Flower al Piazzale: giovedì “Alba Donati e Padre Bernardo”

Flower al Piazzale: giovedì “Alba Donati e Padre Bernardo”

Firenze, la scrittrice Alba Donati e Padre Bernardo, priore di San Miniato al Monte, in un dialogo attorno alla poesia, protagonista della serata di giovedì 27 settembre, al Flower, spazio estivo con vista al piazzale Michelangelo.

L’appuntamento è alle ore 18:30 per la presentazione del libro di Alba Donati, “Tu, paesaggio dell’infanzia”, l’incontro fa parte del ciclo “Storia, visione, attesa”, a cura di Raffaele Palumbo in collaborazione con La Nave di Teseo.

Alba Donati vive tra Firenze e Lucignana. Ha pubblicato: “La Repubblica contadina (1997, Premio Mondello Opera Prima e Premio Sibilla Aleramo), “Non in mio nome” (2004, Premio Diego Valeri, Premio Cassola), “Idillio con cagnolino (2013, Premio Dessì, Premio Ceppo). Ha fondato “Fenysia” la prima scuola dei linguaggi della cultura ed è presidente del Gabinetto Scientifico Letterario “G. P. Vieusseux”. L’incontro sarà trasmesso in diretta su Controradio e in web tv sui canali social, sul sito e sulla app dell’emittente radiofonica.

La settimana del Flower prosegue al ritmo del jazz con quattro concerti live in successione. Venerdì 28 settembre alle ore 19.30 arriveranno Dr. Jobby & friends, mentre sabato 29 settembre, sempre alle ore 19.30, si esibiranno Denise Lembo alla voce e Umberto Quattrone alla chitarra, attraverso un sentiero acustico volto a ricreare atmosfere intime e malinconiche. Domenica 30 settembre la chiusura della rassegna Sunday Night Jazz, con 12 musicisti, tutti provenienti dai corsi del Dipartimento jazz dell’Accademia di Firenze diretto da Alessandro Di Puccio, il quale suonerà con loro la batteria. Una serata di musica e di festa che avrà inizio alle ore 19.30 per proseguire fino alle 22.30, interrotta solo da un breve intermezzo teatrale.

Anche la settimana successiva si aprirà sotto il segno del jazz, lunedì 1° ottobre, con il live di Bernardo Sacconi combo jazz duo, con Gianni Zei alla chitarra e Sacconi al contrabbasso. Il rinomato chitarrista fiorentino si unisce al giovane contrabbassista per una serata ricca di ricercati brani Jazz e bossa nova, arrangiati appositamente per l’intima formazione in duo. La profonda conoscenza timbrica e tecnica dei propri strumenti permetterà ai due musicisti di concentrarsi sul dialogo musicale, creando una musica a tratti minimalista e a momenti densa ed articolata. L’appuntamento è alle 19.30.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Flower al Piazzale è aperto tutti i giorni dalle 10 di mattina alle 01 di notte.

L'articolo Flower al Piazzale: giovedì “Alba Donati e Padre Bernardo” proviene da www.controradio.it.

Flower al Piazzale: giovedì “In pista? Firenze, l’aeroporto, ed il futuro della Piana”

Flower al Piazzale: giovedì “In pista? Firenze, l’aeroporto, ed il futuro della Piana”

Giovedì 30 agosto alle ore 21:00 Talk (Radio) Show con Controradio al Flower di Piazzale Michelangiolo a Firenze.

“In pista? Firenze, l’aeroporto, ed il futuro della Piana”
Il giornalista Domenico Guarino ne parla con Leonardo Bassilichi, Presidente Camera Commercio di Firenze, Lorenzo Falchi, Sindaco di Sesto Fiorentino, Paolo Poli, comitato No Aeroporto Prato. Giacomo Parenti, direttore generale Comune Firenze.

Il talk show è trasmesso in diretta radiofonica su Controradio e in web TV sulla pagina Facebook Controradio Firenze, in streaming sul sito www.controradio.it e sulla app di Controradio

L'articolo Flower al Piazzale: giovedì “In pista? Firenze, l’aeroporto, ed il futuro della Piana” proviene da www.controradio.it.

