‘Le Murate. Progetti Arte Contemporanea’, 2 mesi dedicati all’oriente

‘Le Murate. Progetti Arte Contemporanea’, 2 mesi dedicati all’oriente

🔈Firenze, con l’apertura della mostra curata da Livia Dubon e intitolata ‘The Impossible Black Tulip. Investigating hybridity from Macao’, ‘Le Murate. Progetti Arte Contemporanea’, dà il via al terzo appuntamento del ciclo ‘Global identities. Postcolonial and cross-cultural Narrative’, ideato e diretto da Valentina Gensini.

A fare da preludio alla mostra, un altro appuntamento che collega la Cina all’Italia e in particolar modo alla città di Firenze, con China Project, residenza artistica e performance dei tre artisti cinesi Li Na, Wang Xiaoshuang e Zhang Zengzeng (in collaborazione con l’Archivio dell’arte Contemporanea dello stato Cinese), che hanno lavorato negli spazi de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea per tutto il mese di aprile nell’ambito del Progetto Riva, realizzato grazie alla partnership e al contributo del progetto Sensi Contemporanei nell’ambito dell’accordo di programma quadro tra Regione Toscana, Mibact Direzione Generale Cinema e Agenzia per la Coesione Territoriale.

A coronamento del periodo di residenza, i tre artisti hanno realizzato tre lavori, uno dei quali (Attraversamenti di Zhang Zengzeng) ha preso vita oggi nella sala Ketty La Rocca mentre le altre due (Suono sacro lontano di Li Na e la tela di Wang Xiaoshuang) verranno presentati open air giovedì 26 aprile alle 19 alla spiaggia sull’Arno sottostante piazza Poggi.

Gimmy Tranquillo ha intervistato la direttrice di ‘Le Murate. Progetti Arte Contemporanea’ Valentina Gensini:

L'articolo ‘Le Murate. Progetti Arte Contemporanea’, 2 mesi dedicati all’oriente proviene da www.controradio.it.

‘Artigianato&Aperitivo’, trekking urbano per scoprire botteghe fiorentine

‘Artigianato&Aperitivo’, trekking urbano per scoprire botteghe fiorentine

🔈Firenze, otto appuntamenti di trekking urbano alla scoperta delle antiche botteghe artigiane e dei quartieri del centro storico di Firenze.

Torna da maggio a novembre la seconda edizione di ‘Artigianato&Aperitivo’, l’iniziativa firmata Artex-Centro per l’Artigianato artistico e tradizionale della Toscana, in collaborazione con Officina Creativa e Comune di Firenze, Cna Firenze, Confartigianato Imprese Firenze, Oltrarno Promuove 2.0 e Andare a Zonzo.

Quest’anno le escursioni di ‘Artigianato&Aperitivo’ si estendono dall’Oltrarno a Sant’Ambrogio, San Niccolò e al centro storico della città, con nuove tappe in via Palazzuolo.

Le escursioni sono pensate per chi esce da lavoro e, in compagnia, vuole rilassarsi facendo una passeggiata in città. Una guida accompagnerà i visitatori alla scoperta del quartiere, poi ci sarà la visita in una bottega artigiana, infine un aperitivo.

“Un esperimento riuscito che quest’anno si allarga coinvolgendo non solo l’Oltrarno ma altri importanti luoghi di Firenze da valorizzare, promuovendo al contempo le nostre straordinarie botteghe”, ha commentato durante la presentazione dell’incontro in Palazzo Vecchio l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re

Gimmy Tranquillo ha intervistato l’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Firenze, Cecilia Del Re:

Programma:
3 maggio 2018 “I Rucellai. Storia di un colore orientale”, visita al centro storico/stazione, alla bottega artigiana Il Bussetto, aperitivo a La Boite
17 maggio 2018 “Artigiani scomparsi, visita in Santo Spirito, alla bottega artigiana Studio Arti Plastiche Joyce Terreni, aperitivo da Italian Tapas
31 maggio 2018 “Un viaggio di andata e ritorno al cuore della religiosità cittadina”, visita in San Niccolò, alla bottega artigiana Gioiellerie Dari, aperitivo da Il Rifrullo
14 giugno 2018 “La Firenze esoterica”, visita in San Frediano, alla bottega Sagliano – Concetti Sartoriali, aperitivo da Il Bovaro
27 settembre 2018 “Le leggende sepolte”, visita nel centro storico/stazione, alla bottega artigiana Ubaldo Baldini Bronzista, aperitivo da A Casa Ca.Fe.
11 ottobre 2018 “Il capolavoro della letteratura”, visita in Santo Spirito, alla bottega artigiana L’Ippogrifo Stampe d’Arte, aperitivo da Volume
25 ottobre 2018 “La città rossa: tra logge e brigate di festanti”, alla bottega artigiana Cecilia Falciai – Decorazioni Artistiche Scagliola e Mosaico, aperitivo da La Sosta dei Papi
8 novembre 2018 “Vasari, che ingegno! Dagli uffici di Cosimo I al passaggio aereo più famoso del mondo”, visita su Ponte Vecchio, nella bottega artigiana Legatoria Il Torchio, aperitivo da Amblè

L'articolo ‘Artigianato&Aperitivo’, trekking urbano per scoprire botteghe fiorentine proviene da www.controradio.it.

