Firenze, violenza sessuale: adulto baciò 14enne in giardini, denunciato

Firenze, violenza sessuale: adulto baciò 14enne in giardini, denunciato

In meno di un mese i carabinieri di Firenze hanno individuato l’adulto di 31 anni, che il 19 ottobre scorso agganciò una ragazzina di 14 anni mentre rincasava da scuola, le offrì birra e sigarette, ma nonostante i suoi rifiuti la seguì, la prese per mano fino a condurla in giardini pubblici baciandola contro la sua volontà.

La 14enne chiamò la madre e scattarono le indagini. Ora i carabinieri di Firenze hanno scoperto e denunciato il molestatore della giovanissima. Si tratta di un pakistano, regolare in Italia perché ha un permesso di soggiorno per protezione internazionale umanitaria. L’accusa è di tentata violenza sessuale.

Dopo l’allarme la madre denunciò l’aggressione alla stazione dei carabinieri di Peretola. La figlia venne abbordata dallo straniero appena scese dal treno, alla stazione ferroviaria delle Piagge, mentre percorreva un sottopasso. Qui, il soggetto cominciò ad importunarla. Dopo averla presa per mano, l’aveva condotta nei giardini di via Lazio e aveva tentato di baciarla desistendo poi di fronte al rifiuto e alla successiva reazione della minore.

La ragazza aveva mandato sms alla mamma già nelle prime fasi dell’approccio da parte dello sconosciuto. Pazienti perlustrazioni del territorio – la periferia nord di Firenze – hanno consentito stamani all’Arma dei carabinieri di identificare il soggetto in via de’ Cattani, nei pressi di Brozzi, l’abitato in uscita da Firenze sulla via Pistoiese dopo Peretola e le Piagge.

L'articolo Firenze, violenza sessuale: adulto baciò 14enne in giardini, denunciato proviene da www.controradio.it.

Firenze, airbnb: gli affitti brevi non crescono più

Firenze, airbnb: gli affitti brevi non crescono più

Dopo 10 anni di incremento, il mercato degli affitti turistici tramite airbnb, a Firenze, segna una tendenza di saturazione rispetto al boom del passato, a comunicarlo la società di anilisi di Big data, Airdna. La società fa sapere, i prezzi non crescono più e il fenomeno smetterà di crescere.

Dall’anilisi di Airdna è emerso che il rapporto tra le offerte, le inserzioni disponibili e il prezzo (o meglio l’entrata per intero appartamento) sta cambiando. In pratica – fanno sapere gli analisti – se le inserzioni salgono del 22%, le entrate per camera salgono del solo 4 nello stesso periodo: questo dimostra che il mercato fiorentino e toscano sta mostrando segni di saturazione.

I dati sono Toscani, ma come ormai è noto oltre 10mila dei 48mila appartamenti su Airbnb sono nel capoluogo.

“La saturazione che registriamo – continuano sempre gli analisti di Airdna – è nel mercato degli affitti a breve termine, non è certo il mercato immobiliare che si sta saturando di affitti a breve termine.” La conferma a questo potrebbe arrivare dagli albergatori, che vedono una tendenza diversa. Infatti, nel periodo natalizioregistrano un incremento delle prenotazioni negli hotel.

Non resta che capire se la spinta del turismo globale, di cui hanno beneificiato molti degli Airbnb, andrà avanti e quanto. Se davvero il mercato per gli affitti brevi è saturo o si tratta solo di un inciampo. Dalla sede italiana di Airbnb non ci sono reazioni particolarmente preoccupate riguardo questa nuova tendenza. anche erchè le loro prenotazioni aumentano: da 72mila a 78mila arrivi, un 8%  lontano comunque rispetto alle percentuali di aumento annue del 30 registrate finora.

 

L'articolo Firenze, airbnb: gli affitti brevi non crescono più proviene da www.controradio.it.

Sono 430.000 gli stranieri presenti in Toscana

Sono 430.000 gli stranieri presenti in Toscana

Firenze, le cifre su presenza e ruolo degli stranieri in Toscana sono state rese note mattina nel corso del convegno che si è svolto sabato presso la Facoltà di architettura e nel complesso delle Murate a Firenze, organizzato da Regione e Anci Toscana e dedicato a “Mediazione interculturale e cittadini migranti: una nuova figura professionale per una società in trasformazione”.

Sono quindi poco più di 430.000 i cittadini stranieri presenti in Toscana, mentre i richiedenti asilo e rifugiati sono circa 20.000, ovvero il 3 per mille dell’intera popolazione residente.

Se i 20.000 nuovi arrivati rappresentano soltanto il 3 per mille dell’intera popolazione, sono 90.000 gli stranieri che lavorano in aziende attive in Toscana. E oltre 30.000 sono quelli che si sono rivolti ad uno dei numerosi Centri per l’impiego, nell’intento di trovare un lavoro.

I datori di lavoro non italiani in Toscana sono almento 37.000. Tante sono infatti le aziende attive in regione che hanno uno straniero ocome titolare.

Sul fronte dell’utilizzo dei servizi, 55.000 bambini e giovani frequentano le scuole toscane di ogni ordine e grado e sono oltre 33.000 ogni anno gli stranieri che fanno ricorso alle strutture del servizio sanitario regionale.

Si calcola poi che i lavoratori domestici stranieri (colf, badanti, ecc.) siano circa 57.000.

