La Nottola di Minerva presenta ‘The best of di Felicità Metropolitane’

La Nottola di Minerva presenta ‘The best of di Felicità Metropolitane’

L’associazione culturale La Nottola di Minerva, nell’ambito del progetto Felicità Metropolitane, presenta ‘The best of di Felicità Metropolitane, Pillole di Felicità’. Performance letteraria e musicale che si terrà il giorno 6 dicembre, ore 17.30, presso Palazzo Medici Riccardi- Galleria delle Carrozze, Via Cavour 5 (Firenze) con Fulvio Cauteruccio, Federica Miniati e Gaia Nanni. Musiche Jazz dal vivo a cura Renato Cantini (Tromba), Nicola Genovese (Pianoforte) e Michele Staino (Contrabbasso). Presenta Chiara Brilli di Controradio.

I tre attori si esibiranno in una performance con Reading e musica dal vivo attraverso una selezione dei brani degli Autori che sono stati presentati nel corso della rassegna Felicità Metropolitane.

L'articolo La Nottola di Minerva presenta ‘The best of di Felicità Metropolitane’ proviene da www.controradio.it.

“Donne capovolte”, presentazione a Prato

“Donne capovolte”, presentazione a Prato

Il nuovo progetto editoriale di Chiara Brilli “Donne capovolte” con la partecipazione di 15 autrici arriva anche a Prato. La presentazione sarà giovedì 5 dicembre alle ore 21.00 presso Palazzo Banci Buonamici, Sala del Gonfalone in Via Ricasoli 25 a Prato. Parteciperanno il Sindaco di Prato Matteo Biffoni, la curatrice e le autrici. Coordina la giornalista Cristina Manetti.

Donne Capovolte. Piccole storie di Grandi rivoluzioni quotidiane (Ed. Le Lettere Edizioni)
con la collaborazione artistica di Vivilla Zampini  #ilfashionbelloebuono

“Donne Capovolte” è un cammino intrapreso dal momento in cui, per  volontà propria o di altri, per destino, scelte, imprevisti della vita, è stato compiuto un ribaltamento di prospettiva del mondo e di noi stesse. Una separazione, un cambiamento lavorativo,  una violenza fisica o psicologica, l’atrocità della Storia, una fragilità intima, l’amore tra una madre e una figlia, un capovolgimento migrante di cuore e territorio. “Queste sono alcune delle storie e delle rivoluzioni del nostro essere Donne Capovolte: pronte a tutto, senza perdere se stesse”, spiega la curatrice che ha coinvolto 15 donne con differenti esperienze, professioni, percorsi personali, tutte unite da un filo rosso che si è dipanato attraverso la narrativa intima e condivisa di Donne Capovolte, non solo un progetto editoriale ma anche un contributo concreto  a sostegno di un’idea di economia sostenibile, circolare e sociale, incarnata nel #ilfashionbelloebuono per e con le nuove generazioni creato dalla stilista e psicologa  Vivilla Zampini.

“Un progetto nato mettendo in rete soggetti, organizzazioni e professionalità diverse con lo scopo di supportare i giovani nello sviluppo di progettualità innovative, sostenibili e circolari, per un made in Italy contemporaneo e in continua evoluzione, al quale ciascuno di noi possa contribuire anche grazie al ricavato di questa pubblicazione. Se è vero che siamo tutti interconnessi non si può fare estetica senza occuparsi della sostanza, non si può fare impresa senza pensare al sistema sociale, non si può operare come abbiamo sempre fatto se non includiamo nel design del domani le generazioni di questo domani”, spiega Vivilla Zampini.

Le autrici e Donne Capovolte: Giovanna Daddi, Francesca Fiorentino, Sara Dei, Claudia Bianchi, Cristina Scaletti, Chiara Brilli, Gaia Nanni, Luana Esposito, Es’givien, Danila Pescina, Diana Winter, Alessandra Gasperini, Angela Maria Motta, Silvia Cortelloni, Isabella Mancini, Nosotras Onlus, Susanna Bonfanti

Chiara Brilli è giornalista professionista, scrittrice e musicista. Consigliera della Fnsi. Mamma di due bambine. Tra i libri pubblicati: ‘Ribelli! Gli ultimi partigiani raccontano la Resistenza di ieri e di oggi’ (2011, Infinito Edizioni) e ‘Sono Ancora Viva. Voci di donne che hanno detto basta alla violenza’ (Le Lettere 2014). Ha partecipato al progetto: Mai In Silenzio. La Musica Contro la Violenza di Genere in qualità di formatrice di contenuti rivolti ai giovani artisti.

