Le Oblate continuano a crescere

Le Oblate continuano a crescere e accoglieranno l’archivio del Gabinetto Vieusseux.
Approvato infatti il progetto del terzo lotto per l’ampliamento della biblioteca.


L’archivio del Gabinetto Vieusseux, al momento conservato nella storica sede di Palazzo Strozzi, si prepara a trasferirsi alla biblioteca delle Oblate: è questo un ulteriore tassello del progetto ‘Grandi Oblate – The Florence public library’ che trasformerà la biblioteca di via dell’Oriuolo in una moderna ‘public library’ a scaffale aperto sul modello europeo e che porterà l’ex convento a raddoppiare la superficie adibita ai libri passando da 2000 a 4000 metri quadrati., una delle più grandi d’Italia. Per fare questo sono in programma quattro lotti di lavori che prevedono il graduale spostamento di funzioni estranee alla biblioteca e di rimodulazione organica degli spazi così da valorizzare al massimo la funzione libraria e insieme l’importanza culturale e sociale che da questa deriva per la città. L’importo complessivo dei lavori è di 2.750.000 euro, di cui due milioni dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.
Ad ottobre scorso c’è stata l’inaugurazione dell’emeroteca intitolata alla scrittrice, poetessa e partigiana fiorentina Joyce Lussu e della nuova sezione bambini e ragazzi al piano terreno, oltre che del nuovo ingresso dal giardino di via dell’Oriuolo. Attualmente sono in fase di consegna i lavori del nuovo spazio di accoglienza per il pubblico dal giardino, la creazione di una sala conferenze e l’ampliamento della sala lettura al secondo piano.
Il progetto definitivo del terzo lotto, approvato dalla giunta nell’ultima seduta su proposta dell’assessore alla cultura Sergio Givone, costerà 750 mila euro e interesserà i piani ammezzato e primo nella parte dove attualmente sono presenti il laboratorio di pulitura dei reperti, gli uffici e la grande sala del museo di Paleontolgia. Il progetto prevede al piano ammezzato il rifacimento dei pavimenti, dei servizi igienici ed il restauro degli infissi, oltre che l’adeguamento degli impianti elettrici e di sicurezza già presenti. Lo spazio dell’ammezzato sarà destinato ad accogliere l’archivio del Gabinetto Vieusseux proveniente da Palazzo Strozzi: questo ambiente infatti presenta un’altezza interna ridotta e quindi si presta in modo particolare ad ospitare questa funzione.
Lavori anche al primo piano, dove attualmente ci sono gli uffici e la sala conferenze dell’istituto di Paleontologia che saranno ristrutturati mediante la demolizione dei pavimenti e dei sottostanti massetti e la realizzazione dei nuovi impianti elettrici, di sicurezza, trasmissione dati e di climatizzazione; previsti il rifacimento di nuovi pavimenti in cotto, il risanamento degli intonaci interni ed esterni sul loggiato, il restauro degli infissi interni ed esterni, il complessivo risanamento dei servizi igienici e degli impianti a loro servizio. Sempre al piano primo, la sala del museo sarà oggetto di un intervento di revisione degli impianti, l’installazione dell’impianto di climatizzazione, il restauro degli infissi e la completa imbiancatura.

Contemporaneamente in via Maggio

Contemporaneamente in via Maggio.Ritorna Contemporaneamente, la rassegna dedicata all’arte e alla cultura contemporanea vista attraverso gli occhi dell’antiquariato: dal 5 al 24 dicembre l’antica strada degli antiquari di Firenze, via Maggio, si svolgerà la terza edizione della rassegna, ideata dall’Associazione Via Maggio e finalizzata a dare risalto a tutte le realtà fiorentine che offrono ed incoraggiano forme di arte, design, artigianato e cultura contemporanea.

File:Torre dei gianfigliazzi, veduta, via maggio 0.JPG
Più di trenta spazi e gallerie declineranno un tema contemporaneo con un ricco calendario di eventi, molti dei quali inaugureranno contemporaneamente domani, giovedì 5 dicembre, dalle 18, con varie iniziative (esposizioni/lectures/presentazioni/conferenze/concerti) e accoglieranno con una apertura straordinaria appassionati, collezionisti o semplici curiosi per un aperitivo con l’arte.
Tra i vari eventi, Contemporaneamente vedrà la partecipazione della scuola per l’oreficeria “Le Arti orafe” con il progetto LIKE A VIRGIN sui ritratti rinascimentali “rivisitati” in cui dodici botteghe antiquarie diverranno la scenografia d’eccezione delle loro creazioni, per un dialogo tra design di ieri e di oggi; del Gabinetto Vieusseux; dell’Istituto per l’Arte ed il Restauro; della Saint Mark’s English Church; di negozi, gallerie, e spazi dedicati all’arte contemporanea. L’evento è patrocinato dal Comune di Firenze.

Scrittori d’Italia al Gabinetto Viesseux

E’ iniziato al Gabinetto Viesseux mercoledì 23 ottobre  il ciclo  “Scrittori d’Italia” con una lezione di Alessandro Duranti dedicata a Giovanni Boccaccio.
In occasione del ‘Year of Italian Culture in the United States’, il Gabinetto Vieusseux, con la collaborazione del Centro Studi Aldo Palazzeschi e la Syracuse University in Florence, propone una serie di lezioni su alcuni grandi autori della letteratura italiana espressamente concepite per il pubblico degli studenti delle Università americane che hanno sede nella città di Firenze.
Il Gabinetto Vieusseux è un’istituzione che vanta fin dai suoi inizi molti speciali contatti con la  cultura degli Stati Uniti, dalla tempestiva disponibilità in biblioteca dei libri americani, alla frequentazione di scrittori come Mark Twain, Nathaniel Hawthorne, Henry James durante i loro soggiorni in Italia.
Questo ciclo di lezioni ambisce così a dare continuità a una tradizione di relazioni fra il Gabinetto Vieusseux e una realtà culturale ampia e vivace come quella delle niversità americane che svolgono la loro attività nel territorio fiorentino.
Le lezioni saranno tenute in italiano nella prestigiosa Sala Ferri di Palazzo Strozzi, ognuna verrà concepita in modo interattivo con l’ausilio di immagini e letture di brani, grazie alla collaborazione di docenti universitari e studiosi con specifica esperienza di insegnamento con allievi americani.
La Syracuse University in Florence è “onorata di collaborare con il Gabinetto Vieusseux nell’importante missione della divulgazione scientifico-letteraria della cultura senza
confini”. Queste le parole non d’occasione ma di grande apprezzamento per il Gabinetto Vieusseux della direttrice della SUF , Sasha Perugini. La proposta del Gabinetto Vieusseux ha trovato completa adesione da parte della Syracuse University e in particolar modo del Dipartimento di Italiano coordinato dalla Prof. Loredana
Tarini che ha reso possibile la realizzazione del progetto.

Il programma , dopo la lezione inaugurale su Boccacio, prevede lezioni il 13 novembre su Calvino,il 4 dicembre su Machiavelli,il 13 marzo su Palazzeschi, il 3 aprile sulle Scrittrici italiane del Novecento

8 maggio
Pasolini
Franco Zabagli