Il primo carnevale al giardino della Fortezza di Firenze

Il primo carnevale al giardino della Fortezza di Firenze

Sabato 23 febbraio, a partire dalle ore 14.30, grande attesa al Giardino della Fortezza da Basso per Maschere in festa alla Fortezza, iniziativa nata dalla collaborazione tra le associazioni Insieme per San Lorenzo e Un fiore per la Fortezza. Obiettivo dell’evento, che ha il prezioso supporto degli Angeli del Bello, è creare un momento di condivisione e allegria in uno spazio della città, che dopo un periodo difficile è stato finalmente restituito all’intera comunità.

Maschere in festa alla Fortezza è la prima festa di Carnevale ospitata dal Giardino della Fortezza, un’iniziativa dedicata ai più piccoli ma anche un’occasione di incontro per i cittadini di ogni età che hanno atteso con fiducia la ‘rinascita’ di quest’area cittadina. Tante le attività previste nel pomeriggio: giochi, azioni ecologiche con gli Angeli del Bello, e molta musica. Tra i protagonisti della festa ci saranno infatti i Pulsar, street band formata da studenti fiorentini che fanno musica con oggetti a dir poco originali. E saranno proprio le note del Pulsar ad accompagnare un’allegra e colorata marcia intorno alla vasca del Poggi.
L’iniziativa può contare sulla collaborazione di Confartigianato Imprese Firenze e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Firenze Q1 Centro Storico.
Paola Besutti, presidentessa dell’associazione Insieme per San Lorenzo nel presentare l’iniziativa, dichiara: “Siamo molto felici di poter festeggiare con una festa la rinascita del Giardino della Fortezza. Abbiamo seguito con apprensione le vicende degli ultimi mesi ed è stato un vero sollievo vedere questo spazio popolarsi nuovamente di persone che passeggiano, fanno jogging, e di bambini che vanno in bici. Abbiamo colto con entusiamo l’idea degli amici di Un fiore per la Fortezza di unire le forze per creare un’iniziativa che trasmettesse tutta la passione e l’impegno che le nostre associazioni ogni giorno dedicano al quartiere in cui viviamo e operiamo. E avere ancora una volta al nostro fianco gli Angeli del Bello ci rende particolarmente orgogliosi”.
Serena Vavolo presidentessa dell’associazione Un fiore per la Fortezza aggiunge: “La nostra associazione è nata proprio per riportare il Giardino della Fortezza ai suoi antichi splendori perché oltre a rappresentare una delle più belle porte di accesso al centro di Firenze, è un luogo caro al cuore dei fiorentini. L’amministrazione comunale e le forze dell’ordine hanno fatto un lavoro straordinario restituendo al Giardino la sua dignità. Penso però fermamente che la più potente ed efficace arma contro il degrado siano le persone, le famiglie, i bambini che quindi devono tornare a frequentare il Giardino. Ci auguriamo che la bellissima sinergia che si è venuta a creare con l’associazione Insieme per San Lorenzo, gli Angeli del Bello e Confartigianato Imprese Firenze possa davvero permettere al Giardino di rinascere e di rivivere affinchè i fiorentini ne possano finalmente godere appieno”.
L’associazione Insieme per San Lorenzo è nata nel 2004 da un gruppo di residenti e commercianti del quartiere di San Lorenzo, decisi a contribuire al rilancio e alla riqualificazione economica, sociale e culturale del quartiere. Fin dalla sua costituzione, tra gli scopi dell’associazione, è prevista la progettazione di iniziative culturali e di valorizzazione di questa area cittadina.
L’associazione Un fiore per la Fortezza nasce nel novembre 2018 dopo il grande clamore avuto dal gruppo Facebook “Salviamo il Giardino della Fortezza”, con l’intento di valorizzare e riportare al suo antico splendore uno dei gioielli della città di Firenze, attraverso eventi e iniziative da svolgere al suo interno.

L'articolo Il primo carnevale al giardino della Fortezza di Firenze proviene da www.controradio.it.

Scuola, Grieco: “In Toscana progressi su abbandono scolastico”

Scuola, Grieco: “In Toscana progressi su abbandono scolastico”

“La Toscana è la regione che ha fatto i progressi maggiori in riferimento all’abbandono scolastico”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Istruzione Cristina Grieco, a margine dell’incontro sull’utilizzo dei fondi europei del Fse 2014-2020, nell’ambito di Didacta, fiera sul futuro della scuola, in corso alla Fortezza da Basso di Firenze.

“All’inizio del settennio – ha detto Grieco – la dispersione scolastica era di oltre il 17%, oggi siamo al 10,9%. I neet sono passati dal 25% a poco più del 17. Questi numeri non sono un punto di arrivo”. L’assessore ha precisato che è necessario “spendere bene, tradurre la spesa in risultati effettivi”.

La Toscana, ha continuato Grieco, “è una regione orgogliosamente europea, che vuole stare nei parametri. E’ importante avere un sistema di obiettivi e politiche condivisi” in modo da “dare opportunità e andare contro alle diseguaglianze”. Su Giovanisì Lab Scuola, il progetto creato dalla Regione per contrastare la dispersione scolastica, l’obiettivo è “inserire i ragazzi che si sentono ai margini. La dispersione scolastica è l’anticamera dell’esclusione sociale”.

L'articolo Scuola, Grieco: “In Toscana progressi su abbandono scolastico” proviene da www.controradio.it.