Toscana e Centre-Val de Loire, unite nel nome di Leonardo

Toscana e Centre-Val de Loire, unite nel nome di Leonardo

🔈Firenze, si è tenuto un incontro tra una rappresentanza della Regione Toscana ed una delegazione della regione francese Centre-Val de Loire.

Regione Toscana e Regione Centre-Val de Loire lavoreranno insieme ad un programma condiviso per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.

Al centro dell’incontro ‘Insieme nel nome di Leonardo’ un programma di collaborazione fra Toscana e la regione francese che vedrà eventi e iniziative per la valorizzazione territoriale e turistica dei due territori.

Uno dei primi progetti presentati è la costruzione, partendo dai disegni originali di Leonardo, della grande macchina volante ‘La vite aerea’, la cui realizzazione sarà frutto di un partenariato tra due università: l’Ecole Polytecnique d’Ingenieur d’Orleans e la Scuola di Ingegneria dell’Università di Firenze.

“Vorremmo lavorare insieme per le celebrazioni leonardiane – ha detto Monica Barni – proprio perché le due Regioni sono quelle in cui Leonardo è nato e morto e quelle in cui ha maggiormente lavorato. Leonardo è un patrimonio italiano, francese ed europeo. Spesso non è così immediato attivare una collaborazione tra regioni europee: in questo caso invece è stato abbastanza spontaneo e mi auguro che questo possa fornire una sollecitazione per allargare la collaborazione a tutti i livelli: nazionali, regionali e locali, con lo scopo di potenziare le ricadute che eventi analoghi possono avere sui territori. Presto con la regione francese sigleremo un protocollo per concordare le celebrazioni leonardiane che si svilupperà su tre livelli: culturale, scientifico e turistico. L’auspicio è che da questa intesa possa nascere un metodo per future convergenze su altre tematiche”.

Soddisfatto anche François Bonneau, il presidente della Regione francese che ha spiegato come “Leonardo sia stato capace di lasciare impronte importanti nella storia europea, disseminando valori che ancora oggi resistono. Una figura che unisce i paesi di Italia e Francia che hanno deciso di lavorare insieme per celebrarne il genio. La collaborazione a cui stiamo lavorando insieme alla Toscana si svilupperà sulle dimensioni scientifica, culturale e turistica. Un’occasione che potrebbe rappresentare una sorta di punto di partenza per future attività condivise”.

All’incontro oltre che alla la vicepresidente Monica Barni, sono intervenuti anche Agnès Sinsoulier-Bigot, Vice-Présidente Culture, Anne Besnier, Vice-Présidente Enseignement supérieur et recherche, Isabelle Mallez, direttrice dell’Institut français e console onorario di Francia a Firenze, i rappresentanti dei castelli di Chambord, Clos Lucè, Amboise e il direttore dell’istituto e museo della Scienza di Firenze Paolo Galluzzi.

Gimmy Tranquillo ha intervistato la Vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni e Giampiero Anchisi capo progetto di ‘La vite aerea’:

L'articolo Toscana e Centre-Val de Loire, unite nel nome di Leonardo proviene da www.controradio.it.

Toscana e Centre-Val de Loire, unite nel nome di Leonardo

Toscana e Centre-Val de Loire, unite nel nome di Leonardo

🔈Firenze, si è tenuto un incontro tra una rappresentanza della Regione Toscana ed una delegazione della regione francese Centre-Val de Loire.

Regione Toscana e Regione Centre-Val de Loire lavoreranno insieme ad un programma condiviso per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.

Al centro dell’incontro ‘Insieme nel nome di Leonardo’ un programma di collaborazione fra Toscana e la regione francese che vedrà eventi e iniziative per la valorizzazione territoriale e turistica dei due territori.

Uno dei primi progetti presentati è la costruzione, partendo dai disegni originali di Leonardo, della grande macchina volante ‘La vite aerea’, la cui realizzazione sarà frutto di un partenariato tra due università: l’Ecole Polytecnique d’Ingenieur d’Orleans e la Scuola di Ingegneria dell’Università di Firenze.

“Vorremmo lavorare insieme per le celebrazioni leonardiane – ha detto Monica Barni – proprio perché le due Regioni sono quelle in cui Leonardo è nato e morto e quelle in cui ha maggiormente lavorato. Leonardo è un patrimonio italiano, francese ed europeo. Spesso non è così immediato attivare una collaborazione tra regioni europee: in questo caso invece è stato abbastanza spontaneo e mi auguro che questo possa fornire una sollecitazione per allargare la collaborazione a tutti i livelli: nazionali, regionali e locali, con lo scopo di potenziare le ricadute che eventi analoghi possono avere sui territori. Presto con la regione francese sigleremo un protocollo per concordare le celebrazioni leonardiane che si svilupperà su tre livelli: culturale, scientifico e turistico. L’auspicio è che da questa intesa possa nascere un metodo per future convergenze su altre tematiche”.

Soddisfatto anche François Bonneau, il presidente della Regione francese che ha spiegato come “Leonardo sia stato capace di lasciare impronte importanti nella storia europea, disseminando valori che ancora oggi resistono. Una figura che unisce i paesi di Italia e Francia che hanno deciso di lavorare insieme per celebrarne il genio. La collaborazione a cui stiamo lavorando insieme alla Toscana si svilupperà sulle dimensioni scientifica, culturale e turistica. Un’occasione che potrebbe rappresentare una sorta di punto di partenza per future attività condivise”.

All’incontro oltre che alla la vicepresidente Monica Barni, sono intervenuti anche Agnès Sinsoulier-Bigot, Vice-Présidente Culture, Anne Besnier, Vice-Présidente Enseignement supérieur et recherche, Isabelle Mallez, direttrice dell’Institut français e console onorario di Francia a Firenze, i rappresentanti dei castelli di Chambord, Clos Lucè, Amboise e il direttore dell’istituto e museo della Scienza di Firenze Paolo Galluzzi.

Gimmy Tranquillo ha intervistato la Vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni e Giampiero Anchisi capo progetto di ‘La vite aerea’:

L'articolo Toscana e Centre-Val de Loire, unite nel nome di Leonardo proviene da www.controradio.it.