L'articolo “Donne capovolte”, presentazione a Prato proviene da www.controradio.it.

“Donne capovolte”, presentazione a Prato

“Donne capovolte”, presentazione a Prato

Il nuovo progetto editoriale di Chiara Brilli “Donne capovolte” con la partecipazione di 15 autrici arriva anche a Prato. La presentazione sarà giovedì 5 dicembre alle ore 21.00 presso Palazzo Banci Buonamici, Sala del Gonfalone in Via Ricasoli 25 a Prato. Parteciperanno il Sindaco di Prato Matteo Biffoni, la curatrice e le autrici. Coordina la giornalista Cristina Manetti.

Donne Capovolte. Piccole storie di Grandi rivoluzioni quotidiane (Ed. Le Lettere Edizioni)
con la collaborazione artistica di Vivilla Zampini  #ilfashionbelloebuono

“Donne Capovolte” è un cammino intrapreso dal momento in cui, per  volontà propria o di altri, per destino, scelte, imprevisti della vita, è stato compiuto un ribaltamento di prospettiva del mondo e di noi stesse. Una separazione, un cambiamento lavorativo,  una violenza fisica o psicologica, l’atrocità della Storia, una fragilità intima, l’amore tra una madre e una figlia, un capovolgimento migrante di cuore e territorio. “Queste sono alcune delle storie e delle rivoluzioni del nostro essere Donne Capovolte: pronte a tutto, senza perdere se stesse”, spiega la curatrice che ha coinvolto 15 donne con differenti esperienze, professioni, percorsi personali, tutte unite da un filo rosso che si è dipanato attraverso la narrativa intima e condivisa di Donne Capovolte, non solo un progetto editoriale ma anche un contributo concreto  a sostegno di un’idea di economia sostenibile, circolare e sociale, incarnata nel #ilfashionbelloebuono per e con le nuove generazioni creato dalla stilista e psicologa  Vivilla Zampini.

“Un progetto nato mettendo in rete soggetti, organizzazioni e professionalità diverse con lo scopo di supportare i giovani nello sviluppo di progettualità innovative, sostenibili e circolari, per un made in Italy contemporaneo e in continua evoluzione, al quale ciascuno di noi possa contribuire anche grazie al ricavato di questa pubblicazione. Se è vero che siamo tutti interconnessi non si può fare estetica senza occuparsi della sostanza, non si può fare impresa senza pensare al sistema sociale, non si può operare come abbiamo sempre fatto se non includiamo nel design del domani le generazioni di questo domani”, spiega Vivilla Zampini.

Le autrici e Donne Capovolte: Giovanna Daddi, Francesca Fiorentino, Sara Dei, Claudia Bianchi, Cristina Scaletti, Chiara Brilli, Gaia Nanni, Luana Esposito, Es’givien, Danila Pescina, Diana Winter, Alessandra Gasperini, Angela Maria Motta, Silvia Cortelloni, Isabella Mancini, Nosotras Onlus, Susanna Bonfanti

Chiara Brilli è giornalista professionista, scrittrice e musicista. Consigliera della Fnsi. Mamma di due bambine. Tra i libri pubblicati: ‘Ribelli! Gli ultimi partigiani raccontano la Resistenza di ieri e di oggi’ (2011, Infinito Edizioni) e ‘Sono Ancora Viva. Voci di donne che hanno detto basta alla violenza’ (Le Lettere 2014). Ha partecipato al progetto: Mai In Silenzio. La Musica Contro la Violenza di Genere in qualità di formatrice di contenuti rivolti ai giovani artisti.

L'articolo “Donne capovolte”, presentazione a Prato proviene da www.controradio.it.

