CAMP DARBY, GRIECO: “SI’ AMPLIAMENTO MA RISPETTI AUTORIZZAZIONI”

regione toscana Grieco Camp Darby

Parere positivo da parte della Regione all’ampliamento Camp Darby nell’interrogazione di Sì Toscana a sinistra. Fattori (Sì): “basito, Giunta sapeva del progetto ma non ha detto nulla.”

Da parte della Regione Toscana c’è un parere sostanzialmente positivo sul progetto di ampliamento e
del consolidamento delle infrastrutture della base di Camp Darby a condizione che vengano acquisiti i necessari contributi, pareri, nulla osta e autorizzazioni previsti dalla normativa vigente. E’ quanto spiegato dall’assessore regionale al lavoro Cristina Grieco, leggendo in Consiglio regionale la risposta
dell’assessore alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli ad una interrogazione di Sì Toscana a sinistra sul potenziamento della base americana, finalizzato ad uso militare.

Nella risposta, spiega una nota, si elencano i soggetti a cui riferirsi: l’Autorità di Bacino del fiume Arno per gli aspetti idrogeologici e idraulici; l’Ente parco di Migliarino San Rossore per la valutazione di incidenza; la Soprintendenza Belle Arti e paesaggio di Pisa e Livorno per il vincolo paesaggistico e terna, la Rete elettrica nazionale e la Società del canale Navicelli per eventuali interferenze con la rete ferroviaria. “L’intervento – ha osservato Grieco – non costituisce installazione di nuovi insediamenti o apparati militari di particolare importanza, in questo caso il progetto ha sostanzialmente valenza sulla logistica di una base già esistente”.

Il capogruppo di Sì Toscana a sinistra Tommaso Fattori si è detto “basito, perché la Giunta era a conoscenza di questo progetto da un anno, ma non è stata detta una parola in merito, giustificando il silenzio con il fatto che si tratta di un’opera militare”. “Credo – ha aggiunto – che questo silenzio segni una grave corresponsabilità su un progetto che è un potenziamento della base militare. L’obiettivo è quello di accrescere il numero e la frequenza dei carichi di armi in arrivo e in uscita da Camp Darby verso teatri di guerra. È un’opera in contrasto con la Costituzione, con il piano territoriale del parco di San Rossore. Non si deve permettere di investire per potenziare questa base militare straniera”.

The post CAMP DARBY, GRIECO: “SI’ AMPLIAMENTO MA RISPETTI AUTORIZZAZIONI” appeared first on Controradio.

FIRENZE, TRAMVIA: OK P.VECCHIO ESTENSIONE LINEE

 tramvia

La delibera, che adesso dovrà passare al vaglio del consiglio comunale, prevede nel programma triennale dei lavori pubblici 2017-2019 la realizzazione della Linea 4 della tramvia (Leopolda-Piagge) e il prolungamento della Linea 2 dall’aeroporto al Polo Scientifico di Sesto Fiorentino

Via libera in giunta comunale a Firenze ad una variazione di bilancio in cui sono inseriti gli investimenti per l’estensione delle tramvie. La delibera, che adesso dovrà passare al vaglio del consiglio comunale, prevede nel programma triennale dei lavori pubblici 2017-2019 la realizzazione della Linea 4 della tramvia (Leopolda-Piagge) e il prolungamento della Linea 2 dall’aeroporto al Polo Scientifico di Sesto Fiorentino.
In particolare nella delibera dell’assessore al bilancio Lorenzo Perra si specifica che per la Linea 4, già presente a bilancio per 24 milioni di euro finanziati con il fondo europeo
per lo sviluppo e la coesione, si aggiungano 95 milioni dallo Stato (Sblocca Italia) nei prossimi 2 anni e 47 milioni nel 2018, da finanziare con un project financing. In merito al prolungamento della Linea 2 fino a Sesto invece sono stati inseriti in bilancio 20 milioni e 200 mila euro in arrivo dal fondo europeo per lo sviluppo e la Coesione, e 80 milioni nel 2018 finanziato Por Creo dell’Unione Europea. Sempre per il 2018
sono stati inseriti in bilancio 50 milioni e 900 mila euro da finanziare con project financing.
La delibera contiene anche altri importanti investimenti: la realizzazione dello svincolo terminale di Peretola (nuovo ramo di accesso all’aeroporto) per 1,3 milioni, il completamento  dell’auditorium della scuola Guicciardini per 2,5 milioni e il
rifacimento del campo di calcio di Peretola con la realizzazione del manto sintetico per mezzo milione di euro.

The post FIRENZE, TRAMVIA: OK P.VECCHIO ESTENSIONE LINEE appeared first on Controradio.

Maratona per l’Oltrarno

Maratona per l’Oltrarno. Sarà dedicata all’Oltrarno la prima Maratona dell’ascolto organizzato messa a punto dall’amministrazione Nardella: l’iniziativa, a cui parteciperanno il sindaco, la giunta al completo, il presidente e i consiglieri del Quartiere 1 si terrà sabato 12 luglio  all’Altana di piazza Tasso dalle 10 alle 13.

http://www.infoeuropa.it/Eventi/13032007(001).jpg
L’appuntamento di sabato dell’ascolto organizzato non sarà l’unico: l’amministrazione comunale, infatti, adotterà questo nuovo metodo di partecipazione tutte le volte che sarà necessario assumere importanti decisioni per la città.
All’Altana di piazza Tasso saranno allestiti sei tavoli di discussione dedicati a temi diversi (che saranno poi suddivisi in sottotemi) che riguardano l’Oltrarno. I cittadini che vogliono partecipare ai tavoli di lavoro dovranno accreditarsi sul posto dalle 9.30 alle 10, fino ad esaurimento posti.
Al tavolo numero 1 si parlerà di parcheggi; al numero 2 di viabilità, pedonalizzazioni, linee Ataf e bus turistici, mentre il tavolo numero 3 sarà dedicato a turismo, artigianato ed eventi; decoro, manutenzione e sicurezza urbana saranno invece al centro della discussione del tavolo numero 4, mentre al tavolo 5 si parlerà di verde pubblico, aree giochi e Giardino dei Nidiaci; infine, il tavolo 6 sarà dedicato alla cultura.
Per ogni tavolo di lavoro ci sarà un ‘portavoce’ che alla fine della sessione di lavoro comunicherà a tutti i partecipanti alla Maratona dell’ascolto organizzato i risultati del proprio gruppo.
Ogni sessione di lavoro, della durata di due ore, sarà suddivisa in 3 fasi: la prima verterà sulle criticità dell’argomento oggetto della discussione, la seconda sugli obiettivi da raggiungere e la terza sulle soluzioni/azioni per l’Oltrarno.
In ciascuna fase trenta minuti saranno dedicati agli interventi dei cittadini che partecipano al tavolo e dieci ai rappresentanti del Comune, anch’essi seduti al tavolo, per poter rispondere sulle varie questioni sollevate. Nella ultim’ora di lavori, invece, il coordinatore di ogni tavolo (il ‘portavoce’) illustrerà in 10 minuti a tutti gli altri tavoli, al sindaco e alla giunta la sintesi di criticità/obiettivi/azioni che sono emersi nel corso della discussione.
I cittadini che non potranno partecipare all’iniziativa di sabato potranno inviare, anche nei giorni successivi, le loro idee e i loro progetti sull’Oltrarno all’indirizzo ascolto@comune.fi.it