Disco della Settimana: J Mascis “Elastic Days”

Disco della Settimana: J Mascis “Elastic Days”

E’ uscito il 9 Novembre su Sub Pop Records/Audioglobe Elastic Days il nuovo album di J Mascis dei Dinosaur Jr, una delle vere e proprie leggende della scena alternativa statunitense.

Alla realizzazione dell’album hanno collaborato Mark Mulcahy e Pall Jenkins dei Black Heart Procession e Zoë Randell dei Luluc. L’album è stato registrato nel suo studio di Bisquiteen nel Massachusetts.
Il precedente album solista di J Mascis, “Tied to a star” è stato pubblicato nel 2014 sempre dalla Sub Pop Records. Nel 2016, con i Dinosaur Jr., ha pubblicato un nuovo album, “Give a Glimpse of What Yer Not”.
35 anni fa J Mascis è stato il fondatore dei Dinosaur Jr una delle più rappresentative formazioni della scena indie rock americana degli anni ottanta assieme a band come Hüsker Dü, Minutemen, Sonic Youth e Pixies.

Il nuovo album, lontano dalle ondate noise della sua produzione con i Dinosaur Jr, inanella una sequella di ballate “alla Neil Young”, intense e malinconiche ma incredibilmente “intime”. La formula è sicuramente già nota, ma il risultato è ai massimi livelli.

L'articolo Disco della Settimana: J Mascis “Elastic Days” proviene da www.controradio.it.

Con l’album di Miles Kane torna la rubrica “Il Disco Della Settimana”

Con l’album di Miles Kane torna la rubrica “Il Disco Della Settimana”

Dal fondatore di Rascals e Last Shadow Puppets (con Alex Turner degli Arctic Monkeys) “Coup de Grace” è un bignamino del suono “british” degli ultimi decenni. Proprio qualche giorno fa Kane è stato nei nostri studi a presentare il disco.

Anticipato dal brano “Loaded” , Coup De Grace esce a cinque anni dall’ultimo lavoro solista Don’t Forget Who You Are e a due da Everything You’ve Come to Expect, con i Last Shadow Puppets. Il brano, di cui qui  potete vedere il video, è stata scritta da Kane insieme a Lana Del Rey e Jamie T.

(nella foto Miles Kane con Davide Agazzi e Giustina Terenzi negli studi di Controradio)

 

Così Indieforbunnies accoglie il disco:

Miles Kane è sicuramente uno dei più influenti alfieri della scena mod-revival degli anni 2000 (e non a caso testimonial per Fred Perry), chitarrista dei Little Flames agli albori, frontman dei The Rascals poi, prima di intraprendere una fortunata carriera personale tra dischi in proprio e la celebre collaborazione con Alex Turner con il progetto The Last Shadow Puppets.Questo album, terzo da solista in studio, esce dopo ben 5 anni dal precedente, visto e considerato anche l’importante intramezzo con i richiamati Puppets. Il titolo è da ricondurre al mondo del Wrestling (una delle sue fiction preferite, a detta dello stesso Kane), nello specifico alla mossa finale dell’irlandese Finn Bálor.Kane attinge da decenni di rock di matrice albionica, sia nelle sue vesti più punk, come in quelle più beatlesiane o più glam, senza timore di peccare di scarsa innovatività, fantasia ed eccessivo conformismo. Con tanta sicurezza di sé, tanto istrionismo, parecchia sfacciataggine, senza paura di avere tutta la luce dei riflettori puntata addosso.Si va così dai ritmi indiavolati di “Too Little Too Late” a “Cry On My Guitar”, una cometa glitterata proveniente dalla galassia Bolan/T-Rex, per proseguire con “Loaded” (scritta con Lana Del Rey) che è una “I Am The Walrus” rivestita, ed avanti con la title track “Coup de Grace” con basso e chitarre superfunk e momenti più synth pop à la Bronski Beat; i pezzi che annoverano la collaborazione di Jamie T (“Killing The Joke” e “The Wrong Side of Life”) riportano il tutto in una dimensione più calma, soul e melodica, che contraddistingue anche la chiusura con “Shavambacu”, con i suoi riff e piano quasi spettrali ed eleganti.Certo, il lavoro non brilla per originalità né melodica, né strumentale, tantomeno compositiva: ma l’immagine che “Coup de Grace” ci lascia è quella che il 32enne del Merseyside non stia né scappando, né rincorrendo, bensì sia perfettamente a proprio agio sulla strada che sta percorrendo.Viene quindi da chiedersi: è davvero Miles Kane il più credibile erede di Paul Weller?”

