San Valentino, bando per allestimento a verde floreale al Piazzale

San Valentino, bando per allestimento a verde floreale al Piazzale

Firenze, “Nell’ambito di una serie di iniziative consistenti nell’allestimento a verde e nell’addobbo con fiori di luoghi particolarmente rappresentativi della città, l’Amministrazione intende realizzare, per il 14 febbraio 2018 (San Valentino) e per il successivo periodo fino al 2 aprile 2018, un allestimento a verde floreale al Piazzale Michelangelo allo scopo di evocare l’insieme dei sentimenti che i cittadini e i visitatori nutrono per Firenze”.

Così si legge in un avviso pubblico del Comune di Firenze per la ricerca di soggetti per la realizzazione di un allestimento a verde floreale al Piazzale Michelangelo nel periodo dal 14 febbraio, giorno di San Valentino, al 2 Aprile 2018.

L’area interessata coincide con la porzione ovest del piazzale, affacciata sul centro storico. I soggetti pubblici o privati interessati all’iniziativa, che dovrà essere gratuita, hanno l’obbligo d’inviare la propria disponibilità in busta chiusa alla direzione ambiente del Comune entro e non oltre le 12 del 29 gennaio.

L’apertura delle buste sarà effettuata, in seduta pubblica, alle 16.30 del 29 gennaio, negli uffici della direzione ambiente. Un’apposita commissione esaminerà le offerte, verificando la correttezza della documentazione, e poi stilerà la graduatoria.

In caso di valutazione di due o più proposte si procederà al loro esame attribuendo i punteggi secondo una serie di criteri tra i quali la qualità della soluzione progettuale complessiva proposta, la qualità del materiale offerto, il valore della prestazione e l’anticipo sulla consegna del prato pronto. Nel caso di presentazione di una sola proposta la commissione esprimerà solo un parere di congruità/validità.

Da parte sua il Comune consentirà al soggetto individuato di promuovere la propria immagine, associando nome/marchio/logo/attività/prodotto all’ evento, sia sui canali dell’amministrazione (pubblicità diretta), sia sui canali propri (pubblicità indiretta), sia all’esterno di essi. Tutto ciò limitatamente al periodo di durata dell’installazione.

A garanzia l’aggiudicatario dovrà fornire una fideiussione per coprire gli obblighi assunti, nonché quelli di ritiro del materiale vegetale fornito.

I soggetti interessati potranno presentare richieste di chiarimenti inviandoli al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: direz.ambiente@pec.comune.fi.it.

ll testo dell’avviso pubblico:

L'articolo San Valentino, bando per allestimento a verde floreale al Piazzale proviene da www.controradio.it.

 Aumentano visitatori e incassi nei Musei civici

Aumentano visitatori e incassi nei Musei civici, nel 2017: i visitatori sono stati in totale 1.351.641, facendo registrare il 5,42% in più rispetto al 2016, quando furono 1.282.207. Cresciuti anche gli incassi, che passano da 4.953.127 a 5.680.100, con un aumento del 14,68%. In particolare vanno bene le performance di Palazzo Vecchio, che vede crescere i visitatori del 5,13% (da 650 mila circa a 683 mila circa), e del Museo Novecento, che passa da quasi 30 mila a quasi 40 mila visitatori (+32,58%). Le vendite online, introdotte da poco più di un anno, si stanno diffondendo: sono quasi 24 mila i ticket virtuali staccati. La riapertura del passaggio de Palazzo Vecchio agli Uffizi, avviata in via sperimentale, ha attirato oltre 16 mila persone. Per quanto riguarda la bigliettazione, le entrate da Firenze card valgono quasi 600 mila euro di euro, contro i 536 mila euro del 2016.

‘Potere al Popolo’: “Il vero volto delle politiche di Rossi”

‘Potere al Popolo’: “Il vero volto delle politiche di Rossi”

Potere al Popolo: “il vero volto delle politiche di Rossi”

Firenze presentata dal Partito della Rifondazione Comunista della Toscana la campagna di ‘Potere al Popolo’ “Il trasformista”, iniziativa a puntate “per svelare il vero volto delle politiche di Rossi e della Giunta Toscana”.

