Half Marathon Firenze Vivicittà

Tutto pronto per la con arrivo in piazza Santa Croce
assessorato allo sport
Presentata in Palazzo Vecchio la XXXV edizione che si correrà domenica 15 aprile

Domenica 15 aprile torna la XXXV Half Marathon Firenze Vivicittà. Quest’anno la gara celebra i 70 anni di Uisp e dello Sportpertutti e i cento anni dalla nascita di Nelson Mandela.

L’Half Marathon Firenze Vivicittà è organizzata dalla UISP di Firenze, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Firenze ed è stata presenta in Palazzo Vecchio da Andrea Vannucci, assessore allo sport del Comune di Firenze, Maria Federica Giuliani, presidente della Commissione cultura e sport, Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale, Marco Ceccantini, presidente UISP Firenze e Paolo Bacciotti della Fondazione Tommasino Bacciotti.

“Una manifestazione appassionante e coinvolgente – ha spiegato Andrea Vannucci – che, ogni anno, ha visto crescere i partecipanti. Si corre sulla mezza distanza. Poco più di 21 chilometri nel centro della nostra bella città ed apre, grazie all’impegno della Uisp, il calendario primaverile delle manifestazioni podistiche. Ma non è solo mezza maratona: si potrà correre anche su percorsi intermedi dando così la possibilità, davvero a tutti, di potersi misurare in questa festa dello sport. Ed un grazie particolare va alla passione dei volontari che permetteranno a tutti di poter correre”.

“Un percorso nella bellezza – ha sottolineato Maria Federica Giuliani – che si snoda per le vie di Firenze. La Uisp, con il Vivicittà, coniuga sport a messaggi importanti perché si correrà ma si ricorderà anche Nelson Mandela ed i 70 anni dell’ente di promozione sportiva che ha sempre avuto come slogan Sportpertutti. La corsa è, inoltre, una disciplina che aiuta a mantenere psiche e fisico in equilibrio”.

L’Half Marathon Firenze Vivicittà è una classica della corsa su strada che vede ogni anno professionisti e appassionati di running correre la distanza dei 21,097 km tra le vie e le piazze di Firenze, con partenza da Lungarno della Zecca (ore 9.30) e arrivo in piazza Santa Croce. Gli atleti corrono attorno al Duomo e al Battistero vivendo emozioni uniche. Cinque le opzioni tra cui scegliere per chi si voglia cimentare nella corsa su strada: mezza maratona, mezzaperuno dove si corre in coppia la distanza di 21,097, non competitiva di 8 km, walking di 5 km con Milena Megli, Tommasino Run. (s.spa.)

LE RICORRENZE – La 35esima edizione ha scelto, anche quest’anno, la vignetta disegnata da Sergio Staino per rappresentare il tema della gara. Il lavoro di Staino celebra i 70 anni dell’ Uisp-Unione italiana sport per tutti e vede Bobo impegnato a correre con Dante e tanti altri personaggi per ribadire il concetto che praticare un po’ di sana attività fisica è un obiettivo alla portata di tutti.

Gli atleti che prenderanno parte alla mezza maratona troveranno nel pacco gara la maglia tecnica che celebra la ricorrenza. I partecipanti alla non competitiva di 8 km e al percorso di walking di 5 km riceveranno la maglia in cotone bianca: qui comparirà, insieme alla vignetta di Staino, anche il logo che ricorda il centenario della nascita di Nelson Mandela, da sempre impegnato nella lotta all’Apartheid e storico presidente del Sudafrica a cui è intitolato il palazzetto dello sport a Firenze. Da poco all’interno dell’impianto è stata inaugurata la riproduzione della cella in cui Mandela è stato detenuto.

LA MEZZA MARATONA – L’Half Marathon Firenze Vivicittà prende il via alle 9.30 di domenica 15 aprile con partenza da Lungarno della Zecca (training 8.45 in piazza Santa Croce con Filippo Galantini della Training Consultant) e arrivo in piazza Santa Croce-Vivicittà Village. Gli atleti indosseranno la maglia tecnica giallo fluo che, grazie al tessuto ultra light realizzato con microfibre sottili, compatte ed elastiche, garantisce performance di alto livello. La maglia è fornita da Diadora. Prosegue il sodalizio fra Half Marathon Firenze Vivicittà e la società di abbigliamento italiana che produce calzature, t-shirt, zaini, borse e altri articoli sportivi. Diadora è per il sesto anno consecutivo il main sponsor della manifestazione targata Uisp.

