La fabbrica d’impresa

Oggi giovedì 23 gennaio è in programma “La fabbrica d’impresa”, incontro su progetti e spin off per favorire l’imprenditorialità dei giovani e la nascita di nuove imprese da idee e oggetti di studio. Presso l’Aula Magna del CNR ( via Madonna del Piano, 10 – Sesto Fiorentino – ore 9,30 – 12.15) saranno illustrate le più recenti iniziative: i nuovi spin off approvati, le idee di impresa che entrano in pre-incubazione e i nuovi progetti di giovani laureati che hanno realizzato un primo percorso per diventare start up, grazie al training di “ImpresaCampusUNIFI”. Sarà anche l’occasione per presentare il nuovo Centro di Competenza Ricerca e Impresa del CNR.
Una ricerca di avanguardia capace di sfidare il mondo del lavoro. E’ la scommessa dell’Università di Firenze che sta intensificando le sue attività a favore dell’imprenditorialità dei giovani e della nascita di nuove imprese da idee e oggetti di studio. L’incontro sarà aperto da Marco Bellandi presidente di CsaVRI (Centro di Servizi di Ateneo per la valorizzazione della Ricerca e la gestione dell’Incubatore Universitario Fiorentino) e prorettore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con il sistema territoriale e da Renzo Salimbeni, coordinatore del Centro di Competenza CNR di Firenze.

Il Centro di Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e la Gestione
dell’Incubatore Universitario (CsaVRI) e il Consiglio Nazionale delle Ricerche
(CNR) organizzano questo incontro per presentare le proprie iniziative di
diffusione della cultura imprenditoriale, dal nuovo Centro di Competenza
Ricerca e Impresa del CNR ai progetti di impresa e ai nuovi spin-off promossi
dall’Università di Firenze dal CNR.
L’incontro si conclude con l’illustrazione di alcuni risultati della 1° edizione di
Impresa Campus UNIFI, programma volto a promuove la costituzione di
imprese giovanili universitarie.

PROGRAMMA
ore 9,30 – Saluti di Benvenuto
ore 10.00
Apertura dei lavori del prof. Marco Bellandi – Presidente di CsaVRI e Proret- tore al trasferimento tecnologico e ai rapporti con il sistema territoriale
ore 10.15
Presentazione del Centro di Competenza del CNR “Ricerca e Impresa” –
dott. Renzo Salimbeni
ore 10.30
I 6 progetti del 7° ciclo di pre-incubazione IUF
ore 11.00
I 2 spin-off UNIFI Labcom scrl e Perlab srl
ore 11.10
I 4 progetti della 1° edizione di Impresa Campus UNIFI
ore 11.30
Lo spin off CNR ELab Scientific srl
11.40 – Domande e discussione
12.15 – Chiusura dei lavori

Impresa Campus Unifi

Imparare a fare impresa. E’ la proposta dell’Università di Firenze, che invita – con un bando appena uscito – studenti prossimi alla laurea, laureati recenti, dottorandi, specializzandi e altri soggetti che abbiano svolto un’attività certificata di ricerca, a presentare idee di impresa e a verificare se possono avere un futuro.

Il progetto, giunto al suo secondo avviso pubblico, si chiama “Impresa Campus Unifi”, e prevede percorsi formativi e di accompagnamento per progetti di impresa giovanile universitaria: alla fine gli aspiranti imprenditori usciranno con una bozza di business plan che sarà sottoposta a una commissione di esperti.
L’iniziativa è promossa da CsaVRI (Centro di Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e la gestione dell’Incubatore universitario) con il contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Ha l’intento di promuovere la nascita di imprese innovative, con ottica interdisciplinare, fra i giovani del mondo universitario.
Il bando prevede candidature singole o di gruppi (età obbligatoriamente sotto i 34 anni). Saranno selezionati 10 progetti: la scadenza delle candidature è il 27 gennaio. Le attività formative, seminariali, di laboratorio e di tutorato si svolgono nell’arco di due mesi a partire da febbraio 2014. La partecipazione al progetto, realizzato in particolare con il supporto dei servizi di Orientamento e Job Placement e dell’Incubatore Universitario Fiorentino, è gratuita.
Informazioni e dettagli nel bando: www.unifi.it/upload/sub/csavri/csavri_dp2_14_270114.pdf

SICamp Firenze,sviluppo di idee

www.sicampfirenze.org

SICamp Firenze si svolge il prossimo fine settimana (25-26-27 ottobre) ad Impact Hub Firenze (via Panciatichi, 14) ed è dedicato ai 6 progetti vincitori del concorso lanciato lo scorso settembre. Durante la tre giorni i partecipanti saranno affiancati dai responsabili delle organizzazioni partner che li aiuteranno concretamente nello sviluppo delle idee

