Aeroporto Peretola, Nardella: ‘Arrivata autorizzazione a procedere’

Aeroporto Peretola, Nardella: ‘Arrivata autorizzazione a procedere’

Il Mit ha dato l’approvazione definitiva al master plan dell’aeroporto di Firenze.

“Un’altra buona notizia per Firenze: finalmente è arrivato dal ministero delle Infrastrutture il decreto che autorizza lo sviluppo dell’aeroporto di Peretola con la nuova pista”. Lo ha scritto, su Twitter, il sindaco di Firenze Dario Nardella: “Un passo in avanti decisivo – ha continuato – per partire con i lavori. Firenze merita di avere il ‘suo’ aeroporto!”.

Il deputato fiorentino Gabriele Toccafondi ha scritto “Finalmente una buona notizia. Con il via libera del ministero adesso non possono esserci più scuse né ulteriori ritardi. Dobbiamo portare a casa quest’opera fondamentale per lo sviluppo di Firenze e di tutta la Toscana”. “Ci auguriamo che tutti quanti remino nella stessa direzione – aggiunge Toccafondi in una nota – e che la campagna elettorale per il Comune di Firenze non spinga qualche suddito della signora di Cascina a porre nuovi bastoni tra le ruote. L’aeroporto di Firenze è una grande vittoria anche del sindaco Nardella, ma non serve al sindaco Nardella. Serve a tutti i fiorentini”.

L'articolo Aeroporto Peretola, Nardella: ‘Arrivata autorizzazione a procedere’ proviene da www.controradio.it.

Firenze, Toccafondi e Nardella: ‘Incontro Bocci-Siri-FS non istituzionale’

Firenze, Toccafondi e Nardella: ‘Incontro Bocci-Siri-FS non istituzionale’

“Ennesima offesa per i fiorentini. Sorprendente che Siri non convochi né Rossi né me”, ha detto Nardella, sindaco di Firenze, riferendosi all’incontro che il candidato sindaco della coalizione di centrodestra Ubaldo Bocci ha annunciato che avrà l’11 aprile prossimo con Siri e con rappresentanti di Fs su Firenze.

Il sottosegretario ai Trasporti Armando Siri “può fare quello che vuole se si muove come politico e incontra in una sede non istituzionale altri politici”. Trattare però “una questione” relativa a Firenze “in questo modo credo che sia l’ennesima offesa non al sindaco ma ai fiorentini”. E’ la “dimostrazione che questo Governo non ha alcun rispetto della città di Firenze e di chi la rappresenta in modo legittimo e democratico”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella riferendosi all’incontro che il candidato sindaco della coalizione di centrodestra Ubaldo Bocci ha annunciato che avrà l’11 aprile prossimo con Siri e con rappresentanti di Fs su Firenze.

“E’ sorprendente – ha aggiunto Nardella – che un sottosegretario di Stato su una questione così importante e delicata come l’opera pubblica dell’Alta velocità e del sottoattraversamento non convochi né il presidente della Regione né il sindaco che rappresentano le istituzioni e che rappresentano le rispettive comunità ma convochi un candidato a sindaco che non ha alcun ruolo istituzionale”. “E’ ancor più sorprendente – ha concluso – che lo faccia in una sede istituzionale come il ministero dei trasporti e che lo faccia alla presenza di tecnici di Ferrovie dello Stato. Mi auguro che i vertici di Ferrovie dello Stato chiariscano questa posizione e che lo chiarisca prima di tutto il sottosegretario della Lega”.

“Suscita perplessità” l’incontro annunciato a Roma fra il candidato a sindaco del centrodestra Ubaldo Bocci e il sottosegretario ai Trasporti Armando Siri con i tecnici di Ferrovie dello Stato. Commenta così il deputato fiorentino Gabriele Toccafondi l’annuncio dato da Bocci. “La correttezza istituzionale obbliga sia i vertici di Governo sia i referenti di una azienda pubblica come Ferrovie a convocare i rappresentanti istituzionali del territorio, non un privato cittadino che, guarda caso, è candidato del centrodestra, magari con la volontà di fare da sponda alle sue proposte demagogiche”.

“Firenze non ne ha bisogno di questi teatrini elettorali. I fiorentini dal Governo si aspettano risposte definitive sulle infrastrutture da tempo ferme. Aeroporto, alta velocità, tramvia”, aggiunge Toccafondi. “Al candidato Bocci consigliamo di prestare più ascolto ai fiorentini, alle imprese, e ai lavoratori che chiedono una città all’avanguardia e moderna. Sventolare la bandiera del no per fare concorrenza ai no dei 5 stelle è un danno per tutta Firenze – conclude Toccafondi -. Non vorremo apparire pessimisti e quindi ci auguriamo che Bocci potrà spingere il Governo finalmente a smetterla di ostacolare lo sviluppo di Firenze”.

