“Dal paesaggio eremitico di Paolo Uccello alle pietre paesine”:

“Dal paesaggio eremitico di Paolo Uccello alle pietre paesine”:

“Dal paesaggio eremitico di Paolo Uccello alle pietre paesine”:

due musei e una visita per celebrare il paesaggio nell’arte.

Il 14 marzo è la giornata del paesaggio e la Galleria dell’Accademia insieme all’Opificio delle Pietre Dure, entrambe a Firenze, organizzano una interessante e speciale doppia visita guidata. Intitolata “Dal paesaggio eremitico di Paolo Uccello alle pietre paesine”, avrà luogo alle ore 11 di giovedì 14 marzo.

Il tutto comincia nella sala del Colosso della Galleria dell’Accademia, di fronte al meraviglioso dipinto Scene di vita eremitica (o Tebaide) di Paolo Uccello. Si tratta di un lavoro veramente incantevole. Appartiene alla serie di dipinti noti come “Tebaidi” che formano un unicum nell’ arte del Quattrocento. Sarà una fortuna poter ascoltare la professoressa Alessandra Malquori, grande esperta proprio del tema del paesaggio eremitico.

Dopo di che la visita continua al vicino Museo dell’Opificio delle Pietre Dure, che è letteralmente dietro un angolo. Qui Federica Cappelli, restauratrice del Laboratorio di restauro Mosaico e commesso in pietre dure dell’Opificio delle Pietre Dure, parlerà dei pannelli in commesso di pietre dure che rappresentano scene di paesaggio, dando particolare attenzione alle favolose “paesine” del museo, cioè a quelle pietre dagli strati di vario colore che suggeriscono, a volte in maniera incredibilmente realistica, l’immagine di un paesaggio dipinto. Le avete mai viste? Sono davvero interessanti e bizzarre, come si diceva una volta.

Per finire sarà possibile visitare la mostra “Il Novecento per il Museo dell’Opificio delle Pietre Dure” accompagnati da una delle curatrici, Annalisa Innocenti. Il che è un’ulteriore motivo di interesse.

Il tutto è gratuito. Basta pagare il normale biglietto di ingresso ai due Musei. Davvero una bella occasione di vedere arte bella, per imparare qualcosa da specialiste del settore e per capire una volta di più quanto ciascuno di noi debba proteggere il paesaggio.

Non è obbligatoria ma è caldamente consigliata la  prenotazione. Per farlo basta inviare una mail a ga-afi.comunicazione@beniculturali.it entro mercoledì 13 marzo 2019.

E il consiglio è quello di arrivare per tempo, cioè in anticipo!, alla Galleria dell’Accademia.

Buona visita a tutti,

Margherita Abbozzo

L'articolo “Dal paesaggio eremitico di Paolo Uccello alle pietre paesine”: proviene da www.controradio.it.

Musei: domani prtoesta lavoratori Opera a Accademia Firenze

Musei: domani prtoesta lavoratori Opera a Accademia Firenze

Domani martedì 5 marzo i lavoratori di Opera, con Filcams Cgil e UilTucs, faranno un presidio e un volantinaggio a Firenze davanti alla Galleria dell’Accademia (via Ricasoli) dalle 10 alle 12. Lo riferiscono i sindacati Filcams Cgil e UilTucs Firenze.

L’agitazione, spiega un comunicato, è dovuta al fatto che le gare d’appalto per i servizi museali fiorentini, definite da Consip e relative a biglietterie, accoglienza e bookshop di Uffizi, Palazzo Pitti, Accademia e Museo di San Marco, mettono a rischio occupazione, diritti e salario dei circa 300 dipendenti di Opera.

Una situazione già denunciata dai lavoratori attraverso volantinaggi e altre iniziative di sensibilizzazione di cittadini e visitatori (sul tema c’è stato anche un incontro col direttore degli Uffizi Schmidt). Per il presidio di domani è stata scelta l’Accademia “anche perché – spiegano i sindacati – la direttrice Cecilie Hollberg, sulla questione dei rischi occupazionali, tace”.

Il sindacato, “rivendicando il rispetto di quanto sottoscritto col Mibac stesso in materia di clausole sociali, chiede l’intervento diretto del ministro per Beni e le attività culturali, Alberto Bonisoli, per evitare che queste gare di appalto, già bandite da Consip o in via di definizione, possano peggiorare le condizioni dei lavoratori e delle lavoratrici impiegati e conseguentemente i servizi per i cittadini”. Il sindacato fa appello anche al sindaco Nardella e alle sei ditte che hanno superato la preselezione del bando Consip e corrono per l’assegnazione del servizio. Senza risposte, sarà proclamato lo stato di agitazione e successivamente all’orizzonte c’è un grande sciopero dei musei fiorentini.

 

L'articolo Musei: domani prtoesta lavoratori Opera a Accademia Firenze proviene da www.controradio.it.

Firenze: Accademia abolisce sovrapprezzo per mostre temporanee

Firenze: Accademia abolisce sovrapprezzo per mostre temporanee

Da ora in poi, alla Galleria dell’Accademia di Firenze non sarà necessario pagare il sovrapprezzo del biglietto per le mostre temporanee perché sarà sufficiente pagare il ticket di ingresso per visitare l’intero museo.

