Festival di Cultura Giapponese

Dal 14 al 16 novembre, nell’incanto della Limonaia di Villa Strozzi, si ripropone l’appuntamento con il Festival di Cultura Giapponese, organizzato dall’Ass.Lailac e giunto alla sedicesima edizione.


Ormai gli appassionati del Giappone conoscono questa manifestazione che dal 1999 torna puntuale ogni anno in autunno per portare a Firenze artisti ed artigiani giapponesi che fanno scoprire agli italiani qualcosa di più del Paese del Sol Levante.
Saranno presenti ancora una volta i Manjushaka, un gruppo di danza che fonde il teatro tradizionale kabuki a ritmi e coreografie moderni creando spettacoli di grande impatto che, attraverso la musica e i bellissimi costumi, trasmettono la storia della danza giapponese. Anche il suono del tamburo taiko arriverà dritto al cuore degli spettatori che avranno l’imperdibile possibilità di provare a suonare questo strumento che in Giappone è considerato divino.
Sempre direttamente dal Giappone intervengono anche artisti ed artigiani che daranno dimostrazione di alcune tecniche di grande interesse come l’Etegami, la bellissima usanza giapponese di corrispondere con i propri amici attraverso lettere disegnate.
Sarà inoltre possibile osservare da vicino e provare in prima persona altri importanti aspetti della cultura giapponese come l’origami, la calligrafia giapponese, la tintura su seta dello yuzen e l’antica tecnica del moku-hanga (stampa con blocchi di legno incisi).
Verranno naturalmente proposti anche cibi e prodotti della gastronomia giapponese per far scoprire i sapori che solitamente in Giappone si degustano durante le feste e le gite all’aperto.
Non mancheranno i maestri di arti marziali e chi è affascinato dal tradizionale abito giapponese, il kimono,  avrà a disposizione quest’anno un seminario specifico.
Da non perdere l’appuntamento con la cerimonia del Tè che evoca le atmosfere di una antichissima arte che riassume in semplici gesti tutta la cultura e le usanze di un antico popolo. (s.spa.)

14-16 novembre, ore 11-20, Limonaia di Villa Strozzi, via Pisana 77

INFO: Lailac, Associazione Culturale Giapponese, tel  055.702870   info@lailac.it
www.lailac.it – www.facebook.com/LailacFirenze – twitter.com/ACGLailac
www.festivalgiapponese.it – www.facebook.com/events/

Festa Tanabata a Villa Strozzi

Sabato 5 e domenica 6 luglio 2014, dalle ore 17.00 alle ore 23.00, presso la Limonaia di Villa Strozzi (via Pisana, 77 – Firenze) in occasione della rassegna “FirenzEstate 2014″ l’Associazione Culturale Giapponese di Firenze Lailac in collaborazione con Officine Creative e Q4 Comune di Firenze organizza la “Festa Tanabata”, tradizionale Festa dei Desideri giapponese.

http://www.lailac.it/wp-content/uploads/et_temp/LogoTanabata2014-51934_140x140.jpg

 
Legata ad una antichissima leggenda che parla di una Principessa che può incontrare il suo amato in questo unico giorno dell’anno, si dice che le Stelle siano più favorevoli ad esaudire i Vostri sogni!
Per l’occasione Lailac organizza due giornate dedicate al Tanabata giapponese con:

Angolo per scrivere i Vostri desideri
Angolo dell’Oracolo della Fortuna
Bazar di prodotti giapponesi
Ristoro con street food giapponese
Giochi estivi tradizionali, per piccoli e grandi
Angolo per imparare a piegare un Origami
Angolo per imparare a scrivere un ideogramma
Dedica una Cerimonia del te
Quiz Tanabata
Noleggio e Vestizione del Kimono estivo Yukata.
Danza con noi il tradizionale Bon-odori!

FATHER AND SON al cinema Astra 2

Da giovedì 17 a mercoledì 23 aprile  FATHER AND SON al cinema Astra 2 (Piazza Beccaria – Firenze). Il bellissimo film del regista giapponese Hirozaku Kore-eda è stato presentato in concorso all’ultimo Festival di Cannes, dove ha vinto il Premio Speciale della Giuria.


