Firenze marathon, vince Bahrein Gelelchu. Omaggio ad Astori

Firenze marathon, vince Bahrein Gelelchu. Omaggio ad Astori

E’ Abdi Ali Gelelchu del Bahrein il vincitore della 35/a Firenze marathon, corsa stamani sotto una pioggia incessante nel capoluogo toscano.

L’atleta ha finito la gara in 2 ore, 11 minuti e 32 secondi, tagliando il traguardo in piazza Duomo davanti al marocchino Hicham Boufars (2h12’16”) e al keniano Gilbert Kirwa (2h13’08”). Tra le donne ha vinto l’israeliana Lonah Chemtai Salpeter, campionessa europea sui 10mila metri su pista a Berlino lo scorso agosto, che con un tempo di 2 ore, 24 minuti e 17 secondi ha fatto il nuovo record femminile alla Firenze marathon e uno dei crono più veloci di sempre in Italia. Completano il podio femminile la keniana
Caroline Chepwony in 2h30’46” e Clementine Mukandanga, del Rwanda, con 2h30’59”. Christian Giannini ha vinto infine la gara riservata alle handy bike in 1 ora, 21 minuti e 20 secondi.  Gli iscritti alla corsa 2018 sono stati 9.400 provenienti da
80 paesi. Quest’anno il 13 km del percorso è stato dedicato al capitano della Fiorentina Davide Astori scomparso il 4 marzo scorso (13 era il numero della sua maglia): posizionato un cartellone in ricordo del giocatore accanto al quale stamani si erano radunati i genitori, una delegazione della Fiorentina womens, il vicepresidente della società viola Gino Salica e l’assessore allo sport di Firenze Andrea Vannucci. Alla partenza della maratona, in piazza Duomo, c’era anche il sindaco Dario Nardella che ha fatto da starter.

L'articolo Firenze marathon, vince Bahrein Gelelchu. Omaggio ad Astori proviene da www.controradio.it.

Firenze marathon, vince Bahrein Gelelchu. Omaggio ad Astori

Firenze marathon, vince Bahrein Gelelchu. Omaggio ad Astori

E’ Abdi Ali Gelelchu del Bahrein il vincitore della 35/a Firenze marathon, corsa stamani sotto una pioggia incessante nel capoluogo toscano.

L’atleta ha finito la gara in 2 ore, 11 minuti e 32 secondi, tagliando il traguardo in piazza Duomo davanti al marocchino Hicham Boufars (2h12’16”) e al keniano Gilbert Kirwa (2h13’08”). Tra le donne ha vinto l’israeliana Lonah Chemtai Salpeter, campionessa europea sui 10mila metri su pista a Berlino lo scorso agosto, che con un tempo di 2 ore, 24 minuti e 17 secondi ha fatto il nuovo record femminile alla Firenze marathon e uno dei crono più veloci di sempre in Italia. Completano il podio femminile la keniana
Caroline Chepwony in 2h30’46” e Clementine Mukandanga, del Rwanda, con 2h30’59”. Christian Giannini ha vinto infine la gara riservata alle handy bike in 1 ora, 21 minuti e 20 secondi.  Gli iscritti alla corsa 2018 sono stati 9.400 provenienti da
80 paesi. Quest’anno il 13 km del percorso è stato dedicato al capitano della Fiorentina Davide Astori scomparso il 4 marzo scorso (13 era il numero della sua maglia): posizionato un cartellone in ricordo del giocatore accanto al quale stamani si erano radunati i genitori, una delegazione della Fiorentina womens, il vicepresidente della società viola Gino Salica e l’assessore allo sport di Firenze Andrea Vannucci. Alla partenza della maratona, in piazza Duomo, c’era anche il sindaco Dario Nardella che ha fatto da starter.

L'articolo Firenze marathon, vince Bahrein Gelelchu. Omaggio ad Astori proviene da www.controradio.it.

Firenze Marathon: 9mila iscritti alla 35a edizione

Firenze Marathon: 9mila iscritti alla 35a edizione

Sono 8.939 i maratoneti iscritti alla 35esima edizione della Firenze Marathon che si svolge oggi 25 novembre con partenza e arrivo in piazza Duomo.

La principale novità è lo spostamento del Marathon Expo (per ritirare i pettorali e fare le ultime iscrizioni) da Campo di Marte alla stazione Leopolda. Le altre novità sono la staffetta benefica (sabato 24), la dedica del 13 chilometro di gara a Davide Astori, un omaggio a Nelson Mandela nei 100 anni dalla nascita e la Ginky family run per le famiglie (sabato alle 15). In particolare, gli iscritti sono 7.025 uomini e 1.914 donne, 2.536 gli stranieri da 80 Paesi.