Questa l’opinione di Debaser:

“Al terzo tentativo in solitaria (dopo le ormai datate esperienze con The Little Flames e The Rascals, senza contare l’arcinoto progetto The Last Shadow Puppets con il ben più in vista Alex Turner), Miles Kane fa centro pieno e confeziona il suo miglior lavoro tra i tre già pubblicati . “Coup De Grace” (Kane l’ha battezzato così ispirandosi ad una mossa del suo wrestler preferito Finn Balor, che compare anche nel videoclip del singolo “Cry On My Guitar”) nasce da una lavorazione molto travagliata, interrotta da due importanti stop: il primo è stato nel 2015, quando l’amico Alex l’ha richiamato alle armi per registrare il secondo disco del side project sopracitato. Il secondo, invece, è derivato da un pesante “blocco dello scrittore” in seguito alla chiusura di un’importante storia d’amore (tanto da aver spinto il cantautore a definire questo nuovo disco il suo “break-up album in stile Adele”). E’ servito l’incontro con un altro cantautore inglese, Jamie T, per far scoccare di nuovo la scintilla e far sì che Kane ripartisse a spron battuto. Con il nuovo partner di scrittura che co-firma sette dei dieci pezzi in scaletta, il progetto riparte ed arriva a compimento grazie all’aiuto di altri amici (i componenti dei Mini Mansions Zach Dawes e Tyler Parkford, Loren Humphrey dei Guards e addirittura Lana Del Rey, co-autrice del lead single “Loaded”). Per quanti si tratti di un dichiarato break-up album, il tono dei pezzi non è affatto dimesso o rasegnato; anzi, siamo di fronte al più rockeggiante dei tre dischi sinora proposti dal buon Miles. I pezzi più tirati sono molto aggressivi e frullano insieme Buzzcocks, The Libertines, e i primissimi Supergrass, in un vortice di chitarre taglienti e ritmi serratissimi (“Too Little Too Late”, “Cold Light Of Day”, “Silverscreen” – quasi stoner – , “The Wrong Side Of Life” – originale e blueseggiante – , “Something To Rely On”). I ritmi rallentano solo nella languida “Killing The Joke”, che recupera gli ingiustamente dimenticati Oasis di “Standing On The Shoulder Of Giants”, e nei delicati rintocchi di piano della chiusura “Shavambacu”, mentre il gioco delle citazioni negli altri pezzi si fa divertente e sapientemente dosato (Marc Bolan nella strepitosa “Cry On My Guitar”, gli ultimi Red Hot Chili Peppers nel succitato singolo “Loaded”, un Bowie strafatto di funky nella bella titletrack). Laddove Turner con l’ultimo disco dei suoi Monkeys si è divertito a citare il passato per guardare al futuro, Kane si ferma alla prima fase e gioca alla rockstar con un piglio ed un talento davvero coinvolgenti. Cita senza scimmiottare, ma facendo proprie le caratteristiche di ogni singolo pezzo, andando a creare un disco azzeccato, fresco e compiuto. Una delle grandi sorprese di questa annata.”

L'articolo Con l’album di Miles Kane torna la rubrica “Il Disco Della Settimana” proviene da www.controradio.it.

Miles Kane a Controradio!

Miles Kane a Controradio!

Mercoledì 19 settembre alle 17.30 il cantante e chitarrista (fondatore di Rascals e Last Shadow Puppets con Alex Turner degli Arctic Monkeys) sarà ospite di Davide Deiv Agazzi e Giustina Terenzi negli studi di Controradio. Miles Kane, a Firenze per girare il video di un brano tratto dal suo ultimo lavoro  “Coup de Grace”, suonerà dal vivo alcuni brani del disco uscito recentemente. Diretta web tv sul canale Fb Controradio.

“Cry On My Guitar”, il singolo che anticipa l’album è attualmente in rotazione sulle frequenze di Controradio.

L'articolo Miles Kane a Controradio! proviene da www.controradio.it.

Rock Contest compie 30 anni: al via le iscrizioni!

Rock Contest compie 30 anni: al via le iscrizioni!