“Donne capovolte”, presentazione a Prato

“Donne capovolte”, presentazione a Prato

Il nuovo progetto editoriale di Chiara Brilli “Donne capovolte” con la partecipazione di 15 autrici arriva anche a Prato. La presentazione sarà giovedì 5 dicembre alle ore 21.00 presso Palazzo Banci Buonamici, Sala del Gonfalone in Via Ricasoli 25 a Prato. Parteciperanno il Sindaco di Prato Matteo Biffoni, la curatrice e le autrici. Coordina la giornalista Cristina Manetti.

Donne Capovolte. Piccole storie di Grandi rivoluzioni quotidiane (Ed. Le Lettere Edizioni)
con la collaborazione artistica di Vivilla Zampini  #ilfashionbelloebuono

“Donne Capovolte” è un cammino intrapreso dal momento in cui, per  volontà propria o di altri, per destino, scelte, imprevisti della vita, è stato compiuto un ribaltamento di prospettiva del mondo e di noi stesse. Una separazione, un cambiamento lavorativo,  una violenza fisica o psicologica, l’atrocità della Storia, una fragilità intima, l’amore tra una madre e una figlia, un capovolgimento migrante di cuore e territorio. “Queste sono alcune delle storie e delle rivoluzioni del nostro essere Donne Capovolte: pronte a tutto, senza perdere se stesse”, spiega la curatrice che ha coinvolto 15 donne con differenti esperienze, professioni, percorsi personali, tutte unite da un filo rosso che si è dipanato attraverso la narrativa intima e condivisa di Donne Capovolte, non solo un progetto editoriale ma anche un contributo concreto  a sostegno di un’idea di economia sostenibile, circolare e sociale, incarnata nel #ilfashionbelloebuono per e con le nuove generazioni creato dalla stilista e psicologa  Vivilla Zampini.

“Un progetto nato mettendo in rete soggetti, organizzazioni e professionalità diverse con lo scopo di supportare i giovani nello sviluppo di progettualità innovative, sostenibili e circolari, per un made in Italy contemporaneo e in continua evoluzione, al quale ciascuno di noi possa contribuire anche grazie al ricavato di questa pubblicazione. Se è vero che siamo tutti interconnessi non si può fare estetica senza occuparsi della sostanza, non si può fare impresa senza pensare al sistema sociale, non si può operare come abbiamo sempre fatto se non includiamo nel design del domani le generazioni di questo domani”, spiega Vivilla Zampini.

Le autrici e Donne Capovolte: Giovanna Daddi, Francesca Fiorentino, Sara Dei, Claudia Bianchi, Cristina Scaletti, Chiara Brilli, Gaia Nanni, Luana Esposito, Es’givien, Danila Pescina, Diana Winter, Alessandra Gasperini, Angela Maria Motta, Silvia Cortelloni, Isabella Mancini, Nosotras Onlus, Susanna Bonfanti

Chiara Brilli è giornalista professionista, scrittrice e musicista. Consigliera della Fnsi. Mamma di due bambine. Tra i libri pubblicati: ‘Ribelli! Gli ultimi partigiani raccontano la Resistenza di ieri e di oggi’ (2011, Infinito Edizioni) e ‘Sono Ancora Viva. Voci di donne che hanno detto basta alla violenza’ (Le Lettere 2014). Ha partecipato al progetto: Mai In Silenzio. La Musica Contro la Violenza di Genere in qualità di formatrice di contenuti rivolti ai giovani artisti.

L'articolo “Donne capovolte”, presentazione a Prato proviene da www.controradio.it.

“Fare la differenza”: educazione di genere prima infanzia – età adulta

“Fare la differenza”: educazione di genere prima infanzia – età adulta

L’associazione culturale La Nottola di Minerva, nell’ambito della rassegna Reading Right, con il sostegno del Comune di Firenze, presenta “Fare la differenza” di Rossella Ghigi, un incontro sull’educazione di genere dalla prima infanzia fino all’età adulta, che si svolgerà domani alle ore 18.30 presso il Caffè Letterario Le Murate.