Un giorno, Ryota Nonomiya, uomo ricco ed egoista, riceve una telefonata dall’ospedale in cui gli viene rivelato di non essere il padre biologico di suo figlio, un bambino di sei anni. Infatti, al momento della nascita il piccolo è stato scambiato nella culla con il figlio di un’altra coppia. Ryota e sua moglie Midori, sconvolti dalla notizia, si troveranno di fronte a una difficile scelta: riprendersi il figlio biologico o continuare ad allevare il bambino che hanno cresciuto finora.
Kore-eda proietta l’eterna favola del figlio scambiato in un paese lontanissimo dal nostro per educazione, cultura, senso del decoro e delle regole sociali. Ma proprio per questo capace di svelare i sentimenti più segreti, scavando sotto le apparenze, con una tenacia e insieme una dolcezza che cercheremmo invano in un film statunitense o europeo. Un esempio di ciò che il cinema giapponese, e più in generale asiatico (pensiamo al coreano ‘Poetry’, o all’hongkonghese ‘A Simple Life’), ha sempre fatto meglio di quello occidentale. E non solo per la delicatezza del tocco, che riconduce i conflitti più laceranti nella cornice delle buone maniere, ma per la precisione chirurgica delle inquadrature. Da sempre attento ai bambini, che dirige meravigliosamente, e al loro punto di vista, stavolta infatti Kore-eda cambia ottica per raccontare tutto con gli occhi dei padri (del primo in particolare, che ha il percorso più accidentato). Salvo ribaltare di colpo la prospettiva con la scena, semplicissima e geniale, in cui il padre scopre le foto fattegli dal figlio mentre dormiva. Difficile essere più semplici e profondi insieme. Come tutto questo film, che non smette di porre la stessa domanda, piccola e immensa: quando è, di preciso, che si diventa padri?
FATHER AND SON (Giappone, 120′)
ORARI:
Giovedì 17 e Venerdì 18 Aprile: ore 18.50 – 21.15
Sabato 19, Domenica 20 e Lunedì 21 Aprile: ore 16.00 – 20.30
Mercoledì 23 Aprile: ore 18.50 – 21.15
Cinema Astra 2 | Piazza Beccaria | Firenze

Festival Giapponese a Villa Strozzi.

Dal 22 al 24 novembre torna a Firenze il XV Festival Giapponese a villa Strozzi,presso la Limonaia,via Pisana 77.Appuntamento fisso per gli amanti del Giappone, la manifestazione rappresenta un’occasione per scoprire la cultura tradizionale nipponica.

File:Villa Strozzi Orangery - Overview 01.jpg Durante la tre giorni saranno presenti artisti internazionali, arrivati appositamente dal Giappone, che si alterneranno sul palco della Limonaia con dimostrazioni di discipline e arti del Sol Levante. Tra queste la cerimonia del tè, la vestizione del kimono, l’angolo dedicato alla calligrafia, il seminario sugli origami, i giochi tradizionali giapponesi per i piccoli e lo spettacolo di danza tradizionale nihon buyo del gruppo Hanafuji. A grande richiesta tornano i Manjushaka, gruppo di danzatori giapponesi che crea spettacoli scenografici ed emozionanti ispirati alle tradizioni e alle varie forme di teatro giapponesi, e il celebre fotografo Hisashi Itoh, che si è recato in una zona protetta del monte Fuji per regalarci i nuovi suggestivi scatti che saranno in mostra alla Limonaia durante il festival. Tra le novità di questa edizione si segnalano due interessanti laboratori: il workshop di Houchou-sabaki, l’arte del taglio che trasforma frutta, verdure e pesce in opere d’arte, e il workshop di Etegami, per imparare a realizzare cartoline disegnate a mano. Non mancheranno gli spazi dedicati al bazar e agli oggetti di artigianato e lo stand gastronomico in collaborazione con il Catering Giapponese Rafor, che proporrà un’ampia varietà di street food per completare la giornata mangiando tipico cibo giapponese. «La nostra associazione – spiega Hiromi Sasaki, socio fondatore Lailac – è nata con lo scopo di diffondere la cultura tradizionale giapponese in Italia. Fin dal 1999 organizziamo corsi di lingua, cucina e arti tradizionali e partecipiamo a numerose manifestazioni in tutta Italia. Il Festival Giapponese è per noi la vetrina più importante, l’occasione per ospitare maestri internazionali e mostrare a un pubblico più vasto le discipline che contraddistinguono la nostra attività, rendendo merito anche ai tanti volontari che, offrendo il loro aiuto durante il corso dell’anno, rendono possibili le iniziative dell’associazione».