Dal jazz agli artisti di strada, una settimana di concerti al Flower

Dal jazz agli artisti di strada, una settimana di concerti al Flower

Musica live ogni sera da martedì 7 a domenica 12 agosto sulla terrazza del piazzale Michelangelo, Gli eventi sono inseriti nel cartellone dell’Estate Fiorentina

Dalle atmosfere newyorkesi al country blues del Mississippi, dai cantautori italiani al jazz: la settimana del Flower al Piazzale, lo spazio dell’Estate Fiorentina con vista sulla città, è all’insegna della musica live. Si comincia domani, martedì 7 agosto alle ore 20, con Calabretta Trio (Federico Calabretta al piano, Cosimo Marchese alla batteria, Bernardo Sacconi al contrabbasso) per un nuovo concerto della rassegna “Piazzale Jazz”, in collaborazione con Scuola di Musica ExFila e associazione Cambiamusica! Firenze (ingresso libero).

La settimana prosegue con una serie di concerti per il ciclo “Artisti di strada”: giovedì 9 agosto alle ore 21 al Flower si esibirà Francesco Garito con brani originali e di cantautori italiani, venerdì 10 agosto alle ore 20 sarà la volta di Claudio Spadi, con musica italiana e internazionale, mentre sabato 11 agosto alle ore 21 arriva il Mississippi rhythm & country blues del duo Foneno, formatosi nel 2012 e composto da Ugo Nativi (batteria e cori) e Federico Riondino (voce, chitarra e Kazoo), che capita spesso di avvistare nelle piazze del centro di Firenze con la caratteristica batteria sulle ruote.

Domenica 12 alle ore 20 torna “Piazzale Jazz”, con il Trio Cifariello, capitanato da Giovanni Cifariello. Nato a Firenze nel 1967, Cifariello inizia a studiare musica da giovanissimo, frequenta il Conservatorio Cherubini di Firenze e si diploma brillantemente, ottenendo anche il premio B. Christoff come migliore giovane promessa. La sua passione per la chitarra e l’interesse per i diversi approcci lo portano a confrontarsi con svariati artisti e generi musicali: dalla musica antica a quella colta contemporanea, dalla musica etnica siciliana, sarda, spagnola, ebraica, gipsy, balcanica, irlandese, indiana, araba e cubana fino al Blues, al Funk, al Pop, al Rock, al Jazz, alla Fusion e alla musica creativa. Ha tenuto concerti di musica classica come solista, in gruppi cameristici o con orchestra.

Dagli anni Novanta collabora in qualità di strumentista, arrangiatore e/o compositore con artisti italiani e stranieri quali poeti, attori, compagnie teatrali, ballerini, cantanti e formazioni di musica etnica, pop e jazz esibendosi in tutto il mondo, tra i vari: Antonella Ruggiero, Maurizio Solieri, Tullio De Piscopo, Alan Sorrenti, Peppino Di Capri, Riccardo Fogli, Sandro Comini, Beppe Basile, Francis Biggi, Marco Ferrari, Avery Gosfield, Massimiliano Dragoni, Ago, Paolo Cimmino, Stefano Rapicavoli, Walter Paoli, Franco Santernecchi, Stefano ‘Cocco’ Cantini, Nico Gori e tanti altri. Dal 2000 ha formato un proprio trio stabile con il quale tuttora si esibisce presentando un repertorio originale, suonando gli standards jazz e producendo progetti musicali specifici. Lo vedremo sul palco del Flower domenica 12 agosto.

Tutti i concerti sono a ingresso libero.

Flower al Piazzale è anche streetfood di qualità, con servizio bar e caffetteria attivo dalle 10 del mattino, pranzi, cene e aperitivi gourmet a cura di amblé, tramezzineria di qualità nota a Firenze per l’attenzione alle materie prime e all’ambiente: niente plastica, tutto a kmzero e riciclato.

 

L'articolo Dal jazz agli artisti di strada, una settimana di concerti al Flower proviene da www.controradio.it.