‘The Indian Nation’, il nuovo viaggio di Controradio

‘The Indian Nation’, il nuovo viaggio di Controradio

Dopo il sold out del Western Dream 4, Controradio propone quest’anno: ‘The Indian Nation’, un nuovo viaggio ‘On the Road’ nel South-West degli Stati Uniti d’America.

‘The Indian Nation’ è un viaggio attraverso cinque stati del ‘Far West’, parte dal Nevada e viaggiando, intorno ai ‘Four Corners’, dove Colorado, New Mexico, Utah ed Arizona, si incontrano in un sol punto immaginario, esplora parchi nazionali di incredibile bellezza come Canyonland, Arches, Mesa Verde, Canyon de Chelly ed altri e città come Durango e Santa Fe, i cui nomi sono scolpiti nella nostra memoria pur non essendoci mai stati.

Mesa Verde National Park

Lo straordinario e caratteristico paesaggio di queste terre ha attirato per secoli moltissime tribù native americane, pionieri, cowboys e roadtrippers. Storie e leggende si intrecciano in questi vasti spazi, dai miti dei nativi americani ai western iconici, e, l’epopea del West, lungo l’itinerario di questo viaggio, è così viscerale e palpabile, che non si può fare a meno di sentirla nelle ossa.

‘The Indian Nation’ è imperdibile per chi, avendo già fatto il ‘Western Dream’ ed essendo rimasto incantato dalle emozioni suscitate dai vasti paesaggi di queste terre, vuole riviverle, ma anche saperne di più spingendosi molto più ad est del ‘Western Dream’, attraversando il cuore della ‘Navajo Nation’ fino alle terra dei ‘Pueblo Indians’, visitando l’antico Pueblo di Taos, abitato ininterrottamente per oltre un millennio, è l’incredibile Acoma Pueblo/Sky City, a circa 2000 m di altitudine, posto sulla cima di una Mesa di arenaria che si erge verticalmente dall’altopiano per circa 110 metri, nella Sky City l’elettricità, l’acqua corrente, e lo smaltimento delle acque reflue, non sono mai arrivati.

Ma ‘The Indian Nation’ è anche un viaggio a sé stante che porta direttamente nelle terre dove si è svolta l’epopea del West, saltando le Metropoli della West Coast ed anche i parchi nazionali più famosi, come per esempio il Gran Canyon e la Monument Valley, già visitati in viaggi precedenti.

Guida d’eccezione Gimmy Tranquillo, il giornalista di Controradio, che ha vissuto per 20 anni in California, che ha fatto la guida turistica proprio nei luoghi che si andranno a visitare, e che ha contribuito a disegnare il tour nel rispetto dello ‘spirito’ di Controradio.

L’organizzazione tecnica del tour è affidata a TRAVEL DESIGN STUDIO, un operatore turistico di nuova generazione in grado di creare viaggi unici, concepiti su misura delle esigenze e sul budget dei singoli gruppi. http://www.traveldesignstudio.com/

INFO: www.tdsgruppi.net/iscrizione/nuovaiscrizione.aspx?IniziativaID=106

Programma: http://www.tdsgruppi.net/docs/programma_iniziativa_106.pdf

Acoma Pueblo-Sky City

 

L'articolo ‘The Indian Nation’, il nuovo viaggio di Controradio proviene da www.controradio.it.

‘The Indian Nation’, il nuovo viaggio di Controradio

‘The Indian Nation’, il nuovo viaggio di Controradio

Dopo il sold out del Western Dream 4, Controradio propone quest’anno: ‘The Indian Nation’, un nuovo viaggio ‘On the Road’ nel South-West degli Stati Uniti d’America.

‘The Indian Nation’ è un viaggio attraverso cinque stati del ‘Far West’, parte dal Nevada e viaggiando, intorno ai ‘Four Corners’, dove Colorado, New Mexico, Utah ed Arizona, si incontrano in un sol punto immaginario, esplora parchi nazionali di incredibile bellezza come Canyonland, Arches, Mesa Verde, Canyon de Chelly ed altri e città come Durango e Santa Fe, i cui nomi sono scolpiti nella nostra memoria pur non essendoci mai stati.

