L’Europa torna a Firenze con il Festival e The State of the union

L’Europa torna a Firenze con il Festival e The State of the union

Dal 1 al 10 maggio 2019 Firenze ospita la quinta edizione del Festival d’Europa. Una manifestazione che coinvolgerà varie location in città: da Palazzo Vecchio alle Murate, da Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati al Polo universitario di Novoli, da Villa Salviati alla Badia Fiesolana, dalla Stazione Leopolda passando da piazza della Repubblica e Palazzo Medici Riccardi. Incontri, convegni e laboratori a cui si affiancheranno mostre, spettacoli e concerti per riflettere e delineare l’Europa di domani. In parallelo alla programmazione del Festival d’Europa sarà ancora una volta centrale il ruolo di “The State of the Union” (dal 2 al 4 maggio), organizzato dall’Istituto Universitario Europeo (IUE) e giunto alla sua nona edizione.

Paolo Chiappini, Fondazione Sistema Toscana

Un appuntamento di rilievo – che avrà come sottotitolo “21st-Century Democracy in Europe” – che richiamerà a Firenze economisti, accademici e figure di primo piano del panorama internazionale. Ad aprire la maratona di eventi sarà proprio The State of the Union a Villa Salviati il 2 maggio alle ore 10, con il saluto del presidente dell’IUE Renaud Dehousse e il ministro italiano per gli Affari esteri e la Cooperazione internazionale. Tra i relatori: il presidente INPS Pasquale Tridico, l’economista dell’University of Chicago Booth School of Business Luigi Zingales, il Primo vicepresidente della Commissione Europea. Alle 18 l’atteso dibattito tra i principali candidati per la carica di presidente della Commissione Europea (Spitzenkandidaten debate) #FlorenceDebate.

presidente dell’IUE Renaud Dehousse

Il 3 maggio i lavori si sposteranno in Palazzo Vecchio. In apertura i saluti del sindaco di Firenze e del presidente della Regione Toscana. Attesi, tra gli altri, il presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana, il presidente del Parlamento europeo, il ministro degli Esteri francese, il presidente della Romania, l’Alto rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri e la Politica di sicurezza. Anche Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati ospiterà eventi di rilievo nazionale. Il 2 maggio al via la tavola rotonda organizzata dalla Regione Toscana “Verso un’economia circolare: ambizioni europee e iniziative territoriali per migliorare la vita dei cittadini” (ore 15). Tra i relatori, insieme al presidente della Regione: il sottosegretario per la protezione dell’ambiente, del territorio e del mare; il membro del Parlamento Europeo e relatrice del pacchetto per l’economia circolare; il direttore per i Consumatori, Tecnologie ambientali e sanitarie, per il Mercato interno, l’industria, l’imprenditorialità e le Pmi della Commissione Europea Carlo Pettinelli (Dg Grow); il sindaco di Santa Croce sull’Arno. Modera il giornalista Massimo Vanni. L’evento clou del 3 maggio sempre a Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati (ore 14.30) è “Stavolta Voto! L’Europa, non solo un esempio di globalizzazione riuscita, ma un baluardo di pace, rispetto dei valori e diritti democratici”, una sessione di dialogo in cui il presidente della Regione Toscana discuterà apertamente con il pubblico. Attesi anche il membro del Senato italiano ed ex Commissario Europeo per gli aiuti umanitari e per la tutela dei consumatori insieme al direttore generale della Commissione Europea per la Cooperazione internazionale e lo Sviluppo (Dg Devco) Stefano Manservisi. Modera il direttore de Il Tirreno, Luigi Vicinanza.

