AMIANTO, ISTANZA DI MONITORAGGIO LICEO DA VINCI DI FIRENZE

amianto tribunale amianto lampioni interrogazione

La scuola Da Vinci da anni al centro di polemiche e azioni risarcitorie dall’Ona. Prevista la demolizione del complesso “non prima di un monitoraggio contro dispersione nell’aria.”

Istanza alla magistratura fiorentina per compiere indagini, anche alla luce delle azioni risarcitorie, da parte dell’Ona, l’Osservatorio nazionale sull’amianto, nella scuola Da Vinci di Firenze. Il complesso, da anni al centro di polemiche in quanto contenente amianto in alcune strutture (anche se il Comune ha sempre assicurato che la sostanza è collocata in parti nelle quali non può nuocere alla salute), sarà presto demolito; l’Ona intende però “acquisire elementi oggettivi circa i livelli di aerodispersione dell’amianto nell’aria e quindi dell’entità del rischio”, spiega una nota.

“Ecco perché è importante un campionamento per verificare il tipo di minerale (il crisotilo è meno cancerogeno e può essere rimosso con la clerance; gli anfiboli permangono per tutta la vita ed hanno maggiori capacità cancerogene) e l’entità della dispersione, per poter formulare una stima anche dell’impatto sulla salute, che si traduca in una ‘adeguata sorveglianza sanitaria, cui i lavoratori, anche quelli in pensione, hanno diritto in base all’art. 259, comma 2, D.Lgs. 81/08″, spiega nel comunicato l’avvocato Ezio Bonanni, presidente dell’Ona.

“Non è sufficiente demolire le scuole imbottite di amianto dopo anni di proteste ma si devono adempiere anche gli obblighi di legge relativi: sorveglianza sanitaria di tutti coloro che hanno frequentato il plesso e concedere ai lavoratori le agevolazioni pensionistiche legate alla esposizione; entrambe sono state ampiamente disattese anche se l’Ona continua a richiederne l’applicazione”, aggiunge.

The post AMIANTO, ISTANZA DI MONITORAGGIO LICEO DA VINCI DI FIRENZE appeared first on Controradio.

CROWFUNDING PER I ‘FOCHI’ DI SAN GIOVANNI A FIRENZE

Fuochi San Giovanni

Il finanziamento web servirebbe per raggiungere la cifra di 5.000 euro, al momento sono stati raccolti 1.500 euro. Nardella: “importante far vincere il crowfunding.”

E’ in corso il finanziamento sul web per una piccola parte della spesa necessaria al finanziamento dei Fochi di San Giovanni a Firenze: la somma da raggiungere è 5.000 euro sulla piattaforma it.ulule.com/ifochi2017. Al momento sono stati raccolti circa 1.500 euro. Lo spettacolo pirotecnico che conclude le celebrazioni della festa del patrono di Firenze il 24 giugno, è stato presentato a Palazzo Vecchio alla presenza del sindaco, Dario Nardella e del presidente della società di San Giovanni Battista, Franco Puccioni.

“Anche quest’anno – ha dichiarato il sindaco – ci aspetta una giornata di festa con tanti appuntamenti, che si concluderà con i tradizionali Fochi. Dobbiamo ringraziare la società di San Giovanni Battista, che cura le celebrazioni della festa del patrono fin dal 1796, e anche tutta quella parte della città che si è mobilitata per trovare le risorse, dagli industriali agli imprenditori ai cittadini comuni, un bel gesto di attenzione per un appuntamento molto sentito dai cittadini”. “Adesso – ha aggiunto – è importante far vincere il crowfunding che è stato lanciato dalla società, decisivo per completare il quadro economico”.

Una novità di quest’anno è la cena organizzata da Confindustria direttamente sul lungarno della Zecca Vecchia, da dove assistere in postazione privilegiata allo spettacolo dei fuochi artificiali. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi a Confindustria e a Scaramuzzi Team(www.scaramuzziteam.com).

The post CROWFUNDING PER I ‘FOCHI’ DI SAN GIOVANNI A FIRENZE appeared first on Controradio.

ALLERTA CALDO A FIRENZE, DOMANI CODICE ROSSO

caldo allerta codice rosso

La protezione civile del Comune di Firenze ha annunciato il codice rosso per domani: le massime potrebbero raggiungere i 40 gradi.