Mesa Verde National Park

Lo straordinario e caratteristico paesaggio di queste terre ha attirato per secoli moltissime tribù native americane, pionieri, cowboys e roadtrippers. Storie e leggende si intrecciano in questi vasti spazi, dai miti dei nativi americani ai western iconici, e, l’epopea del West, lungo l’itinerario di questo viaggio, è così viscerale e palpabile, che non si può fare a meno di sentirla nelle ossa.

‘The Indian Nation’ è imperdibile per chi, avendo già fatto il ‘Western Dream’ ed essendo rimasto incantato dalle emozioni suscitate dai vasti paesaggi di queste terre, vuole riviverle, ma anche saperne di più spingendosi molto più ad est del ‘Western Dream’, attraversando il cuore della ‘Navajo Nation’ fino alle terra dei ‘Pueblo Indians’, visitando l’antico Pueblo di Taos, abitato ininterrottamente per oltre un millennio, è l’incredibile Acoma Pueblo/Sky City, a circa 2000 m di altitudine, posto sulla cima di una Mesa di arenaria che si erge verticalmente dall’altopiano per circa 110 metri, nella Sky City l’elettricità, l’acqua corrente, e lo smaltimento delle acque reflue, non sono mai arrivati.

Ma ‘The Indian Nation’ è anche un viaggio a sé stante che porta direttamente nelle terre dove si è svolta l’epopea del West, saltando le Metropoli della West Coast ed anche i parchi nazionali più famosi, come per esempio il Gran Canyon e la Monument Valley, già visitati in viaggi precedenti.

Guida d’eccezione Gimmy Tranquillo, il giornalista di Controradio, che ha vissuto per 20 anni in California, che ha fatto la guida turistica proprio nei luoghi che si andranno a visitare, e che ha contribuito a disegnare il tour nel rispetto dello ‘spirito’ di Controradio.

L’organizzazione tecnica del tour è affidata a TRAVEL DESIGN STUDIO, un operatore turistico di nuova generazione in grado di creare viaggi unici, concepiti su misura delle esigenze e sul budget dei singoli gruppi. http://www.traveldesignstudio.com/

INFO: www.tdsgruppi.net/iscrizione/nuovaiscrizione.aspx?IniziativaID=106

Programma: http://www.tdsgruppi.net/docs/programma_iniziativa_106.pdf

Acoma Pueblo-Sky City

 

L'articolo ‘The Indian Nation’, il nuovo viaggio di Controradio proviene da www.controradio.it.

Chattalabuca, App di ComuneFi per segnalare le buche

Chattalabuca, App di ComuneFi per segnalare le buche

🔈Firenze, presentato il Piano strade 2018 del Comune di Firenze, un investimento da 20 milioni di euro, con 68 chilometri di strade da ripavimentare e 37 chilometri di marciapiedi da risistemare.

Ma anche un drappello di 13 ingegneri, assunti a tempo determinato, a controllare la qualità dei lavori, la Polizia Municipale pronta a fare le multe in caso di violazioni al codice della strada da parte delle ditte nell’allestimento e mantenimento dei cantieri ed una nuova App già funzionante, chiamata Chattalabuca, con la quale è possibile fotografare le buche con il proprio cellulare ed inviare le foto al numero 335 1648681 usando la geolocalizzazione di WhatsApp.

“Gli interventi sono stati programmati sulla base delle tante segnalazioni che ci sono arrivate dai cittadini e che sono state condivise con i cinque quartieri -ha detto il sindaco alla presentazione del piano – già in questi giorni i lavori sono iniziati: mi riferisco al blocco di lavori che interessano i cantieri della linea 3 della tramvia, che sono partiti stanotte, e che proseguiranno giorno e notte nel corso del prossimo mese. Dal 2 maggio partiranno, invece, i cantieri degli accordi quadro di riasfaltatura delle strade e rifacimento dei marciapiedi in tutti i quartieri cui si aggiungono i lavori per i lastrici del centro. Si tratta lavori che si svolgeranno lungo tutto l’arco della primavera e dell’estate”

“Sarà anche più facile inserire le buche nella programmazione – ha poi detto Nardella, riferendosi alla App Chattalabuca – ed entro questa estate possiamo prenderci l’impegno di riportare la situazione delle strade di Firenze, che è stata molto danneggiata da neve, ghiaccio e pioggia a una condizione di normalità”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il sindaco di Firenze Dario Nardella:

L'articolo Chattalabuca, App di ComuneFi per segnalare le buche proviene da www.controradio.it.