Bilancio di previsione, via libera a maggioranza dal Consiglio regionale

Bilancio di previsione, via libera a maggioranza dal Consiglio regionale

L’Aula ha approvato a maggioranza, con il voto di astensione dei gruppi di opposizione, il Bilancio di previsione 2021-2023 del Consiglio regionale. Come ha ricordato il presidente del Consiglio, Antonio Mazzeo, illustrando brevemente l’atto, si tratta di “un bilancio puramente tecnico, perché definiremo le destinazioni delle risorse con la prima variazione di Bilancio”.

Le entrate e le uscite ammontano a poco più di 29 milioni di euro per il 2021 e a oltre 28 milioni per il 2022 e il 2023. La gran parte delle entrate 2021, per una cifra di oltre 23 milioni, derivano da trasferimenti di fondi dal bilancio regionale.

Prosecuzione in notturna della seduta del Consiglio regionale per l’approvazione della manovra di bilancio della Regione Toscana che vale complessivamente 11,15 miliardi di euro. Oltre 80 milioni di investimenti, incremento della spesa sanitaria fino a 7,28 miliardi e nessun aumento delle tasse regionali: sono le principali linee della manovra composta dalla nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza regionale (Defr), il bilancio di previsione 2021-2023, la legge di stabilità per il 2021 e il collegato, insieme ad alcune disposizioni di carattere finanziario.

L’approvazione è arrivata nella tarda serata. Oggi l’Aula tornerà a riunirsi con altri atti all’ordine del giorno. “Per la prima volta dal 2014 le Regioni non sono chiamate a concorrere al raggiungimento degli obbiettivi di finanza pubblica – ha spiegato il presidente della commissione Affari istituzionali Giacomo Bugliani (Pd) illustrando i provvedimenti in aula – hanno l’obbligo invece di realizzare investimenti aggiuntivi rispetto a quelli già programmati, con risorse proprie, il cui volume, per la Toscana, vale 80,6 milioni”.

Le spese di funzionamento rimangono stabili, c’è invece una crescita dei fondi di riserva per finanziare il nuovo ciclo di programmazione comunitaria. Bugliani si è soffermato sul piano di razionalizzazione delle società partecipate tra cui le terme di Montecatini (Pistoia) per le quali serve un accordo con i creditori entro il 30 giugno. Ai trasporti sono destinati 50milioni, 22 ai servizi per l’impiego e 37 alla non autosufficienza. Contributo straordinario una tantum di 1,5 milioni ai piccoli comuni per interventi di manutenzione sulle strade e 6 milioni per interventi sulla qualità dell’aria.

Bugliani ha poi illustrato i contributi per interventi sulla viabilità, tra cui una lunga serie di rimodulazioni di contributi: slittano, per esempio, sul 2022 gli 11 milioni per la tangenziale di Lucca; così come il contributo straordinario di 3,5 milioni per la realizzazione del ponte sull’Arno a Fibbiana, nel comune di Montelupo Fiorentino (Firenze).

L'articolo Bilancio di previsione, via libera a maggioranza dal Consiglio regionale proviene da www.controradio.it.