Ancora caldo a Firenze. La protezione civile del Comune annuncia per domani il codice rosso (l’ultimo livello dell’apposita scala) per le alte temperature: le massime percepite al sole potrebbero sfiorare, secondo le previsioni (http://www.biometeo.it/firenze-2/), i 40 gradi (con 14 ore di ‘disagio caldo’). Oggi, comunque, è allerta arancione. Sempre validi quindi i consigli per la popolazione soprattutto per gli anziani ma anche bambini e soggetti fragili, che sono a disposizione sul sito della protezione civile (http://protezionecivile.comune.fi.it/?page_id=226). In particolare si raccomanda di limitare le attività all’aperto.
Un ondata di caldo che interessa tutta la Penisola a causa dell’alta pressione provocata dall’Anticiclone Africano che occuperà l’intero bacino del Mediterraneo centrale e occidentale. Già a metà settimana avremo temperature in graduale aumento e già a metà settimana diffusamente intorno ai 30øC gradi ma con punte massime che si spingeranno fino ai 35-36øC. Possibile un parziale peggioramento del tempo al Nordest tra mercoledì e giovedì quando l’infiltrazione di fresche correnti atlantiche potrebbe favorire la formazione di qualche temporale, senza tuttavia guastare del tutto il tempo e attenuare più di tanto il caldo.

The post ALLERTA CALDO A FIRENZE, DOMANI CODICE ROSSO appeared first on Controradio.

TRAFFICO FIRENZE, PITTI, RADIOHEAD, LEGA PRO: TUTTO IN UNA SETTIMANA

traffico firenze

La prossima settimana Firenze ospiterà alcune manifestazioni destinate ad avere ripercussioni sulla circolazione cittadina. Si tratta di Pitti Immagine Uomo alla Fortezza da Basso, degli incontri dei Play Off della Lega pro di calcio in programma allo stadio Franchi e del concerto dei Radiohead al Parco delle Cascine, il primo appuntamento di un ricco programma di eventi ospiti al Visarno.

Per consentire lo svolgimento delle manifestazioni gli uffici della Mobilità di concerto con Polizia Municipale e Cosp hanno predisposto una serie di provvedimenti. “Raccomandiamo ai cittadini di porre attenzione alle modifiche e alla segnaletica – dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti -. E come già per i Mondiali di Ciclismo di utilizzare i mezzi pubblici e la mobilità alternativa, iniziando dalle biciclette”

PITTI IMMAGINE UOMO
Inizierà lunedì 12 giugno l’allestimento di Pitti Immagine Uomo. L’evento, che andrà avanti fino a venerdì 16 quanto è in programma lo smontaggio, sarà seguito da Pitti Bimbo (dal 22 al 24 giugno) e Pitti Filati (dal 28 al 30 giugno).
Montaggio
Ai provvedimenti propedeutici, già in vigore, lunedì 12 giugno si aggiungeranno quelli relativi all’allestimento della mostra. In piazzale Montelungo all’interno del parcheggio lato Fortezza l’accesso e la sosta saranno consentiti solo ai mezzi interessati alla manifestazione. In viale Strozzi lato piazzale Montelungo (dal sottopasso Belfiore al sottopasso Fratelli Rosselli lungo il bastione della ferrovia) saranno revocate le fermate bus e istituito un divieto di sosta con rimozione. Un tratto di circa 100 metri dall’intersezione Caduti di Nassirya sarà riservato alla sosta dei bus del trasporto pubblico urbano ed extraurbano. Sul restante tratto consentito l’arresto ai mezzi interessati alla manifestazione nelle due corsie lato ferrovia. Le fermate dei mezzi del trasporto pubblico delle linee nazionali e internazionale saranno spostate in via Detti, sul lato adiacente a viale Nenni, dove quindi è previsto un divieto di sosta con deroga per questi mezzi. E ancora i mezzi che percorrono viale Strozzi nella direttrice compresa fra viale Fratelli Rosselli e il sottopasso di piazza Bambine e Bambini di Belsan. Inoltre dalle 6 alle 20 (e comunque fino al termine delle operazioni di allestimento) via Caduti di Nassirya sarà chiusa: deroga per i mezzi interessati all’allestimento/disallestimento che potranno anche parcheggiare nella corsia di destra della carreggiata, per i mezzi di soccorso, i mezzi di trasposto pubblico urbano ed extraurbano, i taxi e gli Ncc. Sempre lunedì, ma dalle 8 alle 20 (e comunque fino al termine delle operazioni di allestimento) sarà chiuso anche viale Strozzi lato piazzale Montelungo dal sottopasso piazzale Belfiore al sottopasso Fratelli Rosselli: il transito sarà consentito solo ai mezzi di soccorso e polizia, ai veicoli interessati alla manifestazione, ai mezzi del trasporto pubblico urbano ed extraurbano, ai taxi e agli Ncc.
I giorni di mostra 

