Un post a teatro: “Sêmi – senza infamia e senza lode”

Un post a teatro: “Sêmi – senza infamia e senza lode”

🎦Firenze, il socio del Controradio Club ha l’occasione di diventare partecipare a “Un posta teatro” andando a vedere gratuitamente al Teatro Studio Mila Pieralli di Scandicci lo spettacolo per poi recensirlo, i commenti e le recensioni verranno poi postate Controradio.it e sui social!

Al Teatro Studio ‘Mila Pieralli’ di Scandicci, da venerdì 17 a domenica 19 maggio, StivalaccioTeatro ha presentato in anteprima nazionale “Sêmi – senza infamia e senza lode”, un thriller teatrale vestito da farsa grottesca per maschere, scritto e diretto da Marco Zoppello. Il testo è stato finalista al Premio Hystrio Scritture di Scena 2018.

“Sêmi – afferma Marco Zoppello – è un giallo surreale sulla necessità dell’individuazione del male, del nemico, sul germe della follia, sull’atto dimostrativo, sulla giustificazione della violenza, sul valore dei valori. Vogliamo raccontare – prosegue – un futuro prossimo, estremo e tragicomico: ci muoviamo in una realtà di violenza e prevaricazione, una giungla nella neve, dove il più forte cerca di distruggere il più debole, giustificando il tutto con l’ideologia”.

Alcuni soci del Controradio Club hanno avuto l’opportunità di vedere gratuitamente lo spettacolo e poi commentarlo in diretta su facebook in compagnia di Gimmy Tranquillo, e poi recensirlo. Qui di seguito i contributi:

Sêmi è una satira di natura grottesca, che si propone di mettere in scena, attraverso una scrittura accurata e brillante, un’esposizione metaforica di una delicata questione morale, quale l’inevitabile ribaltamento che ogni postura etica sembra destinata a subire, e la conseguente immersione delle azioni umane, degli individui e delle società, in un’atmosfera fluida, che non permette più di definire in modo netto bene e male (come suggerito dal sottotitolo dell’opera).Tutto questo nonostante la spasmodica necessità, per ogni posizione, di individuarne un’altra ad essa speculare, e a cui quindi contrapporsi nei suoi propositi. 
In questa operazione di denuncia, in senso concreto, quasi nessuno degli aspetti problematici della contemporaneità, quali istituzioni militari, eco terrorismo e dinamiche famigliari, viene risparmiato, suggerendo forse che questo meccanismo che affligge l’agire sia unicamente proprio del nostro presente. 
Gli intenti dell’opera sono veicolati attraverso soluzioni di scena ed espedienti narrativi di ottima formulazione, come l’utilizzo di partizioni musicali atte ad evidenziare momenti chiave e di svolta nell’azione, e di maschere di scena, che rendono il suddetto senso di grottesco, che si accompagnano anche all’ottima recitazione degli attori. (Elena e Jacopo)

L'articolo Un post a teatro: “Sêmi – senza infamia e senza lode” proviene da www.controradio.it.

Inaugurate le cascate delle Rampe del Poggi, rinviata la festa

Inaugurate le cascate delle Rampe del Poggi, rinviata la festa

🔈Firenze, poco dopo le 16:00 di sabato, sono state inaugurate le fontane e le cascate del Sistema delle Rampe del Poggi, sul Viale dei Colli, a premere il bottone di avvio delle pompe dell’impianto idrico sono stati il sindaco di Firenze Dario Nardella e il presidente di Fondazione CR Firenze Umberto Tombari.

L’amministrazione ha deciso di procedere comunque all’inaugurazione delle fontane delle Rampe, nonostante il maltempo, “in segno di rispetto per le tante maestranze che hanno lavorato duramente dallo scorso luglio ad oggi, rispettando i tempi previsti per la consegna del restauro, interamente finanziato dalla Fondazione CR Firenze nell’ambito della normativa ‘Art Bonus’ e curato dal Comune di Firenze”.

Per quanto riguarda le celebrazioni in programma per l’evento, il maltempo ha fatto rinviare ‘Rampe in festa’, la giornata di iniziative organizzata per oggi per celebrare il restauro e la riapertura delle Rampe del Poggi.

La decisione di rinviare la manifestazione, spiega una nota, è stata presa stamani dopo aver verificato le previsioni del tempo e l’impossibilità di dare seguito all’iniziativa.

Gimmy Tranquillo ha intervistato l’architetto Giorgio Caselli, responsabile servizio belle arti e Fabbrica di Palazzo Vecchio, ed alcuni presenti:

L'articolo Inaugurate le cascate delle Rampe del Poggi, rinviata la festa proviene da www.controradio.it.

