Tramvia: lavori “mangiano” 300 mq parco villa Vittoria

Tramvia: lavori “mangiano” 300 mq parco villa Vittoria

Tagliati anche decine di alberi, servono per sede tramviaria zona stazione.

Iniziati da oggi, nell’ambito dei lavori per la realizzazione delle nuove linee tramviarie a Firenze, gli interventi per “ridurre” il parco di villa Vittoria, in zona stazione a Firenze. L’operazione, prevista da anni nei piani per la costruzione dell’infrastruttura, prevede l’arretramento dell’area a verde lungo via Valfonda, in modo da garantire lo spazio per la sede della tramvia e per il passaggio dei mezzi di soccorso: complessivamente, il giardino perderà circa 300 metri quadrati.
Verranno inoltre tagliate alcune decine di alberi presenti da molti anni nello spazio ora interessato dai lavori: non verrà però toccato il grande cedro secolare del parco, vincolato dalla Sovrintendenza.
L’intervento durerà fino al termine previsto dal programma per la conclusione delle nuove linee, individuato dal Comune entro la fine di febbraio. Villa Vittoria è un edificio ottocentesco, collocato tra la stazione ferroviaria e la fortezza da Basso, attualmente sede di Firenze Fiera, del Palazzo degli Affari e del Palazzo dei Congressi.

L'articolo Tramvia: lavori “mangiano” 300 mq parco villa Vittoria proviene da www.controradio.it.

Tramvia: ci saranno disagi cantieri avvio scuole

Tramvia: ci saranno disagi cantieri avvio scuole

Il sindaco Dario Nardella avvisa i fiorentini.

Arriverà questa sera nelle case dei fiorentini il messaggio telefonico del sindaco Dario Nardella per avvisare dei possibili disagi alla circolazione, legati all’avanzamento dei cantieri della tramvia, in vista dell’avvio dell’anno scolastico. Come già avvenuto nel 2016 e nello scorso marzo (quando oltre all’alert system erano stati distribuiti volantini nella zona del Comune), Palazzo Vecchio ha deciso di predisporre l’alert system per questo particolare momento dell’anno.

“Firenze Alert System” ha la funzione di inviare telefonicamente dei messaggi vocali e raggiungere contemporaneamente tutti i residenti o una parte di essi, in funzione alle effettive esigenze, per informazioni di pubblica utilità come allerta meteo, chiusure delle strade, chiusura delle scuole, segnalazioni di pericoli sul territorio comunale, interruzioni dei servizi pubblici, ecc… Il progetto ha come obiettivo quello di ridurre i rischi e i disagi a favore della collettività.

Nel messaggio si sottolinea che i lavori delle linee 2 e 3 sono arrivati al rush finale con l’obiettivo di terminare gli interventi a febbraio. E che i cantieri che comportano le maggiori ripercussioni alla circolazione si concentrano nella zone Stazione, Fortezza e viale Belfiore-Porta a Prato. Nel messaggio anche l’appello a informarsi presso i consueti canali: la rete civica del Comune www.comunef.i.it, il contact center 055055, l’infopoint tranvia al Parterre.
Intanto stasera dalle 21 scatterà la modifica del cantiere in viale fratelli Rosselli, dove torneranno tre le corsie a disposizione dei veicoli, e domani pomeriggio sarà riaperta al transito la direttrice piazza della Costituzione-via XX Settembre dopo i lavori di rifacimento della pavimentazione stradale.

L'articolo Tramvia: ci saranno disagi cantieri avvio scuole proviene da www.controradio.it.

Alla scoperta della Firenze più insolita

Alla scoperta della Firenze più insolita

A settembre un ricco programma di escursioni ed itinerari che andranno a toccare i posti più insoliti di Firenze.

Itinerari alla scoperta della Firenze più insolita, incursioni nel dietro le quinte dell’arte e dell’artigianato, visite culturali che diventano spettacoli teatrali e percorsi acquatici su barche e gommoni da rafting.

A settembre tornano le iniziative targate “Enjoy Firenze”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi, a cura di Cooperativa Archeologia. Un totale di 12 proposte per il mese. (www.enjoyfirenze.it).

Nell’ambito di Estate Fiorentina 2017, per esplorare le vicende che hanno portato le grandi opere artistiche e architettoniche della città a essere quello che sono oggi e conoscere le maestranze artigiane e del restauro che le hanno create e preservate, sono state pensate la visita ai laboratori dell’Opificio delle Pietre Dure della Fortezza da Basso.

Qui, in seguito alla tragica alluvione del ’66, vennero recuperati capolavori come la Croce dipinta di Cimabue, i Crocifissi di Giotto e negli ultimi anni l’Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci (16/09).

Previsto poi un pomeriggio nella bottega in cui i maestri Bruno e Iacopo Lastrucci continuano l’antica tecnica fiorentina del Commesso Fiorentino, lavorando le pietre dure proprio come nel Rinascimento (28/09).

