Collezione d’arte Fondazione Cr Firenze riapre al pubblico

Collezione d’arte Fondazione Cr Firenze riapre al pubblico

La collezione d’arte della Fondazione Cr Firenze riapre al pubblico dopo due anni di chiusura a causa della pandemia: a partire dal 24 settembre fino al 26 febbraio del prossimo anno, per due fine settimana al mese, sarà possibile ammirare nella sede di via Bufalini a
Firenze opere di Giotto, Filippino Lippi, Vasari, Giovanni Fattori, Primo Conti e altri.

Formatasi nel corso del Novecento grazie ad acquisizioni effettuate dalla Cassa di Risparmio di Firenze, la collezione è stata in gran parte rilevata dalla Fondazione Cr Firenze tra il
2000 e il 2008. La Fondazione ha, a sua volta, effettuato nuove acquisizioni. Il progetto scientifico dell’allestimento, a cura di Carlo Sisi, direttore della commissione tecnica arte interna alla Fondazione, ha previsto una selezione delle opere di maggior pregio esposte negli spazi di rappresentanza della sede.

Ogni sala racconta un episodio della storia figurativa italiana e in particolar modo toscana, dal XIII al XX secolo: da Giotto, Mariotto di Nardo, Filippino Lippi, Perugino e Vasari, ai
pittori macchiaioli e naturalisti come Giovanni Fattori, Odoardo Borrani, e Eugenio Cecconi, fino ai protagonisti del Novecento come Lorenzo Viani, Giovanni Colacicchi e Primo Conti. “Siamo lieti di poter riaprire le porte della nostra sede alla comunità – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione Cr Firenze – per dare l’opportunità a tutti di conoscere e ammirare la nostra preziosa collezione d’arte. Lo facciamo partendo da un
fine settimana simbolico, quello del 24 e 25 settembre, durante il quale si festeggiano le Giornate europee del patrimonio”.

L'articolo Collezione d’arte Fondazione Cr Firenze riapre al pubblico da www.controradio.it.

A Firenze ‘Welfare Culturale’ per malati Parkinson

A Firenze ‘Welfare Culturale’ per malati Parkinson

Cinque iniziative gratuite destinate agli over 65 per promuovere il benessere della comunità attraverso l’avvicinamento alla cultura: questo il progetto ‘Welfare Culturale’ coordinato e promosso da Fondazione Cr Firenze con Fresco Parkinson Institute e L’Immaginario Associazione Culturale, e il supporto di Comune di Firenze, Ausl Toscana Centro, Musei del Bargello.

Per migliorare la qualità della vita delle persone affette da Parkinson verranno svolti laboratori artistici, lezioni di danza e allenamenti di boxe, mentre per le persone neurodiverse saranno disponibili delle visite guidate slow in sale espositive di alcuni musei fiorentini.  “Oltre a promuovere ‘Welfare Culturale’, – ha affermato Gabriele Gori, direttore della Fondazione Cr Firenze – contribuiremo presto al funzionamento di ‘Casa Parkinson’, che sarà prossimamente inaugurata, mettendo a disposizione le risorse necessarie per coprire il personale della struttura”. Il progetto ‘Casa Parkinson’, promosso dal Fresco Parkinson Institute, propone un modello di cura onnicomprensivo e integrato per rispondere nel modo più esaustivo ai molteplici bisogni delle persone affette dalla malattia.

“Siamo impegnati a 360 gradi per una città a misura di anziano che senza dubbio passa anche da azioni come queste”, ha evidenziato l’assessora comunale al Welfare, Sara Funaro, secondo cui quello della Fondazione è “un progetto che si compone di tante iniziative mirate al benessere dei nostri anziani, occasioni di socialità e arricchimento culturale che possono davvero fare la differenza nella qualità della vita delle persone più fragili”.

L'articolo A Firenze ‘Welfare Culturale’ per malati Parkinson da www.controradio.it.

🎧 ‘Bevisenzaplastica’, da Publiacqua 18 fontanelli nelle scuole

🎧 ‘Bevisenzaplastica’, da Publiacqua 18 fontanelli nelle scuole

Firenze, dal prossimo anno scolastico 11.500 studenti di 11 scuole della Città metropolitana di Firenze potranno bere acqua gratuitamente, grazie all’installazione di 18 fontanelli: è il progetto ‘Bevisenzaplastica’ ideato da Fondazione Cr Firenze e realizzato con Publiacqua, Città metropolitana di Firenze e Ufficio scolastico regionale per la Toscana.

Per poter poi utilizzare l’acqua dei fontanelli della campagna ‘Bevisenzaplastica’, a tutti gli alunni delle scuole coinvolte, saranno anche donate delle borracce.

In podcast l’intervista al presidente di Publiacqua Lorenzo Perra, a cura di Gimmy Tranquillo.

Le scuole coinvolte sono liceo Galileo, liceo Pascoli, istituto Calamandrei, istituto Peano, istituto Saffi, istituto Gramsci, istituto Castelnuovo, istituto Gobetti/Volta, istituto Russell Newton, Itis Meucci e Iis Cellini.

“Gli studenti fiorentini diventano protagonisti di una buona pratica, quella della riduzione dell’uso della plastica – ha detto il direttore generale di Fondazione Cr Firenze Gabriele Gori -. Il nostro desiderio è di educare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente”.

Il presidente di Publiacqua Lorenzo Perra ha evidenziato che “dal 2004 Publiacqua promuove la diffusione sul territorio di Fontanelli di alta qualità, che oggi sono 105 e che nel periodo 2017-2021 hanno erogato 151 milioni di litri di acqua, e dal 2019 ha iniziato la distribuzione di borracce agli alunni della prima elementare. Insomma, abbiamo aperto una strada che poi tanti altri hanno deciso di percorrere e questo non può riempirci di orgoglio”.

