A Systra progetto estensione linee 2 e 4 Tramvia

A Systra progetto estensione linee 2 e 4 Tramvia

Firenze, assegnata, seppur ancora in via provvisoria, a un raggruppamento di imprese con mandataria la Systra S.A., la progettazione dell’estensione della linea 2 della tramvia di Firenze verso Sesto Fiorentino e della linea 4 dal quartiere delle Piagge a Campi Bisenzio.

Il valore totale stimato dell’avviso ammontava a poco più di 7 milioni e 323mila euro (Iva esclusa) di base d’asta (comprese le opzioni) ripartiti fra Regione, Comune di Firenze e Comuni di Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio, il raggruppamento guidato da Systra ha presentato un ribasso del 26,89%.

Oggetto del bando di gara, indetto l’anno scorso, era “l’affidamento dell’incarico di redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’estensione del sistema tranviario fiorentino nei Comuni di Firenze, Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino”.

L’offerta non è risultata anomala: tuttavia, come previsto dal Codice degli Appalti, a seguito dell’aggiudicazione dovranno trascorrere i tempi del cosiddetto ‘stand still’ per eventuali ricorsi ed i tempi dei controlli di legge. Al termine di questo periodo si potrà quindi procedere alla sottoscrizione del contratto e dare avvio alle prestazioni.

La progettazione prevede tre lotti funzionali distinti: l’estensione della linea 2 (linea 2.2) dall’aeroporto di Peretola al Polo Scientifico nel Comune di Firenze e Sesto Fiorentino; l’estensione della linea 4 (4.2a) nella tratta dalle Piagge all’abitato di San Donnino nel Comune di Firenze e Campi Bisenzio; l’estensione della linea 4 (4.2b) nella tratta San Donnino-Campi Bisenzio.

“Con l’inizio della progettazione si concretizza la realizzazione delle estensioni tranviarie verso Sesto e Campi Bisenzio – sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti – Si tratta di infrastrutture molto attese dal territorio che andranno a completare in modo importante l’offerta di trasporto pubblico a nord ovest. La prossima progettazione riguarderà l’estensione verso Bagno a Ripoli”.

“Ringrazio il Comune di Firenze per aver concluso l’iter procedurale per l’assegnazione dell’incarico di progettazione dell’ulteriore estensione della tramvia – dichiara Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale alle infrastrutture – Continua la cura del ferro e l’impegno per una mobilità sostenibile, una delle strategie prioritarie da perseguire”

L'articolo A Systra progetto estensione linee 2 e 4 Tramvia proviene da www.controradio.it.

Incendio nella notte a Firenze, evacuata palazzina

Incendio nella notte a Firenze, evacuata palazzina

Firenze, la notte tra domenica e lunedì, una palazzina di quattro piani, in via degli Avelli, è stata evacuata a causa di un incendio partito dalla cucina dell’appartamento del secondo piano.

I Vigili del Fuoco, che sono intervenuti sul posto intorno all’una di notte, hanno provveduto ad estinguere l’incendio, che ha interessato il locale cucina dell’appartamento, ed ad evacuare l’intera palazzina.

Tutti e tre gli appartamenti della palazzina, che si sviluppa su quattro piani, sono stati dichiarati inagibili fino alla realizzazione delle opere di ripristino.

Secondo quanto appreso nessuna persona risulta coinvolta e non ci sarebbero feriti.

Sul posto oltre ai pompieri sono intervenuti polizia e 118.

L'articolo Incendio nella notte a Firenze, evacuata palazzina proviene da www.controradio.it.

Millenario dell’Abbazia di San Miniato al Monte

Millenario dell’Abbazia di San Miniato al Monte

🔈Firenze, si è tenuta la presentazione del programma di eventi organizzati in occasione del Millenario dell’Abbazia di San Minato al Monte.

Questo 27 aprile saranno infatti 1000 anni esatti dalla firma del vescovo   fiorentino Ildebrando sull’autorevole «Charta ordinationis» con la quale si inaugurava una nuova pagina di bellezza e spiritualità nella storia di Firenze.

Il 27 aprile 1018 Ildebrando recuperò fra le rovine della precedente chiesa carolingia le reliquie del martire Miniato, un esule armeno ucciso nel 250 dai soldati dell’imperatore Decio, e le collocò più dignitosamente in un altare destinato a diventare la prima, vera pietra di fondazione di una nuova Basilica romanica.