Talk show con Max Collini “Dagli Appennini alle Ande”. Mercoledì 1 agosto

Talk show con Max Collini “Dagli Appennini alle Ande”. Mercoledì 1 agosto

Per Controradio Talk Show: incontro con Max Collini. Intervistato da Giustina Terenzi  presenterà alcuni estratti dal suo spettacolo “Dagli Appennini alle Ande”, storie ironiche, divertenti, intimissime e universali, raccontate dalla voce degli Offlaga Disco Pax. Mercoledì 1 agosto alle ore 21.00, Flower al Piazzale Michelangelo Firenze

Flower al Piazzale – l’estate fiorentina dalla terrazza piu’ bella del mondo.

Mercoledì 1 agosto i monologhi di Max Collini “Dagli Appennini alle Ande”. Ore 21.00 ingresso libero. L’incontro sarà trasmesso via diretta radio, streaming su www.controradio.it e diretta web tv su Faceboook Controradio Firenze

Max Collini, voce narrante e autore dei testi negli “Offlaga Disco Pax” e oggi in “Spartiti”, in questo spettacolo in forma di monologo reciterà – con il cuore in mano e in perfetta solitudine – alcuni dei racconti che ha scritto in prima persona e che più hanno caratterizzato il suo percorso artistico con i due gruppi. Insieme ad essi verranno rivisitati anche brani degli autori contemporanei più amati e che hanno significativamente influenzato la sua scrittura, oltre a qualche inedito rimasto fino ad oggi solo sulla carta. Ascolterete storie ironiche, divertenti, intimissime, universali e tutte ambientate al confine preciso tra quello che avrebbe potuto essere e quello che non sarebbe stato mai. Non ne resterete indifferenti, perché nessuno resta indifferente quando incontra la parte di sé che credeva di avere perso.

MAX COLLINI.
Max Collini (all’anagrafe Massimiliano, classe 1967, ariete, celibe) è stato per circa undici anni la voce narrante e l’autore dei testi degli Offlaga Disco Pax (scoperti e lanciati dal Rock Contest di Controradio), collettivo neosensibilista di Reggio Emilia in cui ha militato dalla sua fondazione avvenuta nel 2003 fino allo scioglimento, seguito alla dolorosa scomparsa di Enrico Fontanelli nel 2014. Con gli ODP ha pubblicato tre album, tra cui il pluripremiato esordio “Socialismo Tascabile” (Santeria/Audioglobe), uscito nel 2005 e tra i dischi più influenti della scena indipendente italiana degli anni zero, e collezionato oltre quattrocento concerti. Dopo la fine dell’esperienza con gli Offlaga Disco Pax ha iniziato a collaborare continuativamente con Jukka Reverberi dei Giardini di Mirò nel duo “Spartiti”, di cui è uscito un album nel 2016 (Austerità – Woodworm label) e un Ep nel 2017 (Servizio d’ordine, sempre su Woodworm) e con il poeta e scrittore reggiano Arturo Bertoldi negli spettacoli di letture “Via Toschi 23”. Tra le sue collaborazioni come ospite sia dal vivo che su disco trovate anche Lo Stato Sociale, gruppo attualmente molto in voga tra le giovani generazioni (le prove di quanto affermato le trovate sull’internet). Ha partecipato in questi anni, sempre come ospite, a diversi concerti del tour per i trent’anni di Ortodossia dei Cccp con Massimo Zamboni e ai concerti dedicati ai 25 anni di Epica Etica Etnica Pathos dei post-CSI ed è uno dei protagonisti dello spettacolo teatrale/musicale I SOVIET + L’ELETTRICITA’, dedicato ai cento anni della Rivoluzione d’Ottobre, spettacolo scritto da Massimo Zamboni dei Cccp/CSI. Collini da anni sta pensando di scrivere un romanzo, ma ancora non se ne è saputo niente.

L'articolo Talk show con Max Collini “Dagli Appennini alle Ande”. Mercoledì 1 agosto proviene da www.controradio.it.