Sono alcune delle cifre contenute nel “Libro bianco sull’accoglienza” edito dalla Regione Toscana e disponibile a questo indirizzo: http://open.toscana.it/documents/438246/0/Libro+bianco+sulle+politiche+di+accoglienza+-+Toscana/716ad290-91f8-4ff4-b36e-560af276bd8d

 

L'articolo Sono 430.000 gli stranieri presenti in Toscana proviene da www.controradio.it.

Sono 430.000 gli stranieri presenti in Toscana

Sono 430.000 gli stranieri presenti in Toscana

Firenze, le cifre su presenza e ruolo degli stranieri in Toscana sono state rese note mattina nel corso del convegno che si è svolto sabato presso la Facoltà di architettura e nel complesso delle Murate a Firenze, organizzato da Regione e Anci Toscana e dedicato a “Mediazione interculturale e cittadini migranti: una nuova figura professionale per una società in trasformazione”.

Sono quindi poco più di 430.000 i cittadini stranieri presenti in Toscana, mentre i richiedenti asilo e rifugiati sono circa 20.000, ovvero il 3 per mille dell’intera popolazione residente.

Se i 20.000 nuovi arrivati rappresentano soltanto il 3 per mille dell’intera popolazione, sono 90.000 gli stranieri che lavorano in aziende attive in Toscana. E oltre 30.000 sono quelli che si sono rivolti ad uno dei numerosi Centri per l’impiego, nell’intento di trovare un lavoro.

I datori di lavoro non italiani in Toscana sono almento 37.000. Tante sono infatti le aziende attive in regione che hanno uno straniero ocome titolare.

Sul fronte dell’utilizzo dei servizi, 55.000 bambini e giovani frequentano le scuole toscane di ogni ordine e grado e sono oltre 33.000 ogni anno gli stranieri che fanno ricorso alle strutture del servizio sanitario regionale.

Si calcola poi che i lavoratori domestici stranieri (colf, badanti, ecc.) siano circa 57.000.

Sono alcune delle cifre contenute nel “Libro bianco sull’accoglienza” edito dalla Regione Toscana e disponibile a questo indirizzo: http://open.toscana.it/documents/438246/0/Libro+bianco+sulle+politiche+di+accoglienza+-+Toscana/716ad290-91f8-4ff4-b36e-560af276bd8d

 

L'articolo Sono 430.000 gli stranieri presenti in Toscana proviene da www.controradio.it.

Oggi nuvoloso ma da domani Estate di San Martino

Oggi nuvoloso ma da domani Estate di San Martino

Firenze, cielo in prevalenza nuvoloso con precipitazioni sulle province di nord-ovest e in maniera più sparse sulle restanti province centro-settentrionali nella prima parte della giornata di domenica 11 novembre, giorno di San Martino, con possibili locali rovesci o isolati temporali, ma da lunedì, come vuole la tradizione, avremo l’Estate di San Martino’ con tempo stabile e temperature miti.

Da lunedì infatti ci dovrebbe essere il ritorno dell’anticiclone sub-tropicale, che nel rispetto della tradizione, dovrebbe portare sull’Italia la cosiddetta ‘Estate di San Martino’.

Secondo la leggenda infatti, nel periodo intorno all’11 novembre, giorno in cui si celebra in tutta Italia San Martino di Tours, si dovrebbe godere di una fase stabile del meteo, con temperature molto miti dopo le prime gelate autunnali, anche se, c’è da dire, che quest’anno di gelate non ce ne sono state.

Quest’anno, se le previsioni si avvereranno, la tradizione dovrebbe essere rispettata, con condizioni meteo prevalentemente stabili, ma soprattutto con temperature massime sulla Toscana oltre i 18-20 gradi.

La tradizione cristiana racconta che un soldato dell’impero romano, di nome Martino, durante una ronda notturna nell’inverno dell’anno 335, divise a metà con la spada il suo mantello per coprire un intirizzito mercante seminudo.

Sempre secondo la leggenda, quella notte a Martino apparve in sogno Gesù vestito con la metà del suo mantello militare e Martino si convertì al cristianesimo.

Ci sarebbe anche una spiegazione scientifica al fenomeno, elaborata da Francesco di Franco, uno dei padri della meteorologia italiana, secondo la quale, la comparsa di queste condizioni anticicloniche, attorno al 17 Novembre corrisponderebbe all’attraversamento, da parte del nostro pianeta, di polveri cometarie, in questo caso dello sciame meteorico delle Leonidi, le cui polveri in atmosfera potrebbero essere una causa di questi rinforzi anticiclonici.

Da notare che questo fenomeno meteorologico è conosciuto anche nei paesi di lingua anglosassone come Indian Summer, nome che deriva dal Nord America e che trae le sue origini origine dalla storia dei nativi americani, che approfittavano di questo momento dell’anno per terminare i raccolti, da mettere al riparo prima dell’arrivo dell’inverno.

Nel New England degli USA, proprio durante l’Indian Summer, per circa due settimane si può ammirare lo straordinario spettacolo del ‘foliage’, quando le foglie di migliaia di alberi, per la maggior parte aceri, cambiano colore, trasformandosi dal verde al giallo, passando dall’arancione, dal rosso e dal marrone in base al luogo ed al periodo.

 

L'articolo Oggi nuvoloso ma da domani Estate di San Martino proviene da www.controradio.it.