Ciclismo: Museo Resistenza nega presentazione libro su Magni

Ciclismo: Museo Resistenza nega presentazione libro su Magni

Polemica a Prato,il Museo nega la presentazione del libro sul ciclista Magni in cui l’autore del volume “Il Leone delle Fiandre” parla di censura

Il museo della Deportazione e della Resistenza di Figline di Prato ha rifiutato di tenere nella sua sede la presentazione di un libro sul grande campione di ciclismo Fiorenzo Magni (1920-2012), il ‘Leone delle Fiandre’, il ‘terzo uomo’ fra Coppi e Bartali, scritto dal professor Walter Bernardi, il quale parla di “censura” e accusa il museo di voler calare il “silenzio assoluto” su Magni, che nel secondo conflitto mondiale mantenne simpatie per il fascismo.

La polemica emerge oggi dai quotidiani La Nazione e Il Tirreno nelle edizioni locali.
In un primo momento il cda del museo, in una seduta che aveva qualche assente, aveva dato l’approvazione ad ospitare l’incontro dedicato al volume ‘Il caso Fiorenzo Magni. L’uomo e il campione dell’Italia divisa’. Ma poi, riunendosi di nuovo in seduta plenaria, il consiglio del museo ha cambiato idea negando la presentazione del libro. L’iniziativa doveva rientrare tra gli eventi di una rassegna culturale di Prato in più sedi.

Secondo Bernardi è stata annullata dal museo “per ragioni, come dire, politiche per evitare polemiche, strumentalizzazioni, ma è un libro di storia, scritto da un professore universitario senza nessun filtro ideologico o politico, su documenti di archivio mai studiati prima”.
Tra i documenti anche quelli sulla battaglia di Valibona, lo scontro fra gruppi partigiani e bande fasciste e successivi fatti di sangue, per cui Magni nel Dopoguerra venne processato con l’accusa di avervi partecipato. Poi Magni venne assolto, anche grazie alla testimonianza dell’ex ct della Nazionale Alfredo Martini, che era stato partigiano, e che al processo lo difese e lo scagionò da accuse sanguinose.

“A Prato e Vaiano, in sedi istituzionali, si dice che di Magni non si doveva parlare – sostiene ancora Bernardi – A me sa molto di censura”.

L'articolo Ciclismo: Museo Resistenza nega presentazione libro su Magni proviene da www.controradio.it.

Ciclismo: Museo Resistenza nega presentazione libro su Magni

Ciclismo: Museo Resistenza nega presentazione libro su Magni

Polemica a Prato,il Museo nega la presentazione del libro sul ciclista Magni in cui l’autore del volume “Il Leone delle Fiandre” parla di censura

Il museo della Deportazione e della Resistenza di Figline di Prato ha rifiutato di tenere nella sua sede la presentazione di un libro sul grande campione di ciclismo Fiorenzo Magni (1920-2012), il ‘Leone delle Fiandre’, il ‘terzo uomo’ fra Coppi e Bartali, scritto dal professor Walter Bernardi, il quale parla di “censura” e accusa il museo di voler calare il “silenzio assoluto” su Magni, che nel secondo conflitto mondiale mantenne simpatie per il fascismo.

La polemica emerge oggi dai quotidiani La Nazione e Il Tirreno nelle edizioni locali.
In un primo momento il cda del museo, in una seduta che aveva qualche assente, aveva dato l’approvazione ad ospitare l’incontro dedicato al volume ‘Il caso Fiorenzo Magni. L’uomo e il campione dell’Italia divisa’. Ma poi, riunendosi di nuovo in seduta plenaria, il consiglio del museo ha cambiato idea negando la presentazione del libro. L’iniziativa doveva rientrare tra gli eventi di una rassegna culturale di Prato in più sedi.

Secondo Bernardi è stata annullata dal museo “per ragioni, come dire, politiche per evitare polemiche, strumentalizzazioni, ma è un libro di storia, scritto da un professore universitario senza nessun filtro ideologico o politico, su documenti di archivio mai studiati prima”.
Tra i documenti anche quelli sulla battaglia di Valibona, lo scontro fra gruppi partigiani e bande fasciste e successivi fatti di sangue, per cui Magni nel Dopoguerra venne processato con l’accusa di avervi partecipato. Poi Magni venne assolto, anche grazie alla testimonianza dell’ex ct della Nazionale Alfredo Martini, che era stato partigiano, e che al processo lo difese e lo scagionò da accuse sanguinose.

“A Prato e Vaiano, in sedi istituzionali, si dice che di Magni non si doveva parlare – sostiene ancora Bernardi – A me sa molto di censura”.

L'articolo Ciclismo: Museo Resistenza nega presentazione libro su Magni proviene da www.controradio.it.