Il vescovo consegnò poi il pastorale ad un prete del suo presbiterio, di nome Drogo, perché fosse il primo abate di una comunità monastica chiamata a vivere sulla collina di San Miniato secondo la Regola di san Benedetto.

Gli eventi  in programma del Millenario dell’Abbazia  di San Miniato hanno  il patrocinio del  Pontificio Consiglio  della Cultura, della Presidenza del Consiglio  dei Ministri, della Regione Toscana e della Città Metropolitana di Firenze, il sostegno  del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la co-promozione  del  Comune di  Firenze e  la  concessione  del  marchiò del  Consiglio Regionale della Toscana e sono stati  programmati  con il sostegno  di Eni,  Fondazione Cassa  di  Risparmio di Firenze, Poste Italiane, Toscana Aeroporti, Guido  Guidi,  Nextam  Partners, Fism e AB Braganti.

Sono intervenuti alla presentazione, Dom Bernardo Gianni, Priore Abbazia di San Miniato al Monte; Mons. Andrea Bellandi, Vicario Generale Arcidiocesi di Firenze; Dario Nardella, Sindaco di Firenze; Luigi Dei, Rettore Università di Firenze; Monica Barni, Vicepresidente Regione Toscana; Eugenio Giani, Presidente del consiglio della Regione Toscana e Luca Lotti, Ministro per lo sport.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Dom Bernardo Gianni:

L'articolo Millenario dell’Abbazia di San Miniato al Monte proviene da www.controradio.it.

Fondazione Caponnetto: “Toscana terra di criminalità organizzata”

Fondazione Caponnetto: “Toscana terra di criminalità organizzata”

🔈Firenze, la Fondazione Caponnetto, ha presentato un Focus dal titolo ‘Mafia In Toscana 2018’, che ha al suo centro i dati e l’analisi dei fenomeni malavitosi in Toscana.

“Al 3 di questo mese – si legge nel comunicato della Fondazione Caponnetto –  sono 132 in Toscana i gruppi criminali nei cui confronti sono stati eseguiti dei provvedimenti e si stima in 15 miliardi di euro il fatturato della mafia nella nostra regione. Ce n’è abbastanza per dire che la Toscana è terra di criminalità organizzata ed è in parte colonizzata dalla mafia”.

“La Toscana non è una terra di mafia ma la mafia c’è. È uno slogan creato dalla Fondazione Caponnetto una decina di anni fa. Una decina di anni fa appunto. In quel periodo era quasi rivoluzionario parlare di Toscana terra non di mafia in cui la mafia c’è.
Oggi invece quando lo rilanciano altre organizzazioni in altre situazioni è diventato quasi uno slogan soporifero e tranquillizzante. La Toscana oggi è una terra con alcuni punti deboli in un momento tra l’altro il cui quadro sociale è cambiato.
Il principale punto debole è quello che in Toscana esiste la automertà, ossia la paura di affrontare la mafia in modo effettivo e non a parole. La paura di vedere che la mafia e la criminalità organizzata sono molto presenti. La paura di dover riconoscere che in Toscana si sversano i rifiuti.
Negli ultimi tempi sono avvenuti alcuni cambiamenti culturali che aprono nuovi scenari”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il presidente della Fondazione Caponnetto, Salvatore Calleri:

L'articolo Fondazione Caponnetto: “Toscana terra di criminalità organizzata” proviene da www.controradio.it.

Si rompe tubatura gas, evacuata scuola

Si rompe tubatura gas, evacuata scuola

Firenze, una scuola ed un condominio sono stati evacuati in via precauzionale in via Sgambati, a causa di una fuga di gas, che è stata causata dalla rottura di una tubazione provocata da un mezzo meccanico in manovra.

Circa 350, tra alunni e docenti, le persone evacuate dall’istituto comprensivo Amerigo Vespucci, mentre circa un’altra ventina quelle evacuate dall’interno del condominio, le persone sono state fatte rientrare dopo che i tecnici dell’azienda del gas hanno messo in sicurezza la tubazione in attesa di poter effettuare la riparazione definitiva.

Le operazioni di riparazione proseguiranno nelle prossime ore. Sul posto anche i vigili del fuoco.

L'articolo Si rompe tubatura gas, evacuata scuola proviene da www.controradio.it.