In programma anche una camminata lungo i sentieri del giardino del Museo Archeologico di Firenze, tra tumuli etruschi perfettamente ricostruiti (20/09); un’esplorazione dell’Isolotto, da area rurale a villaggio satellite che ha visto all’opera architetti del calibro di Arnaldo Foschini e Giovanni Michelucci (23/09); una mattina all’Opera di Firenze per indagarne gli elementi di continuità con il Rinascimento e conoscerne sia le splendide sale che il dietro le quinte (30/09) e la visita ai sotterranei di Palazzo Vecchio non solo per ripercorrere attraverso le parole degli archeologi coinvolti le vicende dello scavo dell’antico Teatro Romano che si cela sotto il palazzo del Comune, ma anche le importanti novità emerse dal lavoro di questi ultimi mesi (22/09).

Per i più avventurosi c’è Alla scoperta di mulini e gualchiere medievali lungo l’Arno fiorentino”, un’avventura su gommoni da soft rafting dal Girone alla Nave a Rovezzano con protagonisti questi antichi edifici che tramite “L’Arte della Lana” a partire dal XIII secolo hanno reso famosa Firenze per l’attività industriale (12/09).

Infine, un’iniziativa fuori porta presso il cantiere di allestimento del Museo delle Antiche Navi di Pisa, che espone le imbarcazioni di epoca romana emerse durante lavori per l’ampliamento della Stazione di Pisa S. Rossore con il loro carico di anfore, ceramiche, vetri, metalli e strumenti di bordo. A partire da questi reperti è stato ricomposto il mosaico di una lunga storia, fatta di commerci e marinai, navigazioni e rotte, vita quotidiana a bordo e naufragi. Gli Arsenali Medicei sono sembrati da subito il luogo più adatto per la realizzazione di un Museo dedicato, ancora in corso di completamento ma già visitabile (17 e 30 settembre)

Per info: 055-5520407 e a turismo@archeologia.it    www.enjoyfirenze.it

L'articolo Alla scoperta della Firenze più insolita proviene da www.controradio.it.

Università di Firenze: in 2000 per test di medicina

Università di Firenze: in 2000 per test di medicina

Circa 2000 studenti hanno preso parte stamani al test d’accesso di medicina e odontoiatria a Firenze, che si è svolto in un grande padiglione della Fortezza da Basso.

Il test di medicina si è svolto regolarmente e senza ritardi o intoppi: al momento, a quanto si apprende, non sono state riscontrate irregolarità nè risulta annullata la prova di alcun candidato.

Difficoltà non irrilevante per il test di medicina, ma comunque affrontabile secondo il giudizio complessivo degli allievi: “E’ stata più difficile dello scorso anno, soprattutto su logica e biologia – dice Greta, che ha tentato di entrare anche nel 2016 – ma il resto era comunque fattibile”.

Un’opinione condivisa anche da Ludovica: “Penso sia andata discretamente, e non mi è sembrato un test molto complicato; di sicuro mi aspettavo di rispondere a meno domande. Ci sono stati tanti controlli per verificare che nessuno facesse il furbo, questo va detto”.

L'articolo Università di Firenze: in 2000 per test di medicina proviene da www.controradio.it.

Firenze: ‘Didacta’ Italia, il grande evento per la scuola

Firenze: ‘Didacta’ Italia, il grande evento per la scuola

Didacta Italia: dal 27 al 29 settembre a Firenze il grande evento dedicato all’istruzione.

Didacta, la fiera scientifica sul mondo dell’istruzione e della formazione che da oltre mezzo secolo attrae più di centomila visitatori all’anno in Germania e che ha scelto l’Italia e Firenze per uscire per la prima volta dai confini tedeschi.

Didacta Italia si svolgerà dal 27 al 29 settembre alla Fortezza da Basso di Firenze su un’area espositiva di oltre 15.000 mq.

La Regione Toscana, che è parte del comitato organizzatore dell’edizione italiana, sarà presente con un proprio stand di oltre 230 mq, finanziato con risorse del Fondo sociale europeo.

Lo stand sarà realizzato seguendo un preciso obiettivo, promuovere il successo scolastico e formativo attraverso gli interventi finanziati con il Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo 2014-2020. Tramite degli specifici percorsi video e grafici, infatti, saranno ricostruite le politiche e le strategie per l’educazione e l’istruzione dei bambini, il sistema della formazione professionale, i progetti di robotica, l’alternanza scuola e lavoro.

Protagoniste, inoltre, saranno le eccellenze della scuola toscana con i progetti e le iniziative realizzate, così come protagonisti saranno gli studenti, che si alterneranno nello stand con dimostrazioni pratiche, in particolare in ambito musicale ed enogastronomico.

La Regione coordinerà quattro specifici workshop, che rientrano nel programma scientifico curato da Indire, sull’educazione prescolare da zero a sei anni, sull’innovazione didattica, sulla dispersione scolastica ed i Pez (progetti educativi zonali) ed infine sul sistema formativo regionale ed il sistema duale.

La fiera rappresenta un’occasione unica per gli insegnanti di ogni ordine e grado, sia sotto il profilo formativo che di aggiornamento, su tutto quello che ruota intorno al mondo della scuola. Didacta Italia è stata infatti inserita dal Miur tra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti, che avranno la possibilità di partecipare ad incontri di grande rilievo con esperti italiani ed internazionali.

L'articolo Firenze: ‘Didacta’ Italia, il grande evento per la scuola proviene da www.controradio.it.