Le iscrizioni alla mezza maratona di 21,097 km si chiuderanno alle ore 19.30 del 12 aprile 2018.

LA MEZZAPERUNO – Torna la “mezzaperuno”. La partenza è fissata alle ore 9.30 dal Lungarno della Zecca. Coppie di concorrenti percorreranno mezza distanza per ciascuno. L’idea nasce per promuovere la pratica sportiva ed in particolare il podismo, invogliando a una più ampia partecipazione le coppie costituite da amici, familiari o innamorati. I concorrenti avranno lo stesso numero di pettorale, salvo per le lettere A e B a indicare chi corre la prima e chi la seconda frazione di gara, e potranno scambiarsi il chip solo nell’area allestita in Corso dei Tintori. Le iscrizioni alla mezzaperuno si chiuderanno alle ore 19.30 del 12 aprile 2018.

8 KM, WALKING E TOMMASINO RUN – Anche i partecipanti alla corsa non competitiva di 8 km si ritroveranno alle ore 9.30 al via, pronti a partire subito dopo gli atleti della mezza maratona. Accanto alla corsa non competitiva di 8 km, la walking di 5 km guidata dalla campionessa mondiale di marcia Milena Megli e la Tommasino Run, corsa di 1,5 km riservata ai bambini in collaborazione con la Fondazione Tommasino Bacciotti con partenza da piazza Santa Croce alle 9.45. Per la non competitiva la quota d’iscrizione è di 5 euro ed è prevista la presentazione del certificato medico per attività non agonistica. Per il walking la quota d’iscrizione è di 5 euro ma non è richiesto nessun certificato. I partecipanti alla non competitiva e alla 5 km di walking potranno iscriversi anche al punto iscrizioni in piazza Santa Croce nei seguenti orari: sabato 14 aprile dalle 9.30 alle 19.30 e domenica 15 aprile dalle 7.00 alle 9.00.

Per coloro che vogliono partecipare alla Tommasino Run l’iscrizione è gratuita e da effettuare domenica 15 aprile direttamente in Piazza Santa Croce dalle 7.00 alle 9.00.

LE CURIOSITÀ – Tanti gli atleti provenienti dall’estero. 40 le nazioni rappresentate tra le quali Spagna, Francia, Germania, Gran Bretagna, Usa, Brasile, Messico, Australia, Israele. Il concorrente più giovane è del 2000 (nato l’8 aprile) e quello più anziano del 1940. L’età media è 45 anni.

IL VIVICITTÀ VILLAGE – Com’è tradizione nel fine settimana della gara sarà allestito il Vivicittà Village in piazza Santa Croce. Sabato 14 e domenica 15 aprile migliaia di persone potranno assistere agli eventi e alle iniziative organizzate da Uisp. Il village sarà il punto di riferimento e il ritrovo per gli atleti.

LOTTA A CONTRAFFAZIONE: NASCE IL MARCHIO “MADE IN TUSCANY”

marchio Made in Tuscany
preso dal sito Made in Tucany

Presentato al Consiglio regionale della Toscana il nuovo marchio e sito per valorizzaione e promozione del ‘Made in Tuscany’. Papi: “il marchio raccoglie 500 orgogliosamente ‘Made in Tuscany': sinergie contro contraffazione.” Giani: “l’obiettivo è tutela del genio e creatività toscane.”

Un marchio collettivo e un portale internet per la valorizzazione e promozione del ‘Made in Tuscany’ e la lotta alla contraffazione. E’ quanto presentato oggi in Consiglio regionale della Toscana, alla presenza del presidente dell’Assemblea Eugenio Giani. Lo scorso anno ‘Made in Tuscany’ ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana, spiega una nota, e quest’anno, al termine delle verifiche, è stato registrato ed approvato dal ministero dello Sviluppo Economico. Il lancio dell’iniziativa ha visto anche la registrazione dei domini internet come www.madeintuscany.it e www.fattointoscana.it.

“La tutela dei prodotti del genio e della creatività di una delle regioni più conosciute al mondo è un obbiettivo specifico delle istituzioni regionali – ha osservato Giani -. La Toscana porta con sé il Rinascimento, la mente di personaggi che qui sono vissuti come Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti, Galileo Galilei, l’originalità dei propri artigiani. La tutela dei prodotti, nella moda come nella produzione alimentare, può rivelarsi una scelta vincente”. Presenti oggi anche il parlamentare Pd Lorenzo Becattini, la vicepresidente di Cna Firenze Vivilla Zampini, e il presidente e il vicepresidente dell’associazione Made in Tuscany Alessio Papi e Michele Lazzaro.

