Le coste del Mediterraneo al centro della ricerca scientifica internazionale

Le coste del Mediterraneo al centro della ricerca scientifica internazionale

Nei giorni 19, 20 e 21 giugno, Livorno sarà la sede del Settimo Simposio Internazionale “Il Monitoraggio Costiero Mediterraneo problematiche e tecniche di misura”. L’importante iniziativa si svolgerà al Palazzo dei Portuali.

Le giornate, a cui partecipano studiosi di tutto il bacino del Mediterraneo, saranno una vera e propria opportunità per illustrare nuove proposte e promuovere azioni a favore della tutela dell’ambiente marino e costiero.

La scelta come sede del Simposio della città di Livorno non è casuale: Livorno è un luogo che storicamente (a partire sal XVI secolo) si è mostrato aperto a tutte le culture mediterranee, permettendo la convivenza di comunità straniere di origine diversissima, con le relative espressioni culturali e i luoghi di culto. Inoltre i tragici ecenti del settembre 2017 rimettono in luce i problemi della tutela e della salvaguardia ambientale della sua area costiera.

L’evento è organizzato dalla Fondazione L.E.M. unitamente all’Istituto di Biometereologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche, in collaborazione con il Comune di Livorno, la Fondazione per il Clima e la Sostenibilità, la Compagnia dei Portuali di Livorno le Università di Pisa e di Firenze. Il Simposio ha ottenuto, anche per questa edizione, il patrocinio dell’Accademia Nazionale dei Lincei, dell’Accademia dei Georgofili, dell’Università degli Studi di Firenze, della Regione Toscana e dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale.

Per presentare la ricerca, svolta negli ultimi anni sul tema, saranno esposti i lavori scientifici con presentazioni orali e poster.

I lavori, che sono articolati in cinque sessioni, avranno inizio martedì 19 giugno alle ore 10.00 con il saluto del Sindaco del Comune di Livorno Filippo Nogarin e dell’Assessore Paola Baldari. In programma nella prima giornata la sessione Il paesaggio costiero: forme di antropizzazione di ieri e di oggi. Flora e Fauna del sistema litorale: dinamiche e protezione, Geografia della fascia costiera: dinamiche del territorio e tutela integrata, Misure per l’Ambiente e produzione energetica in zone costiere, Morfologia ed evoluzione delle coste e dei fondali sono le sessioni che si terranno nella seconda e terza giornata. A sottolineare lo stretto legame tra il Simposio e la città di Livorno, alla fine dei lavori della seconda e terza giornata sono previste anche due visite organizzate, guidate dal Prof. Saragosa, alle architetture urbane legate alle acque costiere e interne.

L'articolo Le coste del Mediterraneo al centro della ricerca scientifica internazionale proviene da www.controradio.it.