Giovani e musei, fai parte dello staff!

L’Associazione MUS.E ha avviato, in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze e in sintonia con i Musei Civici Fiorentini, un progetto mirato ad individuare forme di collaborazione con i giovani al fine di favorire ed incrementare la loro frequentazione dei musei.

Dopo una prima fase, conclusa con un sondaggio fra i giovani realizzato attraverso la compilazione di un breve questionario, la volontà è quella di costituire un gruppo di n. 30 giovani di età compresa fra i 18 e i 25 anni con cui avviare un percorso di co-progettazione di iniziative per ragazzi e giovani nei Musei.

Tutti coloro che sono interessati possono proporre la propria candidatura inviando una mail a info@muse.comune.fi.it entro e non oltre il 19 marzo 2017.

La partecipazione è volontaria e non sono richiesti titoli o qualifiche specifiche. Il gruppo si riunirà a partire dal mese di aprile ogni due settimane per definire e programmare con lo staff dell’Associazione MUS.E  gli eventi rivolti ai giovani nel corso dell’anno. Per i partecipanti non è prevista alcuna forma di retribuzione, salvo il riconoscimento di benefit legati alla specifica attività della Associazione e meglio definiti in sede di svolgimento del programma.

Per informazioni e iscrizioni: info@muse.comune.fi.it

YTALIA: 2 giugno – 1 ottobre 2017

Firenze, 2 giugno – 1 ottobre 2017

Si chiamerà “YTALIA. Energia Pensiero Bellezza” la grande mostra di arte contemporanea promossa dal Comune di Firenze e organizzata da MUS.E. L’esposizione avrà come sede principale il Forte di Belvedere ma coinvolgerà altre importanti sedi museali cittadine, tra cui le Gallerie degli Uffizi, Palazzo Vecchio, Palazzo Pitti, il Giardino di Boboli, la basilica di Santa Croce, il Museo Novecento, il Museo Marino Marini.

Gli artisti presentati saranno Giovanni Anselmo, Marco Bagnoli, Domenico Bianchi, Alighiero Boetti, Gino De Dominicis, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Mario Merz, Nunzio, Mimmo Paladino, Giulio Paolini e Remo Salvadori.

“Ytalia” è un grande e ambizioso progetto che vive Firenze come un unico grande e diffuso sistema di arte contemporanea, per mettere in scena un dialogo tra patrimonio storico artistico di conclamata bellezza con i segni e le forme dell’arte del secondo Novecento e del presente: realtà quotidiana e metafisica, elementi naturali e nuove mitologie, tutti temi che si ritrovano nella poetica e nelle opere degli artisti selezionati.

Una “invasione” nella città del Rinascimento che mira a riportare all’attenzione del grande pubblico internazionale l’arte contemporanea italiana.

La mostra è ideata da Sergio Risaliti (già direttore artistico di mostre come quelle personali di Giuseppe Penone, Antony Gormley, Jan Fabre e Alighiero Boetti) e curata da Marco Bazzini e Sergio Risaliti.

 

Orari di apertura dei Musei Civici Fiorentini nelle festività di Natale

Di seguito gli orari dei Musei Civici Fiorentini nel periodo dicembre 2016 – gennaio 2017.

 

  • MUSEO DI PALAZZO VECCHIO Tutti i giorni escluso il giovedì  ore 9-19, Giovedì ore 9-14. La biglietteria chiude 1 ora prima del museo. Aperture festività:
    8 e 10 dicembre  ore   9-23
    24 e 31 dicembre  ore   9-19
    26-27-28-30 dicembre ore   9-23
    Giovedì 29 dicembre  ore   9-23
    1 gennaio 2017 ore  14-19
    2-3-4-6 gennaio 2017  ore   9-23
    Giovedì 5 gennaio 2017  ore   9-23
    Chiuso il 25 dicembre
    • MUSEO DI SANTA MARIA NOVELLA, Dal lunedì al giovedì ore  9-17.30, Venerdì ore 11-17.30, Sabato e prefestivi religiosi ore   9-17.30, Domenica ore 13-17.30. La biglietteria chiude 45 minuti prima del museo. Aperture festività:
      8 e 25 dicembre  ore 13-17.30
      1 e 6 gennaio 2017 ore 13-17.30

 

    • MUSEO NOVECENTO, Tutti i giorni (escluso il giovedì) ore   9-18.00, Giovedì  ore   9-14.00. La biglietteria chiude 1 ora prima del museo.
      Chiuso 25 dicembre 2016
      1 gennaio 2017 ore 14-18.00

 

    • MUSEO STEFANO BARDINI Venerdì/sabato/domenica/lunedì  ore  11- 17.00. La biglietteria chiude 30 minuti prima del museo.
      Chiuso 25 dicembre 2016 e 1 gennaio 2017

 

