Firenze, maltempo: oggi anticipata alle 18 chiusura giardini pubblici

Firenze, maltempo: oggi anticipata alle 18 chiusura giardini pubblici

Per rischio di temporali forti, oggi sarà anticipata alle 18 la chiusura al pubblico dei giardini e delle aree verdi ad accesso regolamentato.

La chiusura dei giardini è stata decisa dall’amministrazione comunale dopo che stamani è stata diramata dal Soup l’allerta arancione per rischio temporali, accompagnati da possibili forti raffiche di vento e grandinate, dalle 18 di questo pomeriggio alla mezzanotte di domani, martedì 17 luglio.

L'articolo Firenze, maltempo: oggi anticipata alle 18 chiusura giardini pubblici proviene da www.controradio.it.

Toscana, maltempo in peggioramento: da codice giallo ad arancione

Toscana, maltempo in peggioramento: da codice giallo ad arancione

ll peggioramento meteorologico interesserà solo le province centro meridionali della Toscana, Firenze compresa, e durerà fino a domani. Il codice, già emesso dalla Soup, passa da giallo ad arancione per rischio idrogeologico.

Si rafforzeranno i fenomeni temporaleschi già previsti per la giornata di oggi, lunedì 16 luglio, in particolare nelle zone centro meridionali della Toscana, con rovesci e temporali sparsi, anche di forte intensità e abbassamento delle temperature.

Per questo la Sala operativa unica della protezione civile regionale (Soup) ha emesso un avviso di criticità con codice arancione (per le province centro meridionali, compresa Firenze) mentre resta il codice giallo (per la costa nord e la Lungiana).

L’avviso di criticità, spiega la Regione, è valido a partire dalle 18 di oggi fino alle 23.59.

Per domani, martedì, è previsto un generale miglioramento, ma resterà la possibilità di locali temporali pomeridiani sui rilievi.

La sala operativa della Città metropolitana di Firenze spiega che il codice arancione riguarda il rischio idrogeologico del ‘reticolo minore’, i corsi d’acqua secondari (soprattutto Ema, Mugnone e Terzolle).

Dalla mezzanotte l’allerta scenderà a codice giallo fino alle 8 di domani.

L'articolo Toscana, maltempo in peggioramento: da codice giallo ad arancione proviene da www.controradio.it.

Maggio, raccolta firme per rientro a Firenze spoglie Cherubini

Maggio, raccolta firme per rientro a Firenze spoglie Cherubini

Firenze, il Teatro del Maggio lancia una raccolta firme per chiedere al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che le spoglie del compositore fiorentino Luigi Cherubini tornino in Italia e siano traslate dal cimitero parigino di Père Lachaise alla Basilica di Santa Croce.

È partita ieri sera, in occasione della seconda recita di Macbeth al Teatro del Maggio, la raccolta firme che ha come primi firmatari il maestro Riccardo Muti, il sindaco Dario Nardella e il sovrintendente Cristiano Chiarot.

Già ieri sera sono state più di cinquecento le persone che durante gli intervalli e alla fine dello spettacolo, si sono fermate in teatro per sottoscrivere l’appello. Tra gli aderenti subito dopo Dario Nardella e Cristiano Chiarot ci sono Carlo Fuortes, soprintendente dell’Opera di Roma, Paolo Zampi, direttore del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, il compositore premio Oscar Nicola Piovani, il direttore d’orchestra Nicola Pazkowski e il sovrintendente della scuola di musica di Fiesole Lorenzo Cinatti.

“Questa battaglia mi sta molto a cuore – ha detto Riccardo Muti dal palcoscenico del Maggio al termine della prima di Macbeth l’11 luglio -. Luigi Cherubini è stato uno dei più grandi compositori italiani, anche Ludwig van Beethoven lo definì il più grande del suo tempo, e per questo mi piacerebbe che le sue spoglie fossero conservate nella sua città, nella Basilica di Santa Croce, dove c’è già un sarcofago meraviglioso, ingiustamente vuoto. Sappiamo da musicologi importanti che Cherubini negli ultimi anni della sua vita espresse il desiderio di tornare a Firenze, ma non ci riuscì. Mi piacerebbe che tutta la città si unisse in questa richiesta, forse in questo modo potremmo farcela. Se riuscissimo in questa impresa prometto di eseguire, insieme all’Orchestra e al Coro del Maggio, all’interno della basilica di Santa Croce, il Requiem in re minore del compositore”.