Al via le iscrizioni alla 30a edizione del concorso nazionale per musicisti emergenti. Tantissimi le opportunità per far crescere il proprio progetto artistico con il Premi “Fondo Sociale Europeo – Giovanisì”, “SIAE” e “Premio Ernesto De Pascale”. È possibile iscriversi fino al 7 ottobre su www.rockcontest.it

Il Rock Contest compie 30 anni! Si aprono oggi le iscrizioni alla nuova edizione del concorso nazionale per gruppi musicali emergenti che si svolgerà a Firenze il prossimo novembre, con la finale a dicembre presso l’Auditorium Flog. La manifestazione è rivolta ai giovani musicisti italiani, organizzata da Controradio Controradio Club in collaborazione con Comune di Firenze, Regione Toscana e SIAE, la Società Italiana degli Autori ed Editori. Tante le iniziative collaterali per festeggiare il trentesimo compleanno del contest che saranno presto svelate.

Numerose le opportunità per i partecipanti grazie ai molti premi in palio. Il Rock Contest già sostiene i vincitori delle selezioni live con un supporto produttivo alla loro attività con premi in denaro (primo premio 2000 euro) da investire nellattività musicale ed in giorni di studio di registrazione (secondo premio: 5 giorni presso il SAM Recordings). Inoltre Regione Toscana mette in palio 3000 euro per il vincitore dello speciale Premio Fondo Sociale Europeo, in collaborazione con Giovanisì, il progetto regionale per l’autonomia dei giovani, assegnato allartista o band partecipante al Rock Contest, che ha prodotto il brano cantato in italiano che meglio esprime desideri e inquietudini del mondo dei giovani e più in generale la condizione giovanile. 2.000 euro saranno assegnati per il Premio SIAE alla miglior composizione musicale presentata dagli artisti iscritti alla Società Italiana Autori ed Editori tra i 30 selezionati per il concorso. Si conferma anche lo speciale Premio Ernesto de Pascale, dedicato alla memoria del conduttore radiofonico (RAI Stereonotte), giornalista, musicista e storico presidente di giuria del RockContest, prematuramente scomparso; al vincitore la registrazione del brano in studio.

Anche questanno, Rock Contest, concorso che ha visto gli esordi di Offlaga Disco Pax, Manitoba, King Of The Opera, Ros, The Steet Clerks e moltissimi altri, darà ai giovani artisti e gruppi musicali, assieme ai corposi premi, le migliori condizioni di visibilità e di relazione con la stampa specializzata e le realtà discografiche italiane, al fine di facilitare lo sviluppo di un percorso artistico e professionale. I migliori gruppi realizzeranno poi progetti musicali, partecipando a importanti festival nazionali o internazionali e faranno tournée, grazie alle collaborazioni con promoter, direttori artistici e manager di locali di tutta Italia. Anche questanno SIAE conferma il supporto come sponsor del Rock Contest, un riconoscimento al concorso che da sempre si batte per la crescita e la tutela di gruppi e singoli artisti che suonano musica originale. A tale proposito per i giovani autori con età inferiore ai 31 anni, liscrizione a SIAE è gratuita. Si conferma anche la collaborazione con Audioglobe, una delle più consolidate realtà produttive e distributive in Italia.

Tutte le informazioni, il regolamento completo e le schede di iscrizione online sono sul sito www.rockcontest.it 

oppure telefonare allo 055.73.999.46 (dal lunedi al venerdi ore 11.00-13.00 e 14.00-16.00); e-mail contest@controradio.it.

Facebook: Rock Contest Controradio

IL CONCORSO

Il concorso è aperto a tutti i generi musicali (rock, indie, elettronica, folk, dream pop, psichedelia, soul, nuovo cantautorato, etc) e si rivolge ad artisti liberi da contratti discografici e/o editoriali. Non sono previste limitazioni per quanto riguarda la lingua usata nel testo. Gli artisti o le formazioni che abbiano già fatto parte dei selezionati nelle precedenti edizioni possono iscriversi solo se non giunti alla serata finale. Una giuria di preselezione nominata da Controradio sceglierà insindacabilmente i concorrenti che si esibiranno dal vivo nelle serate di selezione e di semifinale previste. Una giuria di addetti ai lavori provenienti da tutta Italia valuterà invece le esibizioni della serata finale (nelle ultime due edizioni la giuria era presieduta da Alberto Ferrari dei Verdena e Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale). La votazione della giuria presente alle serate sarà opportunamente mediata con la votazione da parte degli spettatori, in maniera tale da non penalizzare per i concorrenti che arrivano da fuori regione.