    • CAPPELLA BRANCACCI, Giorni feriali   (chiuso il martedì)  ore 10-17.00, Domenica e festività religiose infrasettimanali ore 13-17.00.  La biglietteria chiude 45 minuti prima.
      Chiuso 25 dicembre 2016 – 1 e 7 gennaio 2017

 

    • FONDAZIONE SALVATORE ROMANO, Sabato e lunedì ore 10-17.00, Domenica ore 13-17.00.
      Chiuso 25 dicembre 2016 – 1 e 7 gennaio 2017

 

    • MUSEO DEL BIGALLO, Dal lunedì al sabato  ore 10.30-16.30, Domenica ore  9.30-12.30
      Chiuso 8 e 25 dicembre 2016 e 1 gennaio 2017

 

  •  MUSEO DEL CICLISMO, Venerdì e sabato  ore 10-13.00, Domenica ore 10-16.00. La biglietteria chiude 30 minuti prima del Museo.
    Chiuso il 25 dicembre 2016 ed il 1 gennaio 2017

 

Studenti in cerca di lavoro: alcuni consigli

Mantenersi durante gli studi in una sede universitaria come Firenze non è facile. La vita ha un costo più elevato che in provincia. Però l’Università di Firenze rimane comunque una delle migliori nel campo dell’arte e molti giovani sono disposti a grandi sacrifici pur di ottenere una laurea di un ateneo fiorentino. La soluzione è, almeno per chi non è residente in città, trovare un lavoro che gli consenta di pagarsi le spese di mantenimento e contemporaneamente studiare. A questo punto vediamo un po’ quali potrebbero essere le opportunità e come trovarle.

La scelta migliore per trovare le offerte di lavoro a Firenze è cominciare con una ricerca sul web attraverso un buon portale lavoro, che metta a disposizione le varie opportunità per tipologie, che consenta di lasciare un curriculum per essere ricontattati, che avverta regolarmente se ci sono novità tra le offerte. Le aziende preferiscono affidare la ricerca di personale ad una agenzia online piuttosto che impegnare risorse interne per selezionare le domande che arrivano in segreteria. Infatti generalmente viene considerata più affidabile una proposta fatta tramite un portale lavoro che spedita direttamente in azienda.

Poi si può arrotondare anche realizzando dei servizi fotografici da vendere online. Sono molto richieste le foto panoramiche, da utilizzare per le riviste, i giornali, i web-magazine. Ci sono parecchi siti dove è possibile esporle e aspettare che qualcuno faccia un’offerta, oppure le si può offrire direttamente ad un prezzo ragionevole. Non è più probabilmente il tempo dei grandi fotoreporter, con scatti da costi da capogiro, ma la passione per le foto può fruttare qualche soldino. Poi ci sono anche degli studi di advertising che acquistano sul web delle foto a tema, e partecipare ai loro concorsi può dare belle soddisfazioni.

Anche scrivere può rendere qualche euro. Oggi in Internet esiste un mercato di writer che vendono degli articoli su commissione, a cifre modeste ma a fronte di un impegno relativamente ridotto che consente comunque almeno di affrontare le spese giornaliere. Ci si inserisce in un blog offrendo i propri scritti e si cerca qualcuno che sia disposto a prenderli, magari per riempire le pagine del proprio sito. Certo bisogna saper scrivere per il web, con uno stile decisamente diverso da quello della carta stampata o dei libri, ma non manca certo l’arte ai giovani che vivono il sociale sulle chat.

Anche le vendite per rappresentanza offrono, soprattutto per chi è portato e possiede le arti della simpatia, una chance di mettere in tasca qualche soldo. Si può lavorare online o contattare i possibili clienti per telefono e poi fissare un appuntamento. In questo tipo di lavoro però bisogna fare attenzione ad alcune regole fondamentali. Il prodotto sponsorizzato dev’essere di qualità, il servizio di vendita corretto e legale, la ditta è meglio che sia ben conosciuta ed affidabile. Lo si può fare negli orari liberi dallo studio e approfittarne per conoscere gente nuova.

 

Le proposte didattiche per l’anno scolastico 2016-2017

Ecco le proposte didattiche per l’anno scolastico 2016-2017 rivolte alle scuole primarie (II ciclo) e secondarie (I e II grado) nei Musei Civici Fiorentini.
Da sempre un’attenzione particolare è dedicata alle scuole: oltre alle proposte rivolte alle classi fiorentine, siamo lieti di presentare anche un’offerta specifica dedicata alle scuole in viaggio d’istruzione a Firenze.
Tutte le nostre attività si basano sulla costante convinzione che la scuola necessiti di proposte didattiche che arricchiscano gli sguardi dei bambini e dei ragazzi, che facciano riflettere sul passato alla luce delle domande del presente, che approfondiscano temi non sempre inclusi nei programmi scolastici ministeriali.

Scarica il pdf sfogliabile delle attività didattiche.