Firenze, Comune approva bilancio 2018: “Ottima gestione della cassa”

Firenze, Comune approva bilancio 2018: “Ottima gestione della cassa”

Bilancio 2018 Comune di Firenze: 116 mln investimenti, spese per 572 mln: aumentate di 4 mln rispetto anno precedente.

Spese per 572 milioni, in crescita di 4 milioni rispetto all’anno precedente, 116 milioni di investimenti, nessun aumento di tasse e tariffe a fronte di 9 milioni di maggiori entrate grazie al recupero dell’evasione. Sono alcune delle voci del bilancio 2018 del Comune di Firenze, approvato oggi in Consiglio comunale.

Dei 572 mln di spese, il 27%, precisa una nota di Palazzo Vecchio, sono servite per il personale, mentre il 57% per l’acquisto di beni e servizi. L’indebitamento complessivo è di circa 480 milioni ed è diminuito di 10 milioni con un valore, è stato sottolineato, quattro volte inferiore al limite di legge. Palazzo Vecchio evidenzia poi “l’ottima gestione della cassa, che chiude con una consistenza finale di 114 mln”. Il complesso delle spese comunali sono state finanziate nel 2018 per 371 mln da entrate tributarie, per poco meno di 43 mln da trasferimenti correnti, per 233 mln da entrate extra tributarie, e per 80 mln da entrate in conto capitale ed indebitamento. Si conferma anche per il 2018 il consolidamento del fondo per i crediti di dubbia esigibilità, che si attesta a 235 mln.

Il Comune ha infine contratto nuovi mutui nel 2018 per 32 mln. L’incremento delle entrate tributarie di circa 9 mln è riconducibile sia all’incremento dall’Imu grazie al recupero dell’evasione, sia all’imposta di soggiorno, per effetto dell’incremento delle tariffe, dell’attività di recupero dell’evasione oltre che l’attivazione delle accordi con le piattaforme che gestiscono principalmente locazione turistica.

“Ringrazio la maggioranza per tutto l’importante lavoro svolto – ha commentato il sindaco di Firenze Dario Nardella -. Anche questa volta il bilancio è stato approvato senza problemi. Abbiamo dato una dimostrazione di compattezza come mai si è visto nella storia del Consiglio comunale di Firenze”. Il vicesindaco Cristina Giachi ha parlato di “ottimi dati di finanza pubblica”, sottolineando anche “il buon risultato nel pagamento dei debiti, siamo al di sotto dei tempi di legge previsti per il pagamento dei fornitori dell’amministrazione”. Commenti negativi tra i banchi dell’opposizione.

Francesco Torselli (Fratelli d’Italia-Firenze in movimento) ha affermato che Firenze “non è una città disastrata dal punto di vista del bilancio, bisogna essere onesti. Però ci sono alcuni aspetti che non si raccontano”. Torselli ha fatto riferimento in particolare al calo “degli investimenti” e alla tassa di soggiorno: “Anche quest’anno – ha detto – arrivano quasi 9,5 milioni in più rispetto all’anno scorso, il turismo è il petrolio di Firenze. Il Comune però investe lo 0,2% sul turismo”.

Preoccupata Arianna Xekalos (Fdi-Fim) “perché nei mesi precedenti la Corte dei conti ha evidenziato delle irregolarità per i bilanci 2015 e 2016 che purtroppo non sono state regolarizzate neanche in questo bilancio consuntivo del 2018. Questo significa che, nonostante Nardella si vanti del fatto che non ha aumentato le tasse dei cittadini, non tiene conto che la prossima giunta sarà obbligata a farlo”. Jacopo Cellai (capogruppo Forza Italia) ha affermato che “i numeri si devono collegare ai risultati ottenuti”. Tra le criticità “i parcheggi perché in termini di mobilità non si può ragionare solo di tramvia: è stato fatto pochissimo rispetto ai 6mila posti annunciati da Nardella”, ed è “stato fatto poco anche sulle imprese”.

L'articolo Firenze, Comune approva bilancio 2018: “Ottima gestione della cassa” proviene da www.controradio.it.

Transenne: Torselli Fdi, “chi le ha messe in sicurezza per il vento?”

Transenne: Torselli Fdi, “chi le ha messe in sicurezza per il vento?”

“In viale Belfiore, questa mattina, a causa del vento, ‘volavano’ transenne stradali, mettendo a serio rischio l’incolumità dei passanti e costringendo motociclisti e automobilisti a pericolosissimi slalom e brusche frenate”. Questo è quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Firenze in Movimento, Francesco Torselli.

“Possibile che l’amministrazione comunale, che da giorni sta tempestando i network cittadini con questa emergenza vento, non abbia pensato a mettere in sicurezza le centinaia di transenne che – aggiunge il consigliere comunale –  negli ultimi anni, ha sparpagliato in tutta la città? È inutile: amministratori inadeguati e impreparati lo sono stati per 5 anni e lo saranno fino all’ultimo giorno in cui resteranno in carica!”

L'articolo Transenne: Torselli Fdi, “chi le ha messe in sicurezza per il vento?” proviene da www.controradio.it.

Transenne: Torselli Fdi, “chi le ha messe in sicurezza per il vento?”

Transenne: Torselli Fdi, “chi le ha messe in sicurezza per il vento?”