Gli eventi di Pitti Uomo iniziano martedì 13 e andranno avanti fino venerdì 16 giugno. In occasione dei giorni della mostra sono stati predisposti alcuni provvedimenti specifici. In piazza Bambine e Bambini di Beslan sarà riservata al servizio navette con corsia di uscita a senso verso via Dionisi. Viale Strozzi, o meglio il controviale da piazzale Montelungo a Porta Santa Maria Novella, sarà riservata alla sosta dei mezzi dei disabili mentre il lato del prato della Fortezza scatterà il divieto di sosta. E ancora via Faenza, nel tratto da piazza Madonna degli Aldobrandini a via Nazionale, sarà revocata l’area pedonale di tipo B e il transito sarà consentito al trasporto pubblico. Divieti di sosta anche in via Dionisi sul lato del Palazzo dei Congressi, da viale Strozzi verso piazza del Crocifisso (sosta consentita ai mezzi Ncc); in viale Guidoni sul lato San Donato nel controviale (sosta consentita alle navette); in tratti di via Mannelli con deroga per le navette e i mezzi Ncc.
Le operazioni di smontaggio
Il giorno più critico per la viabilità sarà venerdì 16 giugno quando sono in programma le operazioni di disallestimento degli stand. Prima di tutto piazzale Montelungo accesso e sosta saranno riservati ai soli mezzi interessati alla manifestazione. In viale Strozzi lato piazzale Montelungo (al sottopasso Belfiore al sottopasso Fratelli Rosselli lungo il bastione ferroviario) saranno replicati i provvedimenti già previsti il 12 giugno in occasione dello smontaggio: quindi la revoca delle fermate bus e l’istituzione di un divieto di sosta con rimozione. Confermato il tratto di 100 metri, dall’intersezione Caduti di Nassirya, per la sosta dei bus del trasporto pubblico urbano ed extraurbano mentre il restante tratto verrà riservato all’arresto dei mezzi interessati alla manifestazione nelle due corsie lato ferrovia. Si replica anche il provvedimento in via Detti, sul lato adiacente a viale Nenni, per lo spostamento delle fermate dei mezzi del trasporto pubblico delle linee nazionali e internazionale. I mezzi dello smontaggio utilizzeranno la rampa Spadolini, nel tratto viale Strozzi e Ponte degli Alpini, attualmente interessata dai cantieri della tramvia ma che sarà messa a disposizione dei mezzi in attesa di entrare alla Fortezza per le operazioni di disallestimento. Per lo stesso motivo sarà chiusa via Lorenzo Il Magnifico, tra via Leone X e viale Strozzi. Prevista inoltre ripetizione del divieto di transito in via Caduti di Nassirya dalle 6 alle 22 (e comunque fino al termine delle operazioni di disallestimento): deroga per i mezzi interessati all’allestimento/disallestimento che potranno anche parcheggiare nella corsia di destra della carreggiata. Via libera anche ai mezzi di soccorso, ai mezzi di trasposto pubblico urbano ed extraurbano, ai taxi e agli Ncc.
Infine previsto anche il bis del divieto di transito in viale Strozzi sul lato di piazzale Montelungo (dal sottopasso Belfiore al sottopasso Fratelli Rosselli): dalle 15 alle 22 potranno circolare solo i mezzi di soccorso e polizia, veicoli interessati alla manifestazione, i mezzi del trasporto pubblico urbano ed extraurbano, i taxi e gli Ncc. Sabato 17 giugno i veicoli provenienti da viale Strozzi, nella direttrice compresa tra viale Fratelli Rosselli e il sottopasso di Bambine e Bambini di Beslan, dovranno proseguire a diritto (eccetto autorizzati).
CONCERTO DEI RADIOHEAD ALLE CASCINE
Mercoledì 14 giugno al Visarno è in programma il concerto dei Radiohead. I primi provvedimenti scatteranno martedì 13 giugno: si tratta dei divieti di sosta e transito sul piazzale delle Cascine (lato adiacente via della Tinaia) con deroga per i mezzi interessati all’allestimento/disallestimento. La maggior parte dei provvedimenti saranno istituiti il giorno successivo e culmineranno con la chiusura del Parco (dalle 9). In dettaglio mercoledì 14 giugno dalle 6 sarà istituito un divieto di sosta in via delle Cascine (dal lato della Manifattura Tabacchi) per le fermate del trasporto pubblico. E ancora divieti di sosta in via del Fosso Macinante, via del Visarno (da via del Fosso Macinante a piazzale Jefferson), piazzale Jefferson, viale degli Olmi, via del Visarno (tra via delle Cascine e piazzale Jefferson escluso il tratto compreso tra via Fosso Macinante e piazzale Jefferson) con deroga per i mezzi autorizzati. In piazzale Vittorio Veneto saranno allestiti il parcheggio riservato ai bus dei fans club (tra via degli Olmi, via del Fosso Macinante e viale Fratelli Rosselli) e a ciclomotori e motocicli (nell’area compresa tra lungarno Vespucci, viale Fratelli Rosselli fino all’altezza di Corso Italia). Piazzale delle Cascine (dal lato vasca su tutto il fronte compreso tra viale del Quercione e viale della Tinaria) sarà riservato invece al parcheggio per i mezzi dei disabili.
Dalle 9 (fino alle 2 del giorno successivo) scatteranno invece i divieti di transito in via del Fosso Macinante, via del Visarno (tra via del Fosso Macinante e piazzale Jefferson), piazzale Jefferson, viale degli Olmi (tra piazzale Jefferson a piazzale delle Cascine), via delle Cascine (tra via Paisiello e piazzale delle Cascine) con deroga per i mezzi dei disabili e gli autorizzati, via del Barco (tra via Vespucci e viale Pegaso) con deroga per frontisti, via del Visarno (tra via delle Cascine e piazzale Jefferson escluso il tratto tra via del Fosso Macinante e piazzale Jefferson) con deroga per autorizzati. Previsti parcheggi dedicati a chi deve raggiungere le Pavoniere e le altre strutture del Parco in viale Lincoln da piazzale Vittorio Veneto.
PLAY OFF LEGA PRO
Tra gli eventi in programma la prossima settimana spiccano anche le semifinali dei Play Off Lega Pro di calcio. Gli incontri si svolgeranno allo stadio Franchi il 13 e 14 giugno. Ai consueti provvedimenti previsti per le partite, si aggiungeranno ulteriori divieti di sosta dalle 15 di martedì 13 alle 2 di giovedì 15 giugno in viale Fanti (tra via Volturno e via Calatafimi), via Volturno, via Pastrengo, viale Calatafimi (eccetto bus Ataf). Inoltre per la ricollocazione degli ambulanti di viale Nervi sarà istituito un divieto di sosta in viale Fanti (tra largo Gennarelli e viale dei Mille, lato stadio Ridolfi).
Previsti inoltre divieti di sosta dalle 15 di martedì 13 alle 2 di giovedì 15 giugno per parcheggi straordinari dei mezzi dei tifosi provenienti dall’uscita autostradale Firenze Impruneta in viale dei Tanini, per quelli invece che utilizzeranno l’uscita Firenze Sud in via Generale dalla Chiesa (lato Arno tra via Orlando e la vecchia via Aretina) e via Palazzeschi (lato destro tra via della Torre e via del Gignoro). Ai bus della tifoseria sarà riservata l’area del parcheggio della stazione di Rovezzano in via della Chimera. (mf)