“Il fatto che il marchio raccolga cinquecento produttori, orgogliosi di essere ‘Made in Tuscany’, permette che si crei una sinergia in rete in grado di combattere il problema della contraffazione, che crea danni enormi, specie nel settore alimentare”, ha ricordato Papi. Secondo Becattini “è un segnale importante di dinamismo, di credere in quello che sappiamo fare ed è giusto valorizzarlo in una sede prestigiosa come il Consiglio regionale. L’obiettivo è non solo la rete, ma tenere insieme coloro che hanno a cuore il sistema produttivo della nostra regione. Tutto quello che unisce, per la politica e per le istituzioni è buono”.

The post LOTTA A CONTRAFFAZIONE: NASCE IL MARCHIO “MADE IN TUSCANY” appeared first on Controradio.

CARCERI, CORLEONE: “IN TOSCANA PROBLEMA E’ CHE MANCA UN PROGETTO”

Corleone Carceri

“La mancanza di progetto è il vero problema sistema carcerario toscano” ha detto il garante detenuti Franco Corleone: “priorità a interventi strutturali ma la Toscana vuol eliminare figura garante.” Giani spiega:” unificheremo funzioni difesa in un’unica figura.”

A livello carcerario “in Toscana più che il sovraffollamento c’è la mancanza di un progetto. Abbiamo un provveditore regionale a mezzo servizio, Giuseppe Martone è stato infatti chiamato a reggere anche il provveditorato della Campania, e poi c’è una situazione critica nella direzione di Sollicciano, che in un anno ha visto cambiare cinque direttori, e di San Gimignano dove la direzione è a ‘scavalco'”. Lo ha detto il garante toscano dei detenuti Franco Corleone in occasione di un seminario, in corso oggi in Consiglio regionale, intitolato ‘Stati particolari del carcere’.

Tra le priorità da realizzare entro giugno 2018, Corleone ha ricordato sia la necessità di alcuni “interventi strutturali” negli istituti di Arezzo, Sollicciano, Pisa, Pistoia, Livorno e San Gimignano, sia azioni dal punto di vista qualitativo come “l’affettività in carcere”, il “femminile al Gozzini come modello diverso di luogo di detenzione” o il “teatro stabile a Volterra” e un ripensamento della “detenzione minorile, perché forse il carcere non è più una forma adeguata per i minori”. Il garante toscano ha poi proposto di “rendere partecipi i detenuti nelle scelte che riguardano la loro vita. Per questo distribuiremo loro un questionario per raccogliere idee e suggerimenti e analizzeremo i rapporti disciplinari e sugli eventi critici e faremo assemblee in carcere per illustrare le nostre proposte”.

Dopo la chiusura dell’Opg, ha spiegato, “la Rems di Volterra è sovraffollata e attendiamo la partenza dei lavori per la realizzazione di una seconda struttura a Empoli che consenta di fare fronte alle necessità”. “Di fronte agli obiettivi che ci siamo fissati e nel momento in cui noi garanti regionali dei detenuti siamo chiamati a costituire una rete nazionale che dia risposte a livello internazionale sul tema dei profughi e dei centri per il rimpatrio, in Consiglio regionale si pensa di eliminare il garante dei detenuti” ha proseguito Corleone.

Nei mesi scorsi l’Assemblea toscana ha approvato una risoluzione con la quale il Consiglio si impegna ad elaborare una normativa, attraverso l’Ufficio di presidenza, per una figura di garanzia unica dei diritti della persona che comprenda e accorpo la difesa civica, la difesa dei diritti dei minori e quella dei detenuti. A margine del seminario, spiega una nota, al quale ha preferito non intervenire, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani ha motivato così la sua scelta: “Siamo nella fase di ristrutturazione – ha detto Giani – delle strutture che dal Consiglio regionale ci portano a vedere queste problematiche. Unificheremo le funzioni, il personale e potenzieremo la capacità di lavoro sui detenuti, sui minori e in generale, sulla tutela civica. È in corso di discussione in Consiglio regionale un disegno di legge, approvato dall’Ufficio di presidenza e inviato all’esame delle commissioni”. Il provvedimento in questione sarà illustrato in commissione affari istituzionali il 5 luglio.

The post CARCERI, CORLEONE: “IN TOSCANA PROBLEMA E’ CHE MANCA UN PROGETTO” appeared first on Controradio.