“In viale Belfiore, questa mattina, a causa del vento, ‘volavano’ transenne stradali, mettendo a serio rischio l’incolumità dei passanti e costringendo motociclisti e automobilisti a pericolosissimi slalom e brusche frenate”. Questo è quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Firenze in Movimento, Francesco Torselli.

“Possibile che l’amministrazione comunale, che da giorni sta tempestando i network cittadini con questa emergenza vento, non abbia pensato a mettere in sicurezza le centinaia di transenne che – aggiunge il consigliere comunale –  negli ultimi anni, ha sparpagliato in tutta la città? È inutile: amministratori inadeguati e impreparati lo sono stati per 5 anni e lo saranno fino all’ultimo giorno in cui resteranno in carica!”

L'articolo Transenne: Torselli Fdi, “chi le ha messe in sicurezza per il vento?” proviene da www.controradio.it.

Torselli e Xekalos (FdI), “Perra chieda scusa ai fiorentini”

Torselli e Xekalos (FdI), “Perra chieda scusa ai fiorentini”

“Sono cinque anni che subiamo l’atteggiamento da professorino arrogante dell’assessore Perra. Cinque anni in cui ha saputo soltanto dire che nessuno dell’opposizione è alla sua altezza, minacciare querele e negarsi alle risposte alle interrogazioni che gli venivano rivolte dai consiglieri comunali. Avrebbe fatto meglio a fare meno il fenomeno ed a seguire meglio i conti del Comune, visto che la Corte dei Conti gli contesta un buco di bilancio di oltre 150 milioni di euro al 2016”.

Così i consiglieri di Fratelli d’Italia-Firenze in Movimento, Francesco Torselli e Arianna Xekalos, hanno replicato all’assessore al bilancio della giunta Nardella, Lorenzo Perra, dopo che ieri avevano reso nota una delibera della Corte dei Conti in merito ai bilanci comunali 2015 e 2016.

”La gestione che Perra ha fatto delle casse comunali – concludono Torselli e Xekalos – è a dir poco disastrosa; e questo lo dice la Corte dei Conti, non Fratelli d’Italia: ‘l’irregolarità segnalata e riferita al disavanzo di amministrazione dell’esercizio 2015 e 2016 non può ritenersi completamente rimossa’ si legge chiaro nel documento della Corte. L’assessore Perra abbandoni per una volta lo stile dell’arroganza appreso alla scuola di Renzi e di Nardella e chieda scusa ai Fiorentini che, tra qualche anno, si troveranno a pagare di tasca la sua sciagurata gestione dei bilanci comunali”.

L'articolo Torselli e Xekalos (FdI), “Perra chieda scusa ai fiorentini” proviene da www.controradio.it.

Torselli-Xekalos: “A Firenze buco di bilancio di 150 milioni di euro”

Torselli-Xekalos: “A Firenze buco di bilancio di 150 milioni di euro”

I consiglieri comunali di Fratelli d’Italia-Firenze in Movimento, Francesco Torselli e Arianna Xekalos, sono intervenuti questa mattina, lanciando l’allarme sulle casse del Comune di Firenze che secondo i due esponenti politici, avrebbe “un buco di bilancio 150 milioni di euro.”

“Nardella sempre peggio, si vanta di non aver aumentato le tasse e di avere i conti in ordine, ma la Corte dei conti lo smentisce – affermano Torselli e Xekalos -. Ve li ricordate i proclami trionfalistici di Nardella e dell’assessore Perra in merito agli attivi di bilancio degli ultimi anni? Ve li ricordate gli annunci entusiastici in merito al fatto che il Comune di Firenze si poteva permettere il lusso di non aumentare le tasse ai cittadini, vista la virtuosità dei conti in regola? Bene, tutte bugie. Certificato, nero su bianco, direttamente dalla Corte dei Conti. Le casse del Comune di Firenze sono in rosso, anzi, pesantemente in rosso”.

“Esattamente come il suo predecessore, Matteo Renzi – spiegano i due esponenti del centrodestra – anche Nardella ha utilizzato le casse comunali per farsi la sua propaganda elettorale. Renzi attivava mutui e prestiti a raffica, Nardella invece, annunciava di non aumentare le tasse ai fiorentini, mentre le casse comunali registravano passivi di 156,5 Milioni di Euro nel 2015 e di 154 Milioni di Euro nel 2016, come scrive la Corte dei Conti di Firenze nella delibera n. 75/2018 del 31 ottobre scorso”.

“La Corte dei Conti – entrano più nel dettaglio Xekalos e Torselli – si è espressa il 31 ottobre 2018 sui bilanci relativi agli anni 2015 e 2016 ‘ritenendo non rimossa l’irregolarità riscontrata’. Nei prossimi anni arriveranno i risultati dei controlli sui bilanci degli anni 2017 e 2018: a quanto ammonterà a quel punto il buco di bilancio del Comune di Firenze?”

“Tra mille fallimenti (traffico, stadio, Foster, aeroporto, verde pubblico, ecc…) – concludono Torselli e Xekalos – la giunta Nardella poteva fino ad oggi vantarsi di una sola cosa: aver mantenuto al minimo le tasse comunali, senza aumenti per i cittadini. Ecco svelato l’arcano: creando un buco di bilancio di oltre 150 Milioni di Euro, riesce a tutti non aumentare le tasse…”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato i due consiglieri.

L'articolo Torselli-Xekalos: “A Firenze buco di bilancio di 150 milioni di euro” proviene da www.controradio.it.