Anche quest’anno Erasmus partecipa al Festival con la manifestazione Erasmus4Ever Erasmus4Future in programma dal 7 al 9 maggio. La tre giorni è organizzata dalle Agenzie Nazionali italiane Erasmus+ INDIRE, INAPP e ANG in collaborazione con l’Agence Erasmus+ France Education & Formation. All’evento parteciperanno oltre 130 “Alumni” ex Erasmus provenienti da 15 Paesi europei che si incontreranno a Firenze per creare una rete europea di “Alumni” Erasmus, per condividere progetti ed esperienze. Dal 7 al 9 maggio è previsto uno spazio informativo in Piazza della Repubblica che ospiterà performance artistiche e show cooking. L’8 maggio alle 19 è in programma il Concerto dell’Orchestra Erasmus nella chiesa di Santo Stefano al Ponte. Per celebrare la Giornata dell’Europa, il 9 maggio, Palazzo Vecchio ospita la conferenza internazionale “United in Diversity” (ore 10).

Le esperienze vissute dagli Alumni Erasmus saranno raccontate da David Riondino che interverrà con un contributo in chiave teatrale. Sempre sul tema Erasmus l’8 maggio alle ore 10, al campus delle Scienze sociali dell’Università di Firenze, si svolge la conferenza-testimonianza di Maria Betti (Joint Research Centre della Commissione europea) su “Essere cittadini europei oggi”. Decine gli appuntamenti della Notte Blu, la kermesse che animerà il complesso delle Murate il 9 e 10 maggio. Tra questi, il talk show “Europa: falsi miti e prospettive” e il flashmob di YouinEU, il progetto cofinanziato dal Parlamento Europeo – che ha creato per l’occasione il sito stavoltavoto.eu – e promosso da Fondazione Sistema Toscana, Controradio, Europe Direct Firenze, Associazione Sharing Europe, compagnia teatrale Centrale dell’Arte con il supporto di Regione Toscana. Chiuderà la serata il concerto dei Loren.

Giorgia Giovannetti | Prorettrice alle Relazioni internazionali  dell’Università di Firenze intervistata da Chiara Brilli

Tutti gli eventi sono consultabili su https://stateoftheunion.eui.eu/events-fde/ e www.festivaldeuropa.eu
#festivaldeuropa
Il Festival d’Europa 2019 è promosso da Comune di Firenze, Regione Toscana, Istituto Universitario Europeo, Città metropolitana di Firenze.

L'articolo L’Europa torna a Firenze con il Festival e The State of the union proviene da www.controradio.it.

YOUinEU: trenta flash mob per fare conoscere le Istituzioni Europee

Trenta flash mob per fare conoscere le Istituzioni Europee. E’ stato presentato oggi “TuinEuropa – YOU in EU”, un progetto finanziato dal Parlamento Europeo, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini al voto del prossimo 26 maggio.

Im-ballo
Im-ballo

L’iniziativa prevede la realizzazione di 30 flash mob nelle principali piazze toscane, alcuni dei quali saranno trasmessi in diretta fb anche sulla pagina di Controradio. Il prossimo appuntamento è fissato a Lucca il prossimo sabato 13 aprile a partire dalle 17, dove in vari luoghi della città si celebrerà “Siamo tutti im-ballo”, un matrimonio con plastica ed imballaggi per sottolineare quanto siano importanti per noi le politiche europee in materia ambientale che prevedono, tra l’altro, la messa la bando a partire dal 2021 di tutti gli oggetti in plastica monouso come cannucce, posate e stoviglie in plastica, cotton-fioc e contenitori di polistirolo.

Altre date in calendario già fissate sono Siena il 4 maggio, Firenze 9 maggio e Pisa il 18 maggio, dove i flash mob inviteranno a riflettere su temi specifici come mobilità e trasporti, economia, energia e ambiente, net Neutrality, politica estera e migrazioni.