Lo ha annunciato oggi la direttrice Cecilie Hollberg, presentando la mostra sulle nuove acquisizioni della Galleria che si aprirà domani con questa nuova modalità di ingresso.
“A mio parere, questo museo non offre la possibilità di dare un accesso esclusivo per le mostre temporanee perché abbiamo un solo ingresso e una sola uscita – ha spiegato Hollberg -, quindi mi sembrava più che giusto nei confronti dei visitatori dare la possibilità di vedere tutto quello che c’è nel museo con il biglietto che si compra per entrare”.

“E’ una cosa – ha aggiunto la direttrice – che ho sempre voluto fare e nel 2019, visto che abbiamo anche aumentato il costo del biglietto dell’Accademia, ho pensato di fare questa agevolazione che è una cosa giusta e corretta”. Hollberg, infine, ha evidenziato anche “il compito educativo” del museo, per il quale, ha detto, “voglio che tutti vedano ciò che abbiamo da presentare con un unico biglietto”.

L'articolo Firenze: Accademia abolisce sovrapprezzo per mostre temporanee proviene da www.controradio.it.

Accademia: incassate prime multe per uso illecito immagini David

Accademia: incassate prime multe per uso illecito immagini David

“Se dipendesse da me vorrei restare a Firenze, ma dobbiamo aspettare la decisione del ministero. Di cose da fare ce ne sono ancora tante” Lo ha reso noto Cecilie Hollberg, direttrice della Galleria dell’Accademia, in occasione della presentazione del bilancio del suo mandato, in scadenza nel 2019.

L’uso illecito a fini commerciali dell’immagine del David ha portato 50.000 euro di sanzioni, pagate dai trasgressori, nelle casse della Galleria dell’Accademia, il museo fiorentino che custodisce il capolavoro di Michelangelo. Cecilie Hollberg a tal proposito ha ricordato l’ordinanza del tribunale di Firenze del 2017 definendola “una vittoria epocale, un apripista a livello nazionale e internazionale”: “Per la prima volta un bene culturale di un museo statale è stato messo sotto tutela consentendo di denunciare coloro che ne sfruttano l’immagine a fini commerciali senza le dovute autorizzazioni”.

“L’ordinanza – ha aggiunto – è una fonte di introiti e un’apripista per tutti i beni culturali italiani, un esempio studiato anche negli altri Paesi europei”. “Alla Galleria dell’Accademia, al momento, ha reso circa 50mila euro, ma è soltanto l’inizio”.

Sempre sul fronte economico, la direttrice ha rivendicato anche la realizzazione del piano di rendicontazione delle mostre fatte che ha permesso di calcolare l’introito di tre esposizioni realizzate tra il 2015 e il 2018: ‘Carlo Portelli. Pittore eccentrico tra Rosso fiorentino e Vasari’, ‘Giovanni Dal Ponte.

Protagonista dell’umanesimo tardogotico fiorentino’, ‘Tessuto e ricchezza a Firenze nel trecento. Lana, seta, pittura’. L’operazione ha reso un utile di un milione di euro. “Dalla mia presa di servizio fino ad oggi – ha detto la direttrice – abbiamo portato a termine un importante lavoro mettendo in ordine le carte amministrative ed è stata una grande soddisfazione”.

L'articolo Accademia: incassate prime multe per uso illecito immagini David proviene da www.controradio.it.

Voci fiorentine

Voci fiorentine
Incontri ravvicinati con l’arte alla Galleria dell’Accademia di Firenze
Martedì 12 giugno 2018 ore 19.30

Nel corso delle aperture prolungate serali, previste il martedì dalle 19.00 alle 22.00, dal 5 giugno fino al 25 settembre 2018, il Direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze, Cecilie Hollberg, ha il piacere di offrire un ciclo di undici incontri, tenuti da importanti personalità dell’arte e della cultura fiorentina, ciascuno dedicato ad approfondire un’opera delle collezioni del Museo.

Il secondo appuntamento della rassegna Voci Fiorentine, previsto per martedì 12 giugno, dalle ore 19.30 alle 20.00 circa, avrà come relatore d’eccezione Paolo Zampini, direttore del Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze che illustrerà i preziosi Fiati e Flauti custoditi alla Galleria dell’Accademia di Firenze. L’intervento includerà un breve saggio musicale a cura dello stesso prof. Zampini.
Durante l’incontro verrà offerto uno sguardo particolare sugli strumenti, condividendo con il pubblico interessanti informazioni, frutto di ricerche o di un personale “legame” con le opere trattate.
Il confronto, dal tono colloquiale, porgerà un nuovo modo di vedere le opere, attraverso un approccio originale, regalando un contributo personale e, quindi, unico, alla comprensione dell’arte.

E’ possibile assistere all’incontro acquistando il regolare biglietto d’ingresso al Museo.

Galleria dell’Accademia di Firenze
Via Ricasoli, 58-60
www.galleriaaccademiafirenze.beniculturali.it