Fiorentina-Inter: Renzi scherza, “Delrio via da Franchi, Viola pareggiano”

Fiorentina-Inter: Renzi scherza, “Delrio via da Franchi, Viola pareggiano”

“Con mio fratello Graziano Delrio, tifoso interista, allo stadio Artemio Franchi. Appena lui ha lasciato lo stadio, noi abbiamo pareggiato con Simeone. Prossima volta meglio se non viene direttamente”. Così il segretario del Pd Matteo Renzi su instagram, postando una foto con Delrio.

 

“Mi tengo strettissime le prestazioni della squadra, sono state molto importanti Non mi
piacciono i risultati, stasera dovevamo sbloccarla noi e meritavamo per il volume di gioco creato. Abbiamo pagato alla prima disattenzione ma il fatto di aver reagito e lottato fino
alla fine è un gran segnale. Abbiamo raccolto poco però inqueste due partite (Milan e Inter negli ultimi cinque giorni). Siamo comunque cresciuti tanto. Abbiamo creato tantissime
situazioni offensive, contro avversari che di solito concedono poco. Ci alleniamo per essere più precisi e completi, è il tassello che ci manca per vincere queste partite. Abbiamo
concluso più di loro, vuol dire che la costruzione c’è stata così come l’occupazione dell’area avversaria”. Così Stefano Pioli ha commentato il pareggio della Sua Fiorentina al Franchi
contro l’Inter. Un pari che sta stretto ai viola per la mole di gioco e di occasioni da gol create: “Il nostro è un calcio fatto di sacrifici. Giochiamo a questi livelli proprio perché tutti ci sacrifichiamo. Al termine di queste partite bisogna guardare le occasioni create e siamo stati superiori a squadre più grandi di noi – ha sottolineato l’allenatore dei gigliati -. Il tassello che ci manca è la precisione sotto porta”.

Poi, ancora sulla gara: “Abbiamo gestito bene la gara e ci siamo procurati gli spazi per creare davvero tanto. La squadra sta bene, abbiamo pagato un po” le tre gare in una settimana. Oggi abbiamo speso tutto e dato tutto, sono contento che arrivi la sosta per riposare. Nel girone di ritorno dobbiamo pedalare forte perché vogliamo fare meglio del girone d’andata”. Un solo errore da parte della Fiorentina, quello sul gol di Icardi: “Sapevamo che era il punto di riferimento e doveva esserlo anche per noi in fase difensiva. Abbiamo commesso un errore in fase difensiva e lui ci ha puniti. Abbiamo subito poco ma è bastata una disattenzione per cambiare la partita. Quell’errore ci ha  impedito di vincere la gara. La nostra è stata una prestazione di ottimo spessore”.

Protagonista del pareggio viola l’argentino Simeone che nel recupero ha sfruttato al meglio l’assist di Eysseric: “Abbiamo cercato sempre di fare gol, a vincere. Credo
che dobbiamo continuare così, perché dobbiamo crederci sempre. Questo ci aiuta a crescere. Due punti persi? Credo di si. E’ un pareggio bello perché maturato alla fine però noi vogliamo vincere sempre. Ti mancava il gol all’Inter? Credo che il
sacrificio vale lo sforzo – ha detto Simeone a fine gara -. E’ da un anno che sono lontano dalla famiglia e dagli amici e questo mi ripaga. Obiettivi? Non ci poniamo limiti, dobbiamo
crescere e crederci sempre. Oggi abbiamo fatto come con la Lazio, abbiamo ottenuto quel gol che ci meritavamo. La Seleccion? Resta un sogno. Devo fare bene qua per arrivare in
nazionale”.

L'articolo Fiorentina-Inter: Renzi scherza, “Delrio via da Franchi, Viola pareggiano” proviene da www.controradio.it.

Comune e Fiorentina: obbiettivo stadio 2021

Comune e Fiorentina: obbiettivo stadio 2021

Lo ha detto il sindaco Dario Nardella parlando dell’obbiettivo per la costruzione di un nuovo stadio a Firenze da parte della Fiorentina.

Oggi il sindaco Nardella ha parlato dell’obbiettivo che palazzo Vecchio e la Forentina si sono posti per la realizzazione della nuova struttura: “Io credo che sia la Fiorentina che il Comune di Firenze debbano fare ciascuna la propria parte ‘in parallelo’, con l’obiettivo condiviso di arrivare entro il 2021 alla realizzazione di un nuovo stadio a Firenze”.

Quanto alla proroga che il Comune potrebbe concedere alla Fiorentina per la presentazione del progetto definitivo del nuovo stadio, “i tecnici sono al lavoro – ha aggiunto – si tratta di materiale molto voluminoso, e questa è una buona notizia perché la Fiorentina ha rispettato il termine del 31 dicembre per consegnare l’integrazione alla documentazione sul progetto”.
“Ora proprio i tecnici del Comune ci dovranno far sapere a che stato di avanzamento è arrivata la progettazione dello stadio, e in base a quello valuteremo se e quanto tempo in più darci per il progetto finale da consegnare. Ma fino a quando non saranno viste completamente le carte consegnate non possiamo conoscere lo stato di avanzamento del progetto”.