Obiettivo del progetto è quello di coinvolgere i cittadini aumentando la loro sensibilità e conoscenza delle istituzioni democratiche europee in vista dell’appuntamento elettorale europeo del 23-26 maggio 2019. Insieme al Parlamento Europeo – che ha creato per l’occasione il sito stavoltavoto.eu – collaborano all’iniziativa Fondazione Sistema Toscana, Controradio, Europe Direct di Firenze, Associazione Sharing Europe, compagnia teatrale Centrale dell’Arte con il supporto di Regione Toscana. Tra gli eventi clou il flashmob del 9 maggio a Firenze che si terrà in occasione della Notte Blu, nella giornata in cui si festeggia l’anniversario della “Dichiarazione Schuman” (9 maggio 1950), considerata l’atto costitutivo dell’Unione Europea. Il programma di questa particolare giornata verrà realizzato in collaborazione con Europe Direct Desk e prevederà performance musicali, proiezioni video, dibattiti. L’animazione è affidata a Controradio e a Centrale dell’Arte col supporto di Fondazione Sistema Toscana e degli altri partner.

Per quanto riguarda i flash mob, tutta la cittadinanza è invitata a partecipare attivamente, chi fosse interessato potrà mettersi in contatto con la compagnia teatrale centrale dell’Arte scrivendo a info@centraledellarte.it

 

 

 

L'articolo YOUinEU: trenta flash mob per fare conoscere le Istituzioni Europee proviene da www.controradio.it.

YOUinEU: trenta flash mob per fare conoscere le Istituzioni Europee

Trenta flash mob per fare conoscere le Istituzioni Europee. E’ stato presentato oggi “TuinEuropa – YOU in EU”, un progetto finanziato dal Parlamento Europeo, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini al voto del prossimo 26 maggio.

Im-ballo
Im-ballo

L’iniziativa prevede la realizzazione di 30 flash mob nelle principali piazze toscane, alcuni dei quali saranno trasmessi in diretta fb anche sulla pagina di Controradio. Il prossimo appuntamento è fissato a Lucca il prossimo sabato 13 aprile a partire dalle 17, dove in vari luoghi della città si celebrerà “Siamo tutti im-ballo”, un matrimonio con plastica ed imballaggi per sottolineare quanto siano importanti per noi le politiche europee in materia ambientale che prevedono, tra l’altro, la messa la bando a partire dal 2021 di tutti gli oggetti in plastica monouso come cannucce, posate e stoviglie in plastica, cotton-fioc e contenitori di polistirolo.

Altre date in calendario già fissate sono Siena il 4 maggio, Firenze 9 maggio e Pisa il 18 maggio, dove i flash mob inviteranno a riflettere su temi specifici come mobilità e trasporti, economia, energia e ambiente, net Neutrality, politica estera e migrazioni.

Obiettivo del progetto è quello di coinvolgere i cittadini aumentando la loro sensibilità e conoscenza delle istituzioni democratiche europee in vista dell’appuntamento elettorale europeo del 23-26 maggio 2019. Insieme al Parlamento Europeo – che ha creato per l’occasione il sito stavoltavoto.eu – collaborano all’iniziativa Fondazione Sistema Toscana, Controradio, Europe Direct di Firenze, Associazione Sharing Europe, compagnia teatrale Centrale dell’Arte con il supporto di Regione Toscana. Tra gli eventi clou il flashmob del 9 maggio a Firenze che si terrà in occasione della Notte Blu, nella giornata in cui si festeggia l’anniversario della “Dichiarazione Schuman” (9 maggio 1950), considerata l’atto costitutivo dell’Unione Europea. Il programma di questa particolare giornata verrà realizzato in collaborazione con Europe Direct Desk e prevederà performance musicali, proiezioni video, dibattiti. L’animazione è affidata a Controradio e a Centrale dell’Arte col supporto di Fondazione Sistema Toscana e degli altri partner.

Per quanto riguarda i flash mob, tutta la cittadinanza è invitata a partecipare attivamente, chi fosse interessato potrà mettersi in contatto con la compagnia teatrale centrale dell’Arte scrivendo a info@centraledellarte.it

 

 

 

L'articolo YOUinEU: trenta flash mob per fare conoscere le Istituzioni Europee proviene da www.controradio.it.