A LUGLIO SI APRE IL ‘CORTONA MIX’: TRA GLI OSPITI GRASSO E PIOVANI

Cortona Mix

Dal 19 al 23 luglio, il “Cortona Mix” accenderà la città con oltre quaranta appuntamenti di musica, arte, letteratura, cinema. Il presidente del Senato Grasso ricorderà Falcone e Borsellino e Piovani dirigerà Orchestra Toscana.

Si terrà dal 19 al 23 luglio la sesta edizione del Cortona Mix Festival, con un ampio calendario di appuntamenti che vedranno, tra gli altri, il presidente del Senato Pietro Grasso ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a 25 anni dalla loro scomparsa, il Premio Oscar Nicola Piovani dirigere l’Orchestra della Toscana. L’appuntamento è stato presentato oggi in Consiglio regionale alla presenza del presidente dell’Assemblea Eugenio Giani e del vicepresidente Lucia De Robertis insieme, tra gli altri, al sindaco di Cortona Francesca Basanieri, al presidente del comitato Cortona Cultura Mix Festival Mario Aimi.

Oltre quaranta gli appuntamenti previsti che spaziano dalla letteratura alla musica, dal cinema al teatro e all’arte. Il pubblico, spiega una nota, potrà incontrare lo scrittore e drammaturgo britannico
Hanif Kureishi o i punk rockers irlandesi Boomtown Rats, la band di Bob Geldof, riformatasi dopo trent’anni. Piovani ripercorrerà la sua carriera, e sempre in ambito musicale si terrà un’esibizione dei Baustelle. Prevista anche una eterogenea selezidaone di voci della narrativa italiana tra cui Luca Barbareschi, Sveva Casati Modignani, e Diego De Silva.

“Cortona, sulla collina che si staglia sulla Val di Chiana, è centro di eccellenza della Toscana fin dalla civiltà etrusca – ha sottolineato Giani – ed è in questo scenario straordinario che la contaminazione tra arti diverse offrirà un ricco programma”, ha sottolineato De Robertis”. “Una sinergia vincente tra
letteratura, musica e spettacolo per vivere appieno la città”, ha confermato il sindaco di Cortona Basanieri

The post A LUGLIO SI APRE IL ‘CORTONA MIX': TRA GLI OSPITI GRASSO E PIOVANI appeared first on Controradio.

A LUGLIO SI APRE IL ‘CORTONA MIX’: TRA GLI OSPITI GRASSO E PIOVANI

Cortona Mix

Dal 19 al 23 luglio, il “Cortona Mix” accenderà la città con oltre quaranta appuntamenti di musica, arte, letteratura, cinema. Il presidente del Senato Grasso ricorderà Falcone e Borsellino e Piovani dirigerà Orchestra Toscana.

Si terrà dal 19 al 23 luglio la sesta edizione del Cortona Mix Festival, con un ampio calendario di appuntamenti che vedranno, tra gli altri, il presidente del Senato Pietro Grasso ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a 25 anni dalla loro scomparsa, il Premio Oscar Nicola Piovani dirigere l’Orchestra della Toscana. L’appuntamento è stato presentato oggi in Consiglio regionale alla presenza del presidente dell’Assemblea Eugenio Giani e del vicepresidente Lucia De Robertis insieme, tra gli altri, al sindaco di Cortona Francesca Basanieri, al presidente del comitato Cortona Cultura Mix Festival Mario Aimi.

Oltre quaranta gli appuntamenti previsti che spaziano dalla letteratura alla musica, dal cinema al teatro e all’arte. Il pubblico, spiega una nota, potrà incontrare lo scrittore e drammaturgo britannico
Hanif Kureishi o i punk rockers irlandesi Boomtown Rats, la band di Bob Geldof, riformatasi dopo trent’anni. Piovani ripercorrerà la sua carriera, e sempre in ambito musicale si terrà un’esibizione dei Baustelle. Prevista anche una eterogenea selezidaone di voci della narrativa italiana tra cui Luca Barbareschi, Sveva Casati Modignani, e Diego De Silva.

“Cortona, sulla collina che si staglia sulla Val di Chiana, è centro di eccellenza della Toscana fin dalla civiltà etrusca – ha sottolineato Giani – ed è in questo scenario straordinario che la contaminazione tra arti diverse offrirà un ricco programma”, ha sottolineato De Robertis”. “Una sinergia vincente tra
letteratura, musica e spettacolo per vivere appieno la città”, ha confermato il sindaco di Cortona Basanieri

The post A LUGLIO SI APRE IL ‘CORTONA MIX': TRA GLI OSPITI GRASSO E PIOVANI appeared first on Controradio.