Nardella: “Conte mi ha rassicurato su piano periferie”

Nardella: “Conte mi ha rassicurato su piano periferie”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha incontrato il Presidente del Consiglio Conte nell’ambito della sua visita all’Università e all’Accademia della Crusca, oltre alle periferie, sul  progetto di potenziamento dello scalo fiorentino, Amerigo Vespucci: ” Il presidente Conte conosce la questione dell’aeroporto: mi ha chiesto una nota nella quale inserirò tutti gli aspetti positivi di una struttura che è attesa ormai da troppi troppi anni, e che non può essere usata come strumento di battaglia politica”.

Per quanto riguarda il piano periferie e sui fondi ad esso collegati, invece, il premier Conte, ha riferito sempre Nardella: “Mi ha detto che auspica di poter arrivare ad una soluzione positiva”.

“Gli ho ribadito – ha spiegato ai cronisti – che come sindaco, come del resto tutti i sindaci hanno detto attraverso la voce del presidente dell’Anci, noi siamo pronti a sederci di nuovo al tavolo, a riallacciare le relazioni istituzionali, a condizione che gli impegni presi vengano mantenuti. A noi non interessa la polemica politica fine a se stessa: ci interessa che questi soldi che riguardano 20 milioni di italiani per la riqualificazione delle periferie vengano erogati secondo gli impegni presi. Spero che l’ottimismo del presidente Conte si realizzi in qualcosa di concreto e rapido”.

“Ogni qual volta ho incontrato il presidente Conte – ha concluso il sindaco – ho sempre avuto un’interlocuzione corretta e rispettosa: e anche oggi, per quanto breve, mi ha soltanto fatto capire che intende approfondire la questione, che tuttavia è di competenza del ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli.”

 

L'articolo Nardella: “Conte mi ha rassicurato su piano periferie” proviene da www.controradio.it.

Nardella: “Conte mi ha rassicurato su piano periferie”

Nardella: “Conte mi ha rassicurato su piano periferie”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha incontrato il Presidente del Consiglio Conte nell’ambito della sua visita all’Università e all’Accademia della Crusca, oltre alle periferie, sul  progetto di potenziamento dello scalo fiorentino, Amerigo Vespucci: ” Il presidente Conte conosce la questione dell’aeroporto: mi ha chiesto una nota nella quale inserirò tutti gli aspetti positivi di una struttura che è attesa ormai da troppi troppi anni, e che non può essere usata come strumento di battaglia politica”.

Per quanto riguarda il piano periferie e sui fondi ad esso collegati, invece, il premier Conte, ha riferito sempre Nardella: “Mi ha detto che auspica di poter arrivare ad una soluzione positiva”.

“Gli ho ribadito – ha spiegato ai cronisti – che come sindaco, come del resto tutti i sindaci hanno detto attraverso la voce del presidente dell’Anci, noi siamo pronti a sederci di nuovo al tavolo, a riallacciare le relazioni istituzionali, a condizione che gli impegni presi vengano mantenuti. A noi non interessa la polemica politica fine a se stessa: ci interessa che questi soldi che riguardano 20 milioni di italiani per la riqualificazione delle periferie vengano erogati secondo gli impegni presi. Spero che l’ottimismo del presidente Conte si realizzi in qualcosa di concreto e rapido”.

“Ogni qual volta ho incontrato il presidente Conte – ha concluso il sindaco – ho sempre avuto un’interlocuzione corretta e rispettosa: e anche oggi, per quanto breve, mi ha soltanto fatto capire che intende approfondire la questione, che tuttavia è di competenza del ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli.”

 

L'articolo Nardella: “Conte mi ha rassicurato su piano periferie” proviene da www.controradio.it.

Conte: “Spendiamo nostro alto consenso per far crescere Paese”

Conte: “Spendiamo nostro alto consenso per far crescere Paese”

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a margine della sua lezione all’Accademia della Crusca, ha affermato: “Come ho già detto potevamo anche cedere a una linea già scritta però con questi decimali di crescita di Pil andavamo in fase recessiva. L’Italia ha bisogno di crescere ha delle potenzialità economiche incredibili.”

“Quindi, si cambia linea e si fa una manovra che asseconda la crescita. Siccome siamo un governo – ha aggiunto Conte – che ha un consenso politico forte, lo spendiamo per far crescere il Paese, con una manovra ragionevole, ben studiata e costruita. Questa è la linea se vogliamo bene al Paese, facciamo sistema per far crescere il Paese.”

“Se ci fate caso, voi giornalisti dipingete i vicepresidenti come due persone agitate dal punto di vista linguistico ma non è così. Spesso si tratta di reazioni – continua il Presidente – che sono arrivate a dichiarazioni un po’ intempestive. E se la dichiarazione intempestiva arriva da persone che hanno un alto ufficio istituzionale in Europa, anche voi giornalisti, e noi tutti nell’ambito dei rispettivi ruoli, dovremmo fare sistema. Perché sono dichiarazioni che potrebbero contribuire anche a un allarme.”