YOUinEU: trenta flash mob per fare conoscere le Istituzioni Europee

Trenta flash mob per fare conoscere le Istituzioni Europee. E’ stato presentato oggi “TuinEuropa – YOU in EU”, un progetto finanziato dal Parlamento Europeo, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini al voto del prossimo 26 maggio.

Im-ballo
Im-ballo

L’iniziativa prevede la realizzazione di 30 flash mob nelle principali piazze toscane, alcuni dei quali saranno trasmessi in diretta fb anche sulla pagina di Controradio. Il prossimo appuntamento è fissato a Lucca il prossimo sabato 13 aprile a partire dalle 17, dove in vari luoghi della città si celebrerà “Siamo tutti im-ballo”, un matrimonio con plastica ed imballaggi per sottolineare quanto siano importanti per noi le politiche europee in materia ambientale che prevedono, tra l’altro, la messa la bando a partire dal 2021 di tutti gli oggetti in plastica monouso come cannucce, posate e stoviglie in plastica, cotton-fioc e contenitori di polistirolo.

Altre date in calendario già fissate sono Siena il 4 maggio, Firenze 9 maggio e Pisa il 18 maggio, dove i flash mob inviteranno a riflettere su temi specifici come mobilità e trasporti, economia, energia e ambiente, net Neutrality, politica estera e migrazioni.

Obiettivo del progetto è quello di coinvolgere i cittadini aumentando la loro sensibilità e conoscenza delle istituzioni democratiche europee in vista dell’appuntamento elettorale europeo del 23-26 maggio 2019. Insieme al Parlamento Europeo – che ha creato per l’occasione il sito stavoltavoto.eu – collaborano all’iniziativa Fondazione Sistema Toscana, Controradio, Europe Direct di Firenze, Associazione Sharing Europe, compagnia teatrale Centrale dell’Arte con il supporto di Regione Toscana. Tra gli eventi clou il flashmob del 9 maggio a Firenze che si terrà in occasione della Notte Blu, nella giornata in cui si festeggia l’anniversario della “Dichiarazione Schuman” (9 maggio 1950), considerata l’atto costitutivo dell’Unione Europea. Il programma di questa particolare giornata verrà realizzato in collaborazione con Europe Direct Desk e prevederà performance musicali, proiezioni video, dibattiti. L’animazione è affidata a Controradio e a Centrale dell’Arte col supporto di Fondazione Sistema Toscana e degli altri partner.

Per quanto riguarda i flash mob, tutta la cittadinanza è invitata a partecipare attivamente, chi fosse interessato potrà mettersi in contatto con la compagnia teatrale centrale dell’Arte scrivendo a info@centraledellarte.it

 

 

 

L'articolo YOUinEU: trenta flash mob per fare conoscere le Istituzioni Europee proviene da www.controradio.it.

Aggiornata app “Muoversi in Toscana”

Aggiornata app “Muoversi in Toscana”

Aggiornata la app ‘Muoversi in Toscana’ con una nuova veste grafica aggiunte funzioni come il controllo in tempo reale dei ritardi, l’integrazione in un’unica piattaforma di tutte le comunicazioni ufficiali riguardanti la viabilità e la possibilità di accedere ai principali canali social.

La app ‘Muoversi in Toscana’ si aggiorna. Rispetto alle versioni precedenti, sono state aggiunte ulteriori importanti funzioni, come il controllo in tempo reale dei ritardi, l’integrazione in un’unica piattaforma di tutte le comunicazioni ufficiali riguardanti la viabilità e la possibilità di accedere ai principali canali social dell’ecosistema digitale di “Muoversi in Toscana”. E una nuova veste grafica ed un restyling anche strutturale l’hanno resa di più semplice utilizzo, per aiutare pendolari, turisti e viaggiatori occasionali a pianificare i propri spostamenti, ma anche per tenerli informati riguardo ad eventuali criticità e per ‘dialogare’ con loro attraverso feedback e segnalazioni.