PREMI

Il vincitore delle fasi live del Rock Contest riceverà un voucher di 2000 euro da investire in un proprio progetto artistico (ad esempio la produzione di un cd, la registrazione di un videoclip, lorganizzazione di una tournée o la promozione con un ufficio stampa). Il secondo classificato avrà a disposizione 5 giornate in un prestigioso studio di registrazione (Sam Recording Studio).

Nell’ambito della campagna di informazione sulle opportunità finanziate dal Fondo Sociale Europeo all’interno del progetto regionale Giovanisì, è istituita una sezione speciale del Concorso denominata PREMIO FONDO SOCIALE EUROPEO, assegnato allartista o band partecipante al Rock Contest, che ha prodotto il brano cantato in italiano che meglio esprime desideri e inquietudini del mondo dei giovani e più in generale la condizione giovanile. Il Premio in palio, per limporto massimo di 3000 euro, finanzierà un progetto artistico che permetterà levoluzione musicale e professionale del solista o della band vincitrice (a titolo esemplificativo: giornate in studio di registrazione, produzione CD, produzione videoclip, promozione tramite ufficio stampa etc). Sono automaticamente iscritti al PREMIO FONDO SOCIALE EURIOPEO, tutti i 30 i solisti e band partecipanti al Rock Contest. Il vincitore del Premio sarà designato insindacabilmente da una giuria composta dal direttore artistico del Rock Contest, da conduttori musicali dellemittente Controradio, e da un rappresentante di Regione Toscana.

Alla miglior composizione musicale presentata dagli artisti iscritti SIAE tra i 30 selezionati per il concorso la Società Italiana Autori ed Editori SIAE finanzierà con lo speciale Premio SIAE un progetto artistico relativo alla propria attività musicale per un ammontare di 2000 euro.

Alla migliore canzone in italiano verrà infine assegnato lo speciale Premio Ernesto de Pascale, dedicato alla memoria del conduttore radiofonico (RAI Stereonotte), giornalista, musicista e storico presidente di giuria del Rock Contest, prematuramente scomparso. Fra i presidenti di giuria delle passate edizioni si ricordano Brunori, Dente, Mauro Ermanno Giovanardi Cristina Donà. Nell’edizione 2015 lo stesso Luciano Ligabue ha concesso al vincitore (Amarcord, poi vincitori del premio Premio Autore SIAE 2017) una settimana di registrazione presso i suoi studi a Correggio. Il vincitore 2018 vince la registrazione del brano presso gli studi SAM Recordings.

Tutti i sei gruppi selezionati per la finale parteciperanno inoltre con due brani musicali alla compilation sul CD “Rock Contest 2018”. I restanti sei gruppi selezionati per le semifinali parteciperanno con un brano al suddetto cd. Ogni gruppo finalista e semifinalista avrà diritto a copie gratuite del CD. Tutti i gruppi partecipanti avranno diritto ad un set di foto professionali e allaccesso alla rassegna stampa.

Grazie al contributo di Audioglobe, una delle distribuzioni leader del settore indipendente italiano con oltre 200 etichette distribuite, partner del Rock Contest, oltre alla consueta compilation dei brani dei 12 concorrenti semifinalisti e finalisti, sarà effettuata la distribuzione digitale dei brani scelti per la compilation (e/o di altri prodotti in accordo con gli autori). Per partecipare al concorso, ed essere uno dei 30 artisti selezionati a esibirsi di fronte a una platea di esperti del settore e musicisti, basta avere meno di 35 anni (per le band la cifra di 35 è da intendersi come l’età media massima). Fino al 7 ottobre, sarà possibile iscriversi sul sito www.rockcontest.it, compilando il modulo di preselezione, caricando sull’apposita pagina 3 brani inediti (sono escluse le cover version), una o più foto della band o dell’artista, una scheda biografica e uno stage plan (scheda tecnica live). Per gli artisti provenienti da fuori Toscana è previsto un rimborso spese di trasferta relative alle serate della loro esibizione (sono previste agevolazioni per gli eventuali pernottamenti).

 

L'articolo Rock Contest compie 30 anni: al via le iscrizioni! proviene da www.controradio.it.