“E’ chiaro che poi di fronte ad alcune dichiarazioni che hanno un contenuto politico un leader politico risponda e delle volte lo faccia anche con un tono colorito. Non mi sembra che i toni di Di Maio e Salvini siano fuori luogo – ha proseguito Giuseppe Conte -, qualche volta si è risposto a delle valutazioni politiche che in questi frangenti reputo inopportune.”

In merito alla legge Fornero il Presidente del Consiglio è intervenuto sostenendo: “Quella della Fornero non è solo una riforma, se guardate i sondaggi, che è forse la più amata.
Ma non è il problema di accedere o rispondere a un sondaggio ma è l’ingiustizia che quella legge ha creato. E’ rispondere a quell’ingiustizia che ha creato di punto in bianco nella vita lavorativa di tanta gente. Intervenire adesso significa realizzare un impegno scritto nel contratto di governo”.

Per Conte, “quello che stiamo facendo, e da domani speriamo già di portare delle notizie, è di costruire una revisione della Fornero che abbia un impatto positivo sul mercato occupazionale e sul sistema produttivo italiano”, ha concluso.

L'articolo Conte: “Spendiamo nostro alto consenso per far crescere Paese” proviene da www.controradio.it.

Conte, lavoriamo alla crescita domani cabina regia investimenti a Palazzo Chigi

Conte, lavoriamo alla crescita domani cabina regia investimenti a Palazzo Chigi

🔈Firenze, il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, è intervenuto, al polo delle Scienze sociali dell’Università di Firenze, per tenere una prolusione agli studenti della Scuola di Giurisprudenza.

Prima del suo intervento, Conte ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla prima manovra economica del Governo M5s-Lega, la cui bozza dovrà essere inviata entro il 15 ottobre alla Commissione Ue: “Il rapporto debito/Pil noi lo conterremo, scenderemo, il problema è semplicemente che se avessimo proseguito le manovre fin qui fatte, noi saremmo sempre il fanalino di coda della crescita economica d’Europa”.

“Confidiamo che la crescita sarà sicuramente superiore alle previsioni del FMI – ha detto poi Conte – Siamo ben determinati abbiamo ben meditato questa manovra, questa linea di azione. Dobbiamo consentire alla nostra economia di poter esprimere le sue potenzialità e dobbiamo ovviamente pensare anche allo sviluppo sociale del paese. Lo facciamo con la massima ragionevolezza”.

“Per quanto riguarda i rapporti con l’Europa andremo a spiegare la manovra: con la Commissione inizieremo una interlocuzione – ha continuato Conte riferendosi alla lettera di bocciatura del Def dell’Unione Europea, arrivata nei giorni scorsi – Voi avete letto molto negativamente la lettera che Dombrovskis e Moscovici hanno anticipato. In realtà si conclude con un ‘siamo aperti a un dialogo costruttivo’. Ed è chiaramente una valutazione, come loro precisano, prima fase. Non poteva essere diversamente: la nostra manovra non rispecchia quelle che erano le loro aspettative. Noi siamo disponibilissimi a spiegare questa manovra, confrontarci in modo ragionevole. Confido che non ci siano toni un po’ agitati da nessuna parte perché non è proficuo per nessuno, né per l’Europa né per l’Italia”.

“Vi preannuncio che domani pomeriggio a Palazzo Chigi si riunirà la cabina di regia per gli investimenti – ha anticipato poi Giuseppe Conte, presidente del Consiglio annunciando le prossime mosse del Governo – Sono state invitate le più grandi aziende partecipate del nostro paese – e siamo a valutare quale sarà un piano addizionale per gli investimenti. Lavoriamo seriamente per la crescita”.

Gimmy Tranquillo ha raccolto le dichiarazioni del premier Giuseppe Conte:

L'articolo Conte, lavoriamo alla crescita domani cabina regia investimenti a Palazzo Chigi proviene da www.controradio.it.

Conte a Firenze il 9 Ottobre

Conte a Firenze il 9 Ottobre

Il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, sarà a Firenze il 9 ottobre per due distinti appuntamenti: la mattina terrà una ‘lezione’ agli studenti della Scuola di giurisprudenza e, nel pomeriggio, una visita ufficiale all’Accademia della Crusca.

All’Università di Firenze, Conte terrà una prolusione agli studenti sul tema: ‘Il processo di neo-costituzionalizzazione del diritto privato nel contesto della tutela multilivello dei diritti e delle libertà fondamentali in Europa’. L’appuntamento è in programma al polo delle Scienze sociali di Novoli alle 10:30.

Successivamente, il presidente del Consiglio si recherà all’Accademia della Crusca, dove alle 14:30 terrà una relazione dal titolo ‘Lingua e diritto’

In seguito a questi due appuntamenti il Presidente del Consiglio, giovedì e venerdì, sarà in visita in africa, precisamente in Etiopia ed Eritrea.

L'articolo Conte a Firenze il 9 Ottobre proviene da www.controradio.it.