“Il dialogo con l’utenza è fondamentale – spiega l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli – così come lo è la capacità di informare in tempo reale i viaggiatori di ritardi e possibili disagi. Il progetto MuoversinToscana, che si è sviluppato negli ultimi anni ed oggi si articola in portale, social, app, web tv e notiziari radiofonici, nasce da questa profonda convinzione, oltre che dalla volontà di agevolare chi si sposta con i mezzi pubblici indicando loro le combinazioni intermodali più favorevoli. Presentiamo un’evoluzione della app, più semplice, più completa e meglio funzionante. Credo che strumenti come questo possano concretamente migliorare la quotidianità delle persone e rappresentino uno dei migliori utilizzi possibili della possibilità di connessione in tempo reale che oggi tutti, o quasi, abbiamo”.

La app gratuita di “Muoversi In Toscana”, già scaricabile su Play Store per Android e su App Store per iOS, è realizzata e messa a disposizione da Regione Toscana in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana e con le aziende e-Lios e Phoops.

L’applicazione è stata profondamente ripensata per aiutare i pendolari in primis, ma anche i viaggiatori/turisti tout-court nella ricerca – in ambito regionale – di mezzi pubblici e percorsi ad hoc (non solo casa/lavoro). In particolar modo, l’attenzione è posta sull’utilizzo integrato di vettori differenti per raggiungere la destinazione desiderata, abituale o meno, coprendo autobus, treni e traghetti in tempo reale.

L’obiettivo dell’innovativo restyling grafico e strutturale è stato quello di ridisegnare l’app per semplificarne e ottimizzarne la cosiddetta user-experience, mettendo al centro l’utente e la semplicità di navigazione e fruizione delle informazioni, dei servizi e dei contenuti presenti.

Fin dalla prima schermata sono mostrate le funzionalità cardine messe a disposizione dal nuovo servizio in maniera intuitiva e diretta. I campi della ricerca (“Da: qui” e “Dove vai?”), posti in grande evidenza, accompagnano da subito l’utente nell’individuare rapidamente i luoghi dello spostamento per poi selezionare e seguire il percorso più consono, con la presentazione delle singole tratte e dei mezzi pubblici disponibili.

Il nuovo disegno progettuale della app risponde alla necessità degli utenti di accedere a gran parte delle funzionalità senza doversi registrare effettuando contestualmente il minor numero possibile di operazioni per ricevere le indicazioni necessarie. Con questa modalità semplificata, gli utilizzatori ottengono immediati feedback e valore informativo dall’applicazione stessa, senza il bisogno di ulteriori operazioni o step di registrazione.

A mano a mano che l’utente acquisirà familiarità con l’app e si troverà ad utilizzarla sempre più spesso per le proprie esigenze, il sistema offrirà la possibilità di registrarsi e ottenere ulteriori funzionalità avanzate. Tra queste la possibilità di memorizzare le proprie preferenze e ricevere notifiche in relazione alle tratte di interesse.

L’utente avanzato potrà gestire e monitorare con più facilità le proprie preferenze, ricevere notifiche push sui mezzi e percorsi di interesse, condividere sui social, su app di messaggistica o via mail.

Riguardo all’attività sui social, su Fb, al 16 marzo 2019 sono oltre 21.600 i like e 21.630 i follower, con una crescita costante di entrambi dall’inizio del 2018 ad oggi. Sempre su Fb sono oltre 25 mila le persone raggiunte, 12.200 le condivisioni e commenti e oltre 33 mila le visualizzazioni video. Per quanto invece riguarda twitter, il numero totale dei follower al 19 marzo 2019 supera le 9 mila unità (+13,1% rispetto a un anno prima) mentre su telegram il numero degli iscritti è di 155. Infine youtube, dove i video sul canale sono 461 ai quali vanno aggiunti gli oltre 10 mila dedicati all’infomobilità giornaliera prodotti da Florence Tv.

L'articolo Aggiornata app “Muoversi in Toscana” proviene da www.controradio.it.