The post TRAFFICO FIRENZE, PITTI, RADIOHEAD, LEGA PRO: TUTTO IN UNA SETTIMANA appeared first on Controradio.

FIRENZE, PICCHIAVA E ABUSAVA LA MOGLIE: CONDANNATO A 6 ANNI

Firenze picchiava e abusava moglie

L’uomo di origine marocchina assumeva cocaina e costringeva la moglie a subire violenza anche davanti a figlia minore. Madre e figlia sono ora in un centro attrezzato.

Per anni ha picchiato la moglie, anche davanti alla figlia minore, l’ha minacciata e costretta ad avere rapporti sessuali contro la sua volontà, fino a minacciare anche alcune amiche e i genitori di lei. L’uomo, di origine marocchina, 44 anni, che era già stato arrestato su richiesta del pm Eligio Paolini titolare dell’inchiesta, ora è stato condannato a 6 anni e mezzo di carcere dal tribunale di Firenze.

Tutto sarebbe cominciato nel 2013, quando la donna, originaria dell’est Europa, aveva conosciuto l’uomo. Dopo una breve frequentazione i due decisero di andare a convivere e poi di sposarsi quando lei restò incinta. Mentre era in attesa della figlia, la donna aveva già dovuto far ricorso alle cure del pronto soccorso dopo essere stata picchiata dal marito, anche davanti ad altre persone. Più volte i vicini, la coppia abitava a Firenze prima di trasferirsi in un comune limitrofo, erano dovuti intervenire per calmare l’uomo che, secondo gli inquirenti, avrebbe fatto uso di stupefacenti.

Droga che, secondo quanto denunciato dalla donna, le avrebbe fatto assumere anche mentre lei era in attesa della figlia. I sanitari, dopo la nascita, trovarono nel suo piccolo organismo tracce di cocaina. Le lunghe indagini, anche con intercettazioni che dimostrarono senza dubbi le minacce anche di morte subite dalla donna che non voleva seguire il marito nel suo paese di origine, hanno fatto emergere una brutta storia di marginalità fino a quando madre e figlia non trovarono rifugio in un centro attrezzato. Due giorni fa il processo e la condanna per l’uomo.

The post FIRENZE, PICCHIAVA E ABUSAVA LA MOGLIE: CONDANNATO A 6 ANNI appeared first on Controradio.