Nunc muta omnia. La musica sacra di Heinrich Isaac nella Firenze di Lorenzo il Magnifico

Nunc muta omnia. La musica sacra di Heinrich Isaac nella Firenze di Lorenzo il Magnifico

Giovedì 14 dicembre alla Badia a Settimo L’Ensemble L’Homme Armé diretto da Fabio Lombardo presenta «Nunc muta omnia. La musica sacra di Heinrich Isaac nella Firenze di Lorenzo il Magnifico».

Con questa data, che vede sul palco un nutrito organico (Cristina Calzolari, Mya Fracassini, Giulia Peri, alti; Giovanni Biswas, Luciano Bonci, Paolo Fanciullacci, Riccardo Pisani, tenori; Gabriele Lombardi, Matteo Bellotto, bassi) volge al termine l’edizione 2017 de «I Concerti al Cenacolo», che l’Associazione L’Homme Armé porta avanti dal 1994 ed è la più longeva rassegna annuale di musica antica in Toscana. Dal 25 ottobre al 14 dicembre sei concerti non solo nella suggestiva sala del Cenacolo di Andrea del Sarto nel Museo di San Salvi, ma anche, con tre date a ingresso libero, in altri luoghi d’arte significativi della città metropolitana.

Si tratta di luoghi che, non sempre adeguatamente noti, testimoniano la lunga e complessa storia del territorio e racchiudono spesso all’interno opere d’arte notevoli che, grazie anche a questi appuntamenti potranno essere riconosciuti e meglio apprezzati. Senza dimenticare che intorno a questi luoghi ci sono comunità vive alle quali questi concerti si rivolgono. Infatti  il 14 dicembre, alle 19.30, ci sarà in occasione del concerto una visita guidata a cura di volontari esperti dell’Associazione Amici della Badia, che interesserà la Chiesa, il Chiostro dei Melaranci, il Refettorio dell’Abate, il plastico in rame in scala naturale, le prigioni e la Cripta (solo per la visita, il cui costo è 5 €, con consegna in omaggio del libro descrittivo della parte pubblica e privata dell’Abbazia, è obbligatoria la prenotazione all’indirizzo informazioni@hommearme.it).

Il programma del concerto rende omaggio, a 500 anni dalla morte, a Heinrich Isaac, il più importante compositore attivo a Firenze a cavallo tra Quattro e Cinquecento, in particolare durante il momento di massimo splendore di Lorenzo il Magnifico. I brani scelti sono tutti, a diverso tutolo, legati alla permanenza di Isaac a Firenze e principalmente agli anni laurenziani.

INFO: Ore 21, alla Badia a Settimo – Via San Lorenzo a Settimo, 15, Scandicci, FI; ingresso libero.

L'articolo Nunc muta omnia. La musica sacra di Heinrich Isaac nella Firenze di Lorenzo il Magnifico proviene da www.controradio.it.