Icons, Steve McCurry a Villa Bardini

Icons, Steve McCurry a Villa Bardini

Icons, la mostra fotografica di Steve McCurry a Villa Bardini. 

Icons è composta da 100 immagini, che offrono una bella panoramica della lunga carriera di questo fotografo famosissimo. Star della mostra, inevitabilmente, la sua foto più famosa, cioè il ritratto della ragazzina afghana dagli incredibili occhi verdi. La ragazza si chiama Sharbat Gula, e McCurry la fotografò nel campo profughi di Peshawar in Pakistan. Data l’immensa popolarità della fotografia, la andò a ricercare molti anni dopo. E la ritrovò.

Ma non c’è solo Sharbat. La mostra, curata da Biba Giacchetti e organizzata da
Photodepartments e SudEst57, riunisce molte immagini celeberrime e ci accompagna in un lungo viaggio intorno al globo. Steve McCurry è stato ovunque: India, Afghanistan, Birmania, Giappone, Cuba, Brasile…

 

Ovunque McCurry è riuscito a scattare immagini che sono diventate “iconiche”, espressione del classico contemporaneo.

Con le sue foto Steve McCurry ci pone a contatto con le etnie più lontane e con le
condizioni sociali più disparate – ha scritto la curatrice Biba Giacchetti – mettendo in evidenza una condizione umana fatta di sentimenti universali e di sguardi la cui fierezza afferma la medesima dignità. Con le sue foto ci consente di attraversare le frontiere e di conoscere da vicino un mondo che è destinato a grandi cambiamenti. La mostra inizia, infatti, con una straordinaria serie di ritratti e si sviluppa tra immagini di guerra e di poesia, di sofferenza e di gioia, di stupore e d’ironia”.

Oltre alle immagini fotografiche Icons presenta due video: nel primo, dal titolo “Le massime di Steve McCurry”, il fotografo spiega il suo modo di intendere la fotografia; nel secondo,  prodotto dal National Geographic, viene raccontata la lunga ricerca che gli ha consentito di
ritrovare, 17 anni dopo, Sharbat Gula, “la ragazza afghana” ormai adulta. I cui occhi sono sempre belli, anche se ne hanno viste tante…

STEVE McCURRY. ICONS, è aperta dal 14 Giugno al 16 Settembre 2018 a Villa Bardini
con ingresso da Costa San Giorgio, 2 e da Via dei Bardi 1r, a Firenze.
Tutte le info pratiche per la visita qui.

Margherita Abbozzo.

Le didascalie delle foto, tutte ovviamente di Steve McCurry, in ordine di apparizione:

Rio de Janeiro, Brasile, 2009; Mazar-i-Sharif, Afghanistan, 1991; Peshawar, Pakistan, 1984; Rangoon, Birmania, 1994; Sittwe, Birmania, 1995; Lago Inle, Birmania, 2011;Rangoon, Birmania, 1995.

;

L'articolo Icons, Steve McCurry a Villa Bardini proviene da www.controradio.it.