L'articolo Comune e Fiorentina: obbiettivo stadio 2021 proviene da www.controradio.it.

Fiorentina: Pioli ‘studia’ milanesi, allarme attacco

Fiorentina: Pioli ‘studia’ milanesi, allarme attacco

Svanita la Coppa Italia con la sconfitta di misura rimediata ieri sera all’Olimpico contro la Lazio, la Fiorentina torna a tuffarsi in campionato. Pioli confida che i propri attaccanti ritrovino la vena realizzativa.

La delusione per l’eliminazione subita ieri è forte anche se nel clan viola c’è consapevolezza che questa stagione, per i tanti cambiamenti varati in estate, deve servire prima di tutto a far crescere l’attuale nuovo gruppo e gettare le basi per un futuro migliore come auspicano i tifosi ed il tecnico Pioli.

Intanto Pioli studierà da vicino Milan e Inter impegnate questa sera nel derby di coppa: le due squadre milanesi saranno le prossime avversarie al Franchi prima della sosta invernale, i rossoneri sabato alle 12,30, i nerazzurri venerdì 5 gennaio alle 20,45.

Il tecnico viola confida di ritrovare quanto prima i gol dei propri attaccanti titolari: l’ultimo di Giovanni Simeone risale al 3 dicembre con il Sassuolo, l’ultimo di Thereau addirittura al 22 ottobre a Benevento. L’unico attaccante di ruolo andato a segno di recente è stato Babacar, decisivo con la sua rete nella vittoria conquistata venerdì scorso a Cagliari.

Non è un caso quindi che nelle ultime quattro gare, compresa quella di ieri in coppa, la Fiorentina abbia realizzato appena un gol. Di qui la necessità di Pioli di rendere più incisiva e concreta la propria squadra per riscattare l’uscita dalla coppa e soprattutto provare a restare competitivi in campionato.

L'articolo Fiorentina: Pioli ‘studia’ milanesi, allarme attacco proviene da www.controradio.it.

Vittorio Cecchi Gori, si sta riprendendo

Vittorio Cecchi Gori, si sta riprendendo

Roma, sarebbero in miglioramento le condizioni di Vittorio Cecchi Gori, ricoverato per ischemia e problemi cardiovascolari al Policlinico Gemelli.

Lo ha riferito all’Ansa l’ex moglie Rita Rusic che, con i figli Mario e Vittoria arrivati da Miami, è andata direttamente all’ospedale trovando l’ex produttore Vittorio Cecchi Gori “cosciente, vigile, ovviamente provato”.

“Si è emozionato e commosso vedendoci, ma il professore che lo sta seguendo ci ha detto che tra due giorni potrebbe uscire dalla rianimazione se tutto procede al meglio”, ha aggiunto la Rusic.

Intanto Giancarlo Antognoni, ex campione della Fiorentina e della Nazionale, e attuale general manager della società viola, sabato mattina si è temporaneamente allontanato dal ritiro della squadra per andare in visita al Policlinico Gemelli di Roma dove è ricoverato Cecchi Gori.

“Sì, sono andato in ospedale per esprimere la mia vicinanza al mio amico Vittorio, che è stato mio presidente dal 1990 al 2000”, ha detto Giancarlo Antognoni senza voler aggiungere altro “per rispetto della privacy e della famiglia”.

Antognoni non ha potuto avvicinare Cecchi Gori, ricoverato nel reparto di rianimazione, ma si è trattenuto in ospedale un certo tempo, poi è rientrato con la squadra a poche ore dalla partita di Coppa Italia con la Lazio.

L'articolo Vittorio Cecchi Gori, si sta riprendendo proviene da www.controradio.it.

Vittorio Cecchi Gori in rianimazione al Gemelli

Vittorio Cecchi Gori in rianimazione al Gemelli

Roma, Vittorio Cecchi Gori, produttore ed ex presidente della Fiorentina, ricoverato in prognosi riservata in rianimazione al policlinico Gemelli, è giunto in ospedale a causa di una ischemia cerebrale.

In conseguenza di questa condizione si sarebbero verificati, anche alcuni problemi cardiaci e, si è appreso, che le condizioni di Vittorio Cecchi Gori sono al momento serie ma stabili.

I figli Mario e Vittoria Cecchi Gori con la madre Rita Rusic, ex moglie di Cecchi Gori, sono in partenza da Miami per Roma dove arriveranno domani in tarda mattinata.

I figli chiedono il massimo riserbo per la privacy per le condizioni di salute del padre.

L'articolo Vittorio Cecchi Gori in rianimazione al Gemelli proviene da www.controradio.it.