Firenze, Federalberghi: bene feste natalizie 

Firenze, Federalberghi:  bene feste natalizie 

Lo afferma Francesco Bechi, presidente di Federalberghi Firenze, che lamenta tuttavia:  “una forte crescita dell’offerta ricettiva legata alla presenza di strutture non sempre regolari”

Per gli alberghi di Firenze “queste festività natalizie hanno evidenziato un aumento seppur contenuto del numero delle presenze”, e “tassi di occupazione camere superiori al 90%”, ma “guardando ai dati dei musei e in particolare degli Uffizi, dove rispetto al 2016 la percentuale delle visite è cresciuta complessivamente del 76%, c’è da chiedersi dove siano finiti tutti questi turisti che non sono transitati dal comparto alberghiero”. Lo afferma in una nota Francesco Bechi, presidente di Federalberghi Firenze.
L’associazione lamenta “una forte crescita dell’offerta ricettiva legata alla presenza di strutture non sempre regolari”, per cui “resta un problema di concorrenza sleale, per strutture che non sono chiamate a rispettare le stesse regole e alimentano di fatto un sommerso che non porta occupazione e posti di lavoro. E’ per far fronte a questo fenomeno che dovrebbe incentrarsi l’attività di un tavolo che stiamo cercando di aprire assieme al Comune”. Secondo Bechi serve poi “far fronte a questo crescente flusso di arrivi che stanno saturando il centro storico, determinando il rischio dell’incapacità a rispondere alla domanda sul fronte della qualità”.

L'articolo Firenze, Federalberghi: bene feste natalizie  proviene da www.controradio.it.