Empoli: al via le prenotazioni per il Centralino delle fiabe

Empoli: al via le prenotazioni per il Centralino delle fiabe

Il telefono squilla e dall’altra parte della cornetta c’è un personaggio che racconta una fiaba di Natale: si tratta di una delle azioni progettuali che vede Giallo Mare Minimal Teatro sperimentare modalità di gioco teatrale e spettacolo a distanza.

“Sarebbe stato il momento degli spettacoli alla domenica per le famiglie, degli incontri a teatro per i laboratori pomeridiani, ma in quest’anno così strano visto che i bambini e le bambine non possono venire da noi abbiamo pensato di arrivare noi a casa loro. Abbiamo scelto alcune fiabe di Natale da raccontare al telefono, i nostri attori e attrici trasmetteranno un po’ di magia natalizia, delle storie e dei loro personaggi.” Così Vania Pucci, presidente di Giallo Mare spiega l’iniziativa.

Il progetto è promosso da Giallo Mare Minimal Teatro con il sostegno del Comune di Empoli.

Il Centralino delle favole sarà attivo da sabato 12 a martedì 22 dicembre dalle 16.00 alle 19.30. Tutti i genitori interessati da lunedì 7 dicembre possono inviare una e-mail  e prenotare un racconto telefonico che sarà gratuito.

L'articolo Empoli: al via le prenotazioni per il Centralino delle fiabe proviene da www.controradio.it.

Al Teatro Verdi di Santa Croce sull’Arno “La divina commediola”, di Giobbe Covatta

Al Teatro Verdi di Santa Croce sull’Arno “La divina commediola”,  di Giobbe Covatta

Giovedì 16 gennaio alle 21.15, al Teatro Verdi di Santa Croce sull’Arno, Giobbe Covatta presenta “La divina commediola”, reading e commento de L’Inferno, tratto dalla Divina Commedia di Ciro Alighiera.

 Tanti illustri personaggi hanno letto e commentato la Divina Commedia di Dante Alighieri. Giobbe Covatta ha recentemente reperito in una discarica il manoscritto di una versione “apocrifa” della Commedia, scritta da tal Ciro Alighieri. Purtroppo è stato reperito solo l’Inferno e non in versione completa. Un lavoro dimenticato, che ha senz’altro affinità, ma anche macroscopiche differenze con l’opera dantesca. L’idioma utilizzato non deriva dal volgare toscano, ma è più affine alla poesia napoletana.

Inoltre, il poeta ha immaginato l’inferno come luogo di eterna detenzione non per i peccatori, ma per le loro vittime: i bambini, ovvero i più deboli, coloro che non hanno ancora cognizione dei loro diritti e non hanno possibilità di difendersi. Così, mentre resterà impunito chi ha colpito con le sue nefande azioni i piccoli innocenti del terzo mondo, il Virgilio immaginato dall’antico poeta lo accompagnerà per bolge popolate da bambini depauperati per sempre di un loro diritto.

 

Previste riduzioni per under 26 e over 65 anni, portatori di handicap o soggetti con invalidità riconosciute, per soci Arci, Acli, Endas, Fenalc e Agesci e per possessori di Carta Giovani; carta Studente della Toscana biglietto ridotto € 8 studenti universitari.

Per ottenere le riduzioni è necessario presentare apposita documentazione.

Fra le altre iniziative di promozione: Buon compleanno a teatro, che regala il biglietto nel giorno del compleanno; Biglietto sospeso, che consente di offrire uno spettacolo a chi vive un momento di difficoltà; Diventa storyteller, per pubblicare le proprie recensioni e commenti alla serata sul sito toscanaspettacolo.it.

Per informazioni comune di Santa Croce 0571/389953 – tel. 0571/30642 – www.comune.santacroce.pi.it; Giallo Mare Minimal Teatro 0571 81629 – info@giallomare.it; Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull’Arno tel. 0571/33267.

L'articolo Al Teatro Verdi di Santa Croce sull’Arno “La divina commediola”, di Giobbe Covatta proviene da www.controradio.it.