“Basta con chi mette al primo posto la propria convenienza politica e dice tutto il contrario di quello che fa – dicono il segretario nazionale PRC Maurizio Acerbo ed il segretario Regionale PRC Alessandro Favilli – i primi a rimetterci e ad accorgersene saranno i cittadini. Il futuro chiede una svolta concreta e coerente”.

Si legge nella  a firma del Partito della Rifondazione Comunista della Toscana diffusa in occasione della conferenza stampa:

“Sono favorevolissimo al contratto a tutele crescenti (…) giro moltissimo la Toscana e incontro centinaia di lavoratori (…) nessuno mi parla dell’articolo 18”. E’ Renzi che parla? No è l’attuale presidente della Regione Toscana Enrico Rossi poco più di due anni fa, autorevole esponente di Liberi e Uguali, che oggi dice – fra le altre cose – di voler reintrodurlo e di abolire il Jobs act. A dire il vero il programma di LeU mantiene ambiguità perché, dopo i proclami a favore dell’articolo 18, propone che per tre anni ci sia il contratto a tutele crescenti. Insomma Enrico Rossi è davvero “un programma politico vivente” della sua lista di riferimento.  Rossi rilascia dichiarazioni contro riforme inique e oltretutto del tutto inefficaci portate a casa dal suo ex partito, il PD, ma col PD continua a governare la Toscana, con un patto di ferro per altro rilanciato ultimamente in forma pubblica”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Alessandro Favilli e Maurizio Acerbo:

L'articolo ‘Potere al Popolo’: “Il vero volto delle politiche di Rossi” proviene da www.controradio.it.

17 gennaio a Firenze udienza ricorso Rosatellum

17 gennaio a Firenze udienza ricorso Rosatellum

Il tribunale di Firenze ha fissato per il 17 gennaio l’udienza per discutere un ricorso contro il Rosatellum bis presentato da Massimo Artini, deputato ex M5S ora in Alternativa Libera e firmato dall’avvocato Paolo Colasante.

A questo si aggiungono altri due ricorsi analoghi contro il Rosatellum, presentati a L’Aquila e a Roma da altri due esponenti di Alternativa Libera, Eleonora Bechis e Stefano Moretti.

Tutti i ricorrenti agiscono in qualità di elettori a tutela del proprio voto, ritenendo che alcune disposizioni della legge violino la Costituzione.

L’obiettivo dell’azione, infatti, è quello di ottenere un rinvio alla Corte Costituzionale. Alla stesura ha lavorato come consulente il costituzionalista Enzo Di Salvatore. I ricorsi sono stati presentati il 20 dicembre con la richiesta di trattazione urgente.

L'articolo 17 gennaio a Firenze udienza ricorso Rosatellum proviene da www.controradio.it.

Carabiniere si toglie vita con arma d’ordinanza

Carabiniere si toglie vita con arma d’ordinanza

Un carabiniere di 51 anni, che prestava servizio nel Fiorentino, si è tolto la vita la notte scorsa, in provincia di Viterbo, sparandosi alla testa con l’arma d’ordinanza.

In base a quanto appreso al momento dall’Arma, il gesto del carabiniere sarebbe da collegare a motivi privati.

Secondo quanto ricostruito, ieri intorno alle 17:00 il militare si è allontanato dalla sua casa in provincia di Firenze, portando con sé l’arma e dicendo di volersi togliere la vita.

Subito sono state attivate le ricerche, che si sono indirizzate anche in provincia di Viterbo, luogo di origine del militare. Il cadavere è stato trovato dai carabinieri la notte scorsa intorno alle 2. Non lontano c’era l’auto del militare.

L'articolo Carabiniere si toglie vita con arma d’ordinanza proviene da www.controradio.it.