Il maestro non ha mancato di ricordare – anche al termine della seconda recita il 13 luglio – prendendo la parola dal palco per salutare l’Orchestra, il Coro, il teatro e soprattutto il pubblico di Firenze, di firmare affinché si possa operare in tal senso. In tanti hanno seguito il suo invito.

Luigi Cherubini, nato a Firenze nel 1760, ebbe una straordinaria carriera europea che lo portò ad ottenere enormi successi in campo artistico e a ricoprire prestigiosi incarichi istituzionali, come la direzione del Conservatorio di Parigi dal 1822 al 1842, anno della sua morte.

Da oggi in avanti sarà possibile continuare a firmare la petizione online al seguente link https://www.change.org/p/luigi-cherubini-torni-in-italia-a-firenze o presso la biglietteria del Teatro del Maggio nei consueti orari di apertura.

L'articolo Maggio, raccolta firme per rientro a Firenze spoglie Cherubini proviene da www.controradio.it.

Copre la targa con la maglietta per entrare nella ztl

Copre la targa con la maglietta per entrare nella ztl

Firenze, venerdì sera, al varco di via dell’Agnolo il conducente di un’auto, di 51 anni, è stato beccato dagli agenti di una pattuglia dopo aver occultato la targa del suo veicolo con una maglietta.

Alle 18:40 circa gli agenti della Polizia Municipale hanno notato una Seat ferma sul marciapiede di via dell’Agnolo che ripartiva con la targa coperta da una maglietta per transitare sotto la telecamera della zona a traffico limitato.

Gli agenti hanno quindi inseguito la vettura con le loro bici elettriche e sono riusciti a raggiungere il veicolo di fronte al catasto, proprio nel momento in cui il conducente stava togliedo la maglietta che copriva la targa per riconsegnarla alla sua ragazza che era in auto e in reggiseno.

A questo punto si sono qualificati e dopo essersi fatti consegnare i documenti hanno contestato all’uomo una serie di infrazioni: transito in ztl (sanzione di 81 euro), guida con patente scaduta (multa di 155 euro) e una denuncia per “aver occultato dolosamente e volontariamente la targa”.

Successivamente gli agenti hanno visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza dove si vede in modo chiaro l’uomo mentre nasconda la targa con la maglia. Proseguono le indagini per verificare se in passato ha utilizzato lo stesso sistema per eludere i sistemi di ingresso alla ztl.

L'articolo Copre la targa con la maglietta per entrare nella ztl proviene da www.controradio.it.

Chiuso per 15 giorni il ‘Montecarla’ di via dei Bardi

Chiuso per 15 giorni il ‘Montecarla’ di via dei Bardi

Firenze, i Carabinieri hanno notificato alla titolare del locale “Montecarla” un provvedimento che ha decretato la chiusura del noto esercizio di via dei Bardi, per 15 giorni.

Il provvedimento arriva in seguito alle violenze subite da una studentessa australiana, da parte di un frequentatore abituale del Montecarla che, dopo aver bevuto qualche drink in loro compagnia, aveva seguito la ragazza nella toilette, e dopo averle proposto di consumare della cocaina l’aveva palpeggiata pesantemente.

Ed erano stati gli stessi carabinieri che, dopo aver provveduto a denunciare l’uomo per violenza sessuale, avevano inoltrato alla Questura di Firenze la proposta di sospensione della licenza per la somministrazione di bevande alcooliche, nei confronti della titolare del “Montecarla”, ipotizzandone una modalità gestionale capace di creare situazioni di grave pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica, con riferimento “all’incontrollata somministrazione di alcool e al giro di stupefacenti tra i clienti del locale”.

I fatti erano avvenuti martedì 10 luglio quando i militari del Nucleo Radiomobile, dopo aver raccolto una prima testimonianza della vittima, avevano chiamato un’ambulanza per trasportarla al più vicino ospedale, dove la ragazza in stato di shock era stata sottoposta ai controlli ed alle cure previste dal “protocollo rosa” che i sanitari attivano in caso di violenza sessuale.

L'articolo Chiuso per 15 giorni il ‘Montecarla’ di via dei Bardi proviene da www.controradio.it.