Inaugurate le cascate delle Rampe del Poggi, rinviata la festa

Inaugurate le cascate delle Rampe del Poggi, rinviata la festa

🔈Firenze, poco dopo le 16:00 di sabato, sono state inaugurate le fontane e le cascate del Sistema delle Rampe del Poggi, sul Viale dei Colli, a premere il bottone di avvio delle pompe dell’impianto idrico sono stati il sindaco di Firenze Dario Nardella e il presidente di Fondazione CR Firenze Umberto Tombari.

L’amministrazione ha deciso di procedere comunque all’inaugurazione delle fontane delle Rampe, nonostante il maltempo, “in segno di rispetto per le tante maestranze che hanno lavorato duramente dallo scorso luglio ad oggi, rispettando i tempi previsti per la consegna del restauro, interamente finanziato dalla Fondazione CR Firenze nell’ambito della normativa ‘Art Bonus’ e curato dal Comune di Firenze”.

Per quanto riguarda le celebrazioni in programma per l’evento, il maltempo ha fatto rinviare ‘Rampe in festa’, la giornata di iniziative organizzata per oggi per celebrare il restauro e la riapertura delle Rampe del Poggi.

La decisione di rinviare la manifestazione, spiega una nota, è stata presa stamani dopo aver verificato le previsioni del tempo e l’impossibilità di dare seguito all’iniziativa.

Gimmy Tranquillo ha intervistato l’architetto Giorgio Caselli, responsabile servizio belle arti e Fabbrica di Palazzo Vecchio, ed alcuni presenti:

L'articolo Inaugurate le cascate delle Rampe del Poggi, rinviata la festa proviene da www.controradio.it.

Artigianato e Palazzo, aperta la mostra mercato a Palazzo Corsini

Artigianato e Palazzo, aperta la mostra mercato a Palazzo Corsini

🔈Firenze, inaugurata oggi la mostra mercato ‘Artigianato e Palazzo botteghe artigiane e loro committenze’, che sarà aperta fino a domenica, quattro giorni dedicati all’artigianato di qualità.

Artigianato e Palazzo, giunta alla XXV edizione, si terrà infatti dal 16 al 19 maggio 2019 al Giardino Corsini a Firenze.

Artigianato e Palazzo è nata nel 1995, da un’idea di Neri Torrigiani e promossa dalla principessa Giorgiana Corsini, principalmente per rivalutare e rinquadrare ai giorni nostri la figura dell’artigiano e del suo lavoro.

La manifestazione segna il traguardo dei 25 anni e festeggia le “nozze di vermeil” la raffinata tecnica di doratura dell’argento ideata in Francia alla metà del Settecento, ed anche quest’anno propone una nuova selezione di circa 100 maestri artigiani internazionali che, non solo mostreranno i loro prodotti, ma daranno prova della loro maestria lavorando dal vivo e svelando i segreti di tecniche che rendono unici il loro lavoro.

Sulla scia delle nozze di Vermeil è l’oro il fil Rouge dei numerosi eventi in programma nei quattro giorni della manifestazione, ed allora, quest’anno la ‘Mostra Principe’ della manifestazione, riservata ogni edizione, al percorso creativo di un importante brand italiano che ha fatto dell’artigianato la chiave del suo successo nel mondo, è dedicata alla storica azienda ‘Giusto Manetti Battiloro’, nata a Firenze nel 1820 azione, è dedicata alla storica azienda Giusto Manetti Battiloro.

Artigianato e PalazzoGimmy Tranquillo ha intervistato il titolare della storica azienda ‘Giusto Manetti Battiloro’ Nico Manetti:

L'articolo Artigianato e Palazzo, aperta la mostra mercato a Palazzo Corsini proviene da www.controradio.it.

Aeroporto, al via lavori sicurezza idraulica, buoni anche per la nuova pista

Aeroporto, al via lavori sicurezza idraulica, buoni anche per la nuova pista

🔈Firenze, questa mattina è stato dato il via presso l’aeroporto Amerigo Vespucci di Peretola ai lavori di realizzazione delle casse di laminazione che metteranno lo scalo al riparo dalle inondazioni.

Al taglio del nastro il Sindaco di Firenze Dario Nardella e l’Assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli, quest’intervento è sia a servizio dell’attuale pista dell’aeroporto, ma metterà in sicurezza anche quella da realizzare.

Secondo i progettisti si tratterebbe di un’opera ambientalmente rilevante poiché le acque saranno raccolte, trattate e depurate per poi essere reimmesse in rete.

Si tratta di lavori per un importo di circa 2 milioni di euro e della durata di circa 7 mesi.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il vicepresidente di Toscana Aeroporti, Roberto Naldi:

L'articolo Aeroporto, al via lavori sicurezza idraulica, buoni anche per la nuova pista proviene da www.controradio.it.