Di fronte a sfide sociali e ambientali sempre più evidenti e complesse, tende ad aumentare la proposta di soluzioni dal basso. Nel silenzio, e spesso fuori dalle luci della ribalta, si muovono progetti e iniziative di innovazione sociale che, partendo da un bisogno collettivo e diffuso, cercano di rispondervi con modalità e strumenti nuovi (avvalendosi anche delle tecnologie e delle possibilità offerte dal web).The Hub , il network internazionale che promuove l’innovazione sociale in oltre 50 città nel mondo, inaugura la sua sede fiorentina lanciando il Social Innovation Camp, un concorso di idee che vuole raccogliere spunti e persone intorno alla volontà comune di risolvere alcune delle principali problematiche socio-ambientali del territorio.Se avete un’ idea su come migliorare la viabilità cittadina, valorizzare le aree verdi piuttosto che contrastare la solitudine degli anziani, adesso avete qualcuno a cui dirla e con cui provare a metterla in pratica.SICamp offre la possibilità di inserirsi all’interno di un circuito internazionale di professionisti e designer dell’innovazione che, durante la tre giorni fiorentina, affiancheranno i partecipanti con consigli e suggerimenti pratici.

SICamp Firenze è reso possibile grazie al contributo di Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze e alla partnership di vari soggetti interessati a favorire la nascita di iniziative innovative a vari livelli: Social Innovation Camp Uk, Associazione Meucci- Lavoro Nuovo, Istituto Polimoda, CNA con i progetti CNANeXT e Digital Makers, Nana Bianca, Legambiente Toscana e Fondazione Sistema Toscana.

 

INTERNET FESTIVAL A PISA DAL 10 AL 13 OTTOBRE 2013 : FORME DI FUTURO

_FED6025

Incubatori è la parola chiave dell’edizione 2013. L’Internet Festival esplorerà come l’utilizzo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione possa rappresentare un humus capace di trasformare il territorio in un luogo fertile per lo sviluppo e la crescita di idee, invenzioni, opportunità, prodotti, servizi e start up, che possano anche facilitare l’uscita dalla crisi, indicare la via per uno sviluppo condiviso e rappresentare un futuro percorribile.

Imprenditori, istituzioni, venture capitalists, università, centri di ricerca si confronteranno e mostreranno progetti e case histories lungo tutti e quattro i giorni del Festival, in una ventina, circa, di sedi, distribuite su tutta Pisa.

L’intenso programma sarà declinato in base alle seguenti aree tematiche:

I4C – INTERNET FOR CITIZENS
L’area dedicata ai Citizens ha come obiettivo generale quello di mettere a fuoco i temi dell’innovazione sociale, intesa come miglioramento della qualità della vita quotidiana, legata all’innovazione della Rete. Nell’area Citizens il tema delle Smart Cities sarà visto dalla prospettiva del cittadino, che è il destinatario e, nel contempo, il protagonista delle innovazioni tecnologiche che modificano il vissuto quotidiano.I4M – INTERNET FOR MAKERS
L’area dedicata ai Makers ha come obiettivo generale quello di esplorare la Rete come incubatore di idee e opportunità sia lavorative che economiche. Indagherà su come il Web divenga veicolo per rinnovare antiche pratiche di business, tradizionalmente offline, come l’editoria; su come i Big Data dell’informazione possano incrementare nuove e antiche pratiche di business; e su come la Rete crei connessioni e relazioni efficaci e produttive.I4T – INTERNET FOR TELLERS
L’area Tellers ha come obiettivo generale quello di parlare della Rete come incubatore di nuovi flussi informativi, generati dalla mole di contenuti in essa riversati. La gestione di questi flussi sembra rendere possibile intervenire in anticipo sulle potenziali intenzioni, suggerire pubblicità, individuare target differenti, conoscere l’orientamento dell’opinione pubblica e in generale il “sentiment” della Rete.T-TOUR
L’edizione 2012 dell’Internet Festival ha visto lo straordinario successo dei cosiddetti T-Tours, una esplorazione della Rete in termini educativo-formativi che ha rivolto la sua attenzione ad un pubblico di età, competenze e interessi diversi.

SMARTUP
Una delle principali novità dell’edizione del 2013 è l’introduzione di una sezione trasversale dedicata alle imprese, progettata non solo per essere una piattaforma di networking, ma per diventare un vero e proprio incubatore di nuove opportunità di business e un terreno fertile per la germinazione di idee.

EBOOKERIA
La sezione dedicata al mondo dei books e degli e-books darà spazio a workshops di scrittura creativa e collettiva, presentazioni di libri ed e-books che parlano della Rete, riflettono su di essa e interagiscono con lei in varie forme.