L'articolo Firenze, Toccafondi e Nardella: ‘Incontro Bocci-Siri-FS non istituzionale’ proviene da www.controradio.it.

‘Avanti Firenze’, nuova lista che appoggia Nardella

‘Avanti Firenze’, nuova lista che appoggia Nardella

Lista presentata da Riccardo Nencini e Gabriele Toccafondi. Marco Semplici (consigliere della Metrocittà) sarà il capolista. Dario Nardella: ‘Lista rivolta a temi europei, declinati su scala locale’.

E’ stato presentato il simbolo ‘Avanti Firenze’, lista civica che appoggerà Dario Nardella alle prossime elezioni comunali. Marco Semplici (consigliere della Metrocittà) sarà il capolista, mentre il senatore ed ex viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Riccardo Nencini (Psi) e l’ex sottosegretario al Miur e deputato Gabriele Toccafondi (Civica Popolare), intervenuti alla presentazione sono i promotori del nuovo movimento. L’obiettivo, ha detto Nencini, è far sì che Firenze sia “protagonista nel mondo” e che, ha aggiunto Toccafondi, “dice sì a tutte le opere che servono a far crescere Firenze, a cominciare dalla nuova pista di Peretola”.

Tra i candidati il presidente della sezione fiorentina dell’ unione degli avvocati italiani Michele Strammiello, imprenditori come Francesco Berti e Simone Bartoli e Alessandro Augier, fra i soci fondatori del Convention Bureau di Firenze.

Il simbolo è su sfondo viola, con un giglio rosso e tre frecce gialle. Oltre all’aeroporto, è stato spiegato, la lista appoggia le altre opere, dalla tramvia all’Alta velocità: Toccafondi ha anche ribadito la necessità “di avere più agenti per la sicurezza”. Per l’ex sottosegretario Toccafondi il tema “sicurezza esiste ma non lo si affronta urlando e sbraitando ma con azioni concrete”.

Nencini ha sottolineato il ruolo centrale di Firenze, affermando che ‘Avanti Firenze’ omaggerà la storia del territorio e in particolare “l’anniversario di Leonardo e Caterina de’ Medici”. Tra le proposte, ha spiegato Semplici, quella di “istituire la polizia turistica in grado di vigilare e sorvegliare” chi non rispetta le regole. Una novità che può essere finanziata “attraverso l’imposta di soggiorno”.

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha detto di essere “molto fiducioso e ottimista sul successo” di ‘Avanti Firenze’. Si tratta, ha aggiunto il sindaco, “di una delle liste che è partita prima e si è subito schierata per un progetto sulla città di Firenze”, con l’ambizione “di tenere insieme anime diverse ma compatibili di un mondo moderato e riformista e che può dare un valore aggiunto a tutta la coalizione. Sta prendendo forma una coalizione con gambe solide, politica e civica allo stesso tempo: può rappresentare una novità sul panorama nazionale”.

“Firenze – ha sottolineato – è la città politicamente più importante dove si andrà a votare in quello che presumibilmente dovrebbe essere l’election day. Aggiungo che questa lista può essere certamente una” di quelle “più apertamente rivolta ai temi europei, declinati su scala locale. Noi non siamo preoccupati della coincidenza delle Europee, tutt’altro. Anzi sappiamo bene che una città come Firenze è una città internazionale e può unire questioni locali a sfide più grandi come quelle per l’Europa”.

L'articolo ‘Avanti Firenze’, nuova lista che appoggia Nardella proviene da www.controradio.it.

Toccafondi-Nencini: opere pubbliche vanno fatte presto e bene

Toccafondi-Nencini: opere pubbliche vanno fatte presto e bene

Il deputato Gabriele Toccafondi e il senatore Riccardo Nencini si sono espressi sul tema scottante delle infrastrutture nell’area fiorentina: tav, tramvia, terza corsia A1. Tutte opere che “sono necessarie e vanno fatte senza più indugi o ritardi, presto e bene”.

“Le opere pubbliche sono necessarie e vanno fatte senza più indugi o ritardi, presto e bene”. E’ questa la posizione del deputato Gabriele Toccafondi e del senatore Riccardo Nencini, espressa durante una conferenza stampa convocata insieme al consigliere della Città Metropolitana, Marco Semplici.

“Si deve creare un asse – ha detto Toccafondi – tra tutte quelle persone che a Firenze pur non provenendo da un percorso di sinistra, del Pd o altro, pensano che occorre andare avanti, occorre fare le riforme e le infrastrutture per questa città, sicuramente non fermarsi o tornare indietro”.

