Firenze, artificiere morto: sopralluogo consulente procura

Firenze, artificiere morto: sopralluogo consulente procura

Si è svolto ieri il primo sopralluogo di un consulente tecnico della procura nella stanza della caserma Fadini di Firenze dove si sono verificati l’incendio e l’esplosione che hanno provocato la morte dell’artificiere della polizia di Stato, Giovanni Politi.

Il consulente incaricato di far luce sull’episodio in cui è morto l’artificiere è il maggiore dell’Esercito Paride Minervini, esperto esplosivista che ha fatto parte tra l’altro della commissione parlamentare d’inchiesta sulla tragedia del Moby Prince. Secondo quanto appreso, si sarebbe limitato a prendere visione dell’ambiente riservandosi di eseguire ulteriori sopralluoghi nei prossimi tempi.

Intanto sono partiti i lavori di sanificazione degli ambienti del primo piano della caserma Fadini, invasi dal fumo per l’incendio di domenica scorsa. Per consentire l’allestimento del cantiere da parte della ditta incaricata, oggi la caserma, sede dell’ufficio immigrazione e dell’ufficio passaporti, è rimasta chiusa al pubblico. I lavori non hanno riguardato la stanza dove sono divampato il rogo in cui è morto  l’artificiere, che è posta sotto sequestro.

L'articolo Firenze, artificiere morto: sopralluogo consulente procura proviene da www.controradio.it.

Firenze: Poliziotto morto in Caserma: domani autopsia

Firenze: Poliziotto morto in Caserma: domani autopsia

Sarà eseguita domani, all’istituto di medicina legale di Careggi, l’autopsia sul corpo di Giovanni Politi, l’artificiere della polizia di Stato morto domenica scorsa alla caserma Fadini di Firenze, dopo essere rimasto coinvolto in un incendio e in un’esplosione verificatisi, per cause in corso di accertamento, in una stanza della struttura.

L’esame autoptico, disposto dal pm Fabio Di Vizio, servirà a stabilire le cause della morte del poliziotto  e quindi, indirettamente, a fare luce sulla sequenza di eventi verificatisi nel locale. Uno degli scenari al vaglio degli inquirenti è che ci sia stata prima un’esplosione, che potrebbe aver ucciso o ferito gravemente il poliziotto, e poi l’incendio. Non è escluso tuttavia che l’artificiere sia rimasto intossicato dal fumo e in un secondo tempo investito dallo scoppio. Oggi in procura sono arrivati la vedova di Politi e il fratello per un breve incontro con il procuratore capo Giuseppe Creazzo. Secondo quanto appreso al momento il fascicolo aperto dalla procura resta a carico di ignoti. Non sarebbero ancora terminate le attività di repertazione da parte della polizia scientifica nella stanza, posta sotto sequestro, dove si è verificato l’incidente.

L'articolo Firenze: Poliziotto morto in Caserma: domani autopsia proviene da www.controradio.it.