“Questa manifestazione – ha commentato l’assessore comunale allo Sport Andrea Vannucci – ha trovato una collocazione fissa nel calendario, l’ultima domenica di novembre, perché ormai la maratona fa parte del dna della città di Firenze”. Saranno inoltre 2.500 i volontari lungo il percorso. L’evento, ha spiegato l’assessore, “nasce da un impegno collettivo, sono migliaia le persone che collaborano per garantire agli atleti le migliori condizioni per svolgere la propria prestazione” e “uno sforzo immane che tutto il Comune di Firenze fa con il sorriso perchè sa che questo ha un impatto positivo sul territorio”.

“Quest’anno vogliamo dare un’immagine rinnovata e importante alla Firenze marathon – ha aggiunto Giancarlo Romiti, presidente del comitato organizzatore – lo spostamento dell’expo è stato fatto perchè contiamo di dare un’immagine della città di Firenze che vuole guardare avanti con ambizioni importanti.”

L'articolo Firenze Marathon: 9mila iscritti alla 35a edizione proviene da www.controradio.it.

Firenze Marathon, omaggio ad Astori a km 13

Firenze Marathon, omaggio ad Astori a km 13

La corsa che attraverserà la città dedicherà un pensiero speciale al capitano della Fiorentina tragicamente scomparso a marzo. Appuntamento domenica 25 novembre. Si punta al record di diecimila iscritti.

Si parte in piazza Duomo, poi si va verso i viali di circonvallazione: viale Matteotti, piazza della Libertà, poi  Porta al Prato per proseguire in direzione Cascine. Un doppio anello all’interno del parco per poi attraversare Ponte alla Vittoria e da quel punto percorrere l’Oltrarno fino a Ponte Vecchio. Dopo Ponte alle Grazie si raggiungerà Santa Croce per il traguardo di metà gara.
Dalla piazza si torna sui lungarni e poi verso Campo di Marte, fino allo Stadio Franchi e passaggio all’interno del Firenze Marathon Stadium prima del ritorno in centro per l’ultimo anello nel cuore della città, Arrivo in piazza Duomo. Il tutto senza dislivelli, come previsto dalle regole IAAF.
Oltre alla maratona tradizionale, anche la Ginky Family Run: tre chilometri di corsa non competitiva riservata ai ragazzi e alle loro famiglie in programma sabato 24 novembre alle ore 15, alle Cascine. Domenica 25 novembre, inoltre, è in programma anche la “Marathonabile”: una corsa su handy bike che nasce con l’obiettivo di promuovere e valorizzare lo sport senza barriere.
La medaglia dell’edizione 2018 è stata disegnata da Clet Abraham, l’artista francese noto semplicemente come “Clet” che da molti anni vive e lavora a Firenze, famoso per le sue riletture o “manomissioni” dei cartelli stradali. Per realizzare la medaglia, Clet ha utilizzato il tratto stilizzato della segnaletica stradale per celebrare l’Uomo vitruviano di Leonardo Da Vinci, raffigurando in modo dinamico il classico “omino” dei cartelli nel gesto della corsa.
Il presidente della commissione Cultura e Sport Maria Federica Giuliani ha detto, a margine della conferenza stampa di presentazione: “La Maratona di Firenze è cresciuta tanto e questa trentacinquesima edizione si arricchisce non solo di cultura e di sport ma anche di una memoria preziosa per tutta la città. Il Comune non poteva mancare e tutta Firenze partecipa al ricordo, ancora una volta, del capitano che tutti portiamo nel cuore.”
“Il chilometro 13 della Maratona di Firenze – conclude la presidente Giuliani – diventerà viola per ricordare Davide Astori.”
“Sappiamo quanto sia forte il legame tra Firenze e la Fiorentina – ha detto il vice presidente del club viola, Gino Salica – il nostro coinvolgimento in questa manifestazione si inserisce nel percorso che già da tempo ci vede partecipare a diverse iniziative con la città.”
“Il principale intento – ha spiegato Salica – è quello di ricordare Davide con gioia come avrebbe voluto lui e come fa piacere a noi, alla famiglia e ai compagni. Parteciperemo anche come Fondazione, per sostenere chi ne ha bisogno.”
“Speriamo di coinvolgere anche più di tre glorie viola per l’evento. Davide – ha concluso il vice presidente – era un grande atleta e uomo di sport ed è giusto onorarlo anche così”.

L'articolo Firenze Marathon, omaggio ad Astori a km 13 proviene da www.controradio.it.