Riguardo al sistema tramviario di Firenze, i due parlamentari hanno detto che “occorre trovare le risorse necessarie per completarlo, far partire i lavori, realizzare e portare a termine l’intero progetto collegando con la tramvia anche il centro e la parte sud est del territorio”.

Il deputato e il senatore hanno parlato anche del nodo dell’Alta velocità fiorentina. “Firenze – hanno detto – non può fare a meno di questo strumento di collegamento veloce”, e “questa incertezza produce tra i suoi effetti negativi quello di non permettere alla stazione di Santa Maria Novella di avere altri spazi per far fermare nuovi treni ad Alta velocità e consentire ulteriori collegamenti”.

E’ inoltre necessario per Nencini e Toccafondi completare la terza corsia della A1 che deve “essere funzionale e rappresentare di fatto la ‘circonvallazione’ dell’area fiorentina con la terza corsia da Incisa a Barberino”. E sull’aeroporto hanno spiegato che “dei 150 milioni assegnati all’aeroporto di Peretola, 50 sono stati prorogati da norme legislative fino a tutto il 2019, gli altri 100 milioni non sono nella disponibilità del Mit, ma sono nel bilancio di Enac”.

L'articolo Toccafondi-Nencini: opere pubbliche vanno fatte presto e bene proviene da www.controradio.it.

Peretola, Rossi: sereno sull’impatto ambientale

Peretola, Rossi: sereno sull’impatto ambientale

Reazioni positive in Toscana dopo il parere favorevole espresso oggi dalla conferenza dei servizi al masterplan dell’aeroporto di Firenze. Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, “ora aspettiamo intesa Stato-Regioni”.

“Aspettiamo il decreto dell’intesa Stato-Regione, quando l’iter sarà completato”, che prevale anche sul parere e sui piani urbanistici di eventuali amministrazioni locali contrarie allo sviluppo dello scalo.Lo ha affermato Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, in seguito al parere favorevole della conferenza dei servizi per il potenziamento dell’aeroporto di Firenze.

Rossi si è detto “serenissimo dal punto di vista dell’impatto ambientale: siamo certi che la situazione migliorerà sotto il profilo del’inquinamento, del rumore, con il parco che vogliamo andare a costruire, e che stiamo già piantumando tra Firenze e Prato”.

“E’ dal 2011 – ha aggiunto Rossi – che lavoriamo per questo risultato, perché la Toscana è una regione che basa la sua economia sul manifatturiero, sull’export, sulla ricerca universitaria. Ha bisogno di essere connessa con il mondo”. Il governatore toscano ha ricordato le molte questioni ancora aperte con il Governo sul fronte infrastrutturale. “Resta da affrontare l’argomento Tirrenica, perché senza un’infrastruttura con 4 corsie in sicurezza la Toscana del sud è costretta ad una condizione di marginalità. Abbiamo bisogno di terze corsie autostradali sulla A11 Firenze-mare e sulla A1. Resta la cruciale questione del sottoattraversamento di Firenze: abbiamo bisogno di liberare la stazione di Santa Maria Novella dal traffico ferroviario ad alta velocità, anche per regolarizzare definitivamente il traffico ferroviario regionale.”

Per il deputato fiorentino Gabriele Toccafondi e il senatore, ex viceministro dei trasporti, Riccardo Nencini, “è una giornata che segna un punto di svolta, un traguardo che ci eravamo prefissati da tempo e che finalmente oggi vede la luce. Con il sì all’ampliamento della nuova pista di Peretola da parte della Conferenza dei servizi anche l’ultimo tassello di questo quasi interminabile puzzle è stato messo al suo posto”.

Il vicepresidente dei deputati di Forza Italia Stefano Mugnai sottolinea che “finalmente si procede sulla strada della crescita e dello sviluppo. Questa decisione azzera decenni di ritardi della sinistra, l’assurda posizione contro sviluppo e potenziamento infrastrutturale del Movimento 5 Stelle, e i balbettii campanilistici della Lega”.

L’eurodeputata e segretaria del Pd toscano Simona Bonafè parla di “ottima notizia. Dopo tanti rinvii, finalmente, il progetto di una nuova pista, all’altezza di uno scalo come quello di Firenze, è approvato nero su bianco e porta con sé la prospettiva di mille nuovi posti di lavoro e il rilancio della competitività della nostra regione. Adesso il ministro Toninelli non faccia scherzi sulla pelle di imprese e lavoratori. Ci preoccupano le sue parole con cui, proprio alla vigilia della conferenza dei servizi, ha voluto annunciare un nuovo paletto”.

L'articolo Peretola, Rossi: sereno sull’impatto ambientale proviene da www.controradio.it.