Notte dei Musei 2014

Il Polo Museale Fiorentino ha comunicato le sue proposte per la Notte dei Musei 2014 che si terrà il prossimo sabato 17 maggio. Somo previste le  aperture serali – dalle 19 alle 23 – di cinque musei : la Galleria degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, il Museo Nazionale del Bargello, il Museo di San Marco e il Museo di Palazzo Davanzati. un cenacolo e tre ville. In tutti e cinque i musei l’ingresso sarà al costo simbolico di un euro.

http://www.tribunaitalia.it/wp-content/uploads/2014/05/notte_dei_musei_2014_large.jpg

Inoltre con accesso libero saranno aperti il Cenacolo di Andrea del Sarto e  tre ville medicee – La Petraia, di Poggio a Caiano e di Cerreto Guidi – che hanno appena celebrato il loro ingresso nella lista dei siti Unesco patrimonio dell’umanità.
Da segnalare, infine, che anche il Museo dell’Opificio delle Pietre Dure (via Alfani 78, Firenze) sarà visitabile con ingresso al prezzo simbolico di un euro, dalle 20 alle 24.

Uffizi +6% nel 2013

Uffizi +6% nel 2013. Il Polo Museale Fiorentino comunica i dati dei visitatori nel 2013 che hanno raggiunto quota 5.329.422, il miglior risultato dal 2004 ad oggi. L’incremento rispetto al 2012 è stato di 276.705 visitatori, pari al 5.48%.Da rimarcare che il 2013 ha fatto registrare il massimo risultato dopo l’inizio della crisi economico-finanziaria del 2008.

File:Bargello 1.JPG

Tra quelli a pagamento, il museo che ha incrementato maggiormente il numero dei visitatori nel 2012 è il Bargello, che è cresciuto, rispetto al 2012, addirittura del 12,93%; a seguire troviamo la Galleria degli Uffizi, che lo scorso anno è stata visitata da 1.875.176 persone (un altro record conquistato), con un aumento di 105.959 unità, pari al 5,99%. Anche i visitatori del Giardino di Boboli (insieme al Museo degli Argenti, alla Galleria del Costume e al Museo delle Porcellane) sono cresciuti del 5,78%, così come quelli del Museo di San Marco hanno ottenuto un incremento del 4,52%. L’accoppiata di Palazzo Pitti formata dalla Galleria Palatina e dalla Galleria d’arte moderna ha incrementato il flusso dei visitatori del 4,23%, mentre alla Galleria dell’Accademia l’aumento ha fatto registrare il 2,61%.
Tra i musei a ingresso libero, le ville medicee appena entrate a far parte del patrimonio Unesco hanno richiamato più visitatori, rispetto al 2012, con percentuali oscillanti tra +20 e +33%, così come i visitatori del Museo di Orsanmichele in un anno sono più che raddoppiati, passando da 19mila a quasi 42mila del 2013.A conclusione del 2013 è risultato evidente che l’incremento dei visitatori si è mantenuto costante di tutti i mesi dell’anno eccetto che per aprile (quando il confronto con il 2012 comprendeva anche i giorni di gratuità in occasione della “Settimana della Cultura”) ed è stato rilevato un – 14.94% (-96.457 visitatori).Nel dettaglio, durante i mesi di ottobre (+17.43%), dicembre (+17,11%), agosto (+10,33%) e maggio (+10.20%) l’aumento è stato addirittura a doppia cifra.Negli altri mesi l’incremento ha oscillato tra il +0,39% di gennaio al +8,90% di luglio.