Valle. E non è stata la prima volta: già in un recente passato non sono mancati botta e risposta fra lo stesso Cavalli e i proprietari viola.

Nuovo striscione di protesta invece ieri dei tifosi della Fiorentina, questa volta contro i Della Valle. Sui cancelli dello stadio Franchi  è stato esposto un lenzuolo bianco con scritto ”Vendereste anche i’ fumo delle candele DV vattene”. Il clima si sta infiammando per le continue voci di mercato riguardanti le cessioni di Borja Valero all’Inter e Barnerdeschi alla Juve, nonché Kalinic al Milan.

The post FIORENTINA QUERELA ROBERTO CAVALLI appeared first on Controradio.

CAPPELLE DEL COMMIATO, FOLLA MILITANTI PER L’ULTIMO SALUTO A ‘MAO’

Mao Cappelle del Commiato ultimo saluto

Presenti familiari, tra cui assessore Funaro, Pape Diaw e Ornella De Zordo per rendere l’estremo saluto a leader del Movimento di lotta per la casa. Sulla bara una bandiera rossa e la maglia della Fiorentina.

Una folla di militanti e simpatizzanti del Movimento di lotta per la casa di Firenze si è recata oggi alle cappelle del commiato per salutare Lorenzo Bargellini, storico leader del Movimento, scomparso domenica scorsa all’età di 58 anni. Presenti per tutta la giornata i familiari di Bargellini, tra cui l’assessore del Comune di Firenze Sara Funaro.

Tra le persone arrivate per portare l’estremo saluto, l’ex consigliera comunale Ornella De Zordo e il senegalese Pape Diaw, figura di riferimento per i suoi connazionali e già consigliere comunale di Rifondazione. In molti hanno lasciato fiori e oggetti sulla bara di Bargellini, a testimonianza della sua attività politica e della sua passione per la Fiorentina. Una bandiera rossa con la scritta ‘Hasta la victoria siempre’, una maglietta dell’ex attaccante viola Gabriel Omar Batistuta, una sciarpa della Fiorentina, e anche un volume dedicato alle lotte di piazza a Firenze negli anni ’70.

Per ricordare Bargellini il Movimento di lotta per la casa ha annunciato un corteo che partirà domani alle 17 da piazza San Marco e sfilerà per le vie del centro fino a raggiungere la zona di piazza Santa Croce. I familiari hanno fatto sapere che Bargellini sarà poi cremato, e le sue ceneri sparse in Arno sotto il Ponte all’Indiano.

The post CAPPELLE DEL COMMIATO, FOLLA MILITANTI PER L’ULTIMO SALUTO A ‘MAO’ appeared first on Controradio.

CAPPELLE DEL COMMIATO, FOLLA MILITANTI PER L’ULTIMO SALUTO A ‘MAO’

Mao Cappelle del Commiato ultimo saluto

Presenti familiari, tra cui assessore Funaro, Pape Diaw e Ornella De Zordo per rendere l’estremo saluto a leader del Movimento di lotta per la casa. Sulla bara una bandiera rossa e la maglia della Fiorentina.

Una folla di militanti e simpatizzanti del Movimento di lotta per la casa di Firenze si è recata oggi alle cappelle del commiato per salutare Lorenzo Bargellini, storico leader del Movimento, scomparso domenica scorsa all’età di 58 anni. Presenti per tutta la giornata i familiari di Bargellini, tra cui l’assessore del Comune di Firenze Sara Funaro.

Tra le persone arrivate per portare l’estremo saluto, l’ex consigliera comunale Ornella De Zordo e il senegalese Pape Diaw, figura di riferimento per i suoi connazionali e già consigliere comunale di Rifondazione. In molti hanno lasciato fiori e oggetti sulla bara di Bargellini, a testimonianza della sua attività politica e della sua passione per la Fiorentina. Una bandiera rossa con la scritta ‘Hasta la victoria siempre’, una maglietta dell’ex attaccante viola Gabriel Omar Batistuta, una sciarpa della Fiorentina, e anche un volume dedicato alle lotte di piazza a Firenze negli anni ’70.

Per ricordare Bargellini il Movimento di lotta per la casa ha annunciato un corteo che partirà domani alle 17 da piazza San Marco e sfilerà per le vie del centro fino a raggiungere la zona di piazza Santa Croce. I familiari hanno fatto sapere che Bargellini sarà poi cremato, e le sue ceneri sparse in Arno sotto il Ponte all’Indiano.

The post CAPPELLE DEL COMMIATO, FOLLA MILITANTI PER L’ULTIMO SALUTO A ‘MAO’ appeared first on Controradio.