Presentazione con Autrice e Reading, modera Chiara Brilli, intervengono i pediatri Monica Pierattelli e Paolo Sarti.
Reading da “Confessioni di un adolescente” di Monica Pierattelli a cura di Gaia Nanni con le musiche dal vivo di Gabriele Doria.

In una scuola dell’infanzia vengono proposte bambole ai bambini e camion giocattolo alle bambine. In una primaria si parla di famiglie con due papà e due mamme. Cosa si intende esattamente per educazione di genere? Quali sono le ragioni dei sostenitori e quelle degli oppositori? È davvero una novità? Una cosa è certa: disfare la disuguaglianza significa davvero fare la differenza.

Rossella Ghigi
Insegna Sociologia della famiglia e delle differenze di genere all’Università di Bologna. Con il Mulino ha pubblicato «Per piacere. Storia culturale della chirurgia estetica» (2008) e «Corpo, genere e società» (con R. Sassatelli, 2018).

Chiara Brilli
Nata a Firenze l’11 maggio 1978. Giornalista professionista, scrittrice e musicista. Laureata in Scienze politiche e diplomata in flauto traverso al Conservatorio, si è poi innamorata del giornalismo radiofonico che non ha più abbandonato. Consigliera del direttivo dell’Associazione Stampa Toscana. Mamma dal 2008, ha scritto con altre due colleghe la raccolta di racconti per bambini “La tramvia che scappò via” (Accademia dell’Iris, 2010). Interprete di reading e pièce teatrali (Il mio nome è mai più, 2008; Ordine Nuovo, 2009; Ribelli 2012). Coautrice del libro “Ribelli! Gli ultimi partigiani raccontano la Resistenza di ieri e di oggi” (Infinito Edizioni, 2011) e “Sono ancora viva. Voci di donne che hanno detto basta alla violenza” (Le Lettere 2014).

Monica Pierattelli
Pediatra presso ASL 10 Firenze. Pediatra di libera scelta dal 1985, Formatrice della Regione Toscana, fa parte della Commissione Pari Opportunità dell’Ordine dei Medici di Firenze.

Paolo Sarti
Paolo Sarti è nato a Firenze nel 1949. Pediatra di famiglia, ha insegnato alla facoltà di Medicina e alla facoltà di Psicologia dell’Università di Firenze. È stato consulente della Regione Toscana per l’educazione sanitaria e ha curato la formazione del personale degli asili nido del comune di Firenze. Si occupa in particolare di corsi di accompagnamento alla nascita e di educazione sessuale nelle scuole. È autore di numerosi libri, alcuni in collaborazione con Giuseppe Sparnacci, Manuela Trinci e Anna Oliverio Ferraris.

Gaia Nanni
Gaia Nanni nasce a Firenze nel 1981. Attrice professionista da oltre quindici anni si occupa di ricerca teatrale. Formatasi al Teatro Puccini di Firenze esordisce in teatro nel 2000, continuando negli anni, insieme alla sua compagnia teatrale, con una particolare predilezione per la prosa contemporanea. Dal 2009 Voce ufficiale del Canale 124 SKY E HOLLYWOOD! Per le edizioni italiane di Celebrity Home – DR 90210 – Hottest Moment – Le figlie del Rock. Candidata ai premi UBU 2013 come Migliore Attrice.

Gabriele Doria
Da piccolo suonava la chitarra classica. Erano gli anni ’80, nelle macchine suonavano le autoradio a cassette. Dave Gilmour fu una folgorazione: voleva una chitarra come la sua. Con qualche rinuncia e pochi risparmi divenne proprietario della prima sei corde elettrica. La meno cara del negozio e decisamente bruttina, ma da quel giorno il mondo non fu più lo stesso. Queen, David Bowie e Dire Straits ma anche Black Sabbath, Led Zeppelin, Iron Maiden, Metallica…e poi la scoperta dei Beatles e l’arrivo degli anni ’90 con i Nirvana, Pearl Jam e Soundgarden. E infine, Radio Toscana e la possibilità di condividere questo meraviglioso percorso con gli ascoltatori di “Rock Dj”.

L'articolo “Fare la differenza”: educazione di genere prima infanzia – età adulta proviene da www.controradio.it.