Secondo l’assessore comunale all’Educazione Sara Funaro “l’educazione ambientale passa anche dalla riduzione dell’uso dalla plastica e sapere che tanti studenti fiorentini saranno protagonisti di questo progetto che ne disincentiva l’uso è una bella notizia.

L'articolo 🎧 ‘Bevisenzaplastica’, da Publiacqua 18 fontanelli nelle scuole da www.controradio.it.

Fondazione Cr Firenze forma i ‘giovani neet’: al via bando

Fondazione Cr Firenze forma i ‘giovani neet’: al via bando

Firenze – Le domande sono aperte fino al 12 luglio. Le proposte saranno destinate ai giovani (neet) indipendentemente dalla nazionalità, che siano in cerca di un’occupazione e che siano residenti o domiciliati nei territori della città metropolitana di Firenze o delle province di Arezzo e Grosseto.

Un percorso di crescita, in particolare per i giovani under 35, che non studiano e non lavorano per ritrovare la fiducia nelle proprie potenzialità e agevolare la ricerca di un impiego. Con il bando ‘Obiettivo Lavoro’ Fondazione Cr Firenze vuole sostenere azioni formative degli enti del terzo settore che hanno esperienza di orientamento, formazione e inserimento lavorativo, per offrire nuove opportunità ai ragazzi disoccupati, inoccupati o inseriti in un percorso di formazione professionale di acquisire e rafforzare le proprie competenze tecnico-operative e facilitare l’avvio di un rapporto di lavoro.

La progettualità formativa che sarà finanziata dal bando, alla sua seconda edizione, dovrà focalizzarsi sui bisogni/lacune dei ragazzi e sui fabbisogni del contesto produttivo locale. A disposizione ci sono in totale 400 mila euro, ogni progetto potrà richiedere un contributo fino a 50 mila euro per sostenere il percorso di un massimo di dieci partecipanti.

Ogni progetto dovrà prevedere il coinvolgimento di esperti del settore produttivo di riferimento e lo sviluppo di azioni formative individualizzate – attivando nuovi schemi tali da far leva sulla motivazione e l’autentico ingaggio dei partecipanti – e dovrà prevedere uno o più esperienze all’interno del contesto lavorativo. La durata massima dei progetti è di 15 mesi. C’è tempo fino al 12 luglio 2022 per presentare la domanda. “Con il bando Obiettivo Lavoro, la Fondazione Cr Firenze intende potenziare l’impegno a rimettere in gioco la motivazione di ragazze e ragazzi, desidera inoltre stimolare il terzo settore a rinnovare gli impianti formativi connettendoli sempre di più alle dinamiche che caratterizzano il for profit – commenta il direttore generale di Fondazione Cr Firenze Gabriele Gori -. Contrastare la dispersione e l’abbandono scolastico ed incentivare l’occupazione giovanile è una delle sfide chiave del Paese, oltremodo esasperata dall’emergenza sanitaria e dalle dinamiche geopolitiche in atto. Crediamo che l’approccio proposto, su misura ed incentivante, possa dissotterrare la fiducia dei giovani nelle proprie potenzialità”.

L'articolo Fondazione Cr Firenze forma i ‘giovani neet’: al via bando da www.controradio.it.

Disabilità, nasce #Firenzepertutti: progetto per abbattere barriere architettoniche

Disabilità, nasce #Firenzepertutti: progetto per abbattere barriere architettoniche

L’iniziativa, che si propone di sensibilizzare su temi come l’accessibilità, sarà resa possibile grazie alla campagna di crowdfunding dal titolo #Firenzepertutti, che prende il via oggi sulla piattaforma Eppela.

Abbattere le barriere architettoniche attraverso installazioni temporanee in luoghi simbolo della città di Firenze per rendere il capoluogo toscano una città accessibile a tutti: questo è l’obiettivo di Pallium Onlus che con tre giovani under 35 e il supporto del dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, grazie al progetto #Firenzepertutti, proporrà soluzioni nuove e creative, per facilitare la fruibilità degli spazi pubblici. Le creazioni prodotte saranno installate nell’estate 2022 in luoghi simbolo di aggregazione della città di Firenze.

Il progetto ha preso forma grazie a Fondazione Cr Firenze, all’interno del bando Social innovation jam III: si sono così incontrati l’impegno dell’associazione Pallium Onlus, che da oltre 20 anni assiste persone gravemente ammalate, malati oncologici, neurologici e anziani non autosufficienti, e la passione di tre giovani under 35. A loro sarà affidata la realizzazione di piccole installazioni e dispositivi di orientamento e uso della città. Al raggiungimento di 7mila euro, la Fondazione Cr Firenze raddoppierà la cifra raccolta che servirà, nello specifico, per l’acquisto dei materiali, prevalentemente di recupero, per la realizzazione degli interventi.

“Social Innovation Jam è un percorso di crescita per le organizzazioni non profit – sottolinea Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione Cr Firenze – grazie all’incontro con giovani professionisti. L’idea innovativa del team dell’Associazione Pallium può diventare realtà con lo strumento del crowdfunding. Noi ci impegniamo a duplicare le donazioni, c’è bisogno ora che anche la comunità faccia la propria parte. Mi auguro che in tanti cittadini possano contribuire al progetto”, conclude il Direttore Gori.

L'articolo Disabilità, nasce #Firenzepertutti: progetto per abbattere barriere architettoniche da www.controradio.it.